il FORUM di TEATRON.org

Performing Media_2007 all'Accademia di Macerata

carlo - 21-2-2007 at 01:15

Piano lezioni di Performing Media
http://www.performingmedia.org
docente: Carlo Infante per@carloinfante.info


lunedì 26 febbraio 2007
ore 16/19 aula informatica (proiettore, web, DVD, audio)
Introduzione al corso.
Performing Media: una linea di ricerca per coniugare azione culturale, comunicazione multimediale e innovazione territoriale.

martedì 27 febbraio
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio sulle esperienze di Performing Media.
Attivazione del forum su http://www.teatron.org/forum (nella Rete degli Sguardi)
ore 14/16 aula informatica
lezione-laboratorio di creatività connettiva nel forum e attivazione dei Mondi Attivi http://www.mondiattivi.it


lunedì 19 marzo
ore 16/19 aula informatica
lezione-laboratorio su ID3: Interaction/Interface/Info Design
martedì 20 marzo
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio su geoblog http://www.geoblog.it
ore 14/16 aula informatica
Su Interaction Design: il progetto di ambiente interattivo per i 50 anni dell’Unione Europea


lunedì 16 aprile
ore 16/19 aula informatica
lezione-laboratorio su geoblog http://www.geoblog.it
martedì 17 aprile
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio su geoblog http://www.geoblog.it
ore 14/16 aula informatica
Su GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale : progettualità per ASP (Arte/Scienza/Pace) http://www.asp-piceno.org evento ad Ascoli Piceno in collaborazione con l’Accademia.


a maggio ( in date da definire)
progettazione ed intervento, presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Camerino ad Ascoli Piceno,ad ASP (Arte/Scienza/Pace) su GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale).


Indicazioni bibliografiche, materiali d’approfondimento e link saranno indicati sul forum del corso
su http://www.performingmedia.org ( in basso a destra del blog, cliccare su attività didattiche)
oppure andare su http://www.teatron.org/forum (selezionare La Rete degli Sguardi)

Testo base di riferimento del corso sarà “Performing Media 1.1.Politica e poetica delle reti” di Carlo Infante, Memori (http://www.memori.it ). Prefazione di Beppe Grillo.







Allegato: Piano lezioni di Performing Media07.rtf (28kB)
Questo file è stato scaricato 647 volte


iniziamo: i vostri desideri e qualche link

carlo - 26-2-2007 at 15:10

lo so è strano
siamo vicini ma immersi negli schermi
serve solo ad abituarci ad usare questo forum
e dargli così un avvio sensato

vi ho chiesto dei vostri desideri, per proiettarli verso le vostre attitudini e poi verso le vostre competenze
su questo s'innesteranno i miei input di conoscenza con link e altri materiali di approfondimento.

un buon link x iniziare è questo mio blog
http://www.performingmedia.org

x quanto riguarda l'uso del video nel web
vai qua
http://www.performingmedia.org/vlog
è il videoblog x la notte della taranta 2005
ma c'è quello del 2006
http://www.performingmedia.org/lab/salento

un link x comprendere meglio il lavoro fatto sul geoblog come mappa attiva x il social tagging
è qui
http://www.glocalmap.to


per le ricerche tematiche usate, non solo google, ma l'enciclopedia collaborativa
http://it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale



una pista importante x comprendere cosa intendo x Politica e Poetica delle Reti...
questo è leggere il mio libro Performing Media 1.1 (edizioni Memori)
con la prefazione di Beppe Grillo
http://www.teatron.org/forum/forumdisplay.php?fid=23


e questo è il forum del corso dello scorso anno
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=315

a tra un pò

il rapporto tra corpi e mondi elettronici

carlo - 26-2-2007 at 15:22

un ipertesto realizzato 8 anni fa circa
dai miei studenti
http://www.teatron.org/corpielettro/corpi_elettroniche.html

innovazione territoriale

carlo - 26-2-2007 at 15:47

a proposito d'innovazione territoriale
http://www.regione.marche.it/viewdoc.asp?CO_ID=583
tra un pò ne parliamo


e anche di geoblog

ecco l'articolo di nova
http://www.glocalmap.org/img_press/img_big/img_big17.jpg

le vostre indicazioni

carlo - 27-2-2007 at 10:22

attendo i vostri output
qui nel forum

sulla base di questi imposto la lezione

oggi è prevista la navigazione del mio cdrom: e-motion, corpi e mondi elettronici
qui
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=112&pid=2864
trovi un forum con diverse info, compresa la mappa concettuale dell'ipermedia


e qui un ipertesto in relazione al rapporto con il pensiero artaudiano
http://www.teatron.org/agapow/perf/articoli/artaud/pdartaud.html

Serez - 27-2-2007 at 10:40

Desideri.. difficile a dirlo, lunedì non c'ero e non so cosa intendere per "desideri". Riguardo a cosa? A quello che mi aspetto da questa materia?
Sono disorientata ^^; già solo per l'uso del forum.. è una cosa originale e strana allo stesso tempo: lezioni via etere anche alle 3 di notte?

eat_sushi - 27-2-2007 at 10:42

input:

-> multimedialilità, come digitalizzazione del reale
-> corpo/ mente: era odierna, la riscoperta della quarta dimensione
-> uso della tecnologia abbinata all'arte per nuova interfaccia con mondo concreto
-> recupero creatività e conoscenze individui in favore della condivisione

interaction design

natascia - 27-2-2007 at 10:48

Interazione dello spettatore con l'opera d'arte.
http://it.wikipedia.org/wiki/Interaction_design

Vale.A - 27-2-2007 at 11:24

su uno dei link precedenti ho trovato: "web experience" e "scritture sceniche on line".. cosa si intende? che possibilità di lavoro e riflessione ci sono su questo?

link a scrittura mutante

carlo - 27-2-2007 at 12:03

Quota:
Originariamente scritto da Vale.A
su uno dei link precedenti ho trovato: "web experience" e "scritture sceniche on line".. cosa si intende? che possibilità di lavoro e riflessione ci sono su questo?


è l'utilizzo del web come luogo di scritture possibili
dai un'occhiata qua
http://www.trovarsinrete.org/concorsosm2006.htm

scrittura in ambiente digitale

Vale.A - 27-2-2007 at 13:53

mi sembra interessante quest'idea di scrittura in ambiente digitale soprattutto per le possibilità di collaborazione e di scambio di informazioni e idee.. interessante soprattutto il progetto Torinorama (tra i
"menzionati" dello scorso concorso): "Un sistema di scrittura multimediale e collaborativa, sviluppato in PHP/Javascript, che utilizza un insieme complesso di editor, di strumenti di archiviazioni e di mappe per rappresentare le creazioni degli utenti e le loro interrelazioni."

http://www.trovarsinrete.org/concorsomutante.htm#primopremio

mostra-installazione ispirata a "L'arte del sogno"

Vale.A - 4-3-2007 at 14:48

http://voyag3ur.wordpress.com/2007/01/08/milano-michael-gondry-l%e2...

la mostra c'è già stata ed è durata solo pochi giorni..
mi è sembrata un'idea originale per fondere l'interattività nei confronti dell'opera d'arte, in questo caso le scenografie per un film, e il linguaggio cinematografico..

questo uso di you tube nel blog

carlo - 4-3-2007 at 15:08

Quota:
Originariamente scritto da Vale.A
http://voyag3ur.wordpress.com/2007/01/08/milano-michael-gondry-l%e2...

la mostra c'è già stata ed è durata solo pochi giorni..
mi è sembrata un'idea originale per fondere l'interattività nei confronti dell'opera d'arte, in questo caso le scenografie per un film, e il linguaggio cinematografico..


vi fa riflettere sulle potenzialità connettive anche del video...

altri format
esserenzialmente interattivi
inscritti in un discorso multidimensionale e agiti su piattaforme cross-media

europedia

carlo - 19-3-2007 at 15:25

iniziamo con la lezione con questo link http://www.europedia.it

ho un'idea sull'esplorazione d'europa attarverso le location herzoghiane...

Location dell'Enigma di Kaspar Hauser

Vale.A - 19-3-2007 at 15:58

http://imdb.com/title/tt0071691/locations

Nosferatum

Flippyflash - 19-3-2007 at 16:03

http://it.wikipedia.org/wiki/Nosferatu_il_vampiro

Dinkelsbul su googlemaps (località di Kaspar Hauser)

Vale.A - 19-3-2007 at 16:14

Dinkelsbul

ricser - 19-3-2007 at 16:21

Film: Anche i Nani Hanno Cominciato da Piccoli (EVEN DWARFS STARTED SMALL)

- scheda film: http://www.kultunderground.org/index.asp?art=495 />
http://en.wikipedia.org/wiki/Even_Dwarfs_Started_Small />
http://www.wernerherzog.com/main/index.htm />

- location:
Lanzarote - isole canarie - spagna

http://www.pepephelipe.com/ASP/is_dati_it.asp />

http://en.wikipedia.org/wiki/Canary_Islands#Etymology

mappa:
http://www.pepephelipe.com/ASP/lo_mappa_it.asp

http://maps.google.com/maps?f=q&hl=it&q=Telc,+Czech+Republic&layer=...

foto:
http://www.twip.org/image-europe-canary-islands-lanzarote-timanfaya... -998.html

Nosferatu

Flippyflash - 19-3-2007 at 16:21

La fredda ambientazione (pregna di riferimenti pittorici, dai fiamminghi ai preraffaelliti), le rupi altissime senza fine che si perdono nell'immensità del cielo e la fitta nebbia danno al tutto un tocco onirico ed irreale.
"Forse il Castello non esiste, forse esiste solo nell'immaginazione degli uomini".
Citazione:
"La mancanza d'amore è la più crudele e abietta delle pene"


location

carlo - 19-3-2007 at 16:26

quella del Woyzeck
di Werner Herzog
http://it.wikipedia.org/wiki/Werner_Herzog

in Cecosolovacchia, a Telc
http://maps.google.com/maps?f=q&hl=it&q=Telc,+Czech+Republic&layer=...

Un'esplorazione dell'Europa attraverso lo sguardo di uno dei più visionari autori del cinema contemporaneo: Werner Herzog.
Partiamo dal Woyzeck, il dramma di G. Büchner (1813-37), pubblicato nel 1879, un emblema della drammaturgia europea del XIX secolo.
In una cittadina di guarnigione il soldato Woyzeck è angariato dal capitano e dal dottore che si serve di lui come cavia. Uccide la moglie che lo tradisce. E muore. Soddisfazione generale per il “bel delitto”: “Era tanto che non ce ne capitava uno così...”.
Herzog interpreta il testo di Büchner per metterne a nudo la tragicità nella chiave di una insondabile disperazione esistenziale, con un linguaggio decantato, semplice, intenso. L'interpretazione di Kinski e lo sfondo della cittadina cecoslovacca di Telc fanno il resto.


Location Fantastica!!!

danitodj - 19-3-2007 at 16:33

GOLA DELL'INFERNACCIO: Appena sotto il Montr Sibilla si trovano l'Orrido dell'Infernaccio, con lo strapiombo delle rocce scavato dal

corso d'acqua, con le sue cascatelle, il suo stretto pertugio che più avanti si apre sul fiume Tenna, e consente di salire all'Eremo di San

Leonardo. (il Fiume Tenna percorre l'omonima valle la quale si estende per molti chilometri, passando sotto Macerata fino a raggiungere la

costa, presso la località marittima di Civitanova Marche

Ecco un'ipotetica e straordinaria Location da poter considerare adatta alla realizzazione di un lungometraggio!!!

ECCO un link che vi può essere utile, se volete avere altre informazioni riguardanti questo luogo!

http://www.fioredicampo.com/escursioni/gola_dell_infernaccio.asp



Gole_Infernaccio.jpg - 25kB

versione senza errori

danitodj - 19-3-2007 at 16:36

GOLA DELL'INFERNACCIO: Appena sotto il Monte Sibilla si trovano l'Orrido dell'Infernaccio, con lo strapiombo delle rocce scavato dal

corso d'acqua, con le sue cascatelle, il suo stretto pertugio che più avanti si apre sul fiume Tenna, e consente di salire all'Eremo di San

Leonardo. (il Fiume Tenna percorre l'omonima valle la quale si estende per molti chilometri, passando sotto Macerata fino a raggiungere la

costa, presso la località marittima di Civitanova Marche).

Ecco un'ipotetica e straordinaria Location da poter considerare adatta alla realizzazione di un lungometraggio!!!

ECCO un link che vi può essere utile, se volete avere altre informazioni riguardanti questo luogo!

http://www.fioredicampo.com/escursioni/gola_dell_infernaccio.asp


ok: invitiamoci herzog

carlo - 19-3-2007 at 16:41

avete capito?

oltre alle location di herzog in europa
cerchiamo quelle nelle marche in cui , ipoteticamente, lo si potrebbe invitare a girare un film

eccone una

Quota:
Originariamente scritto da danitodj
GOLA DELL'INFERNACCIO: Appena sotto il Montr Sibilla si trovano l'Orrido dell'Infernaccio, con lo strapiombo delle rocce scavato dal
corso d'acqua, con le sue cascatelle, il suo stretto pertugio che più avanti si apre sul fiume Tenna, e consente di salire all'Eremo di San

Leonardo. (il Fiume Tenna percorre l'omonima valle la quale si estende per molti chilometri, passando sotto Macerata fino a raggiungere la

costa, presso la località marittima di Civitanova Marche

Ecco un'ipotetica e straordinaria Location da poter considerare adatta alla realizzazione di un lungometraggio!!!

ECCO un link che vi può essere utile, se volete avere altre informazioni riguardanti questo luogo!

http://www.fioredicampo.com/escursioni/gola_dell_infernaccio.asp



e ora cercatela su map.google.com

e poi lavoriamo su europedia.it appena la piattaforma è a regime

danitodj - 19-3-2007 at 16:46

mi correggo ho scritto una fesseria

il Tenna passa sotto Fermo e non Sotto Macerata e non sfocia a Civitanova ma più a sud!! lo avevo confuso con il Chienti che passa sotto Macerata!!!!
Scusate ancora!!

geoblog

carlo - 19-3-2007 at 17:02

http://memoria.acmos.net

e anche questo x le olimpiadi
http://www.glocalmap.to


Location possibili

eat_sushi - 20-3-2007 at 10:33

sarà anche una scelta banale, perché luoghi del turismo abbastanza conosciuti, ma
- "le grotte di frasassi"
e
- "san Leo"


sembrano (a me che comunque sono forestiera) luoghi di grande fascino.

Poi se si volessero trovare dei luoghi sconosciuti, bisognerebbe partire senza meta e perdersi nel territorio marchigiano, viaggiando come stranieri sulla propria terra.

Serez - 20-3-2007 at 13:37

Allora nelle Marche, di interessante c'è anche tutta la Riviera del Conero
poi ho trovato:
"Gli antichi legami con la cultura contadina e marinara sono oggi rifioriti presentando così una regione attraente e tranquilla. Sarà una gradita sorpresa scoprire la varietà del paesaggio, con il mare Adriatico, le lunghe spiagge sabbiose, intervallate da scorci rocciosi, l'armonia del territorio, i dolci colli, il mistero e il fascino di profonde cave, la bellezza naturale delle riserve protette.

da http://www.italytraveller.com/it/r/marche

Serez - 20-3-2007 at 13:45

Ho trovato anche una pagina con alcuni link interessanti:

http: //www.bibliolab.it/parchim/

per le location qui:

http://www.turismo.marche.it/it/it/localita.asp

luoghi marchigiani: il lago di Pilato

Vale.A - 20-3-2007 at 14:06

http://it.wikipedia.org/wiki/Lago_di_Pilato

Location di "Cuore di vetro"

Vale.A - 20-3-2007 at 14:12

http://www.imdb.com/title/tt0074626/locations


Germania, Irlanda, Svizzera

interaction design

michel@ - 20-3-2007 at 14:15

http://www.romaeuropa.net/Sensi_sotto_Sopra/Sensi_Home.html

L'enigma di Kaspar Hauser

Vale.A - 20-3-2007 at 14:36

Herzog si ispira per il suo "L'Enigma di Kaspar Hauser" alla vicenda del giovane misterioso comparso sulla piazza di Norimberga il 26 maggio 1824. Un personaggio affascinante che incarna l'assoluta estraneità alle regole sociali e alle convenzioni e di cui Herzog mette in scena la vita, i sogni, le visioni, l'incontro e lo scontro con gli altri uomini.

Scheda del film

Location:

http://imdb.com/title/tt0071691/locations


Dinkelsbul su googlemaps

san Leo e Frasassi

eat_sushi - 20-3-2007 at 14:38

Ulteriori informazioni:

1. San Leo (prov. PU)
il Comune
google maps
Interessante oltre che per la posizione, perché fu il luogo di prigionia di Cagliostro

2. Grotte di Frasassi (prov. AN)
Parco Naturale
google maps

luoghi marchigiani: lago di Fiastra

michel@ - 20-3-2007 at 14:39

http://it.wikipedia.org/wiki/Fiastra

http://www.google.it/maps?hl=it&q=lago&near=Fiastra+62035&sa=X&oi=l...

natura incontaminata, che suscita quasi una visione panteistica del mondo

Location herzog-paesaggi marchigiani

natascia - 20-3-2007 at 14:43

http://www.fonteavellana.it/it/home/monastero.html

Molto simile all'infernaccio ma se ci incamminiamo verso la vetta del monte catria con un'ora di cammino ci ritroviamo alla sorgente del fiume cesano.

http://www.valcesano.com/presentazione_valle_del_cesano.htm

questo link parla di tutta la vallata

http://www.cm-pergola.it/infotrek/bike_percorso_balze_catria.htm

La mappa

http://maps.google.it/maps?f=q&hl=it&q=fonte+avellana&sll=41.895888...

Ho scelto questo posto
1° perché è un'impresa arrivarci e non è per tutti.
2° perchè è un posto che riempe gli occhi, l'amina e finalmente riposa le nosrte orecchie.
3° per vedere proprio dove l'acqua esce dalla roccia bisogna scalare in cordata una parete ed è veramente difficile e pericoloso.....come le rapide in Fitzcarraldo di Werner Herzog dove manda un'operatore lungo le rafide del fiume, ho in mente l'immagine dell'acqua che sommerge la camera.

monte Priora

eat_sushi - 20-3-2007 at 14:55

Provincia di Fermo
scheda wiki
[img]http://tbn0.google.com/images?q=tbn:ebgcHfxTecXjMM:http://www.guidautile.com/escursioni/escursione/Monte_Priora/img/Cima_Monte_Priora.jpg[/img]

Serez - 20-3-2007 at 15:02

Letzte Worte (1968)
Filming Locations: Crete, Greece

Auch Zwerge haben klein angefangen (1970)
Filming Locations: Lanzarote, Canary Islands, Spain

Behinderte Zukunft? (1971) (TV)
Filming Locations: Hannover, Lower Saxony, Germany - Los Angeles, California, USA - Munich, Bavaria, Germany

Fata Morgana (1971)
Filming Locations: Algeria - Burkina Faso - Côte D'Ivoire - Kenya - Lanzarote, Canary Islands, Spain - Mali - Tanzania

Filming locations for Land des Schweigens und der Dunkelheit (1971)
Hannover, Lower Saxony, Germany - Lower Bavaria, Bavaria, Germany - Munich, Bavaria, Germany

Filming locations for Große Ekstase des Bildschnitzers Steiner, Die (1974)
Garmisch-Partenkirchen, Bavaria, Germany - Planica, Yugoslavia -
Wildhaus, Switzerland

Filming locations for Jeder für sich und Gott gegen alle (1974)
Dinkelsbühl, Bavaria, Germany - Ireland -
Western Sahara, Africa

Filming locations for Herz aus Glas (1976)
Alaska, USA
Frauenaus bei Zwiesel, Bavarian Forest, Bavaria, Germany - Pischelsdorf bei Arnstorf, Bavaria, Germany - Skellig Rocks, County Kerry, Ireland - Via Mala, Kanton Graubünden, Switzerland - Walchsing Castle, Bavaria, Germany - Wyoming, USA

Filming locations for Stroszek (1977)
Berlin, Germany - Cherokee, North Carolina, USA - Germany - New York City, New York, USA - Plainfield, Wisconsin, USA

Filming locations for Nosferatu: Phantom der Nacht (1979)
Bavaria, Germany - Beach, Oostvorne, Zuid-Holland, Netherlands - Bohemia, Czech Republic - Czech Republic - Delft, Zuid-Holland, Netherlands - Germany - Guanajuato, Mexico (opening credits footage of mummies) - High Tatras, Slovakia (Carpathian Mountains) - Lübeck, Schleswig-Holstein, Germany - Mexico - Nedvedice, Bohemia, Czech Republic - Netherlands - Oostvorne, Zuid-Holland, Netherlands - Partnach-Klamm, Bavaria, Germany - Pernstein Castle, Bavaria, Germany - Pernstejn Castle, Nedvedice, Bohemia, Czech Republic - Pernstejn, Czech Republic - Schiedam, Zuid-Holland, Netherlands - Schleswig-Holstein, Germany - Slovakia - Telc, Bohemia, Czech Republic - Zuid-Holland, Netherlands

Filming locations for Woyzeck (1979)
Telc, Bohemia, Czech Republic

Portrait Werner Herzog (1986)
Filming Locations:Munich, Bavaria, Germany

Tod für fünf Stimmen (1995) (TV)
RULLO DI TAMBURI Filming Locations:Naples, Campania, Italy

Filming locations for Little Dieter Needs to Fly (1997)
California, USA - Laos - Thailand - Wildberg, Scharzwald, Baden-Württemberg, Germany

Filming locations for Invincible (2001)
Berlin, Germany - Black Island Studios, Alliance Road, Acton, London, England, UK
(studio) (Benjamin flying unit) - Christmas Island, Australia - Latvia - Lithuania - Monterey Bay Aquarium - 886 Cannery Row, Monterey, California, USA - Netherlands

Filming locations for The White Diamond (2004)
Cardington Hangers, Bedford, Bedfordshire, England, UK - Guyana

unica fonte: http://imdb.com/name/nm0001348/

E ora mi metto a cercare i titoli italiani ^^

suggestione su Frasassi

eat_sushi - 20-3-2007 at 15:08

pretesto uso location per film Herzog:

Forte l'idea di utilizzare uno spazio con 190 milioni di anni di stratificazionoi alle spalle.
Direttamente connessa a quest'idea c'è la formazione di sculture giganti formate dall'accumulo quotidiano di materiale.

I colori sembrano fusi e danno una sensazione di morbidezza, quando contrariamente si parla di pietra.

Potrebbe richiamare un percorso nel tempo partendo dalla preistoria, o in una scena di fuga (le gole prima della grotta sono significative), o come luogo di incontro mistico

ok lo preciso x spedirlo

carlo - 20-3-2007 at 15:15

Il Monastero di Fonte Avellana è situato alle pendici del massiccio montuoso del Catria (1701 m.) a 700 metri sul livello del mare.
Le sue origini si collocano intorno all’anno Mille ma è certo che già negli ultimi decenni del X secolo alcuni eremiti avevano scelto di dimorare in questa boscosa insenatura della montagna caratterizzata da una vasta presenza di alberi di nocciolo (le avellane) e da una sorgente d’acqua.
Abbiamo scelto questo posto perché è un'impresa arrivarci e non è per tutti.
Perchè è un posto che riempe gli occhi, l'anima e finalmente riposa le nostre orecchie e infine per vedere proprio dove l'acqua esce dalla roccia.
Lì bisogna scalare in cordata una parete ed è veramente difficile e pericoloso...come le rapide in Fitzcarraldo di Werner Herzog dove manda un'operatore lungo le rafide del fiume.
Immaginiamo l'acqua possente che sommerge la camera.

Quota:
Originariamente scritto da natascia
http://www.fonteavellana.it/it/home/monastero.html

Molto simile all'infernaccio ma se ci incamminiamo verso la vetta del monte catria con un'ora di cammino ci ritroviamo alla sorgente del fiume cesano.

http://www.valcesano.com/presentazione_valle_del_cesano.htm

questo link parla di tutta la vallata

http://www.cm-pergola.it/infotrek/bike_percorso_balze_catria.htm




Ho scelto questo posto
1° perché è un'impresa arrivarci e non è per tutti.
2° perchè è un posto che riempe gli occhi, l'amina e finalmente riposa le nosrte orecchie.
3° per vedere proprio dove l'acqua esce dalla roccia bisogna scalare in cordata una parete ed è veramente difficile e pericoloso.....come le rapide in Fitzcarraldo di Werner Herzog dove manda un'operatore lungo le rafide del fiume, ho in mente l'immagine dell'acqua che sommerge la camera.

off-topic

eat_sushi - 20-3-2007 at 15:17

certo che un'immagine come questa sa molto di Herzog...

se avessimo delle immagini del terremoto del 1997...
dipartimento vigili del fuoco
fotografo
aftershock
livello rischio sismico
.....

Foto fonte avellana e parte dei monti circostanti.

natascia - 20-3-2007 at 15:25

monastero


monastero03r.jpg - 53kB

fonte avellana

natascia - 20-3-2007 at 15:27



monastero22r.jpg - 24kB

link

eat_sushi - 20-3-2007 at 15:32

lascio questo link generale per la montagna (per vedere la montagna da coloro che la amano e la vogiono esplorare)

http://www.fioredicampo.com/escursioni/monte_sibilla.asp

Monte strega

natascia - 20-3-2007 at 15:33

è suggestivo il nome e la forma a piramide e mi rimanda a Fata morgana non tanto il film ma il nome Da piccola credevo che li abitasse veramente una strega...

monte strega2.jpg - 46kB

Serez - 20-3-2007 at 15:34

Letzte Worte (1968) - Ultime parole
Filming Locations: Crete, Greece

Auch Zwerge haben klein angefangen (1970) - Anche i nani hanno cominciato da piccoli
Filming Locations: Lanzarote, Canary Islands, Spain

Behinderte Zukunft? (1971) (TV) - Futuro impedito
Filming Locations: Hannover, Lower Saxony, Germany
Munich, Bavaria, Germany

Fata Morgana (1971)
Filming Locations: Algeria
Lanzarote, Canary Islands, Spain

Land des Schweigens und der Dunkelheit (1971) – Paese del silenzio e dell’oscurità
Filming Locations: Hannover, Lower Saxony, Germany
Lower Bavaria, Bavaria, Germany
Munich, Bavaria, Germany

Große Ekstase des Bildschnitzers Steiner, Die (1974) - L'enigma di Kaspar Hauser
Filming Locations: Garmisch-Partenkirchen, Bavaria, Germany
Planica, Yugoslavia
Wildhaus, Switzerland

Jeder für sich und Gott gegen alle (1974) - L'enigma di Kaspar Hauser
Filming Locations: Dinkelsbühl, Bavaria, Germany
Ireland

Herz aus Glas (1976) - Cuore di vetro
Filming Locations: Frauenaus bei Zwiesel, Bavarian Forest, Bavaria, Germany
Pischelsdorf bei Arnstorf, Bavaria, Germany
Skellig Rocks, County Kerry, Ireland
Via Mala, Kanton Graubünden, Switzerland
Walchsing Castle, Bavaria, Germany

Stroszek (1977) - La ballata di Stroszek
Filming Locations: Berlin, Germany
Germany

Nosferatu: Phantom der Nacht (1979) - Nosferatu, principe della notte
Filming Locations: Bavaria, Germany
Beach, Oostvorne, Zuid-Holland, Netherlands
Bohemia, Czech Republic
Czech Republic
Delft, Zuid-Holland, Netherlands
Germany
High Tatras, Slovakia (Carpathian Mountains)
Lübeck, Schleswig-Holstein, Germany –
Nedvedice, Bohemia, Czech Republic
Netherlands
Oostvorne, Zuid-Holland, Netherlands
Partnach-Klamm, Bavaria, Germany
Pernstein Castle, Bavaria, Germany
Pernstejn Castle, Nedvedice, Bohemia, Czech Republic
Pernstejn, Czech Republic
Schiedam, Zuid-Holland, Netherlands
Schleswig-Holstein, Germany
Slovakia
Telc, Bohemia, Czech Republic
Zuid-Holland, Netherlands

Woyzeck (1979)
Filming Locations: Telc, Bohemia, Czech Republic

Portrait Werner Herzog (1986)
Filming Locations: Munich, Bavaria, Germany

Tod für fünf Stimmen (1995) (TV) - Gesualdo
RULLO DI TAMBURI Filming Locations: Naples, Campania, Italy

Little Dieter Needs to Fly (1997)
Filming Locations: Wildberg, Scharzwald, Baden-Württemberg, Germany

Invincible (2001)
Filming Locations: Berlin, Germany
Black Island Studios, Alliance Road, Acton, London, England, UK (studio) (Benjamin flying unit)
Latvia
Lithuania
Netherlands

The White Diamond (2004) - Il diamante bianco
Filming Locations: Cardington Hangers, Bedford, Bedfordshire, England, UK

unica fonte: http://imdb.com/name/nm0001348/

traduzioni tramite http://it.wikipedia.org/wiki/Werner_Herzog

ricser - 20-3-2007 at 15:35

film di Herzog: "Cuore di Vetro" (Herz aus Glas)

http://imdb.com/title/tt0074626/


oltre alle location in Alaska(USA) Herzog ha girato in:

-Frauenaus bei Zwiesel, Bavarian Forest, Bavaria, Germany
-Pischelsdorf bei Arnstorf, Bavaria, Germany
-Walchsing Castle, Bavaria, Germany

(Baviera, Germany)
http://maps.google.com/maps?f=q&hl=it&q=Baviera,+Germany&sll=37.062...


-Skellig Rocks, County Kerry, Ireland
(County Kerry, Ireland)

http://maps.google.com/maps?f=q&hl=it&q=Baviera,+Germany&sll=37.062...

-Via Mala, Kanton Graubünden, Switzerland

http://maps.google.com/maps?f=q&hl=it&q=Baviera,+Germany&sll=37.062...

piana di Castelluccio, Un luogo mistico!!!

domm - 20-3-2007 at 15:39

Una zona del parco Nazionale dei monti sibillini a confine Tra le Marche e l' Umbria, molto caratteristica per la coltivazione delle lenticchie, che raggiunge il suo massimo splendore nel periodo della fioritura in estate tra Luglio e Agosto. un posto per fare un lungometraggio adatto per la Tematiche Herzoghiana.
ecco alcuni link per avere più informazioni:http://maps.google.it/maps?f=q&hl=it&q=Castelluccio+ap&layer=&sll=41.304743,15.477774&sspn=0.091299,0.21595&ie=UTF8&om=1&z=17&ll=42.82888 2,13.205663&spn=0.005571,0.013497&iwloc=addr
oppure il sito ufficiale:http://www.castellucciodinorcia.it/

castelluccio2.jpg - 29kB

Gola dell'infernaccio

natascia - 25-3-2007 at 22:21

Ho controllato con mio padre e pensiamo che sia quella gola che parte da montefortino (alla sinistra della scritta) che passa tra la scritta Rubiano e Sossasso... 80% è quella.

http://maps.google.it/maps?f=l&hl=it&q=Parco+sibillini&sll=42.94995...

Le indicazioni precise delle strade le so meglio martedi.

Per ora link questo sito perchè la strada passa vicino a Madonna dell'Ambro, è un santuario molto carino, dove di fianco ci scorre il Il Fiume Lambro

Parco Nazionale dei Monti S...
... Vincenzo and Anastasio (Amandola), the Sanctuary of the Madonna dell'Ambro (Montefortino), S. Maria in Casalicchio (Montemonaco), S. Maria in Pantano ...
parks.it

http://www.parks.it/parco.nazionale.monti.sibillini/Epar.html

Sorgente del Fiumecesano

natascia - 25-3-2007 at 22:54

Quete sono alcune foto scattate sul posto.... o almeno dove si può arrivare senza corde...

Tante gambe e polmoni

natascia - 25-3-2007 at 22:57



DSC_1146.gif - 387kB

natascia - 25-3-2007 at 22:58



DSC_1143.gif - 602kB

lezioni Aprile-Maggio

carlo - 28-3-2007 at 20:10

stampate e fate circolare il programma
avvisate tutti gli altri!

Accademia di Belle Arti di Macerata
Corso di Performing Media

lezione-evento

Mercoledì 4 aprile 200 alle ore 12.00 (sala Antonioni)

Presentazione nell'ambito di I-Mode-PlayHerzog
http://playwernerherzog.blogspot.com
della mappa emozionale dei luoghi herzoghiani
(vai su Search/Percorsi Emozionali di http://www.europedia.it )
a cura di Carlo Infante
con gli studenti del Corso di Performing Media



lunedì 16 aprile
ore 16/19 aula informatica
lezione-laboratorio su http://www.europedia.it
martedì 17 aprile
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio su http://www.europedia.it
ore 14/16 aula informatica
Su GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale convegno-evento che si svolgerà ad Ascoli http://www.asp-piceno.org promosso da Comunanze.net in collaborazione con l’Accademia


26-27-28 maggio
intervento, presso la Cartiera Papale di Ascoli Piceno, per GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale) Dalle “Comunanze Picene” alle web-community del Social Networking
convegno-evento promosso da Comunanze.net in collaborazione con l’Accademia



Indicazioni bibliografiche, materiali d’approfondimento e link saranno indicati sul forum del corso
su http://www.performingmedia.org ( in basso a destra del blog, cliccare su attività didattiche)
oppure andare su http://www.teatron.org/forum (selezionare La Rete degli Sguardi)

Testo base di riferimento del corso sarà “Performing Media 1.1.Politica e poetica delle reti” di Carlo Infante, Memori (http://www.memori.it ). Prefazione di Beppe Grillo.

http://www.performingmedia.org



Allegato: lezioniAprileMaggio007.rtf (24kB)
Questo file è stato scaricato 496 volte


le location herzoghiane

carlo - 28-3-2007 at 20:18

Una mappatura delle location europee dei film di Werner Herzog e anche di quelle ipotetiche location di film che Herzog potrebbe ambientare negli scenari marchigiani, i più particolari, i più radicali (Grotte di Frasassi, Gole dell’Infernaccio, Monti Sibillini, Lago di Pilato, etc) in cui Herzog potrebbe ambientare i suoi sguardi “ai confini della realtà”.

lezione-evento del 4.04 e impegni Aprile-Maggio

carlo - 29-3-2007 at 12:13

stampate e fate circolare il programma
avvisate tutti gli altri!


Accademia di Belle Arti di Macerata
Corso di Performing Media

lezione-evento

Mercoledì 4 aprile 200 alle ore 15.00 (sala Antonioni)

Presentazione nell'ambito di I-Mode-PlayHerzog
http://playwernerherzog.blogspot.com
della mappa emozionale dei luoghi herzoghiani
(vai su Search/Percorsi Emozionali di http://www.europedia.it )
a cura di Carlo Infante
con gli studenti del Corso di Performing Media
Mercoledì 4 aprile 200 alle ore 15.00 (sala Antonioni)


Una mappatura delle location europee dei film di Werner Herzog, utilizzando il blog geo-referenziato di europedia.it, la piattaforma di Map realizzata per il Cinquantenario dell’Unione Europea.
Oltre ai set già attuati saranno tracciate anche quelle location immaginarie di film ipotetici che Herzog potrebbe ambientare negli scenari marchigiani, i più particolari, i più radicali (Grotte di Frasassi, Gole dell’Infernaccio, Monti Sibillini, Lago di Pilato, etc) in cui Herzog potrebbe idealmente attuare i suoi sguardi “ai confini della realtà”.



lunedì 16 aprile
ore 16/19 aula informatica
lezione-laboratorio su http://www.europedia.it
martedì 17 aprile
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio su http://www.europedia.it
ore 14/16 aula informatica
Su GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale convegno-evento che si svolgerà ad Ascoli http://www.asp-piceno.org promosso da Comunanze.net in collaborazione con l’Accademia


26-27-28 maggio
intervento, presso la Cartiera Papale di Ascoli Piceno, per GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale) Dalle “Comunanze Picene” alle web-community del Social Networking
convegno-evento promosso da Comunanze.net in collaborazione con l’Accademia



Indicazioni bibliografiche, materiali d’approfondimento e link saranno indicati sul forum del corso
su http://www.performingmedia.org ( in basso a destra del blog, cliccare su attività didattiche)
oppure andare su http://www.teatron.org/forum (selezionare La Rete degli Sguardi)

Testo base di riferimento del corso sarà “Performing Media 1.1.Politica e poetica delle reti” di Carlo Infante, Memori (http://www.memori.it ). Prefazione di Beppe Grillo.





Allegato: lezioniAprileMaggio007.rtf (26kB)
Questo file è stato scaricato 537 volte


vi vediamo alle 14

carlo - 31-3-2007 at 23:25

in Accademia

alle 15 c'è la presentazione!!!

non + alle 12 (non ce la faccio con i treni)

Ma nel frattempo potresti intervenire sul geoblog direttamente

Vai su http://www.europedia.it


Vai su SEARCH
Scrivi herzog e vedi quelli che sono stati inseriti

E poi

Ti devi registrare
E vai su SCRIVI

Scegli il luogo!

E come titolo del blog metti PlayHerzog

Mercoledì 4 sarò l’ verso le 14

Alle 15 si fa la presentazione!!!!

posto ipotetico x un film di Herzog

ciccina - 15-4-2007 at 18:33

Monte Conero (prov. di Ancona)








chiarimenti

Vale.A - 14-5-2007 at 11:53

professore, credo di essermi un po' persa.. e probabilmente non solo io?
le lezioni del 16 e del 17 aprile sono state fatte regolarmente? non erano state rimandate a maggio?

quali sono i prossimi appuntamenti? direttamente le tre giornate di Ascoli?

Intanto, per recuperare il nostro argomento principale, inserisco una citazione di Herzog sul paesaggio:

"Tutti i miei film hanno pe rorigine, non delle storie, ma dei paesaggi. Provo una profonda fascinazione e una sensazione molto precisa per i paesaggi irregolari o allucinatori":

ci vediamo il 21.05

carlo - 14-5-2007 at 14:38

e facciamo il punto

x bene (allego la nota, la mettete in bacheca? grazie)

chi verrebbe con me il 22 ad ascoli a fare un sotralluogo alla cartiera papale?
http://www.provincia.ap.it/museicartierapapale/index.html


Allegato: lezioniMaggio007.rtf (24kB)
Questo file è stato scaricato 451 volte


Glocal ad ascoli

carlo - 18-5-2007 at 09:27

vi allego il programma di ascoli
e qui lo trovate in un wiki (in progress)
http://wiki.bzaar.net/Comunanze.net

e qui (ancora in progress)
http://www.comunanze.net/


entro lunedì vorrei vedere dei vs feedback:
sono le ultime lezioni
e poi si conclude sul campo alla Cartiera Papale
dove vorrei farvi presentare la mappa emozionale herzoghiana

chi non verrà dovrà portare i libri indicati nel piano di studi e/o progetti che dovrò approvare in via preliminare

a proposito chi verrebbe a fare un sopralluogo con me martedì?

attivate, qui sotto nel forum, il NOTIFICA VIA EMAIL!!!!

Allegato: Comunicato_Glocal.rtf (50kB)
Questo file è stato scaricato 473 volte


Serez - 22-5-2007 at 08:01

Purtroppo ad Ascoli mancherò perchè di sabato sera e domanica lavoro.. maledette comunioni -___-

forum degli studenti

eat_sushi - 22-5-2007 at 13:25

ecco il collegamento per raggiungere il misterioso ed introvabile forum:
HMC, il forum degli Studenti dell'Accademia delle Belle Arti di Macerata.

http://freeforumzone.leonardo.it/viewforum.aspx?f=99756

cercasi performing media 1.2 disperatamente

wasabi - 25-5-2007 at 00:02

Ciao a tutti ... ho problemi a reperire "performing media 1.2" potete darmi 1 mano ? Sapete se qualche libreria in particolare è in grado di reperirlo?

(Per il prof.)
La versione 1.1 va bene lo stesso ? Perchè è l'unica che sono riuscito a trovare.
P.S
Invierò al più presto ... immagini di possibili "Location".
Saluti. Wasabi

1.1.

carlo - 26-5-2007 at 16:49

Quota:
Originariamente scritto da wasabi
Ciao a tutti ... ho problemi a reperire "performing media 1.2" potete darmi 1 mano ? Sapete se qualche libreria in particolare è in grado di reperirlo?

(Per il prof.)
La versione 1.1 va bene lo stesso ?

ma quale 1.2 ?

http://www.memori.it/catalogo/diariominimo/dm19.htm

Perchè è l'unica che sono riuscito a trovare.
P.S
Invierò al più presto ... immagini di possibili "Location".
Saluti. Wasabi

se ce la faccio offro da bere a tutti

:z:u:t:h: - 30-5-2007 at 17:08

Oramai sono 3 anni che seguo Carlo...
E quasi mi è costato la vita...

Però adesso ho fatto questo ...

e mi sono spaccato dal ridere...

è geniale

carlo - 30-5-2007 at 21:47

Quota:
Originariamente scritto da :z:u:t:h:
Oramai sono 3 anni che seguo Carlo...
E quasi mi è costato la vita...

Però adesso ho fatto questo ...

e mi sono spaccato dal ridere...


forse troppo

prima cosa:
tutto quel testo intimorisce

demodulalo con dei link su titoli tematici
segmenta!!!

almeno questo
ora leggerò la prima stesura del testo:
dovrò andare in apnea...

zuth
devo ricordarti che sono + di 4 anni...
nonostante la discontinuità.

4 anni e non sentirli

:z:u:t:h: - 1-6-2007 at 11:56

Benissimo!!!
é che sto scappando al nord...
Comunque quell'abbozzo di testo va arricchito di molte cose... e sicuramente "rimodulato" !!!
Potessi usare una mappa di google....
Baci a tutti!!!

ZUTH was QUI e pure QUI

peppino neroni - 5-6-2007 at 07:30

salve prof. sono uno studente dell ' accademia di MC inscritto al terzo anno di multimediale; , sto leggendo il suo libro e come da lei consigliato usando l ' indice, ed essendo arrivato a buon punto, circa alla pag. 180, vorrei poter approfondire con lei ancuni punti che mi stuzzicano di più. quindi cito qui di seguito ancuni fondamentali, in modo da poter farle capire cosa m ' interessa:
tutto ciò che rigurda la realtà aumentata, quindi tutto il mondo delle micro e nano tecnologie e automatismi, poi anche i nuovi sistemi di trasmissione, dal GPS al satellitare e tutto ciò che possa riguardare la comunicazione e il trasferimanto dati.

grazie anticipatamente.
Peppino Neroni.

centrate 2/3 temi: tag_parole chiave

carlo - 5-6-2007 at 08:35

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
salve prof. sono uno studente dell ' accademia di MC inscritto al terzo anno di multimediale; , sto leggendo il suo libro e come da lei consigliato usando l ' indice, ed essendo arrivato a buon punto, circa alla pag. 180, vorrei poter approfondire con lei ancuni punti che mi stuzzicano di più. quindi cito qui di seguito ancuni fondamentali, in modo da poter farle capire cosa m ' interessa:
tutto ciò che rigurda la realtà aumentata,

<<<
questa è una buona tag:
qui nel forum rilancia i termini tratti dal mio libro e magari ricerca altre note dal web
<<<

quindi tutto il mondo delle micro e nano tecnologie e automatismi, poi anche i nuovi sistemi di trasmissione, dal GPS al satellitare

<<<
individua i pèossibili valori d'uso creativi di queste tecncologie
e cerca link
da pubblicare nel forum
<<<

e tutto ciò che possa riguardare la comunicazione e il trasferimanto dati.

grazie anticipatamente.
Peppino Neroni.


queste sono indicazioni precise x le esame
che vorrei basare sull'uso del forum
nel modo in cui l'ho suggerito a pepppino

è chiaro?

conto poi di ritrovare nei vs interventi i riferimenti all'attività che avete fatto ( x chi l'ha fatta sul geoblog)

il 28.06 (forse alle 14) sarò a MC x la tesi di Francesco Zuth Venanzoni
sarà un'occasione x incontrarci
e stabilire tempi e modi d'esame

chi non usa il forum
m'è invisibile...

esame performing media

peppino neroni - 5-6-2007 at 08:42

se non ho capito male, praticamente dovrei fare ricerca x poi pubblicare nel forum tutti i link e siti vari che trovo sul materiale elencato da me e discuterne.
ok.

esame performing media

peppino neroni - 6-6-2007 at 15:38

prof, allego qui i link del materiale trovato su quello che riguarda l'interattività! ci sono delle cose veramente simpatiche che riguardano il web 2.0
x ora questo, poi...il resto arriverà a prossimamente. mi dica se va bene o meno.

Allegato: (532B)
Questo file è stato scaricato 403 volte


bene

carlo - 7-6-2007 at 07:26

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
prof, allego qui i link del materiale trovato su quello che riguarda l'interattività! ci sono delle cose veramente simpatiche che riguardano il web 2.0
x ora questo, poi...il resto arriverà a prossimamente. mi dica se va bene o meno.


ma inseriscile nel post
così i link sono attivi ed usabili

esame performing media

peppino neroni - 7-6-2007 at 09:01

prof. ho provato a inserire i link attivi ma purtroppo se non si è iscritti alla rivista on line, non ci si può accedere anche se l'indirizzo è corretto quindi, io li metto lo stesso, ma x leggere il materiale bisogna iscriversi.
io sono iscritto già da tempo, quindi vi invito a farlo se v'interessa!


portale dell'educazione a internet x ragazzi
http://www.oneadsl.it/02/06/2007/wwwtiseiconnessoit-il-portale-
delleducazione-alla-navigazione-internet/








http://www.oneweb20.it/03/06/2007/video-knowledge-communities/







http://www.oneweb20.it/02/06/2007/la-memoria-storica-e-la-rete/




http://www.oneweb20.it/04/06/2007/google-gears-ma-perche/









http://www.oneweb20.it/01/06/2007/giocare-online-e-veramente-20/#co...




http://www.pictogame.com/

aggiustali!!!

carlo - 7-6-2007 at 09:03

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
prof. ho provato a mettere inserire i link attivi ma purtroppo se non si è iscritti alla rivista on line, non ci si può accedere anche se l'indirizzo è corretto quindi, io li metto lo stesso, ma x leggere il materiale bisogna iscriversi.
io sono iscritto già da tempo, quindi vi invito a farlo se v'interessa!


portale dell'educazione a internet x ragazzi
http://www.oneadsl.it/02/06/2007/wwwtiseiconnessoit-il-portale-
delleducazione-alla-navigazione-internet/



web 2.0
social network
http://www.oneweb20.it/03/06/2007/video-knowledge-communities/


memoria storica e la rete
http://www.oneweb20.it/02/06/2007/la-memoria-storica-e-la-rete/
http://www.oneweb20.it/04/06/2007/google-gears-ma-perche/


giocare on-line
http://www.oneweb20.it/01/06/2007/giocare-online-e-veramente-20/#co...

http://www.pictogame.com/


dai uno spazio
dopo l'url

sono on line
con gli studenti di pordenone

dai un'occhiata

peppino neroni - 7-6-2007 at 14:37

prof... ho separato i link, ora non vanno in conflitto l'uno con l'altro, cliccando ti porta alla pagina ma non visualizza l'articolo, non credo che sia un problema del pc che sto usando ma proprio del fatto che se non si è iscritti non si può accedere.
quindi mi dica lei, a limite inserisco direttamente l'articolo nel forum!
mi dica lei!

esame performig media

peppino neroni - 12-6-2007 at 16:12

allego altri link utili riguardanti alcuni punti cruciali del libro "performing media",quasi sicuramente non funzioneranno cliccando da qui, xchè bisogna iscriversi, cmq.. io li metto poi sta a voi!





interattività
realtà aumentata




http://www.onevista.it/02/06/2007/il-pc-diventa-mobile-da-salotto/#...




http://www.onedigital.it/10/06/2007/touch-me-fm37-brivido-felino/




http://www.onedigital.it/08/06/2007/ricaricare-il-proprio-ipod-con-...




http://www.onegames.it/08/06/2007/il-nuovo-controller-per-xbox-360-...



http://www.onegames.it/05/06/2007/civilization-iv-conquista-o-dipen...






protocollo P2P




http://it.wikipedia.org/wiki/BitTorrent





http://www.bittorrent.com/




http://www.onemobile.it/06/06/2007/vedere-i-video-di-youtube-anche-...






web 2.0




http://www.oneweb20.it/23/05/2007/myminilife/





http://www.oneweb20.it/05/06/2007/twitteriamo/






Wi-Fi





http://www.onemobile.it/07/06/2007/da-torino-il-wireless-diventa-ch...

carlo - 12-6-2007 at 17:09

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
prof... ho separato i link, ora non vanno in conflitto l'uno con l'altro, cliccando ti porta alla pagina ma non visualizza l'articolo, non credo che sia un problema del pc che sto usando ma proprio del fatto che se non si è iscritti non si può accedere.
quindi mi dica lei, a limite inserisco direttamente l'articolo nel forum!
mi dica lei!


scusami non t'ho risposto prima

ma come forse sai (t'arrivano le mie gnuletter?)
vedi in ogni caso
http://www.performingmedia.org/

a proposito: lo ripeto
dai uno spazio dopo l'url
e vedrai che va

ci sentiamo + avanti x fissare un appello d'esame

si fisseranno qui nel forum, oltre che ad esser annunciati nelle bacheche

voglio sapere chi verrà
e con cosa...

esame e tesi

eat_sushi - 13-6-2007 at 14:04

Salve prof.! (ghghgh)
Per l'esame quindi portiamo un argomento a piacere?
Non vorrei creare un conflitto di interessi con la tesi!

Mi ha chiesto precedentemente di comunicare sul forum le idee per lo sviluppo.
Beh, ero partita da un racconto multimediale interattivo sulla poesia visiva (mooooolto vago).
Ora mi sono re-indirizzata in base all'interesse di unire il mondo dell'arte con la sfera del pragmatico, affinché non sia meramente fine a se stessa.
Pensavo così di portare come argomento "le piattaforme di social networking", partendo come riferimento dal forum che ho creato per gli studenti dell'Accademia di Macerata.
Oltre alle informazioni su corsi e programmi (in ogni caso per niente banale, in quanto la comunicazione con docenti, segreteria e tra studenti stessi è molto carente) sto organizzandolo perché ospiti altre aree, quali le mostre (dopo glocal, ho conosciuto la piattaforma di flickr.com) di studenti ed erasmus; video (partendo da i-mode visions, ad altri contest all'interno dell'accademia o in collaborazione con altre) con l'appoggio di youtube.com.
Sto già lavorando a proposito, e sto anche cercando di diffondere il forum tra gli studenti, cosicché raggiunga uno scopo concreto, e non solo frutto della mia natura schedatrice ;-p

Cosa ne pensa?
Ha visto il forum? Ho inserito anche un estratto del convegno di ascoli!

HMC, il forum degli Studenti dell'Accademia Belle Arti di Macerata

esame perfoming media

peppino neroni - 13-6-2007 at 18:21

prof.
forse sono io che sbaglio qualcosa ma anche nel messaggio precendente ho staccato i link come da lei suggerito, può anche provare, xchè nel messaggio precedente non vanno in conflitto, ma niente da fare, da la pagina di errore! non so! ?? :-( cmq... si ricevo le sue gnuletter, ma in tal proposito mi dica se x l'esame devo portare del materiale cartaceo, sulle cose su cui faccio ricerca, o dei file.?

idee

Vale.A - 18-6-2007 at 21:41

Allora, parto da un elenco di citazioni tratte da Performing Media1.1 per chiarire quali sono i punti che mi interessano di più:
- diritto di cittadinanza e pari opportunità per l'accesso alle reti
- informazione come bene comunde, diffuso e trasparente
- blog e forum come piattaforme di scritture partecipative
- personal publishing
- l'ipertinenza: le menti connesse possono trovare opportunità di scambio altrimenti difficili da ottenere
- nuove interazioni tra le persone considerando l'infosfera della rete come il luogo scatenante non solo di informazioni ma di emozioni, ovvero di azioni in cui si sperimenta vita e socialità
- interaction design come nuova ergonomia tra la dimensione fisica e quella immateriale
- la rete come ambiente per costruire relazioni sociali/necessità di un nuovo ambientamento psicologico/idea di una nuova cittadinanza digitale
- la rete come ambiente ideale per le pratiche testuali

Le cose che invece mi sono meno chiare:
- idea di una nuova economia basata sullo scambio di conoscenza e responsabilità personale/il nuovo modello produttivo riguarda la trasformazione delle informazioni, non solo nella loro trasmissione ma nella loro condivisione, secondo le possibilità interattive e ipertestuali proprie del web

_vuol dire che il modo di fare comunità in rete può diventare anche un modello produttivo-economico? è possibile trasformare tutte queste risorse intellettuali e informative in risorse anche economiche?

Poi, alcune riflessioni sul perchè mi interessano questi aspetti della rete:
Mi interessa moltissimo la critica cinematografica, intesa però non come semplice scrittura di articoli o recensioni (cosa che pure mi appassiona enormemente) o peggio come "giudizio" o "spiegazione", ma come libera circolazione e produzione di idee, interpretazioni, riflessioni.
Scrivere l'analisi di un film, farla leggere ad altre eprsone che a loro volta scriveranno ciò che pensano: mettere in connessione le idee per produrne di nuove e migliori attraverso un dialogo e uno scambio.
Per me, il luogo migliore per attuare tutto questo sono stati, e sono tuttora, i forum tematici dedicati al cinema dove è possibile incontrare, sia pure virtualmente, persone con i tuoi stessi interessi e con cui è possibile attuare un dialogo.
Postando commenti, idee ma anche immagini, video (grazie soprattutto a youtube) e semplici link è possibile condividere con persone anche molto lontane gli stessi testi scritti, scene di film, brani musicali (qui ovviamente diventa importante anche lo scambio di file), e poi commentarli e parlarne insieme lasciando però nello stesso tempo una traccia stabile sulla rete su cui tornare in seguito, vantaggio che invece non ha la sola comunicazione orale.
In questo modo riesco a scambiare opinioni e riflessioni sulle cose che mi interessano, imparo, acquisisco informazioni e le dò agli altri.

..dopo tutto ciò, non so sinceramente se questo si può tradurre per me in una concreta ricerca/lavoro d'esame.. aspetto consigli!

- aggiungo una domanda tecnica: cos'è esattamente un Wiki? come si usa? per cosa può essere usato?

p.s. mi scuso con enorme ritardo per non essere riuscita a venire ad Ascoli a fine maggio.

esami

carlo - 19-6-2007 at 16:18

Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
Salve prof.! (ghghgh)
Per l'esame quindi portiamo un argomento a piacere?
Non vorrei creare un conflitto di interessi con la tesi!

<<<
non diciamo stupidate

penso che al contrario sia importante x voi rafforzare i progetti sui cui state lavorando
( se ci sono... insisto che ci siano! anche in progress)
<<<



Mi ha chiesto precedentemente di comunicare sul forum le idee per lo sviluppo.
Beh, ero partita da un racconto multimediale interattivo sulla poesia visiva (mooooolto vago).
Ora mi sono re-indirizzata in base all'interesse di unire il mondo dell'arte con la sfera del pragmatico, affinché non sia meramente fine a se stessa.
Pensavo così di portare come argomento "le piattaforme di social networking", partendo come riferimento dal forum che ho creato per gli studenti dell'Accademia di Macerata.
Oltre alle informazioni su corsi e programmi (in ogni caso per niente banale, in quanto la comunicazione con docenti, segreteria e tra studenti stessi è molto carente) sto organizzandolo perché ospiti altre aree, quali le mostre (dopo glocal, ho conosciuto la piattaforma di flickr.com) di studenti ed erasmus; video (partendo da i-mode visions, ad altri contest all'interno dell'accademia o in collaborazione con altre) con l'appoggio di youtube.com.
Sto già lavorando a proposito, e sto anche cercando di diffondere il forum tra gli studenti, cosicché raggiunga uno scopo concreto, e non solo frutto della mia natura schedatrice ;-p

Cosa ne pensa?
Ha visto il forum? Ho inserito anche un estratto del convegno di ascoli!

HMC, il forum degli Studenti dell'Accademia Belle Arti di Macerata


quel forum è troppo dispersivo
troppa libertà di post
è una giungla

tieni conto che quando la rete fa perdere troppo tempo
si squaglia


x quanto ci riguarda:
il lavoro che hai già fatto nel forum e nel geoblog di http://europedia.it
merita un ottimo punteggio x l'esame

ma se focalizzi meglio il tuo progetto di narrazione ipermediale
è meglio

fai una tua navigazione critica (con link attivi qui nel forum) di scrittura mutante!
anche delle vecchie edizioni (dove troverai il meglio)
http://www.trovarsinrete.org/concorsosm2006.htm

x gli altri
sarò chiaro:
chi non frequenta il forum e non fa proposte
dovrà portare oltre al mio libro (che firmerò, a ciascuno la propria copia)

un altro di questi libri:
Howard Rheingold, “Smart Mobs. La rivoluzione sociale prossima ventura”, Cortina Editore, 2003
• Stefano Gulmanelli, “PopWar. Visioni libertarie nell’uso delle nuove tecnologie”, Apogeo, 2003
• Derrick De Kerckhove, "Brainframes" Baskerville,1994
• Pierre Levy, "L'intelligenza collettiva" Feltrinelli, 1996
• Carlo Infante, "Imparare giocando. L'interattività tra teatro e ipermedia", Bollati Boringhieri, 2000


x le date dell'appello:

chi deve farlo x forza a luglio?

il 5 non potrei
si potrebbe trovare un altra data...

e puntare dritti alla sessione di settembre?


chi non lo fa è perduto ( =18)

carlo - 19-6-2007 at 16:30

Quota:
Originariamente scritto da Vale.A
Allora, parto da un elenco di citazioni tratte da Performing Media1.1 per chiarire quali sono i punti che mi interessano di più:
- diritto di cittadinanza e pari opportunità per l'accesso alle reti
- informazione come bene comunde, diffuso e trasparente
- blog e forum come piattaforme di scritture partecipative
- personal publishing
- l'ipertinenza: le menti connesse possono trovare opportunità di scambio altrimenti difficili da ottenere
- nuove interazioni tra le persone considerando l'infosfera della rete come il luogo scatenante non solo di informazioni ma di emozioni, ovvero di azioni in cui si sperimenta vita e socialità
- interaction design come nuova ergonomia tra la dimensione fisica e quella immateriale
- la rete come ambiente per costruire relazioni sociali/necessità di un nuovo ambientamento psicologico/idea di una nuova cittadinanza digitale
- la rete come ambiente ideale per le pratiche testuali

Le cose che invece mi sono meno chiare:
- idea di una nuova economia basata sullo scambio di conoscenza e responsabilità personale/il nuovo modello produttivo riguarda la trasformazione delle informazioni, non solo nella loro trasmissione ma nella loro condivisione, secondo le possibilità interattive e ipertestuali proprie del web

_vuol dire che il modo di fare comunità in rete può diventare anche un modello produttivo-economico? è possibile trasformare tutte queste risorse intellettuali e informative in risorse anche economiche?

<<<
si
ma rivedendo il concetto economia
emancipandolo dal denaro
x metterlo più in relazione con la qualità della vita ed una ridistribuzione della ricchezza ottimizzando il rapporto con le risorse 8a partire da quelle energetiche)
economia come buona amministrazione delle cose
in questo senso la rete può essere molto utile
a partire da un rilancio del rapporto con il territorio
(allego un testo, in tal senso)
<<<


Poi, alcune riflessioni sul perchè mi interessano questi aspetti della rete:
Mi interessa moltissimo la critica cinematografica, intesa però non come semplice scrittura di articoli o recensioni (cosa che pure mi appassiona enormemente) o peggio come "giudizio" o "spiegazione", ma come libera circolazione e produzione di idee, interpretazioni, riflessioni.
Scrivere l'analisi di un film, farla leggere ad altre eprsone che a loro volta scriveranno ciò che pensano: mettere in connessione le idee per produrne di nuove e migliori attraverso un dialogo e uno scambio.
Per me, il luogo migliore per attuare tutto questo sono stati, e sono tuttora, i forum tematici dedicati al cinema dove è possibile incontrare, sia pure virtualmente, persone con i tuoi stessi interessi e con cui è possibile attuare un dialogo.
Postando commenti, idee ma anche immagini, video (grazie soprattutto a youtube) e semplici link è possibile condividere con persone anche molto lontane gli stessi testi scritti, scene di film, brani musicali (qui ovviamente diventa importante anche lo scambio di file), e poi commentarli e parlarne insieme lasciando però nello stesso tempo una traccia stabile sulla rete su cui tornare in seguito, vantaggio che invece non ha la sola comunicazione orale.
In questo modo riesco a scambiare opinioni e riflessioni sulle cose che mi interessano, imparo, acquisisco informazioni e le dò agli altri.

..dopo tutto ciò, non so sinceramente se questo si può tradurre per me in una concreta ricerca/lavoro d'esame.. aspetto consigli!

- aggiungo una domanda tecnica: cos'è esattamente un Wiki? come si usa? per cosa può essere usato?

p.s. mi scuso con enorme ritardo per non essere riuscita a venire ad Ascoli a fine maggio.


ragazzi non fate domande simili
lancia wiki su google e meglio su wikipedia

e leggi il mio libro, piuttosto

e parlami poco di cinema, non l'amo.
Mentre è interessante la tua frequentazione dell comunità tematiche in quel senso...

attendo proposte.
ricordatelo a tutti.

Ciascuno dovrà farmi qui nel forum una proposta d'esame ( e poi stabiliamo la data)

chi non lo fa è perduto ( =18)


performing media x l'innovazione territoriale

carlo - 19-6-2007 at 16:31

ecco un testo importante x il vs esame

Allegato: Performing Media X InnovazioneTerritoriale.rtf (28kB)
Questo file è stato scaricato 352 volte


Serez - 19-6-2007 at 20:55

Quota:
chi deve farlo x forza a luglio?
il 5 non potrei
si potrebbe trovare un altra data...
e puntare dritti alla sessione di settembre?


Per me sarebbe anche meglio! :P
Ma in ogni caso lo darei a settembre, quindi non faccio testo.. mi chiedevo: le proposte per chi lo da nelle prossime sessioni possono essere postate anche dopo? ^^;
E per quanto rigura europedia, dobbiamo postare qui quello che abbiamo inserito?

bene

carlo - 19-6-2007 at 21:22

Quota:
Originariamente scritto da Serez
Quota:
chi deve farlo x forza a luglio?
il 5 non potrei
si potrebbe trovare un altra data...
e puntare dritti alla sessione di settembre?


Per me sarebbe anche meglio! :P
Ma in ogni caso lo darei a settembre, quindi non faccio testo.. mi chiedevo: le proposte per chi lo da nelle prossime sessioni possono essere postate anche dopo? ^^;
E per quanto rigura europedia, dobbiamo postare qui quello che abbiamo inserito?


certo

l'importante è che ciascuno di voi possa
inserire nel forum i riferimenti a ciò che ha fatto

e apriamo il ragionamento

come avete capito sono severo con chi ha partecipato poco o nulla
ma con il forum si può recuperare
e v'assicuro
vi sarà utile

la rete è il vostro futuro

e amo essere stupito: inventatevi qualcosa

e YouTube può permettervi di pubblicare qualsiasi cosa
linkatela
se lo trovate OPPORTUNO

peppino neroni - 20-6-2007 at 14:18

prof. io lo devo dare x forza il suo esame xchè ho bisogno dei crediti x cercare di prendere la borsa do studio!

esame performing media

peppino - 20-6-2007 at 18:44

inserisco una data di un meeting che può risultare interessante


WPC 2007
Milano, 22-26 ottobre
WPC 2007 è l'evento di riferimento per tutti coloro che desiderano approfondire e formarsi sulle tematiche tecnologiche più attuali. WPC 2007 sarà inoltre l'occasione per valutare con anticipo i nuovi prodotti e piattaforme Microsoft.

esame perfoming media

peppino - 20-6-2007 at 19:21

inserisco un pdf sui sistemi di realtà aumentata

Allegato: Arsenal_It.pdf (540kB)
Questo file è stato scaricato 391 volte


esame performing media

peppino - 20-6-2007 at 19:33

inserisco dei link sulla realtà aumentata


http://www.antenando.com.br/tecnologia/arquivo/librovision-%E2%80%9...









http://www.aec.at/en/center/index.asp












eat_sushi - 21-6-2007 at 17:00

Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
Ha visto il forum?
HMC, il forum degli Studenti dell'Accademia Belle Arti di Macerata


quel forum è troppo dispersivo
troppa libertà di post
è una giungla

sig, sob, sogh mi può dare qualche consiglio pratico? E' un progetto che mi interessa sinceramente, e vorrei comunque portarlo avanti, e poi è molto affine ad argomenti trattati sia a lezione che nel libro.
questa volta veda qua

Quota:
Originariamente scritto da carlo
x le date dell'appello: chi deve farlo x forza a luglio?

il 5 non potrei
si potrebbe trovare un altra data...

e puntare dritti alla sessione di settembre?


personalmente mi sono organizzata per dare l'esame il 5 luglio, così da poter chiudere l'esame di regia, di cui performing media è un parziale (ma se lei non può, si deve fare prima di Puliani, e cioé prima del 5?!)

esame performing media

peppino neroni - 22-6-2007 at 09:06

Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:
Originariamente scritto da Serez
Quota:
chi deve farlo x forza a luglio?
il 5 non potrei
si potrebbe trovare un altra data...
e puntare dritti alla sessione di settembre?


Per me sarebbe anche meglio! :P
Ma in ogni caso lo darei a settembre, quindi non faccio testo.. mi chiedevo: le proposte per chi lo da nelle prossime sessioni possono essere postate anche dopo? ^^;
E per quanto rigura europedia, dobbiamo postare qui quello che abbiamo inserito?


certo

l'importante è che ciascuno di voi possa
inserire nel forum i riferimenti a ciò che ha fatto

e apriamo il ragionamento

come avete capito sono severo con chi ha partecipato poco o nulla
ma con il forum si può recuperare
e v'assicuro
vi sarà utile

la rete è il vostro futuro

e amo essere stupito: inventatevi qualcosa

e YouTube può permettervi di pubblicare qualsiasi cosa
linkatela
se lo trovate OPPORTUNO




prof io dovrei provare a dare assolutamente il suo esame xchè mi servono i crediti mi dica lei la data ma prima della fine di luglio!

ora vedo se confermare la data del 5.07

carlo - 23-6-2007 at 09:18

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:
Originariamente scritto da Serez
Quota:
chi deve farlo x forza a luglio?
il 5 non potrei
si potrebbe trovare un altra data...
e puntare dritti alla sessione di settembre?


Per me sarebbe anche meglio! :P
Ma in ogni caso lo darei a settembre, quindi non faccio testo.. mi chiedevo: le proposte per chi lo da nelle prossime sessioni possono essere postate anche dopo? ^^;
E per quanto rigura europedia, dobbiamo postare qui quello che abbiamo inserito?


certo

l'importante è che ciascuno di voi possa
inserire nel forum i riferimenti a ciò che ha fatto

e apriamo il ragionamento

come avete capito sono severo con chi ha partecipato poco o nulla
ma con il forum si può recuperare
e v'assicuro
vi sarà utile

la rete è il vostro futuro

e amo essere stupito: inventatevi qualcosa

e YouTube può permettervi di pubblicare qualsiasi cosa
linkatela
se lo trovate OPPORTUNO




prof io dovrei provare a dare assolutamente il suo esame xchè mi servono i crediti mi dica lei la data ma prima della fine di luglio!


capisco
è mio dovere adeguarmi anche alle vostre necessità

cerco di confermarvi entro la prox settimana
quella data

nel caso contrario:
quale altre date mi proponete?

esame performing media

peppino neroni - 23-6-2007 at 09:51

x me prof. va benissimo qualsiasi data, l'importante è che si faccia prima della fine di luglio

ok

carlo - 23-6-2007 at 09:57

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
x me prof. va benissimo qualsiasi data, l'importante è che si faccia prima della fine di luglio


puoi verificare che i tuoi colleghi vedano e si facciano sentire nel forum?
(digli che ne vale del loro esame)

entro qualche giorno vi do conferma del 5.07
o altra data da fissare insieme

navigazione critica sul social networking:

eat_sushi - 23-6-2007 at 11:29

Facendo delle considerazioni su un argomento da approfondire riguardo ai performing media, il sistema della rete sociale è quello che più mi attrae, probabilmente per il suo essere il fulcro dei cambiamenti che il web 2.0 sta portando alla rete.

Il sistema di internet sembrava avesse già ricevuto su scala unitaria la consacrazione come evento-rivoluzione della società di massa, e al tempo stesso il suo naturale proseguimento.
Quando si parla di web 2.0, però, si scavalca in automatico il “genitore net”, prima basato sul sistema “da pochi a tanti”.
Abbiamo oggi il superamento di questo limite, dal momento in cui l’utente ha iniziato a partecipare in maniera attiva, fornendo e scambiandosi informazioni e materiali tra audio, video, foto e testi.
Si è passati al “da tanti a tanti”, fornendo un tentativo di superamento della regola dei 150 secondo cui, per l’appunto, la comunità ideale non deve superare i 150 membri, cifra oltre la quale c’è il rischio della dispersione di argomenti nonché di utenti.
La novità più grande riguarda dunque il contenuto: si tratta di modelli “bottom-up”, in cui gli obiettivi e l’organizzazione dei contenuti sono stabiliti dagli stessi membri della comunità (contrapposti a quelli “top-down”, ovvero dall’alto al basso). E questo vuol dire azione contro la chiusura della produzione della conoscenza e dello sviluppo di interazioni e pro intelligenza sociale e open content (ecco cosa vuol dire web orizzontale).
Ne dà un’immagine esemplificativa la definizione di web moderno come architettura di partecipazione, per cui ogni singolo utente aggiunge valore all’esperienza di navigazione.

La difficoltà sta nel dare ordine a quest’infinità di dati che quotidianamente vengono inseriti, per fare il grande passo dall´aggregazione disordinata alla rete sociale definita.
I ricercatori considerano che apparterremmo a sempre più piattaforme di social network, parallelamente a quanto succede oltre la rete (il network colleghi/ amici, parenti, musicisti/ …) aggiungendo una dimensione sociale a qualunque attività svolgiamo, dentro la rete.

Per sopperire a questo ci sono servizi di social bookmarking(come technorati o del.iciou.us): segnalibri condivisibili con gli altri utenti appartenenti alla stessa comunità virtuale, organizzati attraverso la pratica dell'etichettatura e categorizzazione (tagging) e sottoscrizioni a feed RSS .

Si è introdotto da sé il concetto di web semantico: e cioè la trasformazione del World Wide Web in un ambiente dove i documenti siano associati ad informazioni e dati (metadati) che ne specifichino il contesto semantico in un formato adatto all'elaborazione automatica.
Già nel 1969 Garfield (scienziato dell’informazione) pubblicò una visione sul terzo millennio “a new Renaissance during which the entire world will be thirsting for knowledge” (tornando sul concetto di intelligenza collettiva e comunione dei saperi).

Il web si avvicina quindi sempre più alle modalità esplorative del pensiero, considerando i link contestuali come la sinapsi del cervello (che a sua volta si esprime in impulsi elettrici!).
Segnalo un articolo di Bernardo Parrella: “Se il disordine è digitale, ne guadagnamo tutti” da apogeo on-line sulla recenzione del libro di David Weinberger, in cui si sostiene che: il valore dell’informazione sta nel miscuglio e nella disorganizzazione continua, il mondo gira sulla decentralizzazione e la collaborazione.


Si arriverà quindi al momento (ci siamo già arrivati?) in cui la realtà fuori dal computer ci sembrerà limitata e avremo bisogno di sempre più dispositivi di realtà aumentata (la tecnologia ha sempre camminato a pari passo con le esigenze dell’uomo, ad esempio gli smart mob). Gli uomini e le donne del futuro siamo noi!

E’ importante, in questo, la realtà di molte social network e il community networking, che stanno generando approcci innovativi al lavoro delle organizzazioni della società civile in direzione di uno sviluppo sostenibile, nonostante il grande problema del digital devide. La contrapposizione sta tra chi può accedere alle nuove tecnologie e chi no (per reddito insufficiente, ignoranza, assenza di infrastrutture, …).
Ricordiamo che con ambientalismo si intende lo sviluppo della coscienza sociale per la difesa delle risorse naturali e lo sviluppo sostenibile nell'opinione pubblica, e l'insieme dei movimenti e delle organizzazioni ad esso ispirati.

Non è un caso che il premio nobel per la pace del 2006 sia stato colui che ha messo in relazione le nuove possibilità con le vecchie esigenze: ovvero Muhammad YunusMuhammad Yunus , ideatore e realizzatore del microcredito. Il sistema si basa su piccoli prestiti destinati ad imprenditori troppo poveri per ottenere credito dai circuiti bancari tradizionali (è anche il fondatore della Grameen Bank). Da segnalare in questo ambito anche un no-profit simile ad e-bay per il finanziamento tramite asta di piccole imprese famigliari nel Terzo Mondo.

Cos’è q questo punto l’e-governament? è una tesi basata sull'osservazione che la crescente complessità di un mondo sempre più globalizzato potrebbe aver bisogno nel prossimo futuro di una qualche forma di ordinamento che agisca a livello globale (da qui fattori favorevoli /contrari.
Qui mi sembra d’obbligo un link con la Dichiarazione di Indipendenza del CyberSpazio di John Perry Barlow del 1996.

Stiamo quindi rendendoci conto di quanto dobbiamo tutelarci ora, e indirizzarci verso il sistema delle risorse aperte e del software libero (Richard Matthew Stallman ).
Interessanti sono le iniziative di BarCamp rete internazionale di non conferenze aperte i cui contenuti sono proposti dai partecipanti stessi: chiunque può “salire in cattedra”, proporre un argomento e parlarne agli altri, con lo scopo di favorire il libero pensiero, la curiosità, la divulgazione e la diffusione dei temi legati al Web. Esperienza italiana esperienze recenti: como, Arezzo, Roma.

Da segnalare anche 7th floor free press che si occupa di imprese, tecnologie e nuovi media.



Concludo con la citazione da:
freaknetLe tre virtù di internet: Nessuno lo possiede, tutti lo possono usare, tutti lo possono migliorare.

modellizzazione dei flussi internet (Stephen G. Eick)

eat_sushi - 23-6-2007 at 11:45

sono stata un po' prolissa e l'immagine è grande... ci sono anche errori di punteggiatura (ma la finestra per postare è molto piccola!)

pardon

nelle ricerche che ho effettuato per la navigazione critica ho trovato ning, una piattaforma per creare network.

Da qui: il network hmc

esame performing media

peppino neroni - 23-6-2007 at 13:11

Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
x me prof. va benissimo qualsiasi data, l'importante è che si faccia prima della fine di luglio


puoi verificare che i tuoi colleghi vedano e si facciano sentire nel forum?
(digli che ne vale del loro esame)

entro qualche giorno vi do conferma del 5.07
o altra data da fissare insieme





ok prof.

esame performing media

peppino neroni - 26-6-2007 at 10:16

http://www.oneopensource.it/21/06/2007/il-sistema-operativo-che-ti-...






se non vi si apre il link fate una ricerca digitando EyeOS. webserver
è una vera rivoluzione, ovviamente è ancora molto semplice e sia che le applicazioni che gli strumenti sono di base, ma sicuramente il futuro sarà anche questo, un pc sempre a portata di mano!

esame il 5.07 alle ore 11

carlo - 29-6-2007 at 22:07

ok
vi confermo la data
della sessione che era stata stabilita dal piano esami

fatemi sapere qui nel forum chi ci sarà
e ricordatemi se avete dei progetti
e le attività che avete svolto durante il corso
(come l'uso del geoblog, etc)

ognuno dovrà avere una copia del libro
Performing media 1.1

c'è qualcuno che può venirmi a prendere alla stazione di Civitanova?

esame performing media

peppino - 30-6-2007 at 07:39

salve prof.
ok, la data che ha stabilito va bene, credo... almeno x me,
quindi le confermo la mia iscrizione.
x quanto riguarda i temi trattati x l'esame, io porto tutti quei temi trattati nelle mie discussioni, che riguardano diversi punti del libro.

Riporto ciò k ho scritto nel sito di Bologna

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:03

Nosferatu

La storia del film è quella nota: Harker, un agente immobiliare viene spedito dalla Germania nei Carpazi per vendere una casa al conte Dracula. Questi si invaghisce della sposa dell'agente vista solo in un suo ritratto, poi succhia il sangue a Harker e raggiunge la sua città in cui si sta diffondendo un'epidemia di peste.

Il film di Herzog si basa naturalmente sul romanzo di Bram Stoker, ma ancora di più sul mitico film di Murnau del 1922, di cui è quasi un remake. Ma è un remake alla Herzog filtrato da un velo di poesia: Dracula, interpretato da un grande Klaus Kinsky, è un personaggio sofferente per l'impossibilità di mettere fine alla sua non-vita, e le frasi più significative che pronuncia sono proprio "Il brutto non è morire, ma durare attraverso i secoli" e "La vita senza amore è la condanna più crudele ed abietta".

Il film scorre lentamente, ma è inquietante e agghiacciante dalla prima all'ultima inquadratura. La musica spettrale dei Popol Vuh sottolinea ancora l'angosciante atmosfera del film. Ma il finale del film di Herzog è diverso da quello di Murnau: alla fine Dracula muore come nella tradizione, dopo una scena carica di erotismo, in cui un triste Kinsky succhia il sangue alla pallidissima, ma sempre bella Isabelle Adjani la quale, offrendosi a Dracula, gli ha teso la mortale trappola. La maledizione continua invece per mano di Harker, che nel frattempo si è trasformato in un vampiro. E così il Male trionfa...

Il film in breve:

Titolo: Nosferatu, il principe della notte (Nosferatu, Phantom der Nacht)
Regista: Herzog Werner
Attori: Klaus Kinski, Isabelle Adjani, Bruno Ganz, Roland Topor, Walter Ladengast
Produzione: Fox
Nazione: Germania, Francia
Anno: 1978
Durata: 107 min.

Nosferatu

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:05

nosferatu

Nel tema del film c'è di nuovo l'affermazione della carica eversiva di chi è distaccato dal corpo sociale e acquista la capacità di vedere e sentire oltre. Il vampiro di Herzog soffre "umanamente" di una mancanza d'amore prolungata nell'eternità e per amore distrugge se stesso e la collettività , ma solo dopo aver portato con il "male" lo sconvolgimento dei ritmi di vita borghesi e quindi anarchia, sfrenatezza, scatenamento sensuale, febbre erotica: momenti di "malata" esaltazione vitalistica,

Nosferatu_ parte film

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:06

Nosferatu_ parte film

NOTA: Werner Herzog in merito alle scene sulla peste: "Erano undicimila topi che dovevano aggirarsi per la città colpita dalla peste. Ma siccome a Delft faceva freddo, loro si ammucchiavano l'uno sull'altro, io li sparpagliavo e loro mi mordevano. Ma erano topi da laboratorio, importati dall'Ungheria e sottoposti a controllo medico".


nosferatu: critica

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:07

nosferatu: critica

Dal romanzo di Bram Stoker (1897). Jonathan Harker parte per la Transilvania per trattare un affare col conte Dracula. Riportato in vita, Nosferatu semina la peste in Olanda, ma Lucy la moglie di Jonathan lo sconfigge sacrificando la sua vita. Omaggio al capolavoro muto (1922) di Murnau, non è un film dell'orrore né del terrore: raggiunge il fantastico con le immagini della realtà e per virtù di stile, con l'uso della luce. Del suo eroe, incarnazione del Male, Herzog sottolinea la profonda, insondabile tristezza; della sua triplice qualità di Morto Redivivo, Stregone e Entità Diabolica privilegia la prima. Leggerlo come una metafora sul Male e sulla Paura che, ieri (Hitler) come oggi, abitano la Germania (e l'Europa) sembra una forzatura. Un Kinski insolitamente sobrio e una sonnambolica, esangue Adjani.

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:11

immagini film nosferatu

\"Il tempo è un abisso profondo quanto mille notti. I secoli vanno e vengono. E\' terribile non poter invecchiare. La morte non è la cosa peggiore, ci sono cose più orribili della morte. Può immaginare di sopportare i secoli vivendo ogni giorno le stesse futili cose?\"




Phantom der Nacht.jpg - 2kB

nosferatu

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:12

“Chi dice la morte è crudele sono solo gli inconsapevoli. Ma la morte non è che un taglio netto. E’ molto più crudele non essere capaci di morire.”

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:13

Le frasi più significative che pronuncia Nosferatu, per sottolineare questa sua sofferenza per l'impossibilità di mettere fine alla sua non-vita sono: "Il brutto non è morire, ma durare attraverso i secoli" e "La vita senza amore è la condanna più crudele a abietta".

Nosferatu

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:14

Nome: Werner Herzog

Nome: Werner Stipetic
Data e luogo di nascita: 5 Settembre 1942, Monaco, Germania
Il talento di Herzog è eccezionalmente poliedrico ed inquieto. Viaggiatore incallito, scrittore, poeta, critico cinematografico, regista di corto e lungometraggi, documentari, opere teatrali e liriche, nel corso della sua opera è possibile individuare un unico filo conduttore: la necessità di trovare o costruire immagini assolutamente pure, estreme e irripetibili. La sua è un'esigenza di cinema del tutto istintiva e primaria, legata a una visione quasi panteistica del mondo. Herzog, come tutti i suoi personaggi, è un anarchico radicale che sfida continuamente se stesso e la propria esistenza. Realizza i propri film in giro per il mondo alla continua ricerca di immagini e situazioni

Nosferatu

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:15

Herzog è consapevole che l'uomo non può opporsi al proprio destino, ma è anche convinto che nel tentativo di combatterlo ritrova la reale grandezza della propria natura: la folle pretesa di somiglianza con Dio che lo porta a cercare di dominare forze più grandi, come la natura e la storia.

Nosferatu

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:16

"il mondo diventa sogno e il sogno diventa mondo".

Nosferatu: uomo-vampiro

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:18

Nosferatu é la registrazione di un altro dramma della solitudine: il conte confida ai suoi interlocutori la propria sofferenza di non-morto in eterno, l'implacabile tristezza di una vita senza amore, cadenzata a non finire sui gesti funerei dell'uomo-vampiro.


nosferatu.jpg - 2kB

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:27

Per l'esame le porto il capitolo sulla Drammaturgia dell'Interattività..L'argomento che mi interessa di più è ARTE DELLO SPETTATORE IN RETE.... Mi dica lei le vanno bene questi argomenti da trattare.

Flippyflash - 30-6-2007 at 13:31

Per l'esame le porto il capitolo sulla Drammaturgia dell'Interattività..L'argomento che mi interessa di più è ARTE DELLO SPETTATORE IN RETE.... Mi dica lei le vanno bene questi argomenti da trattare.

ok bene

carlo - 30-6-2007 at 18:51

Quota:
Originariamente scritto da Flippyflash
Per l'esame le porto il capitolo sulla Drammaturgia dell'Interattività..L'argomento che mi interessa di più è ARTE DELLO SPETTATORE IN RETE.... Mi dica lei le vanno bene questi argomenti da trattare.


fai una ricerca on line sulle esperienze di cui si tratta...

e metti i link

ciò
vale x tutti gli altri
ho avuto pochi feedback

eccomi eccomi !!!

:z:u:t:h: - 2-7-2007 at 09:37

quindi eccomi qua...
dopo un lunghissimo weekend...

ed ecco il link del/per la mia tesi

e presto forse anche un dominio...

chi lo sa!?

http://www.webalice.it/casavenanzoni/fakeville/

esame performing media

peppino neroni - 2-7-2007 at 10:18

in Venezuela è stato realizzato il più grande ponte wireless di sempre.
Il Link che permette di vedere punte di 3Mbit di banda è lungo ben 382Km!
Ed è un bel passo in avanti se si pensa che il precedente record era di 310Km.
Il segreto è appunto l’uso di questa tecnologia che non è innovativa, ma anzi in verità da un certo punto di vista è un passo indietro rispetto ai nuovi standard wireless.
Infatti rispetto ai ponti standard omnidirezionali qui si è concentrato il segnale verso un punto specifico garantendo l’assenza di ostacoli di alcun genere ed eliminando algoritmi di crittografia dei dati (wep, wpa…) per “alleggerire il segnale”.
Inoltre l’allineamento è stato perfezionato al massimo grazie alla tecnologia Intel che permette di orientare elettricamente i due punti.
Un grande esercizio di abilità, che però fa comprendere l’alto potenziale del wireless che forse al giorno d’oggi almeno in Italia è ancora sottovalutato
Il futuro dunque corre nell’etere, in Europa e nel resto del mondo si investe molto in questo settore, mentre in Italia siamo parecchio indietro.

esame performing media

schiamazzi - 2-7-2007 at 13:26

Professore, io sono Mirco Marchetti, 3° multimediale Macerata. Spero di non essere in ritardo per inserire nel forum link ed approfondimenti vari in vista dell'esame per la sessione di luglio: ad ogni modo mi piacerebbe dedicarmi a tutto l'argomento riguardante il fenomeno della TV su internet:

Un link che espone il fenomeno della TV sul web e i problemi connessi alle sue potenzialità evolutive:
http://www.masternewmedia.org/it/2005/04/20/come_creare_la_tua_inte...

Come Creare La Tua Internet TV Gratis E Trasmettere I Tuoi Video:
http://www.masternewmedia.org/it/2005/04/20/come_creare_la_tua_inte...

link dell'organizzazione no-profit che sta creando il software che abiliterà chiunque a trasmettere video a migliaia o milioni di persone a costo zero e a creare la tua Internet TV gratis
http://participatoryculture.org/

Free software that you install on your website. Post your videos to create internet TV channels, including video blogs and video podcasts (video RSS feeds). Easy to install, easy to use:
http://www.getdemocracy.com/broadcast/

prof mi dica se va bene in questa maniera, così continuo

grazie

Flippyflash - 2-7-2007 at 15:36

ARTE DELLO SPETTATORE IN RETE

LINK:http://www.mediamente.rai.it/HOME/BIBLIOTE/intervis/d/dekerc02.htm

ARTE DELLO SPETTATORE IN RETE

Flippyflash - 2-7-2007 at 15:42

http://www.mediamente.rai.it/HOME/BIBLIOTE/intervis/d/dekerc02.htm

TESTO: TEATRO E INTERNET

Flippyflash - 2-7-2007 at 15:48

Con il progredire delle tecnologie si sono presentate al teatro nuove possibilità e nuovi usi sia nel modo di fare teatro sia nel modo di fare e diffondere informazione teatrale sia, infine, nella maniera di comunicare e di instaurare rapporti con lo spettatore.
http://www.trax.it/olivieropdp/mostranew.asp?num=64&ord=55

promuovere l’arte del presente intesa come risorsa indispensabile per la riqualificazione urbana, si

Flippyflash - 2-7-2007 at 15:52

http://www.incontemporanea.it/index.php?a=1139934982&p=1138794055

link:

Flippyflash - 2-7-2007 at 16:02

http://www.cyberavatar.splinder.com/

Flippyflash - 2-7-2007 at 16:03

Tra le persone che lavorano sulle interfacce di realtà virtuale e cyberspazio, un avatar è un’icona o la rappresentazione di un utente in una realtà virtuale condivisa.


mondo virtuale.jpg - 4kB

bene, ma

carlo - 2-7-2007 at 16:06

mettere dei commeni pertinenti accanto ai link che cogliete...

comunque bene così, durante l'esame useremo il forum!

il 5.07 arrivi a Civitanova alle 9.29
ci può venire a prendermi

faremo così l'esame verso le 10

La compagnia Scena Verticale

Flippyflash - 2-7-2007 at 16:08

http://www.scenaverticale.com/eventi/scheda_html?cod=3

ma guarda

carlo - 2-7-2007 at 16:19

Quota:
Originariamente scritto da Flippyflash
http://www.scenaverticale.com/eventi/scheda_html?cod=3


come mai questo link?

ma guarda un pò qua
http://www.teatron.org/primavera/

Flippyflash - 2-7-2007 at 16:22

mi scusi ma anche questo sito è nella mia ricerca e lo devo fare presente.. o non va bene?

Flippyflash - 2-7-2007 at 16:26

http://www.feltrinelli.it/SchedaLibroEstratto?id_estratto=1543

li devi commentare!

carlo - 2-7-2007 at 18:36

Quota:
Originariamente scritto da Flippyflash
mi scusi ma anche questo sito è nella mia ricerca e lo devo fare presente.. o non va bene?


e fai riferimento al libro!
ci trovi il lab dello spettatore
studioazzurro
etc

(piccolo intermezzo)

eat_sushi - 3-7-2007 at 06:33

Prof., Riccardo Seri mi ha segnalato questo video (di cui ha fatto le riprese e il montaggio).
Lo posto senza chiedergli il consenso, ma penso sia d'accordo: si tratta della video-documentazione della presentazione all'interno del geoblog di www.europedia.it di "percorsi emozionali" all'interno di playHerzog.

Codice:

grazie sushi

carlo - 3-7-2007 at 07:49

Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
Prof., Riccardo Seri mi ha segnalato questo video (di cui ha fatto le riprese e il montaggio).
Lo posto senza chiedergli il consenso,

<<
ottimo
è così che si fa!
sono uomo pubblico: la mia lezione era pubblica
<<
ma penso sia d'accordo: si tratta della video-documentazione della presentazione all'interno del geoblog di www.europedia.it di "percorsi emozionali" all'interno di playHerzog.

<<
chi vedrà questo video coglierà un pò del valore del nostro corso
che x quanto "disperso" spero abbia toccato alcuni punti sensibili del vs percorso formativo

a giovedì 5
ore 10.15
x l'esame

sushi
invito te
e tutti gli altri che saranno interessati
a seguire l'attività che dal prossimo autunno
partirà x la provincia di ascoli piceno
con Comunanze.net
http://www.comunanze.net/

ciò dimostra di come un convegno (che non era solo un convegno) come quello di Glocal
possa creare situazione: progettualità e lavoro creativo

ve ne parlerò in esame

eat_sushi - 3-7-2007 at 10:30

Ho postato su Glocal , in comunanze un invito aperto al Network HMC.
Colgo quest'occasione per rinnovare l'invito a tutti gli studenti di performing media.
Sono pronta a scommettere: se non vi piace, lavo i piatti per un anno a tutti! ;-P

esame performing media

schiamazzi - 3-7-2007 at 10:58

Analisi della struttura del palinsesto dei canali televisivi della mobile TV
http://www.i-dome.com/flash-news/pagina.phtml?_id_articolo=10946-TV...

cosa fa la rai in merito?
http://www.crit.rai.it/attivita/tvmobile.htm

esame performing media

schiamazzi - 3-7-2007 at 12:22

VlogCamp Roma 2007 - TV e Web 2.0: Come deve essere la TV generata dagli utenti?!
http://www.ninjamarketing.it/2007/06/12/vlogcamp-roma-2007-tv-web-2...

Modifica la concezione di uso della rete e delle informazioni, e il senso tradizionale della navigazione: dalla ricerca di contenuti si passa ad un miscuglio di produzione/scambio/ricerca.
http://www.ninjamarketing.it/wp-content/uploads/2007/06/you_tube_l_... e_eidomatico.pdf

operator 11 crea il tuo channel
http://operator11.com/

cosa ne pensa il signor torlone di operator 11?
http://torlone.blogspot.com/2007/05/operator-11.html

che differenza c'è tra you tube e operator 11?
http://club.giovani.it/iedvideo/item/operator-11

eat_sushi - 3-7-2007 at 12:28

Quota:
Originariamente scritto da carlo

a giovedì 5
ore 10.15
...
ve ne parlerò in esame
prof, l'esame sarà collettivo? Nel senso: alle 10:15 tutti sul forum in aula computer?

alle 10.15

carlo - 3-7-2007 at 13:58

Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
Quota:
Originariamente scritto da carlo

a giovedì 5
ore 10.15
...
ve ne parlerò in esame
prof, l'esame sarà collettivo? Nel senso: alle 10:15 tutti sul forum in aula computer?


si vede chi c'è
/so ache avete altri esami

e si fa un ragionamento complessivo

l'esame si potrrebbe fare anche a gruppi se ci fossero progetti collettivi

esame performing media

schiamazzi - 3-7-2007 at 16:16

RUBBISH film festioval Festival di cortometraggi da telefonino
http://www.oursites.co.nz/rff/

opinioni:due modelli di tv via Internet, ed alcuni numeri sul loro futuro
http://quattroduezero.wordpress.com/2007/02/26/due-modelli-di-tv-vi...

un articolo su BLOGTV
http://www.dissenzoo.com/blog/articolo.asp?articolo=49

chi la fa in Italia la TV con user generated content?
http://www.b-tv.tv/vibrazioni/index.jsp

Btv, la TV la fai tu! - Borotalco lancia la sua user generated TV, solo per 365 giorni!
http://www.ninjamarketing.it/2007/01/30/btv-la-tv-la-fai-tu-borotal...

Flippyflash - 3-7-2007 at 16:56

Maia Borelli, in Te@tri nella rete, descrive " tecno-mondi possibili", a metà strada tra fantascienza e sogno
http://www.noemalab.org/sections/specials/tetcm/2006-07/teatro_real...

arte della visione

Flippyflash - 3-7-2007 at 17:02

http://web.tiscali.it/cinemaeutopia/artedellavisione.htm

Flippyflash - 3-7-2007 at 17:04

http://www.teatron.org/scenariosensibile/laboratorio.htm
LABORATORIO D'ARTE DELLO
SPETTATORE IN RETE
a cura di Carlo Infante, http://www.teatron.org

Flippyflash - 3-7-2007 at 17:06

http://www.francozeri.it/digitale/opera.htm

esame perfoming media

peppino neroni - 4-7-2007 at 09:31

iserisco un link con delle info. sulla nascita del sistema wiki x il web 2.0


http://wiki.porteapertesulweb.it/space/wiki+wiki+web

chiarimento sede di esame

eat_sushi - 4-7-2007 at 10:20

Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
prof, l'esame sarà collettivo? Nel senso: alle 10:15 tutti sul forum in aula computer?


si vede chi c'è (...)
e si fa un ragionamento complessivo
l'esame si potrrebbe fare anche a gruppi se ci fossero progetti collettivi

Ma prof., non ho capito bene: noi faremo una "chiacchierata culturale" (easy going?) sugli argomenti che più ci hanno interessato (lezioni e libro), facendo riferimento ai link e alle discussioni che noi stessi abbiamo inserito nel forum?

esame performing media

schiamazzi - 4-7-2007 at 12:11

un elenco delle tv italiane sul web in streaming:
http://www.leradio.com/tv/index.html

un software che ti permette di guardare 850 canali televisivi organizzati geograficamente
http://www.onlinetvplayer.com/

carlo - 4-7-2007 at 13:09

Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
prof, l'esame sarà collettivo? Nel senso: alle 10:15 tutti sul forum in aula computer?


si vede chi c'è (...)
e si fa un ragionamento complessivo
l'esame si potrrebbe fare anche a gruppi se ci fossero progetti collettivi

Ma prof., non ho capito bene: noi faremo una "chiacchierata culturale" (easy going?) sugli argomenti che più ci hanno interessato (lezioni e libro), facendo riferimento ai link e alle discussioni che noi stessi abbiamo inserito nel forum?


esami a persona
se non vi sono progetti di gruppo


sono in viaggio

chi ha dubbi gravi mi chiami
3393669717

schiamazzi - 4-7-2007 at 13:30

Brightcove è un esempio eccezionale di piattaforma di business attraverso la quale produttori video professionisti e semiprofessionisti possono immagazzinare, brandizzare, sindacare e monetizzare i loro video online in una varietà di modi.
http://www.brightcove.com/

qualcuno che ci spiega che servizi in più ci offre brightcove rispetto a youtube ed altri
http://www.masternewmedia.org/it/2006/11/02/internet_tv_brightcove_...

chi è Chris Anderson e cosa è la Long Tail? scaricate il pdf
http://www.yakom.it/longtail.pdf

una riflessione interessante su: Dalla IP television alla grassroots TV scarica il pdf
http://montemagno.typepad.com/marco_blog/2005/11/dalla_ip_televi.ht...

Jeremy Allaire, fondatore di brightcove, ci parla delle sue idee a riguardo delle differenze tra IP-TV ed Internet Television: articolo in inglese
http://www.masternewmedia.org/news/2005/05/17/internet_television_i...

p.s.: se non si aprono i pdf togliete "%3Cbr" che vi scrive automaticamente nella parte finale dell'indirizzo quando cliccate sul link: così è in Mozilla

Immagine

wasabi - 4-7-2007 at 16:45

Ecco la mia immagine ... si tratta della pineta di Portorecanati .. che si affaccia (piu avanti) sul mare , inserisco una panoramica . Ci vediamo domani all'esame.

P.S

Ho un lavoro ... ma è ancora in progress..
Ne parlerò domani con lei all'esame.

Immagine

wasabi - 4-7-2007 at 16:50

A quanto pare nn l'ha inserita provo con 1 component

esame performing media

schiamazzi - 4-7-2007 at 20:21

un articolo sulla situazione attuale di TV analogica , digitale terrestre, e a banda larga in italia
http://www.shinynews.it/economy/1006-contenuti.shtml

esame performing media

KETTO - 5-7-2007 at 06:20

LAGHI DI PILATO

Laghi pilato.jpg - 447kB

esame fatto!

eat_sushi - 5-7-2007 at 18:58

No alle "domande-quiz"!
Grazie prof. che non ci tratta come asilotti.

L'esame consiste in un colloquio individuale (dopo premessa ricapitolativa del prof.: no alla didattica, sì alla ricerca).
Si espongono le proprie riflessioni su ciò che ci ha più interessato durante l'anno, cercando di mettere in luce quelle parole chiave che permettono: al prof. di capire se abbiamo approfondito e a noi di comprende meglio ed approfondire il discorso.
Ci sarà anche una verifica del lavoro svolto sia su europedia (location herzog, location immaginarie, location italiane) che sul forum (quali messaggi, inseriti correttamente, motivazioni link) oltre che ulteriori approfondimenti dal libro.

nuove tecnoligie

peppino neroni - 8-7-2007 at 08:20

prof.
anche se l'esame l'ho dato continuo a pubblicare link sulle nuove tecnologie.

http://www.onedigital.it/29/06/2007/la-scheda-di-memoria-wi-fi/

carlo - 8-7-2007 at 08:22

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
prof.
anche se l'esame l'ho dato continuo a pubblicare link sulle nuove tecnologie.

http://www.onedigital.it/29/06/2007/la-scheda-di-memoria-wi-fi/


fai bene
ti sarà utile
salvi memoria,
l'altra... quella associativa... (link e appunti)

web 2.0

peppino neroni - 8-7-2007 at 08:38

ecco un modo completamente nuovo e facile per costruire un sito all'avanguardia.

http://www.oneopensource.it/27/06/2007/cmsms-il-sito-in-pochi-minut...


http://www.oneweb20.it/28/06/2007/web-worte-che-snervano/


http://www.oneweb20.it/27/06/2007/combattere-la-poverta/

web 2.0

peppino neroni - 8-7-2007 at 09:20

questo è veramente speciale,
cliccando su questo link, si aprirà un articolo, dove c'è un riferimento ad una nuova mappa interattiva, "UFO MAPS", dove potete trovare i report degli atterraggi di U.F.O,
nell'altro invece vedrete la vostra casa sulla luna!
P.S. necessita di una buona connessione!!!


http://www.oneweb20.it/27/06/2007/un-po-di-mashup/

web 2.0

peppino neroni - 10-8-2007 at 15:23

è un pò che non ci si sente! vedo anche che siete andati tutti in ferie! cmq.. io colgo l'occasione x segnalarvi un sito veramente interessante, x la quale è doveroso spendere un pò di tempo!
vi dico in breve che si tratta di una sorta di hard disk virtuale! dove inserire ed avere sempre con se tutti i file che si desiderano in qualsiasi posto del globo! il primo GB è gratis, se si vuole di più ovviamente si paga! ;-p
prima leggete questo articolo e poi andateal sito! articolo:



http://www.oneweb20.it/01/08/2007/storage/



grazie!|

carlo - 11-8-2007 at 13:57

Quota:
Originariamente scritto da peppino neroni
� un p� che non ci si sente! vedo anche che siete andati tutti in ferie! cmq.. io colgo l'occasione x segnalarvi un sito veramente interessante, x la quale � doveroso spendere un p� di tempo!
vi dico in breve che si tratta di una sorta di hard disk virtuale! dove inserire ed avere sempre con se tutti i file che si desiderano in qualsiasi posto del globo! il primo GB � gratis, se si vuole di pi� ovviamente si paga! ;-p
prima leggete questo articolo e poi andateal sito! articolo:



http://www.oneweb20.it/01/08/2007/storage/




sono preziosi questi link

data esame settembre

Vale.A - 3-9-2007 at 12:28

professore, la data per l'esame nella sessione di settembre è l'11 come scritto sul sito dell'Accademia?

esame il 21.09

carlo - 8-9-2007 at 00:06

Quota:
Originariamente scritto da Vale.A
professore, la data per l'esame nella sessione di settembre è l'11 come scritto sul sito dell'Accademia?


no

lo faccio il 21.09
alle ore 15!!!

poi vado ad Ascoli Piceno per un bilancio dell'esperienza di Glocal

ecco l'avviso

Sessione d’esame di Performing Media
docente: Carlo Infante

21 settembre 2007
ore 15

Oltre alla compilazione del modulo d’iscrizione all’esame si richiede a tutti coloro vogliano presentarsi all’esame d’intervenire nel forum on line del corso, indicando i vari momenti di ricerca e didattica a cui si è partecipato.

E’ importante tener conto di:

• L’esperienza presentata nell'ambito di I-Mode-PlayHerzog della mappa emozionale dei luoghi herzoghiani
(cercare su Search/Percorsi Emozionali di http://www.europedia.it )


• Il progetto GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale convegno-evento svolto ad Ascoli)
navigare nel blog di http://www.comunanze.net




Indicazioni bibliografiche, materiali d’approfondimento e link sono indicati sul forum del corso
su http://www.performingmedia.org ( in basso a destra del blog, cliccare su attività didattiche) oppure andare su http://www.teatron.org/forum (selezionare La Rete degli Sguardi)

Testo base di riferimento del corso sarà “Performing Media 1.1.Politica e poetica delle reti” di Carlo Infante, Memori (http://www.memori.it ). Prefazione di Beppe Grillo.




Allegato: esame21.09.rtf (20kB)
Questo file è stato scaricato 324 volte


Serez - 13-9-2007 at 19:01

Prof la volevo informare che io (Serena Ginocchio), Valentina Alfonsi e Sara Calamante volevamo dare l'esame in questa sessione.
Avevamo intenzione di approfondire l'argomento gioco di ruolo/comunità virtuali (forum etc.), allacciando anche argomenti come wikipedia, video games, blog (livejournal) e geoblog. Visto nell'ottica del senso di comunità, un pò come gli hobos.
Per quanto riguarda il lavoro fatto "per/su" Herzog, presto posteremo il riassunto di ciò che avevamo trovato.
L'unico mio problema è il 56k che non mi consente molta libertà, come caricare una semplicissima pagina di europedia -.-
Rientro nell'80% della popolazione non attiva nella Società dell'Informazione.. grazie Telecom.

a venerdì 21

carlo - 13-9-2007 at 22:42

Quota:
Originariamente scritto da Serez
Prof la volevo informare che io (Serena Ginocchio), Valentina Alfonsi e Sara Calamante volevamo dare l'esame in questa sessione.

<<<
ok
c'è qualcun oltre oltre voi tre?
se ne siete a conoscenza
ditegli di farvi vivo nel forum
altrimenti l'esame è in salita
<<<


Avevamo intenzione di approfondire l'argomento gioco di ruolo/comunità virtuali (forum etc.), allacciando anche argomenti come wikipedia, video games, blog (livejournal) e geoblog. Visto nell'ottica del senso di comunità, un pò come gli hobos.
Per quanto riguarda il lavoro fatto "per/su" Herzog, presto posteremo il riassunto di ciò che avevamo trovato.

<<<
ottimi spunti
Ci siamo.
<<<
L'unico mio problema è il 56k che non mi consente molta libertà, come caricare una semplicissima pagina di europedia -.-
Rientro nell'80% della popolazione non attiva nella Società dell'Informazione.. grazie Telecom.


capisco
è il solito digital divide
ma ci s'ingegna comunque, no?

michel@ - 15-9-2007 at 10:56

salve prof...anche io (Michela Scocco) probabilmente sosterrò l'esame il 21.
confermerò o meno nei prossimi giorni!
il mio interesse ruotava attorno all'interaction design e penso che tratterò questo argomento!!!!!!!
a presto

web 2.0

peppino neroni - 15-9-2007 at 23:50

salve a tutti! spero che la mia presenza non dia troppo fastidio, cmq colgo l'occasione x publicare un post qui nel forum.
questo che sto per presentarvi oggi, oserei dire, è un qualcosa di veramente unico e particolare.

Sicuramente avrete presente il Surface di Microsoft. Bene, questo speciale motore di ricerca visuale emula proprio il prodotto “made in Redmond” di prossima uscita ed il suo metodo di spostamento dei file.

Ancora giovane, oSkope supporta solo la ricerca in YouTube, Flickr, eBay ed Amazon ma, sono convinto che presto crescerà ed arricchirà sempre più la sua offerta. I risultati, come detto, vengono presentati sotto forma di anteprime fotografiche spostabili in qualsiasi modo.


http://www.oskope.com/


esame, idee e mie partecipazioni

Vale.A - 16-9-2007 at 12:20

Per quanto riguarda la mia partecipazione alle ricerche sulle location Herzoghiane, avevo segnalato la location di Kaspar Hauser, ovvero la città di Dinksbuhl dove Herzog ha ricostruito Norimberga.

Rispetto ai "cineLoci" invece (cioè la ricerca sulle location cinematografiche in Italia centrale) avevo segnalato:
Liberi di Gianluca Maria Tavarelli in Abruzzo, la sequenza di Caro Diario di Nanni Moretti girata a ostia sul luogo del monumento a Pasolini, tutti rintracciabili come già scritto nel post del professore alla voce "Percorsi Emozionali" di Europedia.

Qualche altra precisazione arriverà nei prossimi giorni.

Per quanto riguarda invece i punti di interesse già citati da Serena (ovvero le comunità virtuali etc., su cui avevo già fatto alcune riflessioni in un post qualche pagina dietro), volevo iniziare segnalando questo sito:
http://www.streamingsoundtracks.com/

E' un esempio di comunità virtuale nata intorno ad un interesse comune (in questo caso le colonne sonore) e quindi un modo per consentire a persone di ogni parte del mondo di incontrarsi e confrontarsi sulla propria passione.
Il sito, oltre ad avere un forum di discussione, permette di ascoltare i brani persenti in archivio su richiesta che, grazie alla chat integrata nella homepage, possono essere commentati dagli utenti in tempo reale.
Un modo secondo me molto utile e immediato per condividere l'ascolto di musica con persone anche molto lontane geograficamente.

*Sara* - 16-9-2007 at 22:05

Buonsera a tutti...
Allora parlando sempre di communità virtuali e quindi anche di alter ego virtuali (o avatar come si voglia dire) io ho scovato girando un pochettino questo sito..
http://www.meez.com/home.dm
Che non solo consente di avere un avatar abbastanza vicino alla propria persona ma dà anche la possibilità di avere una chat personale all'interno del proprio blog....
L'ho trovato un sito veramente carino non solo per la quantità di cose con cui arricchire il proprio avatar (e euindi renderlo il più verosimile possibile...certo non siamo ai livelli di The Sims 2 ma pazienza..)ma anche per la comunity con cui interagire anche se (e qui faccio un mea culpa) ancora non hon avuto l'occasione di farlo...^^

Vale come già ben sai http://www.streamingsoundtracks.com/ dà dipendenza!!!!non riesco a staccarmene!!!!

presenze x l'esame del 21.09

carlo - 17-9-2007 at 18:42

il 20 sarò a Jesi
c'è qualcuno che viene a Macerata da lì?

e pensavo di spostare l'esame alle ore 12
Che dite?

Importante:
indicate qui tutte le presenze all'esame!

conferma per 21 settembre

Vale.A - 17-9-2007 at 20:29

Sull'orario non ho problemi e confermo la mia presenza. Su Jesi però non posso essere d'aiuto.


*Sara* - 18-9-2007 at 01:13

Per l'orario non ci sono problemi...
Per jesi non posso essere d'aiuto neanche io..

Citizen Media

Vale.A - 18-9-2007 at 09:32

Ho trovato questo articolo esplorando http://www.performingmedia.org
Si parla delle possibilità della produzione diretta di informazioni, notizie da parte degli utenti, per ipotizzare una nuova forma di giornalismo più collaborativa.

michel@ - 18-9-2007 at 11:52

mi dispiace prof...io abito a Macerata!

Serez - 18-9-2007 at 14:50

Ottimi link, sempre da imdb: http://imdb.com/LocationTree?Italy&nav=/Sections/Countries/Italy/in... (non capisco perchè "cations" resta staccato..)
http://imdb.com/List?endings=on&&locations=Marche,+Italy (prettamente marchigiano)
Tutte le location italiane.. purtroppo non riesco a inserire i dati in Europedia per il solito problema -__-
Per l'orario anche per me non c'è problema, per Jesi.. sì. Oltre che vivere a Potenza Picena, luogo fuori dal mondo, non ho neanche la macchina..
Sono un pò "sfigata"

*Sara* - 19-9-2007 at 16:27

Buonasera..
Quest'oggi facendo un'escursione in giro per Recanati ci siamo "imbattute" (io e Serena) nell'ex Parco Zoo di Villa Coloredo Meils e secondo noi potrebbe essere un buon posto per un possibile film herzoghiano (integrazione tra natura e uomo).
Abbiamo scattato varie fotografie che abbiamo raccolto in questa presentazione:


http://www.megaupload.com/?d=99LCBFY8


Pensandoci bene Recanati ha molti posti che potrebbero prestarsi bene ad essere delle location come il Colle dell'Infinito e i Giardini Comunali.Posti che però non abbiamo potuto visitare e fotografare causa mal tempo.

[megaupload è un buon servizio di archiviazione online e di consegna dei file]

l'esame si fa alle ore 12!

carlo - 19-9-2007 at 17:27

venerdì 21 ore 12

potete avvisare tutti?

e ricordategli che se non usano questo forum
l'esame lo prendono in saluta estrema

a venerdì

location marchigiane

Vale.A - 19-9-2007 at 22:06

Quota:
Originariamente scritto da Serez
http://imdb.com/List?endings=on&&locations=Marche,+Italy (prettamente marchigiano)
Tutte le location italiane.. purtroppo non riesco a inserire i dati in Europedia per il solito problema -__-

Grazie per il link Sere!
Ho inserito la location di Cuori al Verde (Ascoli Piceno) di Giuseppe Piccioni, giacché l'ho visto. Sempre alla voce cineLoci.
E in passato avevo inserito anche Il Grande Bleck, ancora di Piccioni e ancora ad Ascoli Piceno.

Serez - 20-9-2007 at 00:09

Noi abbiamo pensato anche a questo, forse un po' macabro, ma secondo me e Sara non è giusto che solo Clemente X debba avere una sepoltura degna di nota nei libri di storia dell'arte!
In giro per l'Italia ce ne sono di bellissime ma sconosciutissime...
Per capire di cosa sto parlando http://decriptiamoci.splinder.com/
Le motivazioni sono nel primo post!

*Sara* - 20-9-2007 at 00:18

Macabro...beh forse un pochino...ma d'altronde sono bellissime...per adesso ci sono solo 2 post..ma il Blog ha solo 1 giorno di vita...(doppio senso non voluto lo giuro!) ma con calma spero che ne arrivino molti di più!!!

*Sembra pubblicità occulta ma non lo è...è palese!!!!^^*

Relazione conclusiva

carlo - 21-9-2007 at 09:31

Relazione conclusiva
Sul corso di Performing Media_2007 all'Accademia di Macerata


http://www.performingmedia.org

docente: Carlo Infante per@carloinfante.info


Lezioni svolte:
lunedì 26 febbraio 2007
ore 16/19 aula informatica (proiettore, web, DVD, audio)
Introduzione al corso.
Performing Media: una linea di ricerca per coniugare azione culturale, comunicazione multimediale e innovazione territoriale.

martedì 27 febbraio
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio sulle esperienze di Performing Media.
Attivazione del forum su http://www.teatron.org/forum (nella Rete degli Sguardi)
ore 14/16 aula informatica
lezione-laboratorio di creatività connettiva nel forum e attivazione dei Mondi Attivi http://www.mondiattivi.it


lunedì 19 marzo
ore 16/19 aula informatica
lezione-laboratorio su ID3: Interaction/Interface/Info Design
martedì 20 marzo
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio su geoblog http://www.geoblog.it
ore 14/16 aula informatica
Su Interaction Design: il progetto di ambiente interattivo per i 50 anni dell’Unione Europea


lunedì 16 aprile
ore 16/19 aula informatica
lezione-laboratorio su geoblog http://www.geoblog.it
martedì 17 aprile
ore 11/13 aula informatica
lezione-laboratorio su geoblog http://www.geoblog.it
ore 14/16 aula informatica
Su GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale : progettualità per ASP (Arte/Scienza/Pace) http://www.asp-piceno.org evento ad Ascoli Piceno in collaborazione con l’Accademia.


26-27-28 maggio (
convegno-evento ad Ascoli Piceno, Cartiera Papale, GLOCAL (comunità Locali nell’era del Globale).


Indicazioni bibliografiche, materiali d’approfondimento e link saranno indicati sul forum del corso
su http://www.performingmedia.org ( in basso a destra del blog, cliccare su attività didattiche)
oppure andare su http://www.teatron.org/forum (selezionare La Rete degli Sguardi)

Testo base di riferimento del corso sarà “Performing Media 1.1.Politica e poetica delle reti” di Carlo Infante, Memori (http://www.memori.it ). Prefazione di Beppe Grillo.

interventi

Vale.A - 21-9-2007 at 10:22

27 febbraio
su uno dei link precedenti ho trovato: "web experience" e "scritture sceniche on line".. cosa si intende? che possibilità di lavoro e riflessione ci sono su questo?

mi sembra interessante quest'idea di scrittura in ambiente digitale soprattutto per le possibilità di collaborazione e di scambio di informazioni e idee.. interessante soprattutto il progetto Torinorama (tra i
"menzionati" dello scorso concorso): "Un sistema di scrittura multimediale e collaborativa, sviluppato in PHP/Javascript, che utilizza un insieme complesso di editor, di strumenti di archiviazioni e di mappe per rappresentare le creazioni degli utenti e le loro interrelazioni."

http://www.trovarsinrete.org/concorsomutante.htm#primopremio

4 marzo
Mostra ispirata a "L'Arte del Sogno"
http://voyag3ur.wordpress.com/2007/01/08/milano-michael-gondry-l%e2...

la mostra c'è già stata ed è durata solo pochi giorni..
mi è sembrata un'idea originale per fondere l'interattività nei confronti dell'opera d'arte, in questo caso le scenografie per un film, e il linguaggio cinematografico..

19 marzo
Location dell "Enigma di Kaspar Hauser"
http://imdb.com/title/tt0071691/locations
riportata su Europedia (Herzog si ispira per il suo "L'Enigma di Kaspar Hauser" alla vicenda del giovane misterioso comparso sulla piazza di Norimberga il 26 maggio 1824. Un personaggio affascinante che incarna l'assoluta estraneità alle regole sociali e alle convenzioni e di cui Herzog mette in scena la vita, i sogni, le visioni, l'incontro e lo scontro con gli altri uomini.)

e cercata su googlemaps Dinkelsbul

20 marzo
proposta per luighi herzoghiani nelle Marche: il lago di Pilato
http://it.wikipedia.org/wiki/Lago_di_Pilato

e location di "Cuore di Vetro" di Herzog
http://www.imdb.com/title/tt0074626/locations

Germania, Irlanda, Svizzera

18 giugno
commenti e idee
Allora, parto da un elenco di citazioni tratte da Performing Media1.1 per chiarire quali sono i punti che mi interessano di più:
- diritto di cittadinanza e pari opportunità per l'accesso alle reti
- informazione come bene comunde, diffuso e trasparente
- blog e forum come piattaforme di scritture partecipative
- personal publishing
- l'ipertinenza: le menti connesse possono trovare opportunità di scambio altrimenti difficili da ottenere
- nuove interazioni tra le persone considerando l'infosfera della rete come il luogo scatenante non solo di informazioni ma di emozioni, ovvero di azioni in cui si sperimenta vita e socialità
- interaction design come nuova ergonomia tra la dimensione fisica e quella immateriale
- la rete come ambiente per costruire relazioni sociali/necessità di un nuovo ambientamento psicologico/idea di una nuova cittadinanza digitale
- la rete come ambiente ideale per le pratiche testuali

Le cose che invece mi sono meno chiare:
- idea di una nuova economia basata sullo scambio di conoscenza e responsabilità personale/il nuovo modello produttivo riguarda la trasformazione delle informazioni, non solo nella loro trasmissione ma nella loro condivisione, secondo le possibilità interattive e ipertestuali proprie del web

_vuol dire che il modo di fare comunità in rete può diventare anche un modello produttivo-economico? è possibile trasformare tutte queste risorse intellettuali e informative in risorse anche economiche?

Poi, alcune riflessioni sul perchè mi interessano questi aspetti della rete:
Mi interessa moltissimo la critica cinematografica, intesa però non come semplice scrittura di articoli o recensioni (cosa che pure mi appassiona enormemente) o peggio come "giudizio" o "spiegazione", ma come libera circolazione e produzione di idee, interpretazioni, riflessioni.
Scrivere l'analisi di un film, farla leggere ad altre eprsone che a loro volta scriveranno ciò che pensano: mettere in connessione le idee per produrne di nuove e migliori attraverso un dialogo e uno scambio.
Per me, il luogo migliore per attuare tutto questo sono stati, e sono tuttora, i forum tematici dedicati al cinema dove è possibile incontrare, sia pure virtualmente, persone con i tuoi stessi interessi e con cui è possibile attuare un dialogo.
Postando commenti, idee ma anche immagini, video (grazie soprattutto a youtube) e semplici link è possibile condividere con persone anche molto lontane gli stessi testi scritti, scene di film, brani musicali (qui ovviamente diventa importante anche lo scambio di file), e poi commentarli e parlarne insieme lasciando però nello stesso tempo una traccia stabile sulla rete su cui tornare in seguito, vantaggio che invece non ha la sola comunicazione orale.
In questo modo riesco a scambiare opinioni e riflessioni sulle cose che mi interessano, imparo, acquisisco informazioni e le dò agli altri.

uno dei forum che frequento http://dogville-cinema.forumfree.net

il blog che uso per archiviare i miei commenti sui film http://ivyelizabethwalker.blog.kataweb.it/

16 settembre
cineLoci e comunità virtuali
Rispetto ai "cineLoci" (cioè la ricerca sulle location cinematografiche in Italia centrale) avevo segnalato:
Liberi di Gianluca Maria Tavarelli in Abruzzo, la sequenza di Caro Diario di Nanni Moretti girata a ostia sul luogo del monumento a Pasolini; Il Grande Bleck e Cuori al Verde di Piccioni, tutti rintracciabili come già scritto nel post del professore alla voce "Percorsi Emozionali" di Europedia.

Per quanto riguarda invece i punti di interesse già citati da Serena (ovvero le comunità virtuali etc., su cui avevo già fatto alcune riflessioni in un post qualche pagina dietro), volevo iniziare segnalando questo sito:
http://www.streamingsoundtracks.com/

E' un esempio di comunità virtuale nata intorno ad un interesse comune (in questo caso le colonne sonore) e quindi un modo per consentire a persone di ogni parte del mondo di incontrarsi e confrontarsi sulla propria passione.
Il sito, oltre ad avere un forum di discussione, permette di ascoltare i brani persenti in archivio su richiesta che, grazie alla chat integrata nella homepage, possono essere commentati dagli utenti in tempo reale.
Un modo secondo me molto utile e immediato per condividere l'ascolto di musica con persone anche molto lontane geograficamente.

18 settembre
articolo Citizen Media
Ho trovato questo articolo esplorando http://www.performingmedia.org
Si parla delle possibilità della produzione diretta di informazioni, notizie da parte degli utenti, per ipotizzare una nuova forma di giornalismo più collaborativa.

interventi

Serez - 21-9-2007 at 10:39

interventi

Ricerca di probabili location nelle Marche:

20-3-2007

Allora nelle Marche, di interessante c'è anche tutta la Riviera del Conero
poi ho trovato:
"Gli antichi legami con la cultura contadina e marinara sono oggi rifioriti presentando così una regione attraente e tranquilla. Sarà una gradita sorpresa

scoprire la varietà del paesaggio, con il mare Adriatico, le lunghe spiagge sabbiose, intervallate da scorci rocciosi, l'armonia del territorio, i dolci

colli, il mistero e il fascino di profonde cave, la bellezza naturale delle riserve protette.
da http://www.italytraveller.com/it/r/marche

e

http: //www.bibliolab.it/parchim/

http://www.turismo.marche.it/it/it/localita.asp

19-9-2007

http://www.megaupload.com/?d=99LCBFY8 (slide con foto fatte dal vivo)

Per le location dei film europei di Herzog:

20-3-2007

(con relativa traduzione dei titoli)

Letzte Worte (1968) - Ultime parole
Filming Locations: Crete, Greece

Auch Zwerge haben klein angefangen (1970) - Anche i nani hanno cominciato da piccoli
Filming Locations: Lanzarote, Canary Islands, Spain

Behinderte Zukunft? (1971) (TV) - Futuro impedito
Filming Locations: Hannover, Lower Saxony, Germany
Munich, Bavaria, Germany

Fata Morgana (1971)
Filming Locations: Algeria
Lanzarote, Canary Islands, Spain

Land des Schweigens und der Dunkelheit (1971) – Paese del silenzio e dell’oscurità
Filming Locations: Hannover, Lower Saxony, Germany
Lower Bavaria, Bavaria, Germany
Munich, Bavaria, Germany

Große Ekstase des Bildschnitzers Steiner, Die (1974) - L'enigma di Kaspar Hauser
Filming Locations: Garmisch-Partenkirchen, Bavaria, Germany
Planica, Yugoslavia
Wildhaus, Switzerland

Jeder für sich und Gott gegen alle (1974) - L'enigma di Kaspar Hauser
Filming Locations: Dinkelsbühl, Bavaria, Germany
Ireland

Herz aus Glas (1976) - Cuore di vetro
Filming Locations: Frauenaus bei Zwiesel, Bavarian Forest, Bavaria, Germany
Pischelsdorf bei Arnstorf, Bavaria, Germany
Skellig Rocks, County Kerry, Ireland
Via Mala, Kanton Graubünden, Switzerland
Walchsing Castle, Bavaria, Germany

Stroszek (1977) - La ballata di Stroszek
Filming Locations: Berlin, Germany
Germany

Nosferatu: Phantom der Nacht (1979) - Nosferatu, principe della notte
Filming Locations: Bavaria, Germany
Beach, Oostvorne, Zuid-Holland, Netherlands
Bohemia, Czech Republic
Czech Republic
Delft, Zuid-Holland, Netherlands
Germany
High Tatras, Slovakia (Carpathian Mountains)
Lübeck, Schleswig-Holstein, Germany –
Nedvedice, Bohemia, Czech Republic
Netherlands
Oostvorne, Zuid-Holland, Netherlands
Partnach-Klamm, Bavaria, Germany
Pernstein Castle, Bavaria, Germany
Pernstejn Castle, Nedvedice, Bohemia, Czech Republic
Pernstejn, Czech Republic
Schiedam, Zuid-Holland, Netherlands
Schleswig-Holstein, Germany
Slovakia
Telc, Bohemia, Czech Republic
Zuid-Holland, Netherlands

Woyzeck (1979)
Filming Locations: Telc, Bohemia, Czech Republic

Portrait Werner Herzog (1986)
Filming Locations: Munich, Bavaria, Germany

Tod für fünf Stimmen (1995) (TV) - Gesualdo
RULLO DI TAMBURI Filming Locations: Naples, Campania, Italy

Little Dieter Needs to Fly (1997)
Filming Locations: Wildberg, Scharzwald, Baden-Württemberg, Germany

Invincible (2001)
Filming Locations: Berlin, Germany
Black Island Studios, Alliance Road, Acton, London, England, UK (studio) (Benjamin flying unit)
Latvia
Lithuania
Netherlands

The White Diamond (2004) - Il diamante bianco
Filming Locations: Cardington Hangers, Bedford, Bedfordshire, England, UK

unica fonte:[url] http://imdb.com/name/nm0001348/ [url]
traduzioni tramite http://it.wikipedia.org/wiki/Werner_Herzog

CINELOCI

18-9-2007

Ottimi link, sempre da imdb:
http://imdb.com/LocationTree?Italy&nav=/Sections/Countries/Italy/in... (non capisco perchè "cations" resta staccato..)
http://imdb.com/List?endings=on&&locations=Marche,+Italy (prettamente marchigiano)

quelli inseriti durante la lezione

Ladyhawke è un film di genere fantastico del 1985 diretto da Richard Donner, con protagonisti Matthew Broderick, Rutger Hauer e Michelle Pfeiffer.
[...]
Seppur la trama voglia richiamare un'ambientazione francese, il film è stato girato quasi interamente in Italia, nelle province di Parma e Piacenza e nel

Parco Nazionale d'Abruzzo a Campo Imperatore e sul Gran Sasso. Gli scorci dei castelli, Rocca Calascio, e dei borghi medioevali includono le località di

Torrechiara, Castell'Arquato, Soncino, Bacedasco.
[wikipedia.it]

-

Angels in America è una miniserie televisiva prodotta dalla HBO nel 2003, tratta dall'opera teatrale Angels in America: a Gay Fantasia on National Themes di

Tony Kushner. La serie vanta un cast all-star (tra gli altri Al Pacino, Meryl Streep ed Emma Thompson) e tratta, in modo perlopiù onirico, la condizione

degli omosessuali negli Stati Uniti d'America reganiani, focalizzandosi sulle reazioni a seguito del diffondersi dell'AIDS.
[wikipedia.it]
Nell'ultima puntata ci sono anche sequenze girate a Tivoli, vicino Roma, ed è illuminante il fatto che la città eterna, nella quale lo spirito divino si è

fatto molto terreno potere, si trovi a dover rappresentare un paradiso ridotto ormai ad un cumulo di rovine e dal quale Dio è inesorabilmente scomparso.
[fantascienza.com]

-

Mission: Impossible III
Dopo aver monopolizzato il Tevere per girare alcune scene su un motoscafo, la troupe di Mission Impossible 3 si è spostata nei pressi del Vaticano.
[http://www.repubblica.it/trovacinema]


13-9-2007

Prof la volevo informare che io (Serena Ginocchio), Valentina Alfonsi e Sara Calamante volevamo dare l'esame in questa sessione.
Avevamo intenzione di approfondire l'argomento gioco di ruolo/comunità virtuali (forum etc.), allacciando anche argomenti come wikipedia, video games, blog

(livejournal) e geoblog. Visto nell'ottica del senso di comunità, un pò come gli hobos.
Per quanto riguarda il lavoro fatto "per/su" Herzog, presto posteremo il riassunto di ciò che avevamo trovato.
L'unico mio problema è il 56k che non mi consente molta libertà, come caricare una semplicissima pagina di europedia -.-
Rientro nell'80% della popolazione non attiva nella Società dell'Informazione.. grazie Telecom.


Questo diciamo è un pò quello che ne è venuto fuori:

20-9-2007

Noi abbiamo pensato anche a questo, forse un po' macabro, ma secondo me e Sara non è giusto che solo Clemente X debba avere una sepoltura degna di nota nei

libri di storia dell'arte!
In giro per l'Italia ce ne sono di bellissime ma sconosciutissime...
Per capire di cosa sto parlando
http://decriptiamoci.splinder.com/ Le motivazioni sono nel primo post!

Marchese - 21-9-2007 at 10:42

Ho partecipato alla localizzazione di location in sono stati girati film famosi inserendo link in Europedia, purtroppo non ho inserito location per ipotetici film di Herzog perché non ho avuto modo di capire/conoscere il pensiero Herzoghiano.
in [url=http://www.europedia.it/ ] ho inserito la Location del film IL POSTINO di Massimo Troisi in localita Marina di Chiaiolella (Procida, (NA) ) e la Location del film IL MARCHESE DEL GRILLO a Palazzo Pfanner di Lucca

*Sara* - 21-9-2007 at 10:48

inviato il 16 settembre

link riguardo la creazione del proprio ego virtuale...
http://www.meez.com
L'ho trovato interessante non solo per la particolare minuzia con cui creare il proprio Io ma anche per la community che è collegata ad esso...

Spedito il 19 Settembre

Link di megaupload riguardo delle slide inerenti ai possibili luoghi in cui Herzog potrebbe girare un suo film...

http://www.megaupload.com/?d=99LCBFY8

Ci sarebbe anche il link del Blog aperto con Serena ma a quello ci ha già pensato lei ^^

e per quanto riguarda Europedia ho caricato nella città di Recanati le foto fatte nella giornata di mercoledì riguardati il progetto delle location herzoghiane..

Marchese - 21-9-2007 at 10:51

Ho letto il libro Performing Media 1.1 ed ho trovato molto interessante ed anche intelligente la parte in cui si parla dell' utilizzo dei media e in particolar modo dei forum per fare politica o meglio per lo scambio di opinioni di carattere politico e sociale, a tal proposito voglio aggiungere che ho visitato anche se mai partecipato attivamente, il blog di Beppe Grillo che è ormai da tempo tra i blog più frequentati della rete.
In occasione del V-Day è stato chiesto a mio zio il permesso di proiettare il video "Ma il cielo è sempre più blu" http://it.youtube.com/watch?v=B62j8c99B6g , al quale ho partecipato aiutando nel montaggio.
La cosa che mi fa più piacere è il fatto che questo video era stato pubblicato in Youtube alcuni mesi fa ed ha avuto un gran successo.

*Sara* - 21-9-2007 at 10:55

Ecco delle altre immagini fatte al Cimitero di Recanati i merito alle location herzoghiane









Questo invece è il mio blog personale dove si possonno trovare delle altre foto fatte da me e Serena...

http://calamente.spaces.live.com/

Serez - 21-9-2007 at 11:06

Ok, e ora postiamo lj, blog e sito:
http://_serez_.livejournal.com/
http://theshire.splinder.com/
http://serez.altervista.org/

Non badate al mio essere slash :P o al mio essere.. "cretina" si può scrivere? A volte prendo cose pesanti ^O^;


web 2.0

peppino neroni - 22-9-2007 at 09:47

Loudtalks, il software walkie talkie è tra noi!

Chi di noi nella vita non ha almeno una volta utilizzato i walkie talkie?! Sì, proprio quelle radioline con cui poter parlare a distanza con chiunque, adatte agli scopi più disparati (ovvero giocare e fare scherzi con gli amici!)

Potevamo noi, nell’era del web 2.0 e di internet ad alta diffusione dimenticarci di simili (all’epoca) gioiellini tecnologici? Certo che no, quindi eccovi servito Loudtalks.

Loudtalks è un piccolo software free per Windows che, tramite una tecnologia P2P ci permette di comunicare con gli altri iscritti al servizio in modo facile ed immediato, proprio come se stessimo usando i cari vecchi walkie talkie (ma con qualità di audio nettamente migliore!).


http://loudtalks.com/

*Sara* - 22-9-2007 at 11:45

Bravo Pè!!!! questo è carino un bel pò!!!!!

WEB 2.0

peppino neroni - 24-9-2007 at 14:33

Germania, “verboten” copiare cd o dvd
In Italia non se n’è parlato molto, ma la Germania ha approvato venerdì scorso una legge molto controversa che rende illegale per gli utenti creare copie (anche di backup o per uso personale) di film e musica. Il Bundesrat, la camera alta del Parlamento, non ascoltando le associazioni dei consumatori ha approvato la legge, che rende illegale anche il solo detenere cd o dvd copiati senza permesso.

All’interno del provvedimento rientrano anche le registrazioni digitali di Iptv e programmi televisivi. Inutilmente i Verdi e altre associazioni di utenti e consumatori hanno cercato di rendere meno rigida la legge, soprattutto per non penalizzare troppo i più giovani e in generale gli utenti domestici, ma non c’è stato niente da fare. La legge entrerà in vigore nel 2008
ROBA DA MATTI!!!

WEB 2.0

peppino neroni - 24-9-2007 at 14:41

I migliori 20 servizi web 2.0 per creare favicon, icone, avatar ed altro gratis

Avete un sito/blog e non sapete come arricchirlo graficamente? Vorreste creare una favicon (le icone dei siti che vengono mostrate nella barra degli indirizzi/schede dei browser) ma non sapete nemmeno da dove iniziare?
Avete un sito/blog e non sapete come arricchirlo graficamente? Vorreste creare una favicon (le icone dei siti che vengono mostrate nella barra degli indirizzi/schede dei browser) ma non sapete nemmeno da dove iniziare?

Niente panico! Anche oggi, noi di Geekissimo abbiamo la soluzione ad i vostri problemi e, vi presentiamo una bella lista con 20 servizi web 2.0 gratuiti, tramite i quali creare favicon, icone per il desktop, avatar, indirizzi e-mail grafici ed altro… buon divertimento:

http://www.256pixels.com/ - Permette di creare favicon che poi, potranno partecipare a dei contest nei quali verranno votate da altri utenti.

http://www.ajaxload.info/ - Permette di creare animazioni per i caricamenti (AJAX).

http://antifavicon.com/ - Permette di creare favicon colorate contenenti due linee di testo.

http://www.htmlkit.com/services/buddyicon/ - Serve a rendere una foto adatta per essere usata come avatar su servizi come AIM, Yahoo! e MSN.

http://converticon.com/ - Converte tra loro icone in formato ico e png.

http://tools.dynamicdrive.com/favicon/ - Trasforma delle comuni immagini in icone da poter utilizzare sul desktop o, come favicon sul web.

http://elitenick.com/?page=aimicongenerator - Utilizza sfondi e simboli “pre-confezionati” per creare degli avatar.

Serez - 24-9-2007 at 19:57

Questo è il sito di cui avevo parlato all'esame: la nonciclopedia [da cliccare solo se siete molto ma molto ironici :P]

http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Pagina_principale

web 2.0

peppino neroni - 25-9-2007 at 20:04

Mai più bollette&ricariche. Il cellulare diventa gratuito

Prendi un’azienda telefonica senza scrupoli, una buona raccolta pubblicitaria e ragazzi dai 16 ai 24 anni desiderosi di telefonare e mandarsi messaggini senza pagare un Euro. Pardon, un Pound. Ecco che arriva Blyk, il primo operatore gratuito al mondo che permetterà di telefonare, per adesso solo ai residenti in Inghilterra, senza pagare alcunché. Il costo della telefonata, infatti, sarà interamente coperto dagli sponsor.

L’abbonato potrà mandare gratis ogni mese 217 messaggi e fare 43 minuti di chiamate nazionali; in cambio, accetta di ricevere fino a sei Mms pubblicitari al giorno (quindi messaggi con foto e musica al proprio interno). Se, poi, superata la soglia, si vorranno fare altre chiamate o mandare altri messaggi, il cellulare funzionerà in modo “normale”: si potranno acquistare ricariche e telefonare fino al mese successivo.
La fascia di utenti imposta da Blyk è quella tra i 16 e i 24 anni: se, infatti, non si è in questa fascia di età non si può registrare alcun contratto. La società, fondata da un ex-uomo Nokia, punta ad espandersi in Europa in tempi molto brevi. E c’è da scommetterci che funzionerà. Ho sempre pensato, infatti, che se una società offrisse messaggini gratis, sarebbero stati in tantissimi a stipulare contratti.

Cosa ne pensate di questa iniziativa? Dal punto di vista di noi consumatori si tratta sicuramente di un bell’affare. Parliamoci (molto) chiaro: ricevere messaggini pubblicitari non è poi così noioso: una volta capito che il messaggio ricevuto è di pubblicità (e non ci vorrà molto), se non c’interessa basterà cancellarlo immediatamente. Il tutto in cambio di molti sms e un discreto numero di minuti al mese, il che non guasta in tempi di rincari economici ormai all’ordine del giorno. Peccato non rientrare più nella fascia di età…

P2P

peppino neroni - 28-9-2007 at 16:07

Come far ripartire emule

Come molti di voi sapranno (almeno chi lo usa ) emule in questi giorni ha grossi problemi a funzionare, visto che alcuni dei sui server principali locati in germania sono stati spenti.
Non voglio entrare nel merito se se la messa in down dei server e’ giusta o sbagliata ed il suo uso e’ giusto o sbagliato, ma siccome in molti mi chiedono lumi posso dire che personalmente per potermi ricollegare ho seguito questo metodo trovato in rete: per prima cosa ho cancellato TUTTI i server che avevo ed ho ricaricato la lista scaricando questo file qui.
è molto semplice aggiornare la lista.
Copia il link e incollalo in quello spazio di emule sotto il tag reti, fai aggiorna …. è fatta!

http://www.gruk.org/server.met


web 2.0

peppino neroni - 28-9-2007 at 16:31

Come creare e gestire un sito con strumenti free ed open source

Se avete intenzione di mettere su un bel sito web, senza voler spendere praticamente nulla (a parte l’eventuale acquisto del dominio ovviamente!) avete proprio trovato quello che fa per voi!

Eccovi infatti servita una bella lista di applicazioni e soluzioni varie, adatte a qualsiasi cosa abbia a che fare con l’allestimento ed il mantenimento di un sito web. Dal sistema operativo da usare ai software di grafica, passando per la creazione dei contenuti, qui c’è proprio tutto quello che vi serve e, la cosa più importante di tutte è che si tratta di soluzioni al 100% gratuite ed open source… buon divertimento:


Sistema Operativo: ovviamente Linux
Server: http://httpd.apache.org/
Browser: http://www.mozilla-europe.org/it/products/firefox/ , http://konqueror.org/
o, se volete star leggeri http://www.gnome.org/projects/epiphany/ .
Creazione delle Pagine: http://www.kde-apps.org/content/show.php?content=9901 , http://www.vim.org/download.php o http://www.nvu.com/ se preferite operare in WYSIWYG.
Grafica: http://gimp.linux.it/www/ , la magnifica alternativa gratuita ed open source a Photoshop.
Contenitori: http://wordpress.org/ , http://drupal.org/ , http://phpnuke.org/ , http://www.movabletype.org/opensource/ .
Client FTP: http://kasablanca.berlios.de/ , http://gftp.seul.org/ , http://lindesk.com/2007/05/using-konqueror-as-an-ftp-client//
Creazione Forum: http://www.phpbb.com/ .
Creazione gallerie di immagini: http://coppermine-gallery.net/ .
Creazione Wiki: http://phpwiki.sourceforge.net/
Mailing List: http://www.phplist.com/ .

democrazia on-line

peppino neroni - 5-10-2007 at 16:02

You Choose ‘08: campagna elettorale americana 2008 per la presidenza su Youtube

Gli appassionati della politica online, quest’anno potranno seguire la campagna elettorale americana per la presidenza direttamente su YouTube. La famosa piattaforma americana infatti, ha creato la sezione You Choose ‘08( http://www.youtube.com/youchoose ) dove troveranno posto tutti i video dei candidati americani, proposti in 2 colonne, democratici contro repubblicani.

Ci sono tutti, da Joe Biden a Sam Brownback e da Hillary Clinton a Rudolph Giuliani. Insomma la politica, almeno in america, sembra evolversi e su YouTube troverete inoltre anche banner inerenti i famosi dibattiti che siamo abituati a vedere in tv.
A me sinceramente non dispiacerebbe per niente una cosa simile anche qui in Italia, e voi che ne pensate?

la rete

peppino neroni - 6-10-2007 at 15:34

“Internet? È roba vecchia”. Parola dei suoi creatori
Avete capito bene: secondo i pionieri della Rete, internet sarebbe ormai un’infrastruttura obsoleta. A rivelarlo un articolo del Wall Street Journal. Nel 1969 Larry Roberts del Pentagon’s Advanced Research Projects Agency progettò un programma, destinato agli enti di ricerca, chiamato ARPAnet che avrebbe permesso a più computer di restare connessi tra loro anche a distanza. Per le decadi successive, Roberts ha provato, spendendo circa 340 milioni di Dollari, a migliorare la sua stessa tecnologia, arrivando però al punto che oggi come oggi è obsoleta.

“Non possiamo più contare su questa tecnologia, che è vecchia di quarant’anni” ha spiegato il programmatore che ora ha 69 anni. La sua ultima invenzione è un “router di flusso”, che non fa altro che analizzare il traffico di rete convogliando su “strade” diverse dati di pagine Web, e-mail, telefonate VoIP, e così via. Ma Roberts non è l’unico tra i “creatori” della rete a pensarla così.
Dello stesso avviso Len Bosack, cinquantacinquenne co-fondatore di Cisco Systems: “La rete così com’è oggi - ha spiegato - è abbastanza inadeguata; per questo abbiamo annunciato di voler creare un sistema che permetta alle grandi aziende di collegarsi ai cavi sottomarini che hanno una velocità cento volte migliore delle attuali infrastrutture”. Il dibattito, dunque, è acceso, soprattutto in questi ultimi anni in cui più volte si è parlato di sovraccarico della Rete, dovuto principalmente all’avanzare della tecnologia e alle sempre più utilizzate telefonate low-cost via internet.
“La Rete non è stata fatta per permettere alle persone di guardare la televisione - ha spiegato Roberts - e lo so, perché l’ho creata io”. E se pensiamo che gli accessi, secondo una ricerca, dovrebbero aumentare del 264 per cento entro il 2011, sono sempre di più gli esperti che teorizzano che, prima o poi, potrebbe esserci un grande crash globale di internet.


peppino neroni - 7-10-2007 at 08:01

Dal 2008 internet gratis a Pordenone
Dalla prossima primavera a Pordenone, un progetto finanziato da comune e regione, garantirà un accesso gratuito ad internet.
Il protocollo di intesa per sviluppare il progetto è stato firmato a Pordenone dal presidente della Regione Riccardo Illy e dal sindaco. I lavori per l’attivazione del progetto “Internet gratis ai cittadini” cominceranno già nelle prossime settimane con la posa della fibra ottica a cui andranno ad aggiungersi le antenne wi-fi.

L’infrastruttura verrà completata nell’arco di 5 anni, con step programmati, il primo prevede la copertura in fase sperimentale di parte del centro storico e della restante parte del territorio comunale nel corso del 2008 con l’attivazione di servizi regionali e comunali attraverso l’identificazione del soggetto a mezzo della Carta Regionale dei Servizi (CRS) che la regione sta distribuendo gratuitamente.
La Regione insieme al comune di pordenone stanno portando avanti il loro progetto che punta a sfruttare tutte le opportunità offerte dalla banda larga e dai sistemi informatici come già ampiamente programmato nel progetto ‘Wireless Naonis’

Per Illy, presidente della regione Friuli Venezia Giulia “L’impegno per Pordenone e la sua rete wi-fi rientra nel programma generale della Regione per dotare tutto il Friuli Venezia Giulia delle infrastrutture necessarie per accedere in modo veloce ed economico alla rete informatica. Per questo abbiamo costituito la Societa Mecurio Friuli-Venezia Giulia per portare la banda larga su tutto il territorio utilizzando tecnologie diverse a seconda delle caratteristiche del territorio stesso. Ma il “digital divide” non riguarda solo la rete, ma anche la possibilità per tutti i cittadini di avere un pc e una adeguata alfabetizzazione informatica. Da qui la legge regionale per corsi dedicati a categorie come anziani e casalinghe e per contributi per l’acquisto dei pc”.

LoLLo - 8-10-2007 at 13:33

salve... è ora di esporre le mie idee su quello che ho letto fino ad ora...

a proposito di loudtalks che ci ha fatto notare da peppino nn sembra male... per la questione parlare tramite P2P c'è ne sta 1 molto famoso che sta spopolando in tutto il mondo SKYPE... ti da anche numerose funzioni aggiuntive...
il sito è il seguente: http://www.skype.com/intl/it/

sfuticchiando nella rete ho trovato anche un nuovo metodo per mandare sms a 1centesimo...
http://www.skebby.it/

ovviamente bisogna leggere attentamente tutto quello che c'è da sapere prima di installare il tutto.... :D costi ed info in quest'altro link: http://www.skebby.it/costi.php

e sempre preso dai discorsi precedenti di peppino,riguardo ad emule e visto che anche io sono un utente assiduo... personalmente nn uso server ma solo KAD... nn sono presenti rischi per chi lo usa visto che si collega tramite utenti, però durante la ricerca deve essere selezionato nel "METODO DI RICERCA" "KAD RETE" :D

videogiochi on line

*- Fra -* - 11-10-2007 at 14:19

Salve! Volevo farvi puntare lo sguardo sui numerosi videogiochi on line.
Quello che voglio presentarvi oggi è Guild Wars, ci gioco ormai da 2 anni con lollo e devo dire che mi ha appassionato parecchio. Lo scopo è creare un personaggio virtuale, e vivere un'avventua ambientata in un perfetto mondo fantasy, (con grafica molto dettagliata) fatto di maghi, guerrieri arcieri etc.
Sembra un banalissimo videogame che potremo avere su una semplice console, ma dato che è on line le possibilità si ampliano, il videogioco è continuamente aggiornato, con sottogiochi molto interessanti, e in più si può interagire con altri giocatori collegati da tutto il mondo. Quindi secondo me potrebbe benissimo soppiantare tutti i vecchi sistemi di gioco.
Vi lascio il link per maggiori informazioni
http://it.guildwars.com/

peppino neroni - 11-10-2007 at 17:18

è molto molto bello! peccato sia a pagamento!!

LoLLo - 16-10-2007 at 16:25

guildwars?! nn è a pagamento... solo il gioco paghi poi quando sei online è assolutamente gratuito.... è davvero una cosa spettacolare... e giocarci lo è di più! :D

Guild Wars

LoLLo - 18-10-2007 at 22:17

ovviamente di questo gioco sono presenti anche numerose estensioni... cioè proseguimenti della storia... come se fosse senza fine...

ecco alcuni screenshots tratti dal video gioco giusto per dare un idea...
IMMAGINE 1
IMMAGINE 2
IMMAGINE 3

e come potevo nn mettere anche un video per far vedere come viene proposto all'utente....


al popolo della rete

peppino neroni - 21-10-2007 at 12:45

Levi-Prodi: un penoso disegno!

Popolo della rete, voi tutti,
se non siete al corrente dell'approvazione
da parte del consiglio dei ministri, del disegno di legge sulla tassa sui blog.
Vi riporto un post messo on-line sul sito del sommo, maestro ementore Beppe Grillo.

http://beppegrillo.meetup.com/boards/view/viewthread?thread=3696560


e questa invece è la petizione messa on-line, non so se possa servire a molto ma meglio di niente!

http://www.PetitionOnline.com/nolegglp/

*Sara* - 21-10-2007 at 23:44

visto...firmata e controfirmata..
è una vergogna.....

peppino neroni - 24-10-2007 at 09:02

Milano Wi-Fi

Tutta l'area del parco Sempione, sarà coperta da un servizio Wi-fi gratuito, all'interno del progetto Wireless Castle.
Il progetto anticipa Milano Wireless (connessione a Internet su tutto il territorio cittadino) e consiste non solo nel rendere disponibile un servizio gratuito di navigazione in rete, ma sopratutto nel sensibilizzare la cittadinanza nell'uso delle aree verdi di Milano a partire da quelle centrali della città.

Fino al 31 agosto 2009 saranno presenti antenne wi-fi presso la Torre Branca, l'Acquario Civico, la Triennale di Milano e la Biblioteca Civica, così da assicurare una copertura completa dell'intera area verde. Per poter utilizzare il servizio e aver accesso gratuito in internet sarà sufficiente ritirare presso i punti di distribuzione presenti la scheda di registrazione con un codice di accesso.

Il progetto Wireless Castle al parco Sempione, promosso dall'assessorato all'Arredo Decoro Urbano Verde, ha visto la sua realizzazione grazie alla stretta e profiqua collaborazione dei più importanti soggetti che operano nel settore, tra cui Intel, Infracom Network Application, Guglielmo e SMC.

peppino neroni - 31-10-2007 at 10:05

L’Africa e internet: a che punto siamo?

Più di un terzo degli abitanti dell’Africa avrà una connessione a internet a banda larga entro il 2012. Sono i risultati di una conferenza (”Connect Africa”) sull’utilizzo di internet nel Continente Nero cui la Bbc (e solo la Bbc) ha dato molta rilevanza. Attualmente la situazione non è per niente rosea: meno di quattro africani su cento utilizza la Rete, con una penetrazione della banda larga di appena l’un per cento.

“La buona notizia - hanno spiegato alcuni analisti - è che l’Africa ha avuto il più alto tasso di crescita e sviluppo della telefonia mobile al mondo (circa il doppio della media mondiale) e gli indicatori economici sono tutti in segno positivo”. Segno che, forse, le cose cambieranno nei prossimi anni. Ma andiamo a vedere qual è la situazione attuale.
In molti paesi la connettività è limitata e solitamente si viaggia su linee antiquate e molto lente che non supportano molte connessioni contemporaneamente. Raccontano alcuni studenti universitari in Ruanda che durante le lezioni studiano le potenzialità di internet, ma che poi non possono applicare quello che hanno studiato perché non è possibile connettersi contemporaneamente in tanti alla rete. Ma oltre al settore education e alle telecomunicazioni, pensiamo ad esempio quanto potrebbe essere importante, in un continente come l’Africa, la telemedicina?

Per questo motivo i relatori hanno chiesto ai diversi governi nazionali di fare il possibile per aprire al più presto gare trasparenti sull’assegnazione delle ilcenze per internet ad alta velocità e creare nuove linee: basti pensare che attualmente il 70 per cento del traffico internet africano viaggia fuori dal continente per mancanza di infrastrutture.

Serez - 9-11-2007 at 01:04

Uso il forum per questa cosa che ritengo davvero importante:

BLOCCHIAMO QUESTO PSEUDO ARTISTA
Vi prego diffondete la notizia:
Guillermo Habacuc Vargas ha organizzato una mostra espondendo ciò che di migliore il suo genio potesse partorire: UN CANE LEGATO AD UNA CORDA, DESTINATO A PERIRE DI FAME DINANZI AI CURIOSI OSSERVATORI, ESPERTI DI PSEUDO-ARTE.
L'idea geniale, brillante, rivoluzionaria è stata addirittura premiata con un invito all'artista in questione a partecipare alla Biennale Centroamericana del 2008 come rappresentante del suo paese.
BOICOTTIAMO LA PRESENZA DI GULLIERMO HABACUC ALL'EVENTO, CONTRO LA DISUMANITA' CHE SI SPACCIA PER ARTE. L'ARTE NECESSITA DI STRUMENTI MIGLIORI.

http://www.petitiononline.com/13031953/







peppino neroni - 10-11-2007 at 11:11

sono rimasto sconcertato!!!
sinceramente non so come possano esistere persone del genere!
ma la cosa che mi allibisce di più è che ci sono persone che l'hanno addirittura premiato!!!??
ma allora mi domando:
- MA STIAMO DIVENANDO PAZZI??
dovrebbero arrestarlo!
e mi stupisce che non l'abbiano ancora fatto!
siamo proprio alla frutta!

LoLLo - 11-11-2007 at 23:36

purtroppo nn tutti i paesi puniscono chi tratta male gli animali... -_-' purtroppo... però va anche così la vita... io cmq l'ho firmato!

peppino neroni - 12-11-2007 at 10:23

Google Earth, arrivano le previsioni del tempo

Belle novità in Google Earth, uno dei più famosi software made in Google. Nella nuova versione del programma (4.2), appena uscita, possiamo notare, oltre all’aggiunta di numerosi layer, anche un loro sistema di gestione molto migliorato (organizzato in categorie e sottocategorie).

Ma la novità senza dubbio più interessante è il nuovo layer interamente dedicato alle previsioni meteorologiche. Il layer include la situazione delle nuvole, delle perturbazioni, le previsioni, le temperature e altre informazioni utili sulla condizione del tempo. I dati sono aggiornati ogni ora, mentre le previsioni ogni 15 minuti.



GE_Meteo.jpg - 17kB

herzog

-fede- - 21-11-2007 at 14:51

ciao a tutti!
ci sono anche io... anche se il mio pc non da ancora segni di vita!

ho letto la storia del cane ed è orribile!Sto Vargas sarebbe da rinchiudere!

riguardo alle ambientazioni dei film herzoghiane propongo i Monti della Laga nel parco nazionale del gran sasso che si estendono anche nella nostra regione.
questi luoghi potrebbero essere interessanti considerado che lo stesso herzog ha detto:
"Provo una profonda fascinazione e una sensazione molto precisa per i
paesaggi irregolari o allucinatori"

monti laga_04.jpg - 155kB

wi-fi marche

ricser - 21-11-2007 at 14:53

Ciao a tutti!
Cercavo lumi sul wi-fi per sapere come siamo messi nelle Marche, è dopo una prima ricerca (abbastanza carente) ho trovato un articolo: http://www.gomarche.it/notizia.html?id=23540
"Il wi-fi arriverà nei comuni di Agugliano, Polverigi, Filottrano e altre zone marchigiane.."(non dice quali...)

il provider che porterà la banda larga è http://www.industriedigitali.it/
Non è ben chiara la sua intenzione a livello di costi.. è comunque un'azienda privata iscritta a Assoprovider (Associazione provider indipendenti, senza fini di lucro)
http://www.assoprovider.it/index.php?option=com_frontpage&Itemid=1

..nell'articolo si parla di costi da sostenere quali ricevitore (questo non ce lo regalerà nessuno) e Abbonamento Mensile come quello da Adsl

Non so se qui nelle marche sarà possibile un wi-fi gratuto come a Milano..
di sicuro so che il wi-fi è un argomento non molto presente nei discorsi dei nostri amministratori..e non so quanto ne sappiano a riguardo...
A Filottrano sembra (dal breve articolo) che sia stata una forte richiesta da parte dei cittadini a far però intervenire la società di Ancona

(se qualcuno ha altre notizie sono ben accette) continuo la ricerca

-fede- - 21-11-2007 at 14:59

My Berlin.art Psychogeography
La camminata psicogeografica virtuale nella città di Berlino inizia con il Bootlab . Il Bootlab è uno spazio di sviluppo e condivisione di progetti sul free software, telestreet, radio libere e wirless e tappa obbligata per tutti coloro che si occupano di queste tematiche a Berlino.
http://www.teknemedia.net/magazine/dettail.html?mId=602

Herzog
un'altra location potrebbe essere urbania con la sua chiesa dei morti.
al suo interno c'è il cimitero delle mummie noto per il curioso fenomeno della
mummificazione naturale, dovuto a una particolare muffa che ha essiccato i cadaveri.

abbastanza allucinatorio?!

urbania mummie.jpg - 29kB

-fede- - 21-11-2007 at 15:43

è vero, le informazioni riguardo al wi-fi sono davvero poche, soprattutto nella nostra zona.

piccola curiosità. una delle prime città che ha accolto la rete senza fili gratis per i cittadini è marchigiana: Fermo!
Vabbè a Fermo ci si può collegare solo nel centro storico,... ma ci si accontenta cosiderando che la notizia risale ad un anno fa!

http://www.fermo.net/wifi/index.html

Location...

LoLLo - 21-11-2007 at 22:54

per le location qui nelle marche siamo riusciti a trovarne qualcuna abbastanza rustica e selvaggia... :D

location1.jpg - 560kB

VIDEOGIOCO ONLINE...

LoLLo - 21-11-2007 at 23:13

io e francesca abbiamo trovato un altro gioco online completamente gratis.... sia nel download sia nei server... (ovviamente il download è autorizzato e a norma di legge...)visto che qualcuno l'ultima volta si lamentava che nn voleva spendere soldi... ehehehehe taccagno! XD
cmq il gioco si chiama "TALES OF PIRATES" potrete creare un vostro personaggio come più vi piace e successivamente agghindarlo con numerosi accessori... la grafica è completamente in 3D deformed... cioè pupi strambi e in stile giapponese... :D

qui troverete altri screenshot se vi può interessatre oltre a quelli che vedete postati...
http://top.igg.com/ss_more.php?page=1

e per concludere vi posto anche un video per darvi una maggiore chiarezza del tutto! :D


POT.jpg - 634kB

web 2.0

peppino neroni - 22-11-2007 at 09:01

Inviare email differite

mh...!!! non so xché ma è come se sentissi un fruscio dietro le orecchie!!
chissà!??
cmq... bando alle ciance, vi informo che c'è un bellissimo servizio, perniente male!
Tante volte mi capita di voler scrivere email di sabato e domenica, ma quando si tratta di email di lavoro, rischiano di passare inosservate, perchè si sa che il Lunedì quando si torna a "macinare" ci sono un bel po di email spam.

Per questo motivo oggi voglio segnalarvi un nuovo sito che permette di inviare email differite. Si chiama Correo Futuro, servizio spagnolo gratuito che funziona davvero bene, ho fatto qualche prova, tutte andate a buon fine.

Il funzionamento è semplicissimo, basta mettere il proprio indirizzo email, quello del destinatario, e inserire l’oggetto e il testo dell’email. A questo punto dovete solo scegliere la data, inserire i caratteri captcha antispam e premere “Enviar”.
Se non avete effettuato la registrazione al sito, vi sarà inviata un email di conferma al vostro indirizzo. Unico neo, non consente di inviare allegati, ma se non potete farne a meno vi consiglio L8r, solo che da qualche giorno è diventato a pagamento (bassissimo) per l’invio di email schedulate con gli allegati, il costo ora è di 1,99 USD per 100 email.
detto questo, vi dico che anche Google calendar offre un servizio del genere!

P.S. complimenti x il gioco on line!! ;-)

LoLLo - 25-11-2007 at 23:57

caspita... devo ammettere che nn è male visto che io mi scordo di tutto...ahahahaha arterio sclerosi! :D anche se devo ammettere che mandare messaggi multipli con una data di invio mi sembra un po' "fredda" come cosa... però magari per altri scopi può andare bene... :D e bravo il nostro peppins... :D

Location... 2

LoLLo - 26-11-2007 at 23:27

ultimamente mi sta proprio prendendo l'arte della fotografia paesagistica... :D e riesco anche a trovare luoghi molto inquietanti... :D

location2.jpg - 637kB

location herzog

ricser - 27-11-2007 at 15:35

Fiastra
http://it.wikipedia.org/wiki/Fiastra

E' un posto dove la natura è quasi incontaminata.. (quasi perchè tra i funghi nei prati si vede qualche segno di fuori strada che, incuranti, evitano le strade imbrecciate tagliando per campi)

Ecco alcune foto..


vallata.jpg - 30kB

location herzog

ricser - 27-11-2007 at 15:39

Ecco altre foto di Fiastra che ho scattato questa estate.. insieme a mio nonno..

casa.jpg - 16kB

ricser - 27-11-2007 at 15:40



prato.jpg - 34kB

ricser - 27-11-2007 at 15:40



panorama.jpg - 13kB

ricser - 27-11-2007 at 15:42



pascolo.jpg - 11kB

ESAMI DICEMBRE 2007...

LoLLo - 27-11-2007 at 22:46

SALVE PROFESSORE...SONO USCITI I CALENDARI DEGLI ESAMI E VORREI SAPERE (E ANCHE GLI ALTRI )SE CONFERMA LA DATA DEL SUO ESAME AL 13 DICEMBRE 2007 ALLE 9 DEL MATTINO.....
CI FACCIA SAPERE APPENA PUò
GRAZIE
LORENZO

*- Fra -* - 29-11-2007 at 00:18

sono la 348453 che ha firmato la petizione per il cagnetto "abominio d'arte" spero che il pazzo venga fermato

location

*- Fra -* - 29-11-2007 at 00:34

Cambio discorso posto anche io qualche location trovata nei dintorni.

esami a febbraio

carlo - 29-11-2007 at 01:06

nel caso ci fosse ancora qualcuno che volesse farlo... ma mi sembra che tutti quelli che m'hanno seguito lo hanno già svolto.

Eppre qualcuno vedo che c'è...

Ma non potrò esserci alla sessione che hanno fissato il 13.12.

se ci fosse qualcun'altro (annidato chissà dove) che vuole fare l'esame, l'indicazione è: a febbraio!

e poi

bene: mi sta molto bene che usiate il forum x segnalare cose interessanti

ESAME DI DICEMBRE 2007...

LoLLo - 29-11-2007 at 01:27

ci sono ancora altre persone che devono sostere l'esame con lei... me compreso! e comunque dovremmo anche affrettarci visto che dovremmo dare la laurea a breve... nn può tentare di posticipare prima di febbraio?!...
ci faccia sapere al più presto
grazie
Lorenzo

esame

ricser - 30-11-2007 at 12:14

Si... anchi'io dovrei dare l'esame

link utile

ricser - 30-11-2007 at 12:32

Vi segnalo un link utile.. una novità da E-bay.. mi sembra molto interessante e molto utile...

Annunci gratuiti.. divisi per province, dove qualsiasi utente può inserire, cercare, gratuitamente i suoi annunci come...

http://www.kijiji.it/

italian digital divide

ricser - 30-11-2007 at 13:30

il link al Blog di Beppe Grillo.. si parla di quanto l'italia sia indietro sul tasso di penetrazione della connettività

http://www.beppegrillo.it/2007/11/_testo_la_situa.html?s=n2007-11-2...

siamo al 17% su una media europea che è al 18% (dove incidono però paesi con uno tasso bassissimo rispetto a paesi come Danimarca, Olanda, Finlandia e Svezia che sono circa al 40%)

esame

michel@ - 30-11-2007 at 18:42

anche io dovrei sostenere l'esame...e dovrei darlo in questa sessione poichè a febbraio discuterei la tesi!
magari spostiamo il giorno...non so!

cercherò di capire se è possibile

carlo - 1-12-2007 at 00:02

trovare un'altra data...

ma dov'eravate?

avete seguite il corso?

chiamatemi 3393669717

e vediamo di trovare una soluzione

data esame

michel@ - 2-12-2007 at 11:40

io il corso l'ho seguito...
e per quanto riguarda la data, per me va benissimo qualsiasi giorno della settimana che va dal 17 al 23...
...è una proposta...io posso liberarmi in qualsiasi momento!


LoLLo - 3-12-2007 at 00:18

anche a me qualsiasi data va bene dal 10 al 22... che è sabato.... nn ho problemi! ci faccia sapere al più presto grazie...

esame

ricser - 3-12-2007 at 09:15

anche a me va bene qualsiasi giorno.. forse un po' meglio dal 17 al 22

credo proprio di avere problemi x quelle date

carlo - 3-12-2007 at 09:29



mi chiamate?

data esame

michel@ - 3-12-2007 at 16:14

ho chiamato il prof...
ci siamo accordatì così: io domani vado in direzione e propongo alla Verducci di sostenere l'esame appena possibile (si parla di gennaio) e di verbalizzare il tutto con la data della sessione di dicembre.
questo serve a chi deve sostenere la tesi a febbraio!!!
appena ho novità, vi faccio sapere

location 3

LoLLo - 3-12-2007 at 16:38

okis... grazie mikela.... attenderemo tue notizie... :D

approfitto per l'occasione per inserire altre location... :D ciao

location 3.jpg - 636kB

data esame

michel@ - 4-12-2007 at 13:32

l'esame è stato posticipato al 16 gennaio ore 15...
il prof arriva a civitanova alle ore 14.07 (del medesimo giorno)...magari qualcuno di noi lo va a prendere in stazione!
se ci sono cambiamenti vi farò sapere.

LoLLo - 5-12-2007 at 00:05

ok perfetto io sono presente... nn ci sono problemi! :) MASSIMA DISPONIBILITA'! :D

LoLLo - 5-12-2007 at 00:20

un po' di tempo a questa parte che ho scoperto un nuovo blog... e voi direte: "e allora?!"
bhè questo blog è un po' differente dagli standard a cui noi siamo abituati.... è interamente fatto in vignette fumettistiche....
racconta la scena che ha segnato la giornata... simpatico e divertente ed ogni giorno una cosa nuova... :D
BUONA NAVIGAZIONE

---> ERIADAN <---

LOQUENDO! IL LEGGI SCRITTURA INTERATTIVO! :D

LoLLo - 7-12-2007 at 16:57

CIAO... sfuticchiando per la rete ho trovato un sito che vi permette di dare voce alla vostra scrittura! voi inserite qualsiasi parola o frase e lui la rileggera secondo la pronuncia che gli impostate...

BUONA NAVIGAZIONE!

---> LOQUENDO! <---

peppino neroni - 9-12-2007 at 13:26

non funziona il Link che hai messo!!!

LoLLo - 9-12-2007 at 23:11

nn è colpa mia è proprio il loro server è KO! :D
ritentate più avanti... magari avrete più fortuna... hihi :D

ecco l'avviso x l'esame del 16.01.08

carlo - 9-12-2007 at 23:29

nel frattempo
in anticipo: buon anno!

Allegato: esame16.01.08.rtf (20kB)
Questo file è stato scaricato 313 volte


LoLLo - 11-12-2007 at 00:37

ciao mi sembrava doveroso inserire questo link che informa e spiega con lezioni semplici e chiare numerosi programmi e codici di internet visto che ormai è quasi obbligatorio almeno sapere di cosa si sta parlando quando qualcuno dice "scrip" "html" etc... ormai questo sito esiste da anni...:) e magari qualcuno nn lo conosce... sempre meglio far sapere... :D

---> HTML.IT <---

peppino neroni - 14-12-2007 at 09:00

Bologna Peer-To-Peer

Il Comune di Bologna sceglie il Motorshow per sperimentare, il prossimo weekend, P2P Major Events: progetto europeo che consente di creare comunità virtuali tramite smartphone
Chattare, scambiare file e, in poche parole, entrare a far parte di una comunità virtuale... mobile. È proprio questo l'obiettivo del progetto europeo P2P Major Events, che permette di creare un social network utilizzando un cellulare connesso a internet invece del proprio computer.
Il servizio sta per essere sperimentato in Italia dal Comune di Bologna, che ha scelto un evento con grande affluenza come il Motorshow. Per questo il 14 e il 15 Dicembre 80 utenti sperimenteranno il nuovo servizio telematico divisi in quattro gruppi da 20.
Cosa dovranno fare? Sostanzialmente il test prevede che gli sperimentatori "esplorino" la fiera automobilistica dotati di uno smartphone con connessione a internet. Avranno quindi il compito di parlare via chat, scambiarsi fotografie e organizzare gruppi di discussione con tutti gli utenti connessi.
La tecnologia Peer-To-Peer, ben conosciuta grazie a programmi come e-Mule, trova qui una nuova applicazione come mezzo di aggregazione intorno a eventi particolarmente importanti, ma il progetto non si ferma qui. Oltre a "fare comunità", i cellulari saranno anche usati come piattaforme informative, diventando dei terminali mobili per ricevere indicazioni sull'accessibilità al quartiere fieristico e ogni tipo di informazione sulla città, gli uffici e i servizi disponibili.
P2P Major Events è già stato provato sul campo da altre due città aderenti alla sperimentazione: il Comune di Terrassa (Spagna), che ha testato il servizio lo scorso Marzo durante la manifestazione "Vallparadis Park Picnic Jazz", e il Comune di Saarbrueken (Germania), che ha condotto la sperimentazione all'"Old Town Festival 2007" di Giugno.

mySpace<->skype

ricser - 15-12-2007 at 15:59

MySpace il social network più popolare del mondo, e Skype, la principale società di comunicazione via Internet, hanno annunciato una partnership per arricchire la comunità MySpace con le chiamate Skype. Con più di 110 milioni di utenti mensili attivi su MySpace e i 220 milioni di utenti registrati Skype in 28 nazioni, questa partnership collega due delle più popolari piattaforme di comunicazione su Internet per creare la comunità on line più grande del mondo.
"MySpace lM with Skype", è un nuovo prodotto che integra il popolare client IM (Instant Messaging) di MySpace -attualmente la piattaforma IM çon la più veloce crescita- con la capacità di chiamate vocali gratuite e di alta qualità Skype. La partnership permetterà agli utenti anche di collegare i loro profili, foto e avatar ai loro account Skype.

continua su..
http://www.aenigmatica.it/phpBB/viewtopic.php?p=1251338&sid=c6f102f...

vetrina personale badoo.com

ricser - 15-12-2007 at 16:20

Ecco un sito giovane:
http://badoo.com/

12 milioni gli iscritti in tutto il mondo, pochi rispetto a mySpace.. ma in crescita

Una vetrina (che resta per ora tale).. dove mettersi in mostra, incontrarsi, condividere foto e video..
http://badoo.com/about/

la bellezza al primo impatto è che puoi selezionare nel mappamondo.. una città precisa e trovarci il tuo vicino di casa in pose fotografiche, seminudo (se andassero più oltre di un piccolo passo sarebbe un sito sexy).. per esempio ecco cosa viene fuori se digito "Macerata"
http://badoo.com/search/?lookfor=N&age_f=18&age_t=80&location=29_56...

inoltre la possibilità di votare gli utenti per far salire la propria "reputazione" virtuale

molto carino... ma quanti ce ne sono nel web di questi siti? libera scelta e dispersione..

google diventa nero

ricser - 17-12-2007 at 11:36

http://www.blackle.com/

Google si trasforma in nero per risparmiare l'energia

allego un'email ricevuta..
SE GOOGLE AVESSE UNO SCHERMO NERO, VISTA LA GRANDE QUANTITà DI PERSONE CHE LO USANO, SI CALCOLA CHE SI RISPARMIEREBBERO CIRCA 750MEGAVAT/ORA ANNUALMENTE.

COME RISPOSTA A QUESTO GOOGLE HA CREATO UNA VERSIONE IN NERO, CHIAMATA BLACKLE, CON ESATTAMENTE LE STESSE FUNZIONI DI QUELLA IN BIANCO, PERò, OVVIAMENTE, CON UN CONSUMO DI ENERGIA MINORE...

FALLO SAPERE E USALO, OGNI PICCOLA COSA CONTA, NO?....

camillaR - 17-12-2007 at 14:57

Caspita! Google versione nero è una bella idea soprattutto con lo spreco di energia che c'è!
Poi io adoro il colore nero... sembra fatto apposta per me!

SIMCITY SOCIETIES!

LoLLo - 17-12-2007 at 15:06

Ripreso anche dal libro del prof...uno dei miei giochi preferiti da quando ero bambino... la creazione di una città dettato dalle mie leggi... entrate ed uscite di denaro, il gioco manageriale per eccellenza. Dopo anni di attesa ritorno più bello che mai... SIMCITY SOCIETIES! in questa versione puoi costruire la tua società... dalla dittatura alla democratica, dalla società occidentale a quella orientale, da quella futuristica a quella passata.... si ha solo l'imbarazzo della scelta! e con una grafica nettamente superiore alle altre.... vi posto alcune immagini e video come sempre...
La mia?! decisamente... DITTATORIALE!!

BUONA VISIONE!



simcity societies.jpg - 522kB

The Sims 2

camillaR - 20-12-2007 at 16:59

Fra i videogiochi di simulazione di vita reale io preferisco The Sims 2 che è sempre della EA Games come SimCity.
I Sims sono gli abitanti di SimCity e i protagonisti di questo gioco. L'attenzione infatti viene spostata dal controllo della città, al controllo delle singole famiglie di abitanti.
E' possibile creare infiniti Sim con l'uso dell'editor, dotato di numerose funzionalità aggiuntive rispetto a quello già presente in The Sims, fra le quali la possibilità di modificare i tratti somatici dei Sim e una maggiore libertà nella scelta dei vestiti.
I Sims vivono nelle case di SimCity che possono essere modificate o interamente create dal giocatore. Come per The Sims, per The sims 2 esistono varie espansioni come University, Nightlife, Funky Business,
Pets, Seasons, World Adventure e Free Time.



the_sims2_.jpg - 507kB

LoLLo - 21-12-2007 at 01:31

grande milli.... sto gioco è uno spasso... ci giocavo anche io.... ovviamente io sono uno dei personaggi standard... XD ehehehehe
che tutto il mondo conosca e diventi dipendete da questi giochi!! XD

diapofilm o interaction design?

natascia - 21-12-2007 at 11:32

Salve, spero non sia fuori luogo questa richiesta.
Stavo cercando su internet la parola DIAPOFILM ed ho trovato questo sito http://www.marcopolomultivisioni.it/home.asp?cpg=spettacoli

l'ho trovato interessante perché credo che richiami qualcosa dell'interaction design e siccome avevo linkato alcune cose sull'argomento mi è sembrato opportuno farlo.
...ma non riesco a chiarire il dilemma che mi affligge per la tesi...cos'è un diapofilm?
Forse lei prof. può aiutarmi su questo problema. Grazie e scusi se mi sono fatta viva solo ora ma ne parleremo meglio il 16 gennaio quando verrò a dare l'esame.

interaction design

michel@ - 27-12-2007 at 09:10

Lo scorso anno ho avuto l'occasione di visitare, al Teatro Palladium, "Sensi Sotto Sopra", una mostra del Romaeuropa Festival, sezione Arte e Tecnologia.

Sensi Sotto Sopra apre gli orizzonti della percezione capovolgendo il rapporto abituale tra lo spettatore e l’opera. Per via del loro carattere immersivo ed interattivo, le opere presentate, ad alto contenuto tecnologico, propongono non più un punto di vista ma una molteplicità di angoli di visione. Questo percorso sconvolge la normale fruizione di un teatro, investendone tutti gli spazi, cambiando il modo stesso di esservi presenti per coinvolgere il pubblico in modo curioso e dinamico. Gli artisti presentati sono cresciuti con le nuove tecnologie e nell’ambito della nostra società dell’informazione.

Vorrei condividere ciò che ho avuto l'onore di vedere... e non solo!

Questo è l'elenco delle opere e degli artisti che hanno partecipato:

- Six inventions remarquables, Pierrick Sorin
- BodySPIN, Time’s Up
- Striptease / Step Motor Animation, Christian Partos
- Hanoscop, David Moises
- BeNowHere, Interactive Romy Achituv
- The Scream, Gregory Barsamian
- Hemisphere, Ulf Langheinrich
- Cancello la tua traccia, Du Zhenjun
- Tentatives d’épuisement d’un lieu: Berlin, Marie Maquarie
- Helikopter, Holger Förterer
- Lo strangolatore di Boston, Richard Fleischer
- TV predator, Sébastien Noël @ Troika
- Il soffio sull’angelo, Studio Azzurro

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 27-12-2007 at 10:08

Tra dadaismo e illusionismo, travestimento e autoritratto, l'incorreggibile artiste-vidéaste
francese Pierrick Sorin si diverte a riprodurre la sua immagine in eccentriche figurine sotto forma di ologrammi che si agitano in curiose scatole trasparenti. Al loro interno si svolgono improbabili esperimenti con l’ausilio di altrettanto improbabili invenzioni: un visualizzatore di immagini mentali, un teletrasportatore, un operatore personale di chirurgia facciale…solo per citarne alcune.
Da oltre vent'anni Sorin - che si
autodefinisce “artista solitario, sciocco e alquanto agitato” - fa le sue incursioni nei luoghi di culto dell'arte contemporanea a Parigi, Londra, New York.

http://www.pierricksorin.com/video.htm

01_Immagine.jpg - 62kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 27-12-2007 at 10:18

Time’s Up è un gruppo di lavoro per la costruzione di situazioni sperimentali, con sede in Austria, che si avvale della partecipazione di artisti, ricercatori e biomeccanici provenienti da tutto il mondo. In due interessanti filmati viene proposta la documentazione dell’esperimento BodySPIN (Spin sta per Spherical Projection Interface, Interfaccia di Proiezione Sferica).
Si tratta di uno spazio virtuale immersivo, ovvero una struttura sferica di tre metri con una tecnologia in grado di reagire ai movimenti, al battito cardiaco, al respiro di chi è al suo interno, traducendone gli impulsi in immagini proiettate sulle pareti virtuali.

http://timesup.org/spin/

02_Immagine.jpg - 23kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 27-12-2007 at 10:32

Christian Partos, svedese, costruisce un palcoscenico in miniatura dove un sistema di proiezioni incrociate genera l’illusione di uno spogliarello in assenza di un corpo ed elabora il concetto di scorrimento veloce dei fotogrammi applicandolo a un movimento circolare che ha per soggetto un bimbo che piange.

http://www.partos.se/Sidor/Strip.htm

03_Immagine.jpg - 122kB

web

peppino neroni - 28-12-2007 at 10:20

Rupert Murdoch: più internet, meno tv

Rupert Murdoch ha messo in vendita 9 televisioni ottenendo 1.1 miliardi di dollari per rimpinguare le casse News Corp dopo l'acquisizione del Dow Jones. Per il magnate assume così sempre maggiore importanza il web. Ed alcune ricerche gli danno ragione
Rupert Murdoch sembra avere le idee decisamente chiare su quello che è il futuro del mondo dei media. Così come anni fa esplicità il proprio pensiero con una spassionata arringa nei confronti del mondo di internet (anticipando di pochi mesi l'acquisto di MySpace), ora Murdoch alleggerisce il proprio cospicuo portafoglio di alcune proprietà nel mondo televisivo.
Più internet e meno tv: in parallelo a quelle che sono le scelte dell'utenza, Rupert Murdoch ha intimato alla propria News Corp di far fuori parte delle proprietà nel mondo televisivo, ove Rupert Murdoch detiene un vero e proprio impero basato sui nomi Sky e Fox. A comprare la parte ceduta dalla News Corp è la società di private equity Oak Hill Partners, con transazione che si chiuderà nella seconda metà del 2008 per un controvalore di 1.1 miliardi di dollari.
Nove le televisioni cedute nel pacchetto in uscita (le quali andranno ad accrescere la piattaforma Local Tv eretta su una precedente operazione con il New York Times). Il valore in entrata, invece, dovrebbe andare a rimpinguare le casse News Corp dopo la recente onerosa operazione di acquisto operata sul nome Dow Jones. Va ricordato inoltre come la News Corp a partire dal 2008 opererà in proprio la raccolta pubblicitaria per la propria divisione online, dunque è sulla rete che il gruppo punta ad ottenere i risultati più interessanti per il prossimo futuro.
La scelta di Rupert Murdoch sembra essere dettata da una necessità contingente, ma l'opzione è anche supportata da alcune statistiche che vanno a premiare la bontà della distribuzione dei contenuti sui nuovi media. Una ricerca Experian Research Services, infatti, avrebbe dimostrato come gli utenti del media informatico siano molto più coinvolti durante la visione delle pubblicità (+47%), con attenzione che risulta maggiore anche nella visione degli stessi contenuti trasmessi (+25%). La maggiore ricettività dell'utenza, inoltre, trova una utile "coda" nella visita di siti dedicati che permettono di avvicinare l'utente all'azienda, con maggior redditività delle campagne e nuove opportunità per innovativi marketing mix.

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 28-12-2007 at 13:57

Moises è una sorta di inventore che crea veicoli e apparecchi domestici dalla veste ironica a partire da frigoriferi, tavole da stiro, frullatori, caschi da parrucchiere, biciclette, etc. Rielaborando un prototipo degli anni Sessanta che dà anche il nome all’installazione, Moises ottiene da un monitor LCD in rapida rotazione delle immagini animate.

http://www.davidmoises.com/

04_Immagine.jpg - 59kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 28-12-2007 at 14:03

Un sistema di proiezione su una parete lascia scorrere dei filmati della durata di un minuto girati in quattro città indicate dall’UNESCO come luoghi di patrimonio culturale a rischio: Dubrovnik, Timbuktu, Gerusalemme, Angkor. Lo spettatore ha la possibilità di “dirigere” la proiezione intervenendo nella sequenza lineare del filmato e creando una sorta di montaggio cinematografico del tutto personale, grazie a un semplice mouse.

http://www.gavaligai.com/main/interactive.html

05_Immagine.jpg - 6kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 28-12-2007 at 14:09

Gregory Barsamian crea delle sculture in gesso che riproducono una sequenza (qui un volto deformato da un grido) installandole su una struttura in ferro a raggiera con movimenti orizzontali, verticali e diagonali. La sensazione dello scorrere delle immagini è provocata dal movimento di oggetti tridimensionali illuminati da luci stroboscopiche sincronizzate. Basate sul principio della persistenza dell’immagini, queste sculture animate sono azionate da un motore utilizzato in applicazioni industriali, una tecnologia relativamente semplice che può essere osservata dallo spettatore per comprendere la dinamica del movimento e dell’illusione stessa.

http://www.gregorybarsamian.com/media/start.html
andate nella sezione sculture...ne vale la pena!!!

06_Immagine.jpg - 100kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 28-12-2007 at 14:22

Installazione presentata in prima mondiale, si tratta di una cupola di 10 metri di diametro sospesa sulla platea che diventa spazio aperto per una stimolazione multisensoriale ‘immersiva’. Un sistema di proiezioni avvolge letteralmente il pubblico sovrastato dal gigantesco emisfero luminoso, con gli impulsi visivi e uditivi ideati dall’artista
tedesco Ulf Langheinrich. Il progetto della struttura si deve a Jeffrey Shaw, importante ricercatore nel campo del cinema digitale interattivo.

http://www.epidemic.net/photos/ulf/indexgb.html

07_Immagine.jpg - 69kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 28-12-2007 at 14:30

Il visitatore cammina lungo un corridoio di 4x12 m coperto da un tappeto in pvc. I suoi spostamenti sono seguiti da tre figure indaffarate a cancellare le sue tracce. Il visitatore non può muovere un passo senza veder apparire ai suoi piedi questi corpi con stracci, spazzole, aspirapolvere, preoccupati di cancellare la sua presenza prima ancora che se ne sia andato.

http://membres.lycos.fr/duzhenjun/

08_Immagine.jpg - 165kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 28-12-2007 at 14:33

La giovane artista francese rielabora con tecniche digitali i suoi carnet di viaggio, alla ricerca dell’anima nascosta delle grandi città. Le riprese di Tentative d’épuisement… sono state realizzate attraversando la zona est di Berlino a bordo dei treni sospesi della S-Bahn: dalla metropolitana in corsa la telecamera cattura case, giardini, blocchi di cemento e
spazi vuoti che, dopo un laborioso procedimento di incastro e manipolazione digitale, vengono restituiti al pubblico come un viaggio fantastico in cui la prospettiva, ribaltata da un sistema di riflessione speculare dell’ immagine, diventa profondità e abisso, un viaggio che potrebbe svolgersi ovunque e in nessun luogo.

http://www.edvdistribution.com/eng/Maquaire.html

09_Immagine.jpg - 24kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 28-12-2007 at 14:37

Camminare sull’acqua, virtualmente. Concepita come scenografia interattiva del
balletto Helikopter di Angelin Preljocaj, l’installazione omonima viene presentata in una nuovissima versione destinata al pubblico dell’arte contemporanea. Un sistema di infrarossi recepisce il passaggio umano mentre il pavimento stesso si anima di specchi d’acqua, nubi di fumo o pattern astratti in movimento sincronizzato con la presenza umana.

http://www.foerterer.com/helikopter/index.htm

10_Immagine.jpg - 144kB

peppino neroni - 28-12-2007 at 17:51

Joost Italia, Il nuovo modo di intendere la TV
N3TV, nuovo progetto di Tommaso Tessarolo
N3TV, nuova webtv del panorama italiano, grafica semplice e sito abbastanza fruibile.
e veramente eccezzionale! parola mia! se non lo conoscete già, vi invito formalmente a buttarci un paio di "clic".
Dico questo xchè desrivervi il sito sarebbe totalmente riduttivo.
Riporto alcune delle parole presenti al sito:
"N3TV “Free To Net Television”, emittente generalista interamente online ideata e sviluppata da Tommaso Tessarolo.
Il progetto nasce sul web nel bel mezzo del mondo dei blog, con l’obiettivo di portare tante eccellenti esperienze di nicchia fino al grande pubblico.
N3TV ha, perciò, già stretto importanti partnership editoriali e l’offerta è destinata ad un progressivo arricchimento.....
........L’ iniziativa sarà ricca di numerose funzionalità tipiche dei social network e dei blog, inoltre promette una grande interazione con il pubblico, per maggior dettagli visitate N3TV oppure scrivete a info@n3tv.it."

ora vi indico il blog da dove nasce tutto:

http://www.joostitalia.blogspot.com/

http://www.joost.com/

per saperne di più:
http://it.wikipedia.org/wiki/Joost



Sensi Sotto Sopra

natascia - 29-12-2007 at 21:07

Anch'io ero a Roma a vadere i sensi sottosopra e sono stata affascinata all'ambiente che se non ricordo male si chiamava"cancello le tue tracce" innanzitutto per la senzazione che ho provato all'interno di questa stanza, quasi un senzo di fastidio, ma era troppa la curiosità, di capire come funzionava l' interazione. Nella stanza addiacente fatta con sensori infrarossi concepita come scenografia interattiva per il balletto Helikopter di Angelin Preljocaj, specialmente quando c'era l'effetto dell'acqua (come nella foto) che mi dava più la senzazione di "prcezione avanzata" ma reale, visibile di quello che chiamano "aurea".
Tutto molto interessante sia dal punti di vista tecnico (servono degli esperti) si da quello senzioriale. Da provare!

peppino neroni - 1-1-2008 at 11:48

2008 volte auguroni a tutti i forumisti

peppino neroni - 1-1-2008 at 15:02

Internet mobile, social network, cellulari, palmari. Ecco cosa ci attende nel 2008
Come sarà il neonato 2008, dal punto di vista di internet e della tecnologia? Beh, ovviamente non abbiamo una palla di cristallo, né vogliamo inventare nulla. Però qualche considerazione la possiamo certo fare. L’anno che si è appena concluso ha dato solo un assaggio della potenza di internet in mobilità e di tutti i servizi ad esso collegati. Per questo, sicuramente, il 2008 sarà l’anno dell’integrazione internet-cellulari-computer, con prodotti sempre più innovativi e “futuristici”.

Internet, insomma, diverrà “mobile” per tutti. Le tariffe degli operatori telefonici (speriamo) dovrebbero iniziare a calare, la penetrazione di cellulari e palmari dovrebbe essere sempre maggiore (finalmente arriverà anche in Italia l’iPhone) e l’utilizzo delle connessioni Wi-Fi diventerà una normalità, oltre che nelle case, anche nelle strade, nelle piazze e nei luoghi pubblici. L’iPhone che arriverà nel nostro Paese ci riserverà sicuramente tante nuove sorprese (versione 3G, nuovo firmware, forse localizzatore Gps, migliore fotocamera e spazio di archiviazione maggiore), ma anche il mondo dei cellulari e dei palmari si muoverà nella direzione di apparecchi sempre più integrati e dallo schermo tattile che sfrutteranno le tecnologie connesse alla rete, come il VoIP.

E poi - ancora - ci sarà Android, il sistema operativo per cellulari by Google, che arriverà nell’ultima parte del nuovo anno, e che rappresenterà una vera novità nei confronti degli avversari Windows Mobile e Symbian. Insieme a cellulari e sistemi operativi, ovviamente, vedranno la luce anche i browser “mobili”, con Opera e Firefox in prima fila. Nel 2007 c’è stato anche un vero e proprio boom per social network, web-apps e startup che sono spuntati, come i funghi, a migliaia: il 2008 molto probabilmente vedrà lo spostamento (o l’adeguamento) di molti di questi servizi anche al mondo mobile.

Per quanto riguarda il software, poi, c’è grande attesa per il Service Pack 1 di Windows Vista (che dovrebbe - sperano in molti - migliorarne le sorti), per il Service Pack 3 di Xp, e ovviamente ci saranno anche diverse novità dalle nuove versioni delle distribuzioni Linux. Questo, insomma, era solo un piccolo assaggio di tutto ciò che ci aspetta nel nuovo anno. Un anno, ci scommettiamo, che sarà pieno di novità tecnologiche come piacciono a noi.

ottima antenna

carlo - 2-1-2008 at 00:59

peppino, vai così!
il forum si rivela con il tuo tocco un'ottima opportunità di sguardo sugli scenari digitali
ma avevi letta questa?
http://www.performingmedia.org/su-left-in-edicola-il-web-al-popolo/...

fatti a vedere quando vengo x gli esami e ti racconto di ciò che si muove nel Piceno.
Se interessa a qualcun'altro si faccia vivo.

buon 2008 (bisestile)

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 2-1-2008 at 15:09

Tv predator è un congegno che si cela all’interno di un’innocua cornice da appendere alla parete, tenendone segreta la funzione al destinatario. Con dei circuiti simili a quelli di un normale telecomando, l’apparecchio è programmato per disturbare il televisore acceso cambiando canale, togliendo l'audio, mutando i colori in bianco e nero, oppure accendendolo di notte a tutto volume, all’insaputa dell’ignara vittima. Alla base del design concettuale e provocatorio del collettivo londinese Troïka c’è una riflessione sul ruolo delle macchine nella nostra vita: Le macchine pensano? Giocano? Fanno associazioni e stabiliscono differenze? Insomma, hanno un’anima? Monologhi bluethooth e fantasia wireless. Mentre la loro fisicità scivola sempre più nel regno dell’elettromagnetico, i loro comportamenti divengono sempre più umani. Niente di straordinario, appena un altro passo nel regno del magico (Sébastien Noël ).

http://www.troika.uk.com/tvpredator.htm

12_Immagine.jpg - 19kB

Sensi Sotto Sopra

michel@ - 2-1-2008 at 15:15

Il cielo sospeso trascorre su tre grandi paracadute rovesciati e si anima di corpi umani alla deriva. Una popolazione di naufraghi che, muovendosi in modo appena percettibile, cerca di aggrapparsi ad alcuni oggetti-simbolo. L'involontaria presenza dei visitatori scatena un soffio d'aria che colpendo i teli farà scivolare via questi esseri. Riprenderanno dopo poco il lento ed etereo racconto di una salvezza rinnovata (Studio Azzurro). Studio Azzurro indaga da più di venti anni le possibilità poetiche ed espressive legate ai linguaggi
delle nuove tecnologie. Attraverso videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, performance teatrali e film, ha segnato un percorso che è riconosciuto in tutto il mondo, da numerose e importanti manifestazioni artistiche e teatrali.

http://www.studioazzurro.com/corpus%2Bnav.htm

13_Immagine.jpg - 19kB

michel@ - 2-1-2008 at 15:21

auguri di buon anno a tutti!!!!!

interaction design

michel@ - 2-1-2008 at 17:03

Altra esperienza interessantissima è stata quella di partecipare alla videoambientazione interattiva di Studio Azzurro allestita (non in maniera completa) ad Urbino.
Il titolo dell'opera era "totale della battaglia". A terra vi erano quattro pannelli (sorte di buche) sovrastati da un videoproiettore e un sensore acustico.
All'emissione, da parte dello spettatore, di un suono, come ad esempio il battito delle mani o la propria voce, si avviavano le video-proiezioni.
L’opera simula una serie di materie che nascondono la presenza di vari personaggi. Sono corpi che evocano, una volta rivelati, alcune fasi di combattimenti, coreografati ispirandosi ad alcuni particolari di una delle tavole della Battaglia di S.Romano del Paolo Uccello.
Le grida di guerra mescolate a quelle degli spettatori, creano un unisono inquietante.

C'è un riferimento alle guerre contemporanee dove un nuovo equilibrio di forze è fondato non più tanto sugli esplosivi, quanto sulla potenza istantanea dei captatori, dei sensori, dei telerivelatori elettronici, che osservano, vedono, "fissano". Vi è quindi un congiungimento tra antica battaglia e moderna tecnologia

E' un'esperienza che non si limita al vedere, ma diventa un'immersione totale.

http://www.studioazzurro.com/corpus%2Bnav.htm

immagine allegata: Paolo Uccello,"Battaglia di San Romano", 1450.





battaglia di san romano_Paolo Uccello.jpg - 26kB

studio azzurro_totale della battaglia

michel@ - 2-1-2008 at 17:07



03.jpg - 44kB

peppino neroni - 2-1-2008 at 21:38

Grazie prof.
x avermi fatto notare il suo articolo, avevo letto qualcosa del genere, ma più ce nè e meglio è! ;-)

E grazie x l'invito, verrò sicuramente all'esame!

studio azzurro_totale della battaglia

michel@ - 3-1-2008 at 15:33



foto_assemblate_orizzontale.jpg - 175kB

camillaR - 4-1-2008 at 11:23

Buon 2008 a tutti... anche se un pò in ritardo!

peppino neroni - 5-1-2008 at 09:29

ChaCha, il motore di ricerca umano via SMS

Con un semplice SMS i possessori di cellulari potranno interrogare il motore di ricerca ChaCha e le sue 30000 guide in carne e ossa. Flessibile e immediato, il nuovo servizio potrebbe conquistare chi è poco avvezzo all'utilizzo del Web
Debutta in questi giorni il nuovo sistema di ricerche online via cellulare offerto dal motore di ricerca ChaCha. L'innovativo servizio consentirà agli utenti di inviare le chiavi di ricerca tramite un comune SMS cui ChaCha risponderà con un successivo messaggio con la risposta alla domanda inviata. A differenza di quanto si possa immaginare, il servizio offerto da ChaCha non è automatico, ma prevede la presenza di una "guida" in carne e ossa per fornire le risposte agli utenti.


Inviando un SMS al numero 242242 (negli Stati Uniti), gli utenti possono: richiedere informazioni sugli elenchi telefonici dei privati e commerciali, ottenere indicazioni stradali per raggiungere una determinata destinazione, chiedere la definizione o lo spelling di una parola particolarmente complessa o sconosciuta, richiedere curiosità e anedotti, nonché ottenere informazioni e testo di una canzone. La presenza di un essere umano all'altro capo del terminale consente una considerevole flessibilità del sistema e la possibilità di formulare richieste con abbreviazioni, slang e modi di dire via SMS. Il nuovo servizio offerto da ChaCha dovrebbe aprire le potenzialità praticamente infinite del Web anche ai meno esperti e ai possessori di telefonini basic, privi delle numerose funzionalità di cui sono dotati i costosi modelli di alta fascia.

ChaCha dispone già di circa 30.000 pigmalioni informatici, che quotidianamente contribuiscono alla gestione delle numerose ricerche effettuate dagli utenti sul portale del motore di ricerca. Il nuovo sistema disponibile per i cellulari potrebbe fare breccia tra i milioni di utenti che non utilizzano il Web, ma fanno un largo uso dei servizi di text messaging offerti dalle compagnie telefoniche. Nella sua prima fase di lancio, il servizio sarà completamente gratuito e consentirà agli utenti di sperimentare efficacia e attendibilità delle risposte fornite da ChaCha. In un secondo momento, i servizi offerti dal motore di ricerca dovrebbero diventare a pagamento. Gli utenti saranno disposti a pagare per un servizio di questo tipo? Difficile dirlo, a questa domanda un SMS di risposta non sarebbe probabilmente sufficiente.





news.jpg - 5kB

The Sims 2: nuova espansione in arrivo!

camillaR - 6-1-2008 at 14:20

Secondo le prime indiscrezioni, la settima espansione di The Sims 2 dovrebbe uscire a febbraio 2008.
The Sims 2: Free Time permetterà finalmente di dedicarsi agli hobby dei propri personaggi in una saga videoludica che allarga la schiera degli appassionati ogni giorno di più.
Tra gli hobby disponibili, giocare a football e studiare danza, riparare automobili, costruire trenini e dedicarsi alla vita all’aria aperta.
E si potranno incontrare altri Sims con le nostre stesse passioni, aumentando le abilità personali, la propria capacità di relazione e aumentando di rimando le possibilità di soddisfare le proprie aspirazioni.
Vi sarà la possibilità di creare nuovi oggetti da usare, e i nostri Sims potranno scoprire la seconda grande aspirazione della loro esistenza, con la possibilità di sbloccare goodies segreti per diventare veri esperti, e volendo maestri, nel proprio hobby preferito.
Hobby che spaziano dalla scienza all’artigianato e allo sport. Tra i più curiosi, l’hobby della ricerca di vita aliena nello spazio. Una volta divenuti esperti, si potrà competere in gare appositamente create e rivendere gli oggetti costruiti.
Ogni situazione presenterà momenti inaspettati e divertenti, in grado di movimentare la vita dei propri Sims in maniera veramente inaspettata. Un’espansione che si preannuncia ghiotta di novità e che in prospettiva non dovrebbe deludere i fan più accaniti.


ok notizie. L’informazione che fa il cittadino

ricser - 8-1-2008 at 10:23

piccoli cambiamenti quotidiani, o meglio, altri passi in avanti verso il nuovo sistema dell’informazione.
Dove non ci sono più giornalisti tariffati ad articolo pubblicato (che soffrono la fame e pur di pubblicare scrivono tutto e niente), né capi redattore che decidono cosa viene pubblicato e obbligano i dipendenti alle loro manie di stampa (es: trovare a tutti i costi entro 24ore la foto del ragazzo o della ragazza morta poche ore prima), né stato che finanzia testate di giornale anche quando il giornale non si vende (ho fatto caso che il giornale sono come i videogiochi per i politici, ci fanno continuamente un batti e ribatti, alla Street Fighter, ogni round è un quotidiano, e se lo comprano tra loro).

L’informazione, come saprete, la fa l’utente, la fa un cittadino comune, non serve essere iscritti all’albo, o avere amici in direzione, serve però essere registrati(ma è gratuito). Ecco di cosa parlo:
http://oknotizie.alice.it/

E’ made in Italy e si vuole chiamare “editoria sociale”
E’ come tanti altri? Ni..perchè come novità ha l’opzione che se una notizia è di gradimento o di cattivo gusto può essere votata Ok o NO semplicemente ciccando in un pulsante comune a tutte le notizie (posto in alto a sinistra); questo permetterà alla notizia di andare(salire) in prima pagina se ovv. più votata, oppure di scendere.

Se volete vedere il regolamento http://oknotizie.alice.it/help

ricser - 8-1-2008 at 15:02

Natascia ha scritto:
Stavo cercando su internet la parola DIAPOFILM ed ho trovato questo sito http://www.marcopolomultivisioni.it/home.asp?cpg=spettacoli />
_________

molto bello

quando si butterà via la tv in cucina per metterci un pc?

ricser - 10-1-2008 at 14:17

Stanno nascendo e cominciano a farsi conoscere Web tv, BlogTV (ancora e sempre di “television” si parla), siti web dove è possibile vedere, senza obblighi di canone né pubblicità, contenuti multimediali come cortometraggi, videoclip musicali, interviste, reportage e nuovi format che associano viedo-audio interviste con la lettura (vedi le interviste di beppe grillo). In più la possibilità (importante) di commentare i filmati da parte dei webspettatori, liberi di criticare o di apportare ulteriori approfondimenti sia con testi che con link a siti o video, propri o altrui. Così l’informazione è data al singolo utente che sceglie la strada della sua comprensione, può tornare indietro se perde un indizio e non è obbligato ai 3 min mozzafiato dei telegiornali.
E questo direte..si sa!
Quello che non si sa invece è quando questa società potrà accettare di buttare tra i rifiuti speciali questa - per noi - odiata televisione sostituendola con un monitor per internet.
Una domanda che sembra una sorta di ammutinamento da parte di noi pochi “internet amatori” contro l’altra “alta classe” (come si autodefiniscono ogni giorno.. a tal proposito fatevi 2 risate con questo
tg2 costume e società
ma invece vale perché internet dovrebbe farsi conoscere a chi ancora non usa il pc.
Altrimenti se la situazione (che dipende dalla politica parlamentare e televisiva) rimane così è come se si creasse giorno per giorno un muro tra la tv e il web, barriera che dipende forse dalla strumentalizzazione della prima contro la libertà ancora presente nella seconda.. se non cambiasse con i fatti, gli investimenti in azioni di cultura, cmq fra 30 anni (un’altra generazione) tutti sapranno usare il computer ed internet.. ma c’è un’altra preoccupazione.. oggi chi ha il potere può imprigionare la libertà del web con nuove leggi.. ovviamente dipenderà da noi essere attenti a quello che fanno.
E per chi vuole un cambiamento a breve?
Allora penso che ci voglia ancora più impegno, uscire dal web per farlo conoscere alle generazioni che non lo hanno imparato = genitori, zii, nonni.. impresa difficile ma non impossibile
Ed intanto si può sperare e divertire con le neonate blog tv come:
http://www.tbtv.it/homepage.xsp

Google: presto YouTube arriva in tv

camillaR - 10-1-2008 at 18:46

Google arriva in tv, gia' dalla prossima primavera: l'indiscrezione, partita da Tokyo, e' diffusa al Ces di Las Vegas. L'accordo e' tra la Panasonic della nipponica Matsushita e Microsoft e prevede la messa a punto di un apparecchio tv al plasma con il quale si potra' direttamente accedere ai siti di Google, come Picasa (per la condivisione di foto e YouTube), la piu' importante video web community pagata dal colosso di Mountain View la cifra record di 1,65 mld di dollari.

Islam: nasce minareti. it

camillaR - 10-1-2008 at 18:56

http://www.minareti.it, il nuovo portale che si proporra' di informare il mondo arabo-islamico residente in Italia. A crearlo e' stato Khalid Chaouki, direttore editoriale. 'Minareti e non Minareto - dice Chaouki - perche' l' agenzia rappresentera' un osservatorio attento al dibattito tra i musulmani non solo in Italia, ma a livello europeo e mondiale, oltre a monitorare le esperienze di dialogo interreligioso tra le due sponde del Mediterraneo'.

http://www.minareti.it/

BILL GATES LASCIA MICROSOFT!

LoLLo - 12-1-2008 at 13:19

Bill Gates racconta il futuro della Microsoft il giorno in cui annuncia anche l'addio alla guida della multinazionale. Lo ha fatto domenica notte all’International Consumer Electronic Show di Las Vegas (Ces), grandiosa convention di elettronica tra le più importanti al mondo. Bill Gates parla della Microsoft ma in generale delle nuove tecnologie, che stanno diventando sempre più adattabili alle esigenze dell'uomo e che diventeranno presenza costante e quotidiana ogni giorno di più.
Il progetto è di lasciare la guida della microsoft entro il prossimo giugno. Il suo scopo di vita ora è dedicarsi alla filantropia. Dovrebbe essere stata questa la sua ultima apparizione in pubblico da numero uno della Microsoft. Entro giugno lascerà il timone del colosso informatico per dedicarsi completamente alla filantropia e in vista del congedo ha scelto proprio il Ces per esplorare il futuro del software nell’era digitale. Bill Gates così non parla come spesso accade nei suoi discorsi delle ultime novità della sua azienda, come il discusso Windows Vista, ma di scenari futuri. Una delle novità in cui crede molto è la tecnologia Sync, che permetterà di ascoltare musica e telefonare in auto. Dal 2009 sarà disponibile su tutte le auto Ford, Mercury e Lincoln.

Immondizia all'asta su e- Bay

camillaR - 13-1-2008 at 12:12

'Immondizia campana doc, varie metrature. Affarone'.
Sacchetti di immondizia sono in vendita all'asta sul sito internet 'e-Bay'. L'annuncio e' corredato dalle foto delle montagne di rifiuti che invadono strade e piazze ormai da tre settimane.
Accade a Torre Annunziata dove, per provocazione, si e' deciso di mettere all'asta i cumuli di pattume. L'annuncio dice: 'Immondizia di oltre 30 giorni. Se acquisti piu' immondizia paghi sempre una sola spedizione'.

straordinario!

carlo - 13-1-2008 at 15:31

state usando il forum come una vostra piattaforma ricca di link.
Ottimo risultato.

E' questa la didattica che auspico: ragionare condividere le info su ciò che ci sta accadendo intorno, nel moto vorticoso dell'avanzamento tecnologico da tradurre in linguaggio e comportamento creativo.

L'esame è il 16.01 alle ore 15

arrivo in treno ( mi vengono a prendere degli amici).

Quindi ci vediamo in Accademia
anche con chi non deve fare l'esame
e ci confrontiamo al volo.

diapofilm o diaporama o audiovisivo fotografico

natascia - 15-1-2008 at 12:01

durante le mie ricerche per la tesi ho trovato questo link http://digilander.libero.it/gfcontroluce/audiovis.htm

Adsl: Sardegna prima in banda larga

camillaR - 15-1-2008 at 13:39

Entro il 2008 la Sardegna sara' la prima regione in Italia che contera' sulla connessione con banda larga in tutti i suoi comuni.
Con il progetto Sics, anche i piu' piccoli comuni dell'Isola saranno serviti dall'Adsl attraverso la fibra ottica o ponti radio.
Lo hanno annunciato, il presidente della Regione Soru, e l'assessore degli Affari generali Dadea. Il primo intervento ha riguardato 105 comuni su 377 permettendo di superare la situazione di arretratezza tecnologica del 2005.

fanè

carlo - 15-1-2008 at 15:40

Quota:
Originariamente scritto da natascia
durante le mie ricerche per la tesi ho trovato questo link http://digilander.libero.it/gfcontroluce/audiovis.htm


solo ora capisco meglio cosa intendevi x "diaporama".
Il termine diffuso allora (negli anni Settanta) era Multivisione.
E si usavano i diaproiettori carousel della kodak inserie.
Ne produssi due nel 1980 con 6 diapro in batteria.

A Roma già nel 1973 i Circoli La Comune avevano dei gruppi di pronto intervento agit-prop con questi nuovi media.
Fu la mia palestra.

a domani alle 15, per l'esame.

Quelli di Vercelli sono decisamente "fanè", emancipati da quel modello.

Tlc: la Sardegna e' l'unica regione italiana web 100%

*- Fra -* - 16-1-2008 at 00:15

Voglio farvi vedere questo articolo, visto che anche sul libro del prof viene citato l'argomento.
Sarà una delle regioni con il Pil più basso a dotarsi del pacchetto tecnologico più avanzato. Entro il 2008, infatti, tutti i comuni della Sardegna saranno connessi in rete in banda larga. serviti dall'Adsl attraverso la fibra ottica o ponti radio.

E' questo l'ambizioso progetto annunciato oggi dal presidente della Regione, Renato Soru, che intende così giocare d'anticipo rispetto alle altre 19 regioni italiane dove non è stimabile, al momento, una tempistica così rapida sulla copertura integrale nel territorio della banda larga.

L'iniziativa fa parte del progetto Sics, finanziato da fondi Cipe e da quelli regionali. Il 31 dicembre 2007 si è concluso la prima parte (grazie al finanziamento di circa 7 milioni di euro) che ha riguardato 105 comuni su 307. Il secondo intervento - da 14 milioni di euro - permetterà, quest'anno, di completare l'opera.

Apple, niente iPhone in Cina

*- Fra -* - 16-1-2008 at 00:16

Sospese le trattative con il principale operatore di telefonia China Mobile

Rischia di svanire per Apple la possibilità di lanciare iPhone in Cina, il mercato più vasto al mondo per numero di abbonati a servizi telefonici. China Mobile, principale operatore di telefonia mobile cinese, ha interrotto le trattative con il colosso tecnologico statunitense per portare nel paese della Muraglia l’ibrido tra un palmare, un cellulare e un iPod presentato negli Stati Uniti nel giugno scorso.

Come riporta il Financial Times, Wang Jianzhou, presidente di China Mobile, non ha chiarito se le trattative saranno mai riprese. È un duro colpo per la società di Cupertino, in California, che aveva avviato i colloqui nel novembre scorso.

L’accordo potrebbe essere naufragato perché, secondo alcune indiscrezioni, Apple avrebbe preteso oltre il 30% degli utili derivanti dalle telefonate effettuate con iPhone dagli abbonati di China Mobile. «Non potevamo assolutamente accettare questo tipo di condizioni», ha dichiarato Gao Nianshu, direttore generale di China Mobile.

Inoltre, ha spiegato Gao, China Mobile nutriva forti dubbi sulle capacità di Apple nel settore delle comunicazioni tecnologiche. In Cina ci sono oltre 520 milioni di utenti di telefoni cellulari, di cui almeno 363 milioni hanno un contratto con China Mobile.

MySpace filtro

*- Fra -* - 16-1-2008 at 00:19

Secondo le stime dei maggiori vendor di sicurezza, nel 2008 i siti di social networking saranno il parco ideale per pedofili, truffatori, deviati e malintenzionati di ogni genere.

Dopo le prime segnalazioni relative ai pericoli nascosti dietro eventi e advertorial di Facebook, qualcosa inizia a muoversi. D’altronde ne va della reputazione degli stessi siti. Così, la notizia è che MySpace ha aderito a una coalizione di diverse entità che vorrebbero realizzare un piano che garantisca la sicurezza dei minori sul Web.

MySpace si impegna innanzitutto a contrastare la pubblicazione di materiale potenzialmente pericoloso ma anche a svolgere opera di formazione a genitori e scuole circa i rischi associati ai siti di social networking. L’entità si chiama Multi-State Working Group of Social Networking e coinvolgerebbe authority della totalità degli Stati americani oltre ai siti più noti. L’iniziativa è certamente lodevole, anche se l’applicazione denota alcuni punti deboli.

In primo luogo il problema è mondiale, dunque si dovrebbe avere un entità planetaria che se ne occupi. Ancora, rimane aperto il dibattito sulle responsabilità dei singoli siti. Se, infatti, il singolo utente è responsabile dei contenuti che inserirebbe è altresì vero che determinati rischi provengono da contenuti non sempre imputabili a un utente.

Inoltre, se un sito di social networking decide di assumersi il suo carico di responsabilità deve anche provvedere di conseguenza. E questa non è una attività banale. Mi raccontava il responsabile di MySpace Italia tempo fa che il controllo sui contenuti offensivi inseriti dagli utenti è effettuato a mano da un pool di persone presso la sede statunitense del sito.

Ciò determina inevitabilmente alcuni limiti. In primo luogo non è detto che il pool sia multilingue, anzi nella maggioranza dei casi non lo è, ancora, la verifica manuale è, per definizione, lunga e limitata, impensabile riuscire a controllare manualmente in modo appropriato un flusso immenso di contenuti giornaliero. È vero che esistono dei software nell’ambito del knowledge management che possono aiutare ma la varietà dei singoli contenuti (audio, video e non solo testo) complica ulteriormente le cose.

HD DVD, Toshiba (ri)taglia i prezzi

*- Fra -* - 16-1-2008 at 00:22

A ridosso della clamorosa decisione di Warner Bros di abbandonare il formato HD DVD, e in risposta alle molte profezie di sventura che in queste settimane si sono abbattute sul proprio standard ottico, Toshiba ha ritenuto opportuno dare una nuova sforbiciata al prezzo dei suoi player in alta definizione.

Il nuovo prezzo ufficiale del modello entry-level, l'HD-A3, è ora di 149,99 dollari, mentre quello del modello superiore, l'HD-A30, è di 199,99 dollari. La differenza tra i due lettori consiste essenzialmente nella diversa definizione massima supportata: 1080i nel primo caso, 1080p (Full HD) nel secondo. Il lettore top di gamma di Toshiba, l'HD-A35, costa invece 299,99 dollari.

Ma i consumatori nordamericani possono portarsi a casa questi lettori a prezzi ancor più bassi: i principali negozi online statunitensi, come Amazon e TigerDirect, offrono ad esempio l'HD-A3 a prezzi compresi fra 129 e 135 dollari. Su questi stessi negozi i player Blu-ray più economici hanno invece un costo di vendita compreso fra i 239 e i 299 dollari.
Con questi nuovi tagli di prezzo Toshiba spera di contrastare, almeno in parte, la pubblicità negativa che nelle scorse settimane ha investito - con un effetto valanga - lo standard HD DVD. Toshiba è arrivata persino ad affermare che il proprio formato è stato vittima di una "campagna denigratoria" finalizzata a favorire la tecnologia rivale Blu-ray, promossa in primis da Sony.

Per il momento sia Paramount che Universal hanno smentito le voci che le vorrebbero in procinto di seguire le orme di Warner ed abbracciare Blu-ray. Anche così, tuttavia, la quota di mercato home video attualmente posseduta da HD DVD in USA è solo un terzo rispetto a quella detenuta dal formato concorrente.

Il sito ufficiale di Atene 2004 non esiste più

*- Fra -* - 16-1-2008 at 00:25

Sebbene non si sia ancora dato il via a Pechino 2008, non si ha già più alcuna traccia delle precedenti Olimpiadi, quelle di Atene, il cui sito ufficiale non esiste più.

Sembra che, a causa del mancato rinnovamento del dominio - le pratiche costerebbero 29 euro -, adesso il sito web delle Olimpiadi greche abbia chiuso ancor prima di passare il testimone.

Nonostante si tratti di un portale ormai privo di effettiva utilità, le critiche e le polemiche non si sono fatte attendere. Soprattutto perché si tratta del secondo episodio di questo genere: come ‘athens2004.com’, anche il sito dedicato al semestre di presidenza presso l’Unione europea, ‘eu2003.gr’, è andato perduto.

Tutta la delusione per l’increscioso e goffo episodio traspare dalla parole di Nikos Vassilakos, presidente dell’Associazione degli internauti ellenici (Eexi): ‘’In un momento in cui Google sta pagando un sacco di soldi per conservare qualsiasi tipo di informazione, noi abbiamo permesso che il contenuto di questi siti andasse perduto. E’ una vergogna’’.

Perduto o meno, il dominio sembra comunque essere stato recuperato: oggi, infatti, il sito ‘Athens2004.com’ risulta essere in mano a Marianne Chappuis dell'International Olympic Committee, rimanendo quindi legato comunque all'organizzazione dei giochi olimpici seppure non più consultabile.

Pronto il prototipo per Android

*- Fra -* - 16-1-2008 at 00:29

È stato creato il primo prototipo di programma per Android, il sistema telefonico del futuro proposto da Google.

Il programma, basato sulla piattaforma open source di Linux, comprende tra l’altro un browser internet, una serie di comandi vocali, un player audio e video, un calendario con i contatti, oltre alle Google Maps, una sorta di Gps.

Il programma-prototipo è stato installato su uno smartphone della HTC, il Qtek 9090. Per il momento l’unica compagnia telefonica Usa pronta ad offrire, quando sarà totalmente operativo, il sistena Android è la T-Mobile, la filiale wireless americana della Deutsche Telekom.

Internet: false e- mail polizia

camillaR - 16-1-2008 at 09:53

Un falso comunicato della Polizia postale e' l'ultimo esempio di 'phishing' per impadronirsi delle password d'accesso a conti correnti.
Una e-mail con l'intestazione 'polizia postale-Avviso di Sicurezza per il 2008' e' stata inviata in questi giorni a centinaia di utenti di Internet residenti nella zona di Napoli.
Nel testo li si invita a collegarsi a un indirizzo esca che serve a 'catturare' il numero di conto corrente postale e la password del malcapitato.

A me personalmente è arrivata una e-mail di questo tipo già nel 2007. Io avevo da poco chiuso il conto corrente postale e mi sono subito insospettita. Ho stampato l'e-mail e l'ho portata all'ufficio delle poste dove mi hanno detto che si trattava appunto di 'phishing' e che non erano stati loro delle poste italiane a mandarmi quella e-mail, ma qualcuno che era interessato al mio numero di conto corrente postale e alla mia password.
Pensavo fosse una buona idea avvertirvi!

nanneddu meu I mode 07

ricser - 17-1-2008 at 10:45

http://www.youtube.com/watch?v=QtNZyyLBDU4

estratto dall'esibizione live
REQUIEM FOR A DYING PLANET
dai film "The White Diamond" e "The Wild Blue Yonder"

avvenuta al teatro Lauro Rossi di Macerata mercoledi 4 aprile 2007

web tv

ricser - 17-1-2008 at 11:45

sembra interessante...
http://www.n3tv.it/

continua...

peppino neroni - 20-1-2008 at 09:13

Digital Divide: Wi-Max o Powerline?
Oggi riuscire ad abbattere il Digital Divide sembra quanto mai vicino. Le numerose aste Wi-max lasciano intendere che presto (burocrazia permettendo) non avremo più bisogno della copertura “fisica” per accedere alle linee dati ad alta velocità. Contemporaneamente, però, qualche esperimento pilota ci comunica che nel giro di pochi anni potremo usufruire delle connessioni dati attraverso la linea elettrica (ovviamente già diffusa su tutto il territorio nazionale).
Due tecnologie che sembrano portare entrambe alla stessa soluzione: quale porta i maggiori vantaggi? Quale è più dispendiosa e quale più economica? Vediamo di analizzarle insieme.

Il Wi-Max necessita della costruzione degli impianti di distribuzione e della presenza di dispositivi wireless di tipo client presso l’utente finale per ricevere il segnale.
I PLC (Power Line Commutator) d’altro canto richiedono un modulo aggiuntivo presso la centrale del produttore di energia locale ed uno o più adattatori powerline (oppure una modifica all’impianto) per poter ricevere il segnale.
A favore del Wi-Max c’è da dire che il funzionamento della rete dati risulta indipendente dalla fornitura della linea elettrica (con BlackOut Locali è sufficiente avere un generatore od un UPS per restare sul web), mentre a favore dei Power Line c’è da considerare la maggiore economicità dell’impiantistica ed il minor inquinamento elettromagnetico.
Tirando le somme non esiste un metodo migliore, esiste però un rischio connesso nel mantenere entrambe queste alternative: il formarsi di poca concorrenza in ogni singolo settore o la diffusione non preponderante a livello nazionale potrebbe portare ad un inasprirsi dei prezzi dovuti ai costi di impiantistica. Inoltre per il PLC con la liberalizzazione del mercato elettrico cosa succede se il produttore a cui passiamo non offre il servizio? Dobbiamo riadattare l’impianto? Si spera che con il passare del tempo queste situazioni ambigue vengano per lo meno chiarite.

Progetto di Performing Media a Macerata

carlo - 20-1-2008 at 10:13

c'è la possibilità di attuare un progetto con il Comune di Macerata.
Già per la primavera, forse.

A chi interessa collaborare x l'organizzazione?

E poi c'è da mettere in cantiere glocal 2.0 ad ascoli piceno

scivetemi e indicatemi i vostri mob.

L’user generated viaggia in Metro

ricser - 20-1-2008 at 14:09

http://blog.theblogtv.it/2008/01/18/luser-generated-viaggia-in-metr...

Upload video per farli vedere nelle stazioni metro di Roma e Milano
__"Una semplice registrazione al sito http://www.campus.it/ consentirà l’upload di video, girati da coloro i quali avranno voglia di comunicare.."____

ricser - 20-1-2008 at 14:20

Quota:
Originariamente scritto da carlo
c'è la possibilità di attuare un progetto con il Comune di Macerata.
Già per la primavera, forse.

A chi interessa collaborare x l'organizzazione?

E poi c'è da mettere in cantiere glocal 2.0 ad ascoli piceno

scivetemi e indicatemi i vostri mob.


ok.. magari si può coinvolgere anche il forum HMC http://hmcstudenti.ning.com/

Gb: web rilancia il cinema muto

camillaR - 21-1-2008 at 09:50

Il cinema muto di Charlie Chaplin e Buster Keaton sta vivendo una rinascita inaspettata grazie ad internet e siti come YouTube.Un numero sempre maggiore di giovani si sta appassionando dopo avere visto frammenti delle vecchie pellicole in rete. Prova ne e' il successo di pubblico che un festival del cinema muto sta riscuotendo a Bristol, con molti ventenni in coda al box office.'Ho visto su internet frammenti di film con Buster Keaton e mi e' subito piaciuto', chiarisce uno di loro.

Free internet in parco Catanzaro

camillaR - 23-1-2008 at 13:50

Il Parco della Biodiversita' Mediterranea di Catanzaro arricchisce la propria offerta ai suoi visitatori con Internet wireless. In una nota, la Provincia di Catanzaro rende noto che 'e' possibile da qualunque punto del parco, a chi sia provvisto di un computer portatile o di un palmare, di accedere ad internet a costo zero e a tempo indeterminato. Chiunque potra' dunque utilizzare il Parco per studiare, chattare o semplicemente navigare in internet senza costi di connessione'.

a399937adcf62b93f526b913342de0a9.jpg - 29kB

occhi alla terminetor... :D evvai!! :D

LoLLo - 23-1-2008 at 17:59

Grazie ad un team di ricercatori dell'Università di Washington, capitanati dal professor Babak Parviz, sono in arrivo i primi occhi bionici.

Il prototipo di uno speciale tipo di lenti a contatto, dotate di circuiti elettronici, è già stato testato con successo sui conigli ed i risultati presentati in questi giorni all'Institute of Electrical and Electronics Engineers.

Indossate le lenti, al cui interno è stato posto un microchip elettronico, sarà possibile ingrandire i dettagli di una porzione del campo visivo, ottenere istantaneamente informazioni sugli oggetti o le persone osservati, e navigare in Internet. Tutto ciò senza che la normale visione ne sia disturbata, perchè ciò che viene generato dal display si sovrappone alle immagini ricevute dal mondo esterno.

Superando i notevoli problemi dovuti all'integrazione dei materiali utilizzati per le lenti a contatto, organici e flessibili, con i circuiti elettrici, inorganici e contenenti sostanze potenzialmente tossiche, i ricercatori sono riusciti a produrre dispositivi biologicamente sicuri, i cui impieghi potrebbero essere innumerevoli: dal controllo della strumentazione di volo per i piloti d'aereo alla possibilità di usufruire della Rete praticamente ovunque, fino alla creazione di ambienti virtuali in cui i videogiocatori potranno immergersi totalmente.

LE VOGLIO ASSOLUTAMENTE!!! ehehehe

immagine.asp.gif - 40kB

ricser - 24-1-2008 at 23:55

Quota:
Originariamente scritto da LoLLo
Grazie ad un team di ricercatori dell'Università di Washington, capitanati dal professor Babak Parviz, sono in arrivo i primi occhi bionici.



Bello!

peppino neroni - 26-1-2008 at 10:37

Quota:
Originariamente scritto da LoLLo
Grazie ad un team di ricercatori dell'Università di Washington, capitanati dal professor Babak Parviz, sono in arrivo i primi occhi bionici.

Il prototipo di uno speciale tipo di lenti a contatto, dotate di circuiti elettronici, è già stato testato con successo sui conigli ed i risultati presentati in questi giorni all'Institute of Electrical and Electronics Engineers.

Indossate le lenti, al cui interno è stato posto un microchip elettronico, sarà possibile ingrandire i dettagli di una porzione del campo visivo, ottenere istantaneamente informazioni sugli oggetti o le persone osservati, e navigare in Internet. Tutto ciò senza che la normale visione ne sia disturbata, perchè ciò che viene generato dal display si sovrappone alle immagini ricevute dal mondo esterno.

Superando i notevoli problemi dovuti all'integrazione dei materiali utilizzati per le lenti a contatto, organici e flessibili, con i circuiti elettrici, inorganici e contenenti sostanze potenzialmente tossiche, i ricercatori sono riusciti a produrre dispositivi biologicamente sicuri, i cui impieghi potrebbero essere innumerevoli: dal controllo della strumentazione di volo per i piloti d'aereo alla possibilità di usufruire della Rete praticamente ovunque, fino alla creazione di ambienti virtuali in cui i videogiocatori potranno immergersi totalmente.

LE VOGLIO ASSOLUTAMENTE!!! ehehehe


complimenti al lollo/Hide ahahhaa!
veramente interessante!!
la realtà aumentata è sempre più vicina, ma chissà, quando saranno disponibili questi strumenti ad un prezzo commercialmente ragionevole!
cmq... è il TOP!

camillaR - 27-1-2008 at 10:05

A me però servirebbero graduate per la miopia! :D altrimenti navigherei in internet ma sbatterei ovunque e non riconoscerei nessuno :D

LoLLo - 27-1-2008 at 22:23

a chi lo dici... a me servono per miopia e astigmatismo... ce metteranno un secolo visto che ancora oggi nn ci sono quelle per il normale uso... -_-' cmq... una bomba!!! ahahaha speriamo si muovano a portarle in commercio... vi terrò informati! :D

-fede- - 28-1-2008 at 14:38

la lente che allarga il campo visivo e multimediale è stupenda! mi invii un link per saperne di più?

Usare un computer con la forza del pensiero
Cuffie di sensori ed elettrodi nel cervello: test rivoluzionari dimostrano che si puo' usare un computer solo con la mente. Il segreto? Captare l'attività cerebrale e trasformarla in comandi precisi.
http://www.lesionispinali.org/pagina.php?l1=7&l2=111

-fede- - 28-1-2008 at 15:16

Domotica, ovvero l'automazione domestica
Pensate per un momento ad una casa in cui tutti i computer, la televisione, la videocamera sono collegati tutti insieme in modalità wireless, pensate a poter accendere e spegnere le luci, programmare il registratore o accendere il riscaldamento della vostra casa quando siete lontani, verificare attraverso una web cam che tutto sia in ordine. Tutto questo non é futuro ma é già presente, si tratta della casa digitale.

La domotica, detta anche (seguendo la definizione inglese) home automation, è la disciplina che si occupa di studiare le tecnologie atte a migliorare la qualità della vita nella casa (e più in generale negli ambienti antropizzati) grazie all'automazione ed il controllo di processi ripetitivi oppure poco performanti e all'integrazione dei sistemi

Giovedì 17 gennaio 2008 alle ore 10,30, presso la sede di Eurosatellite a Sansepolcro (AR), è stato inaugurato il nuovo laboratorio di Scuoladomotica, il progetto di formazione intensiva dedicato alla progettazione, installazione e realizzazione di impianti di domotica realizzati con il sistema My Home di BTicino. http://www.domotica.it/

Privacy internet: Unione Consumatori

camillaR - 29-1-2008 at 10:23

'Finalmente la riservatezza della navigazione Internet sara' garantita e con essa il diritto dei consumatori a non essere spiati'. Lo afferma l'Unione Nazionale Consumatori dopo il provvedimento preso dal Garante della privacy che obbliga Telecom, Wind, Vodafone ed H3G a cancellare tutti i dati archiviati illecitamente per finalita' commerciali. Per i Consumatori, 'la pratica di utilizzare indebitamente dati personali degli utenti era una intollerabile offesa al Codice della privacy.

Napster approda su telefonini e pc

camillaR - 29-1-2008 at 10:28

La musica di Napster approda su telefonini e computer e i clienti Tim saranno i primi nel mondo a scaricare i brani della community musicale. Il nuovo servizio Napster Mobile, frutto dell'accordo fra Telecom Italia ed Ericsson, consentira' ai clienti Tim di accedere ad oltre 5 milioni di brani musicali. Il servizio sara' facilmente accessibile dall'area Internet del portale mobile Tim, permettendo l'acquisto dei piu' grandi successi della musica internazionale.

ESAME - SESSIONE FEBBRAIO '08-

Elisa M - 31-1-2008 at 00:41

Salve Prof,
io e altra gente ( non so esattamente chi e quanti ) dovremmo dare il suo esame assolutissimamente nella sessione di febbraio...ci sono problemi???

Io intanto posto e ho già messo delle cose su europedia :)

il ROCKAWAY diventa un HOT-SPOT

Elisa M - 31-1-2008 at 01:36

Riprendo una parola che, prima di leggere il libro del prof non avevo mai sentito : "hot-spot"
( scusate l'ignoranza )

Forse è una cosa che sapevate già, ma mi sembrava carino comunicarlo qui, dato che magari c'è gente che, come me, frequenta il posto o che prima o poi c'andrà o non so...
Insomma il "Rockaway" di porto potenza oltre al classico pub, è diventato anche un' area dov'è possibile accedere ad Internet senza fili, grazie ovviamente al Wi-Fi.
la tecnologia porta clienti ;)


http://it.wikipedia.org/wiki/Hotspot_(Wi-Fi)

http://www.myspace.com/rockawayitaly

...

Elisa M - 1-2-2008 at 14:41

ehm..c'è qualcuno???

IL PACEMAKER IN WIFI...

LoLLo - 2-2-2008 at 00:34

si si ci siamo... è che ci vuole un po' di tempo prima che qualcuno si faccia vivo... :P tranqui noi ti osserviamo! :D

Grazie ad un pacemaker di ultima generazione che funziona con tecnologia wireless sarà possibile mandare al proprio medico, via Internet, tutti i dati relativi alla salute del proprio cuore.

Un collegamento per via telematica, tramite il «CareLink Network», da casa al computer dell’ospedale, è, dunque, la nuova frontiera del controllo diagnostico e terapeutico che può salvare a domicilio la vita di pazienti con impianto di defibrillatore automatico, Icd, che da ieri è partito anche in Italia, dopo essere stato sperimentato in America su 150mila pazienti, all’Ospedale «Maggiore» di Crema.

L’annuncio è stato dato durante la presentazione del progetto di «Home Monitoring» presso l’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera «Ospedale Maggiore di Crema» diretta da Giuseppe Inama. Il servizio, prodotto dalla Medtronic, già sperimentato in diversi ospedali italiani, interesserà inizialmente 150 pazienti del territorio di Cremona fino a sud di Milano. Ma come ha detto Giuseppe Inama, il servizio è aperto a tutti. «A tutte le persone - ha precisato - portatrici di defibrillatori dopo un arresto cardiaco o con una cardiopatia ad alto rischio che necessitano di controlli e di un canale diretto con il medico».

Grazie al sistema «CareLink Network» i dati del defibrillatore che arrivano in ospedale corrispondono esattamente a quelli disponibili dopo una visita specialistica, e vengono visualizzati sul computer del medico che è avvisato del loro arrivo da una email o da un sms sul cellulare.

La tecnologia del sistema permette anche di seguire il decorso della malattia e l’effettuazione periodica di test clinici a scadenze prefissate. Inoltre, come ha detto Inama «Questa innovativa modalità di controllo "Home care" consente di ottimizzare le risorse dedicate ai malati, migliora la gestione del tempo e degli accessi ospedalieri, diminuendo anche il numero dei ricoveri solo ai reali casi di urgenza, oltrechè, naturalmente - conclude - migliorare l’appropriatezza e la qualità del servizio di controllo del dispositivo e del contatto con il paziente».

Festival For Unstable Media

Elisa M - 2-2-2008 at 17:20

Mentre leggevo il capitolo del libro "nomadismo e infomobilità" mi sono soffermata su un concetto "City as theatre", e a riguardo ho cercato su google il progetto dei "Blast of Theory" -Can you see me know- e tra tutti i link che sono apparsi ho trovato questo:
Festival For Unstable Media, un evento internazionale di arte elettronica volto a mettere in relazione arte, tecnologia e società attraverso installazioni interattive e progetti su Internet, performance live (suoni,musica, film, immagini..),seminari e workshop.
Il link elenca anno per anno quello che è stato presentato nelle giornate in cui si è svolto ( tra cui anche il progetto dei blast of theory), sembra interessante!!

ecco il LINK


[url]http://www.wikiartpedia.org/index.php?title=Festival_for_Unstable_Media"[/url][/url]

Link sul progetto Blast of theory:

http://www.blasttheory.co.uk/bt/work_cysmn.html[/url]




Elisa M - 2-2-2008 at 17:43

niente non riesco a far funzionare i link..non capisco perchè.
vi incollo il contenuto direttamente qui:

Festival for Unstable Media
Tratto da Wikiartpedia
Nome della manifestazione: "The Manifestation for the Unstable Media " (1986) rappresenta il precursore dell'odierno DEAF, "the Ducht Eletronic Art Festival".

Il DEAF è un evento internazionale e interdisciplinare di arte elettronica, presentato a Rotterdam da V2-Institute for The Unstable Media ( con "Unstable Media" si intendono tutti quei media che usano onde elettroniche e frequenze come luci, suoni, videoe computer). Il Festival si occupa del crossover tra arte,tecnologia e società. Presenta installazioni interattive e progetti su Internet, performance live (suoni,musica, film, immagini..),seminari e workshop, un simposio accademico, un catalogo e un sito web del Festival. Il DEAF costituisce una piattaforma di presentazione dei "nuovi media" per far arte. Attraverso la collaborazione tra arte locale, nazionale e internazionale e gli Istituti di ricerca, il Festival crea una sinergia tra le varie discipline artistiche , i settori dell'architettura, della filosofia, della cultura e delle scienze sociali.Considerato in Europa il maggior evento nel settore, il DEAF attrae un numero di persone che continua a crescere e a diversificarsi. Nell'edizione del 2003 ha accolto più di 12000 persone. Anno della prima manifestazione e cadenza con cui viene ripetuto: Presentato per la prima volta nel 1994 a Rotterdam, il DEAF ha raggiunto la sua settima edizione nel 2004. Ogni festival ha un tema particolare che struttura il contenuto dell'evento.Questi temi rendono possibile l'investigazione di specifici aspetti dell'evoluzione delle nuove tecnologie.

Caratteristiche:

DEAF 94 Tema: " Digital Nature" Rotterdam

DEAF 95 Dal 21 al 26 novembre 1995 in Rotterdam Il tema presentato in questa edizione è stato "Interfacing Realities" L'interfaccia letteralmente significa "cutting-edge" (taglio di lama). Nel rapporto tra la macchina e l'uomo esso si riferisce all' hard e software usati per facilitare e ottimizzare l' accoppiamento uomo - macchina.Durante il DEAF95 lo sviluppo dell'interfaccia è stato affrontato dalle diverse discipline : arte, robotica, industria medica e realtà virtuale. Il programma del festival ha incluso un' esposizione internazionale di progetti di arte elettronica e installazioni.

DEAF96 Dal 17 al 29 settembre 1996 in Rotterdam Tema:"Digital Territories" DEAF98 Dal 17 al 29 novembre 1998 in Rotterdam Tema: " The art of Accident" Nel nostro mondo gli incidenti sono una parte della realtà di ogni giorno. Ciò che produciamo ha la tendenza a malfunzionare tanto quanto è in grado di funzionare opportunamente. Nonostante proviamo a controllare gli eventi, non tutti sono prevedibili. Gli incidenti accadono e il totale controllo delle situazioni è solo un'illusione. La sfortuna e il fallimento non sono però da considerare come segni di produzioni errate. Al contrario, essi indicano che in ogni produzione esistono " incidenti potenziali". L'invenzione della nave implica il naufragio, come quella della locomotica implica il deragliamento.L'incidente è la "funzione estrema" di ogni prodotto. DEAF98 ha esplorato cosa potesse essere un "ars accidentalis". Il Festival ha presentato e discusso degli incidenti e delle condizioni che possono favorirlo, in molte aree come l'arte, l'architettura, l'urbanistica, l'economia.

DEAF00 Novembre 2000 in Rotterdam Tema: "Machine Time" Il DEAF00 ha investigato su come la nostra percezione del tempo viene influenzata dalla diffusione della tecnologia (televisione,Internet,realtà virtuale) nella nostra vita quotidiana.

DEAF03 Febbraio 2003 in Rotterdam Tema." Data Knitting" Aperto il 23 febbraio il programma è stato focalizzato sul ruolo dell'interattività come metodo per manipolare, trasformare e modellare individualmente le realtà dei media.DEAF03 ha esplorato il potenziale artistico dei Database e degli archivi in ogni diversa forma.Tra i progetti presentati :

'Code Zebra' ha organizzato una formula d'interazione fatta di coercizione volontaria: chiudere per ventiquattr'ore nello stesso spazio un artista e uno scienziato a discutere di tutti i temi di cui si occupa il festival. Ciò che quindi succede in questa 'Habituation Cage', situata all'ultimo piano della mostra, è stato possibile fruire in streaming in rete e in proiezione nelle stanze della mostra. Anche i visitatori possono contribuire alla discussione, sempre attraverso la rete.

'Pockets Full of Memories' di George Legrady che chiede ad ogni visitatore di far scansire un oggetto personale assemblando un database collettivo rimanipolabile dai visitatori stessi. Can You See Me Now?', un progetto in rete dei Blast Theory che per cinque giorni hanno giocato online e nelle strade di Rotterdam ad una specie di caccia al ladro evoluta. PainStation' di Tilman Reiff e Volker Morawe, il pong che imprime scosse elettriche a chi perde ispirandosi alla sfida a 'Domination' fra Emilio Largo e James Bond in 'Mai Dire Mai' 'Globe Jungle' di Yasuhiro Suzuki, che di giorno riprende i bimbi che giocano con la sua struttura di wire frame globulare e di notte proietta le immagini al suo interno, fra memoria e illusione. fra i partecipanti anche Mary Flanagan e Paul Wong.

DEAF04 Tema:"Affective turbolance" e l'Arte dei Sistemi aperti. Settima edizione del festival che ha visto svolgersi il solito ricco programma di conferenze, mostre, ed eventi mirati Tra i progetti:

"M.U.S.H." (Multi-User Sensorial Hallucination) di Joachin Montessuis e Elénore Hellio, un sistema di telepresenza, con la specifica proprietà del sistema stesso di poter essere esplorato nello spazio da una "bacchetta magica" di interfaccia.

VSSTV ( Very Slow Scan Television) di Gebhard Sengmüller, in cui un' immagine televisiva viene stampata tramite le bolle della plastica di imballaggio trasformati in pixel e riempiti dalla giusta dose di inchiostri rosso, giallo e blu.

"BITMIRROR" di Tobias Grewening, uno specchio dell'ossevatore che astrae in particelle e frammenti sonori digitali la sua immagine originale.

"Mobile Feeling" di Christa Sommerer e Laurent Mignonneau, con prototipi di cellulari "organici", in grado di trasmettere anche il battito cardiaco e il respiro delle persone coinvolte nella comunicazione.

Affidate a tre persone eclatanti altrettante serate da loro curate in piena autonomia. Così LebbeusWood ha introdotto le sue visioni di architettura. Marko Peljhan ha organizzato il suo team di trafficanti di segnali. Yukiko Shikata ha creato uno spaccato di contemporaneità nipponica coinvolgendo fra gli altri la Sine Wave Orchestra e l'artista manga Katsuki Tanaka


il territorio in rete

peppino neroni - 5-2-2008 at 09:14

A Venezia il carnevale è wireless

Chi dice che la meravigliosa Venezia è solo una città d’arte dove la storia e la filosofia si intrecciano con i miti e le leggende? Venezia è invece anche una città che guarda al futuro, all’innovazione e il segno del progresso si vede già da ora con l’avvio della sperimentazione del progetto “Venice Connected“.
Un progetto ambizioso quello portato avanti dal consiglio comunale veneziano che prevede entro metà del 2009 di cablare in modalità wireless tutto il territorio.
In questi giorni durante il carnevale, sarà dunque possibile testare questo servizio laddove sia già disponibile (Piazza San Marco).
Come funzionerà il wireless veneziano?
Sarà sufficiente comprare una tessera che conterrà un codice che permetterà l’accesso alla rete internet senza fili.

Il prezzo sarà molto competitivo perchè si parla di 5€ per l’uso della rete nell’arco di 24 ore, ma di soli 10€ per un’intera settimana di utilizzo.
La card si potrà trovare ovunque, dai bar sino alla cartolerie.
Quindi chiunque disporrà di un palmare o di un portatile avrà la possibilità di collegarsi ad internet per lavoro o per puro divertimento.
Saranno messi a disposizione inoltre dei servizi esclusivi che verranno decisi un po’ per volta cercando di rispondere alle richieste degli utenti.
Verrà poi sperimentato l’interessante servizio “Cicerone Virtuale” ideato da Telecom Italia.
Una sorta di guida virtuale che illustrerà e racconterà le bellezze della città direttamente dal pc o dal palmare collegato alla rete.
Per chi dunque ha voglia di sperimentare il servizio si affretti, il test durerà sino alla fine del carnevale, mentre per il lancio vero e proprio si dovrà aspettare ancora parecchio tempo


venicemobile_f[1].JPG - 4kB

peppino neroni - 5-2-2008 at 09:20

Peer to peer anche in auto, arriva CarTorrent

CarTorrent è un progetto al quale stanno studiando un gruppo di ricercatori della California University. Infatti, si prevede che, entro il 2012, gli automobilisti avranno la possibilità grazie a CarTorrent di condividere informazioni di varia specie.

In poche parole potranno predisporre di una rete “dinamica” (caratterizzata dagli utenti della strada), nella quale potranno ricercare notizie utili sulla sicurezza stradale, sulla navigazione e naturalmente legate all’intrattenimento.


L’equipe di studiosi è composta anche da due italiani, i quali sostengono che il punto di forza di CarTorrent sarà rappresentato dalla concreta possibilità di ridurre gli incidenti stradali.

Il tallone d’Achille del progetto, invece, è caratterizzato dalle problematiche in materia di privacy nonché dagli elevati costi legati alla tecnologia, al fine di rendere compatibile l’auto con tale sistema. Sarebbe opportuno precisare che la sicurezza e l’incolumità delle persone non ha prezzo.

-fede- - 5-2-2008 at 09:31

anche io come elisa devo dare l'esame a febbraio!

chi sa quando inizia la sessione?

peppino neroni - 5-2-2008 at 09:37

Nokia inaugura un blog sul WiMax

Parte a Roma un convegno sul tema del WiMax dal titolo “Why WiMax?” (perchè WiMax?).
Presenti i maggiori operatori del settore invitati da Nokia-Siemens che ha lanciato questa iniziativa.
Si discuterà del futuro di questa tecnologia che verrà lanciata entro un anno anche nel nostro paese.
Tecnica, marketing, ma anche dimostrazione sul campo delle potenzialità del WiMax accoppiato a terminali mobili.

I temi della giornata saranno dunque questi:

Nokia Siemens Networks ha una chiara e globale visione su WiMax. Vogliamo divulgarla e vogliamo rendere note le esperienze già vissute sul campo e che hanno contribuito a rafforzare la nostra visione
Che cos’è concretamente il Digital Divide? Come penalizza il Sistema Paese? Quali sono gli aspetti cruciali per un efficace abbattimento della barriera digitale? Quanto costa la democratizzazione del digitale e quanto rende?
Nell’era dei servizi quanto questi pesano sulla scelta di WiMax? Che cosa possono offrire gli operatori e cosa possono acquistare gli utenti finali?
Ma per utilizzare WiMax abbiamo bisogno di un nuovo terminale? Mobile o fisso? Quando ci sarà? Come sarà? Quanto costerà? E a casa?
WiMax pesa sull’ambiente? All’alba del 2008 non possiamo pensare ad una tecnologia che non sia rispettosa dell’ambiente, che non impatti in modo indolore sui consumi energetici, che rispetti la riciclabilità dei materiali e dei componenti.
WiMax nel mondo. Chi già ce l’ha, cosa ne fa e come lo offre.
Nokia Siemens Networks cosa siamo in grado di fare con e per WiMax…
Nell’occasione, Nokia Siemens inaugura un Blog sul tema del WiMax dove oltre a poter condividere opinioni su questo tema, sarà possibile tenersi aggiornati sullo sviluppo di questa tecnologia.
Il lancio ufficiale del blog avverrà durante il convegno
Sicuramente un grande passo avanti verso l’affermazione di questa tecnologia. Visti i precedenti polemici che hanno accompagnato lo svolgersi dell’iter dell’assegnazione delle frequenze, la notizia è sicuramente positiva.
Personalmente tirerò un sospiro di sollievo quando verranno ufficializzate le licenze.

Tempistiche alla mano, entro un annetto dunque dovremo veder spuntare le prime reti WiMax. In primis sicuramente verranno privilegiate le zone digital divise e poi chissà che anche per gli altri arrivi la possibilità di poter accedere al WiMax.

Si sussurra poi che in un futuro non troppo lontano verranno assegnate anche frequenze più basse per poter utilizzare anche il WiMax in mobilità in parallelo all’Umts.
A proposito di frequenze, vale la pena di ricordare purtroppo che all’inizio lo spettro concesso non sarà molto in quanto il Ministero della Giustizia non ha ancora liberato tutte le frequenze.



wimax.JPG - 9kB

-fede- - 5-2-2008 at 09:52

HERZOG

riguardo alle location europee dei film herzoghiani, consiglio un sito iper-dettagliato non solo per le opere cinematografiche ma anche letterarie, tv,..

http://imdb.com/name/nm0001348/

-fede- - 5-2-2008 at 10:00

Il Futuro Della Pubblicità Su Internet Generata Dal Consumatore Online


"Podcasting, blog e 'wiki' continueranno ad attirare un gran numero di consumatori, sia coloro che creano contenuti, che coloro che ne usufruiscono.
Questi media generati dal consumatore stanno diventando un'opportunità enorme per i pubblicitari particolarmente per coloro che desiderano raggiungere specifiche micro-comunità

http://www.masternewmedia.org/

Elisa M - 5-2-2008 at 13:57

Quota:
Originariamente scritto da -fede-
anche io come elisa devo dare l'esame a febbraio!

chi sa quando inizia la sessione?


ah bene :D
cmq inizia il 26 la sessione...

peppino neroni - 5-2-2008 at 21:03

esperienza SPELLO 2008

ciao ragazzi!!! siete stati Spello questo fien settimana?!
un'esperienza veramente fantastica!!
c'è stata una rappresentazione della vita "500esca", del grande PINTORICCHIO!!
con tanto di performance coinvolgenti e visite presso le chiese ove sono custoditi gli affreschi dell'artista.
ho messo qualcosa su europedia, poi provvederò a mettere anche qualche video su youtube e le foto anche qui, appena riuscirò a capire come si inseriscono più immagini, meglio se qualcuo me lo dicesse pirma! :-(
buona visione!!

l'esame è fissato il 28.02

carlo - 5-2-2008 at 21:50

Quota:
Originariamente scritto da Elisa M
Quota:
Originariamente scritto da -fede-
anche io come elisa devo dare l'esame a febbraio!

chi sa quando inizia la sessione?


ah bene :D
cmq inizia il 26 la sessione...


alle ore 15

fatemi sapere qui nel forum il vostro percorso

TWITTER, SMS & MICROGIORNALISMO

Elisa M - 6-2-2008 at 13:55

Il reportage entra tutto in un Sms

IL FENOMENO DEL MICROGIORNALISMO/ IL PRIMO E' STATO BARACK OBAMA A LANCIARE CON I SUOI MESSAGGINI LE NOTIZIE SULLA CAMPAGNA: ORA I SERVIZI DI 140 BATTUTE DIVENTANO UNA REALTà!!




La copertura mediatica delle primarie negli Stati Uniti sta offrendo spunti interessanti sui cambiamenti nell’informazione dovuti alle nuove tecnologie. Non sonoa soltanto le grandi testate giornalistiche, sia nazionali che locali, le televisioni e le radio, a seguire le sfide tra i candidati democratici e repubblicani: sempre di più il pubblico statunitense per informarsi prova a scegliere fonti nuove, provenienti dal web e, ora, anche dai telefoni cellulari. La novità, da qualche tempo, è quella di un giornalismo fatto di pezzi brevi o brevissimi, scritti in tempo reale o in forma di diario, che ha il suo strumento d’espressione principale nei blog. Questo almeno fino a ieri. Perché oggi la nuova frontiera è il "microgiornalismo", è quella degli sms inviati dai propri telefoni cellulari in tempo reale. Il New York Times, la scorsa settimana, ha pubblicato un articolo raccontando la nascita del microgiornalismo, immortalata nel successo nell’uso di un sito di social networking, Twitter, da parte di un giornalista, John Dickerson, capo dell’informazione politica di Slate, che da qualche tempo invia sul sito i suoi commenti attraverso gli sms, 140 caratteri in tutto, aggiornandoli quando vuole, nel corso della campagna elettorale.
E’ Dickerson stesso a spiegare i motivi del successo dei suoi "reportage" di due righe l’uno: «Sono più autentici, vengono dal cuore degli avvenimenti». L’aneddoto che New York Times riporta per spiegare l’avvento del microgiornalismo è un brevissimo sms di Dickerson postato su Twitter il 5 gennaio che recitava: "Ho appena visto Bill O’Reilly maltrattare uno degli uomini di Obama". La notizia della lite tra il reporter della Fox News O’Reilly e uno degli aiutanti di Barack Obama è circolata, dopo la pubblicazione su Twitter, per una giornata intera, finendo in una breve del New York Times il giorno seguente. Una notizia trasmessa in meno di 140 caratteri dal telefono Blackberry di John Dickerson, presente alla scena.
Dickerson è uno di quei giornalisti che si può definire un "pioniere" della nuova informazione, cresciuto nella redazione del magazine Time, e passato dalla stampa ai blog, fino ad approdare ai messaggi di testo di sole due righe. Accanto a lui si stanno affermando altri microgiornalisti, prima fra tutte Ana Marie Cox del Time o Marc Ambinder di The Atlantic, che come Dickerson hanno iniziato a usare Twitter per proporre i loro testi di due righe. Certo, due righe non sono molte, e pongono evidenti limiti di stile e di contenuto ai giornalisti che decidono di utilizzare l’sms come strumento d’informazione. «I limiti sono sicuri dice Ana Marie Cox ma anche i pregi. I piccoli post su Twitter catturano l’atmosfera, il momento, l’eccitazione degli eventi che stiamo seguendo, meglio di molti resoconti scritti a freddo». Siamo ancora nel campo della sperimentazione, nel quale ognuno prova a dare un senso al nuovo strumento secondo regole proprie. Anche Olivier Knox della France Press, ha da poco iniziato a usare Twitter e gli sms: «Per ora è tutto più personale che professionale», ma è proprio questa personalità a fare la differenza.
I giornalisti in realtà hanno solo aggiornato professionalmente quello che già il pubblico produce da tempo, informazione in tempo reale user generated che si trova in tutti i principali siti di social community, siano per immagini come Flickr, siano personali come Facebook o MySpace, o quelli di microblogging come il già citato Twitter e il suo concorrente Jaiku (che ha così successo da essere stato acquistato da Google).
E’ possibile che i microgiornalismo abbia successo? Non è improbabile, soprattutto se si pensa che lo spazio lasciato libero dai media generalisti, che puntano ad un pubblico medio, indistinto e estremamente ampio, è notevole e che già i blog hanno conquistato un pubblico e un successo di tutto rispetto (l’Huffington Post, ad esempio, si è da tempo trasformato in una testata autorevole e accreditata). Oltretutto il giornalismo via sms punta a nicchie spesso abbandonate dalla grande informazione, nicchie che possono garantire grande fedeltà di lettura e di supporto. L’altra ragione è economica: produrre giornalismo con gli sms costa poco, distribuirlo tramite i siti di social networking costa ancora meno.


WWW.TWITTER.IT


peppino neroni - 6-2-2008 at 14:50

Quota:
Originariamente scritto da Elisa M
Il reportage entra tutto in un Sms

IL FENOMENO DEL MICROGIORNALISMO/ IL PRIMO E' STATO BARACK OBAMA A LANCIARE CON I SUOI MESSAGGINI LE NOTIZIE SULLA CAMPAGNA: ORA I SERVIZI DI 140 BATTUTE DIVENTANO UNA REALTà!!




La copertura mediatica delle primarie negli Stati Uniti sta offrendo spunti interessanti sui cambiamenti nell’informazione dovuti alle nuove tecnologie. Non sonoa soltanto le grandi testate giornalistiche, sia nazionali che locali, le televisioni e le radio, a seguire le sfide tra i candidati democratici e repubblicani: sempre di più il pubblico statunitense per informarsi prova a scegliere fonti nuove, provenienti dal web e, ora, anche dai telefoni cellulari. La novità, da qualche tempo, è quella di un giornalismo fatto di pezzi brevi o brevissimi, scritti in tempo reale o in forma di diario, che ha il suo strumento d’espressione principale nei blog. Questo almeno fino a ieri. Perché oggi la nuova frontiera è il "microgiornalismo", è quella degli sms inviati dai propri telefoni cellulari in tempo reale. Il New York Times, la scorsa settimana, ha pubblicato un articolo raccontando la nascita del microgiornalismo, immortalata nel successo nell’uso di un sito di social networking, Twitter, da parte di un giornalista, John Dickerson, capo dell’informazione politica di Slate, che da qualche tempo invia sul sito i suoi commenti attraverso gli sms, 140 caratteri in tutto, aggiornandoli quando vuole, nel corso della campagna elettorale.
E’ Dickerson stesso a spiegare i motivi del successo dei suoi "reportage" di due righe l’uno: «Sono più autentici, vengono dal cuore degli avvenimenti». L’aneddoto che New York Times riporta per spiegare l’avvento del microgiornalismo è un brevissimo sms di Dickerson postato su Twitter il 5 gennaio che recitava: "Ho appena visto Bill O’Reilly maltrattare uno degli uomini di Obama". La notizia della lite tra il reporter della Fox News O’Reilly e uno degli aiutanti di Barack Obama è circolata, dopo la pubblicazione su Twitter, per una giornata intera, finendo in una breve del New York Times il giorno seguente. Una notizia trasmessa in meno di 140 caratteri dal telefono Blackberry di John Dickerson, presente alla scena.
Dickerson è uno di quei giornalisti che si può definire un "pioniere" della nuova informazione, cresciuto nella redazione del magazine Time, e passato dalla stampa ai blog, fino ad approdare ai messaggi di testo di sole due righe. Accanto a lui si stanno affermando altri microgiornalisti, prima fra tutte Ana Marie Cox del Time o Marc Ambinder di The Atlantic, che come Dickerson hanno iniziato a usare Twitter per proporre i loro testi di due righe. Certo, due righe non sono molte, e pongono evidenti limiti di stile e di contenuto ai giornalisti che decidono di utilizzare l’sms come strumento d’informazione. «I limiti sono sicuri dice Ana Marie Cox ma anche i pregi. I piccoli post su Twitter catturano l’atmosfera, il momento, l’eccitazione degli eventi che stiamo seguendo, meglio di molti resoconti scritti a freddo». Siamo ancora nel campo della sperimentazione, nel quale ognuno prova a dare un senso al nuovo strumento secondo regole proprie. Anche Olivier Knox della France Press, ha da poco iniziato a usare Twitter e gli sms: «Per ora è tutto più personale che professionale», ma è proprio questa personalità a fare la differenza.
I giornalisti in realtà hanno solo aggiornato professionalmente quello che già il pubblico produce da tempo, informazione in tempo reale user generated che si trova in tutti i principali siti di social community, siano per immagini come Flickr, siano personali come Facebook o MySpace, o quelli di microblogging come il già citato Twitter e il suo concorrente Jaiku (che ha così successo da essere stato acquistato da Google).
E’ possibile che i microgiornalismo abbia successo? Non è improbabile, soprattutto se si pensa che lo spazio lasciato libero dai media generalisti, che puntano ad un pubblico medio, indistinto e estremamente ampio, è notevole e che già i blog hanno conquistato un pubblico e un successo di tutto rispetto (l’Huffington Post, ad esempio, si è da tempo trasformato in una testata autorevole e accreditata). Oltretutto il giornalismo via sms punta a nicchie spesso abbandonate dalla grande informazione, nicchie che possono garantire grande fedeltà di lettura e di supporto. L’altra ragione è economica: produrre giornalismo con gli sms costa poco, distribuirlo tramite i siti di social networking costa ancora meno.


WWW.TWITTER.IT

Twitter è un network e un servizio di micro-blog che permette agli utenti di mandare aggiornamenti (messaggi di testo, lunghi non più di 140 caratteri) via SMS, messaggeria istantanea, email, il sito di Twitter, o un'applicazione come Twitterrific. Twitter è stato creato nel Marzo 2006 da una società di San Francisco, l'Obvious Corp.

I messaggi pubblicati hanno l'intenzione di informare sul proprio status ovvero come ci si sente oppure cosa si sta facendo in quel momento. Ad esempio "Utente sta bevendo una tisana alla vaniglia".

Gli aggiornamenti sono mostrati nella pagina di profilo dell'utente e sono anche mandati istantaneamente agli altri utenti che si sono registrati per riceverli. Chi li manda può scegliere se inviarli solamente ad una ristretta cerchia di amici, mentre la procedura normale prevede che siano mandati a chiunque. Gli utenti possono ricevere gli aggiornamenti tramite il sito di Twitter, la messaggeria istantanea, gli SMS, gli RSS, le email e mediante un'applicazione. Per gli SMS sono disponibili attualmente tre tipi di modalità: brevi codici per gli USA e il Canada, e un numero UK per l'utilizzo internazionale.

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Twitter"


ciao Eli... senti scusa l'ignoranza ma come fai ad aggiungere più di una immagine una sotto l'altra, dando modo di visualizzarle direttamenrte.
sarà che lo vedo ma io ho trovato solo quello che dice allega, ma non fa così? :-(

Al3 - 6-2-2008 at 18:14

Anch'io come elisa e federica dovrei dare l'esame a febbraio.......quindi è fissato per il 28....ok...bene

Al3 - 6-2-2008 at 18:29

oih elisa vedo ke sei a buon punto della lettura del libro del prof....io sto leggendo ... interessante, via....

Al3 - 6-2-2008 at 18:35

ora vado a continuare a leggere.comunque è interessante la frase "i luoghi del dibattito politico sn sempre meno nei parlamenti...la loro funzione sembra essere assolta dai salotti televisivi.....cm teatrini...."
è un concetto che ho riscontrato spesso..purtroppo.ehhe

il Google-cell!

LoLLo - 7-2-2008 at 23:52

Il telefonino 'Google' è quasi in dirittura d'arrivo: lunedì prossimo al Mobile World Congress wireless show di Barcellona, la società inglese ARM, produttrice di microchip, ne mostrerà un prototipo bastato sulla piattaforma open source 'Android' di Google. A rivelarlo una fonte molto vicina alla ARM, che però ha rifiutato qualsiasi commento, come pure Google.


Sarebbe il primo prototipo, dopo l'annuncio del 23 novembre scorso della Open Handset Alliance. una partnership con 33 produttori e operatori di telefonia mobile per lavorare sulla piattaforma open source Android.
Fra le società che hanno annunciato un telefonino Google entro quest'anno ci sono Deutsche Telekom's T-Mobile e laTaiwan's High Tech Computer Corp. (HTC). Ma della Open Handset Alliance fanno parte anche China Mobile, NTT DoCoMo, KDDI and Telefonica, che hanno promesso di produrre a breve telefonini basati sul nuovo software.

Con Android, Google sfida apertamente nel settore degli smartphone Nokia, Apple e Microsoft e anche operatori come At&T e Verizon. Secondo le ricerche di mercato della Strategy Analytics, o Google-telefonini potrebbero valere già nel 2008 il 2% del mercato mondiale degli smartphone.

ho cancellato

carlo - 8-2-2008 at 11:59

quelle foto che avevano deformato il forum


quelle foto vanno messe su http://www.europedia.it/

ora è troppo tardi usare questo forum in questo modo!!!


è opportuno x chi deve fare l'esame
ricostruire l'andamento del corso:
leggete le pagine precedenti!





L'esame è in corso!

Al3 - 8-2-2008 at 16:48


I social network che aiutano a trovare lavoro??
di Alberto Mari

La ricerca di un nuovo dipendente in azienda può avvenire tramite conoscenze e contatti oppure tramite una ricerca affidata a professionisti. E perché non tutte e due le opzioni insieme?

http://www.apogeonline.com/webzine/2008/01/22/23/200801222301

Elisa M - 8-2-2008 at 21:09

Quota:
Originariamente scritto da carlo
quelle foto che avevano deformato il forum


quelle foto vanno messe su http://www.europedia.it/

ora è troppo tardi usare questo forum in questo modo!!!


è opportuno x chi deve fare l'esame
ricostruire l'andamento del corso:
leggete le pagine precedenti!





L'esame è in corso!



Si, ho letto le pagine precedenti!!
Io ho postato su europedia i film girati nelle marche e le ipotetiche location per girare film di Herzog!!
Ora..se c'è da prendere come riferimento un capitolo in particolare del libro, ho scelto ""Nomadismo e Infomobilità".
Su questo baserò gran parte dei miei post!

DIGITAL HOTSPOTTER

Elisa M - 8-2-2008 at 21:23

In "Nomadismo e Infomobilità" si parla molto di wi-fi e le curiose pratiche che ne conseguono, come il war-chalking, ad esempio!
A questo proposito ho trovato un oggetto simpatico e utile che ci aiuta a cercare "zone wi-fi" :


"Digital Hostspotter": lo strumento definitivo per le reti Wi-Fi

Canary Wireless ha presentato un innovativo ed economico portachiavi in grado di "sentire" le reti Wi-Fi presenti. Niente di nuovo, all'apparenza. Ma la novità c'è: è l'unico strumento attualmente sul mercato che sia dotato di un display Lcd per farci sapere tutto quel che è necessario sulle reti senza fili .presenti.

LINK:

http://www.macitynet.it/macity/aA20021/index.shtml

peppino neroni - 9-2-2008 at 09:12

Spello 2008

ciao ragazzi!!
vi posto l'indirizzo x visualizzare qualche foto della giornata trascorsa a Spello, x la rimmemorazione del Pintoricchio.

http://www.flickr.com/search/?q=spello&s=rec

http://www.europedia.it/




Spello 2008.jpg - 287kB

Al3 - 9-2-2008 at 12:05

Grazie alla liberalizzazione della tecnologia wireless (senza fili), la banda larga può essere portata anche ai comuni non raggiunti dalle linee DSL. Agugliano, Polverigi, Filottrano e altre zone marchigiane.

ANCONA - A poco più di un mese dalla liberalizzazione del Wi-Fi, anche nelle Marche iniziano ad essere attivati i primi progetti che mirano, attraverso l'uso della tecnologia wireless, a portare la banda larga nei piccoli comuni non raggiunti dalle linee DSL.

il Wi-Fi ovunque (aziende, case, condomini) e senza bisogno di licenze: basterà che gli Internet Services Provider (ISP) chiedano un’autorizzazione scritta, e dopo 60 giorni,si potrà utilizzare il Wi-Fi sulle frequenze indicate dal ministero.

il quotidiano on-line delle marche
http://www.gomarche.it

su You Tube

carlo - 9-2-2008 at 15:02

pep,
ce la fai a linkare le tue riprese video?

ciccina - 11-2-2008 at 22:14

ciao! comunque anch'io devo fare l'esame...stò leggendo il libro e lo trovo molto interessante, ma allo stesso tempo impegnativo...:-)

peppino neroni - 12-2-2008 at 09:46

spello 2008

ciao a tutti!!!
eccomi vi linko le riprese che ho messo
su youtube.

il tag è "pintoricchio"

http://it.youtube.com/watch?v=3vSk7UhUbNc




ciccina - 12-2-2008 at 10:20

buongiorno a tuttiii!!
ho appena visto il video di spello...davvero interessante...è un peccato però che non si riesce a sentire bene l'audio...

rosaria riccia - 12-2-2008 at 10:46

Ok,ci sn ank'io...devo dare l'esame il 28...come si dice meglio tardi ke mai...

NOVITA’ WIFI E’ in arrivo il Wibree...

Elisa M - 12-2-2008 at 18:05

Più efficiente e utilizzabile anche su dispositivi che finora non potevano disporre di un sistema di comunicazione a corto raggio senza fili. E’ Wibree, la nuova tecnologia wireless lanciata dalla Nokia e destinata, nei piani dell’azienda finlandese, a sostituire il Bluetooth, l’attuale standard per cellulari, stampanti e computer portatili.




LINK:


http://www.calshop.biz/diario/?p=676

Dall' iTunes all'eco-tunes! stiamo migliorando...

LoLLo - 12-2-2008 at 18:14

Si chiama Eco Media Player ed è l’ultima fatica di un inventore inglese, Trevor Baylis, che negli Anni Novanta ha avuto successo proponendo la prima radio a manovella.

Oggi propone un dispositivo che funziona senza bisogno di nessuna forma di elettricità ed è in grado di memorizzare fino a cinquecento canzoni ed è utilizzabile anche come radio, videoplayer, torcia e registratore.

«In un’epoca in cui la gente è sempre più preoccupata per il cambiamento climatico questo è un modo per limitare il consumo elettrico», ha detto al domenicale Sunday Times l’inventore settantenne che punta adesso alla messa a punto del primo telefonino a molla.

Per la gioia degli ambientalisti l’Mp3 verde sarà messo presto in vendita in Gran Bretagna per una somma pari a 190 euro. Un minuto di carica manuale lo fa funzionare per 40 minuti e ha un’autonomia massima di venti ore La radio a manovella inventata da Baylis è stata diffusa a milioni in zone dell’Africa nera dove l’elettricità è un bene raro, costoso o inesistente.

rosaria riccia - 13-2-2008 at 11:47

Teatro della percezione....Laurie Anderson,"Dal vivo"essere dentro e fuori dal mondo...Studio Azzurro,ambiguità tra artificiale e naturale,creando ambienti interiori attraverso le tecnologie in modo ke lo spettatore diventa uno spettatore attivo creando lui stesso degli eventi.

rosaria riccia - 13-2-2008 at 17:05

Corpi,mondi elettronici e mutazione.Corpi...sperimentazione estrema del rapporto uomo macchina...STERLAC,lavora sull' artificialità del corpo intesa come territorio di rappresentazione,ha utilzzato strumenti medici,protesici,sistemi di realtà virtuale e Internet per esplorare,estendere e amplificare i parametri operativi del corpo.La tecnologia è vista come mezzo x amplificare l'zione corporea ed arrivare alla costruzione di un organismo nuovo,un cybercorpo,che tramite la tecnologia può allargare l'area dell' esperienza.

LOCATION

pan giorgio - 13-2-2008 at 19:43

Buon Giorgio a tutti!
In collaborazione della mia collega Rosaria riccia, queste sono alcune location che ci hanno fatto pensare immediatamente al film di Herzog: "Aguirre, furore di Dio", e in generale alla sua poetica riguardante la natura incontaminata e la sua forza sull'uomo... eccovi, le meraviglie e la purezza di questi posti


tronto.jpg - 135kB

pan giorgio - 13-2-2008 at 19:43



pilato.jpg - 137kB

pan giorgio - 13-2-2008 at 19:44



castelluccio.jpg - 95kB

pan giorgio - 13-2-2008 at 19:45



conero.jpg - 120kB

pan giorgio - 13-2-2008 at 19:46



Allegato: location herzog.doc (31kB)
Questo file è stato scaricato 333 volte


peppino neroni - 13-2-2008 at 19:56

Il Web per conoscere i prodotti tipici

Si chiama Agro-Geo-Trace ed è il nuovo progetto con cui la Provincia di Teramo intende dare nuova linfa alle ricchezze locali, grazie a un sistema di tracciabilità dei prodotti tipici

I prodotti tipici locali sono una ricchezza unica per l'Italia, in particolare per le realtà più piccole, che spesso costruiscono la propria economia intorno ad un singolo prodotto.

Ecco quindi spiegata l'idea della Provincia di Teramo, che ha lanciato il progetto Agro-Geo-Trace, che offrirà la possibilità di tracciare i prodotti agricoli locali direttamente dal Web. Il progetto si inserisce nell'ambito del bando regionale GRISI – Geomatic Regional Information Society Initiative e vede il coinvolgimento dell'Università di Teramo e Chieti e della Lega Autonomie Locali Abruzzo.

L'iniziativa è davvero interessante perché permetterà al consumatore di conoscere tutto sul prodotto che arriva sulla sua tavola semplicemente accedendo al sito. La tracciabilità si riferisce infatti all'intero percorso compiuto dal bene agricolo, dalla campagna al supermercato.

Tutti i dati saranno inseriti in database georeferenziati, che faranno particolare riferimento alla filiera olivicola e casearia, fiori all'occhiello della produzione agricola di Teramo. Questo sarà possibile grazie alla piena integrazione con il Sistema Informativo Geografico (GIS) regionale e a strumenti multimediali che permetteranno la consultazione del portale anche su cellulari e tv digitale terrestre.

Oltre ai diretti vantaggi per i consumatori, anche le imprese avranno a disposizione un nuovo, formidabile strumento di marketing, mentre gli enti locali si troveranno dinanzi una nuova strada per promuovere il proprio territorio.

Elisa M - 13-2-2008 at 20:23

ahah giorgio...SU EUROPEDIA le foto :D

approfondimenti su Rheingold

Elisa M - 13-2-2008 at 20:41

una parte del capitolo che ho preso in considerazione parla di Howard Rheingold e del suo libro "Smart Mobs", scritto dopo aver esaminato dei dati riguardanti l'uso del cellulare negli Stati Uniti, che mettono in mostra quanto gli Americani usino poco e male la telefonia mobile.
allego alcuni link riguardanti l'argomento:

http://www.rheingold.com/
http://libri.html.it/recensioni/libro/134.html http://it.wikipedia.org/wiki/Smart_mob




una SMART-MOB contro il mcDonald

Elisa M - 13-2-2008 at 20:44

Il 16 ottobre, alcuni attivisti a Roma hanno messo in atto una divertente "smart-mob".


Ma cos'è una "smart-mob"? Ce lo spiega Fabrizio nella sua testimonianza. Puo' essere utile usare questo metodo in svariate occasioni: occorre solo avere l'idea giusta per attirare l'attenzione, e poi parlare con le persone per dare il nostro messaggio! In questo caso particolare, la situazione era particolarmente divertente, data la presa in giro al McDonald's che si vanta che il "cibo" che vende sia "salutare"...

Testimonianza di Fabrizio

Oggi, 16 0ttobre 2007, abbiamo messo in atto una protesta lampo per disturbare quello che consideriamo il re degli aguzzini, Mc Donald's, nel giorno che viene celebrato come "la giornata mondiale dell'alimentazione".

Lo abbiamo fatto in stile "smart mob" perche questo tipo di mobilitazione rapida ci ha permesso di pianificarla al volo, in due persone, e soltanto il giorno prima (la diffusione di un comunicato via web ci ha procurato, neanche un'ora dopo, il terzo uomo che cercavamo)...

LINK:




http://www.agireora.org/info/news_dett.php?back=rt&id=342

smart (blog) mobs

ciccina - 14-2-2008 at 10:23

Riferendomi sempre al concetto di sciame intelligente,vi allego un link dove parla di smart mob politico fatto a roma...

http://www.webgol.it/2006/04/05/smart-blog-mobs/

Warwalking:cercando la connessione libera...

ciccina - 14-2-2008 at 10:49

E' uno dei fenomeni + curiosi...Consiste nell'appostarsi nei pressi di un punto di accesso Wi-Fi e condividere la rete a radiofrequenza wireless per navigare ad alta velocità senza alcuna spesa, approfittando del segnale per connettersi con i proprio computer portatili...
Vi linko alcuni siti...

http://translate.google.com/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.casl...
http://freethoughts.feeldifferent.org/2008/01/19/warwalking/
http://translate.google.com/translate?hl=it&sl=en&u=http://en.wikip...
http://www.ciao.it/Con_la_W__Opinione_654082

ahaha

ciccina - 14-2-2008 at 10:53

certo sono proprio il massimo...ho scritto vi linko alcuni siti....mamma mia

peppino neroni - 14-2-2008 at 11:14

La Puglia collabora con "West"
La Regione Puglia è la prima ad aver raggiunto un accordo con il bollettino online West. In questo modo, saranno in Rete le informazioni e i provvedimenti della Regione

La Regione Puglia ha raggiunto un accordo di collaborazione con il bollettino quotidiano online "West" (Welfare, Society e Territory): in questo modo saranno pubblicate in Rete, a partire dalla prossima settimana, tutte le informazioni e i provvedimenti adottati dalla Regione.

La Puglia è la prima regione ad aver sottoscritto questo accordo. L'intesa è stata raggiunta a Bruxelles e ha visto l'intervento del Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e del direttore di West, Guido Bolaffi.

In particolare, sul portale sono pubblicate informazioni relative alle iniziative politiche, sociali e socio-sanitarie intraprese in Italia e in Europa. Oltre ai provvedimenti adottati dalla Regione Puglia, riguardanti temi come la povertà, gli anziani, le pari opportunità e l'immigrazione, saranno indicate anche le iniziative promosse dalla Commissione Europea e dagli Stati membri.

Il sito è disponibile in italiano e in inglese. Per la Regione Puglia è previsto un periodo di prova di tre mesi durante i quali sarà possibile individuare gli eventuali servizi da aggiungere per personalizzare il portale.


rosaria riccia - 15-2-2008 at 17:19

pan giorgino è bellissimo essere chiamata collega...mi fa sentire quasi importante...

rosaria riccia - 15-2-2008 at 17:27

Antunez Roca Marcel-Li lavora come regista, musicista e performer esplorando l’uso di materiali biologici nella robotica, il controllo telematico da parte dello spettatore di un corpo alieno, l’espansione dei movimenti del corpo con dresskeletons. fonda, nel 1979, il celebre gruppo di sperimentazione teatrale La Fura dels Baus dove lavora come regista, musicista e performer dal 1979 al 1989, mettendo in scena le macro-performances Accions (1984), Suz/o/Suz (1985) e Tier Mon (1988). Nelle Performance assieme alla Fura Dels Baus, Marcel – Li Antunez Roca si oppone al teatro tradizionale , ricercando nuovi spazi espressivi , e nuovi linguaggi, in stretta relazione col pubblico: questo rapporto col pubblico e l'interazione tra tecnologia e corpo, permangono anche nel lavoro autononomo dell'artista. Joan L' Hombre De Carne, prima opera dell'artista,stabilisce una sintonia perfetta tra sistema informatico e carattere postorganico: è un corpo inquietante tra splatter e fantasmatico, con un'anima cyber che porta a quelle zone liminari che legano vita e non vita , uomo e macchina, corpo e cervello e che suscita forti emozioni sul pubblico “Prima di tutto queste investigazioni mi permettono di sperimentare il rapporto con il pubblico. "JoAn" era una figura ibrida tra l’organico (la carne) e l’artificiale (la macchina informatica) e oltre a incuriosire imbarazzava perchè dei sensori acustici facevano attivare l’erezione dell’homme de carn

rosaria riccia - 15-2-2008 at 17:28

La prima tranche di lavori di "Studio Azzurro" è quella delle video-ambientazioni, dal 1982 al 1993, in cui l'impiego di monitor televisivi instaura una dialettica minimale con l’ambiente. In una successiva fase di ricerca, iniziata nel 1995 e tuttora in corso(quella degli ambienti sensibili, cioè videoinstallazioni animate con l’intervento degli spettatori), scompaiono i monitor televisivi e l’immagine video-proiettata dilaga nell’ambiente, adattandosi ai materiali più diversi. Attraverso i videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, performance teatrali e film, ha segnato un percorso che è riconosciuto in tutto il mondo, da numerose e importanti manifestazioni artistiche e teatrali. Oltre che in opere sperimentali, l’attività del gruppo si lega ad esperienze più divulgative come la progettazione di musei e di esposizioni tematiche. In entrambi i casi, ha tentato di costruire un contesto comunicativo che veda una attiva e significativa partecipazione dello spettatore all’interno di un impianto narrativo, ispirato a una multitestualità e ad una continua oscillazione tra elementi reali e virtuali. Rilevante sulla scena della videoarte europea è la produzione collettiva di Studio Azzurro, a partire dalle videoambientazioni degli anni Ottanta ("Luci di inganni", "Il nuotatore", "Veduta", il ciclo "Osservazioni sulla natura"). L’invenzione di sistemi di immagini audiovisuali che si modificano al tocco esterno (passaggio di dita o di piedi, batter di mani, voci ecc.) risale agli anni Novanta. Nascono così grandi ambientazioni interattive: "Tavoli" (1995) "Totale della battaglia" (1996), "Il soffio sull’angelo" (1997). Nel 1996 è stata realizzata una videoinstallazione permanente nel Museo New Metropolis di Amsterdam, "Il giardino delle anime". Il gruppo è impegnato anche in esperienze interdisciplinari di teatro, musica, danza.

rosaria riccia - 15-2-2008 at 17:33

Nn avendo internet a casa,mi è difficile scrivere spesso nel forum...quindi appena posso cerco di mettere più informazioni possibili...

Al3 - 16-2-2008 at 11:42

sto per terminare il libro....è impegnativo....comunque la parte iniziale è quella che terrò più in considerazione...( "mettersi in gioco")...mi interessa....

Al3 - 16-2-2008 at 13:35

ho avuto modo di leggere una tesi che trattava appunto un argomento del capito lo del libro, che stiamo leggendo, che mi interessa

"L'elevato dinamismo che caratterizza la nostra società , definita sempre più spesso "Società dell'Informazione , pone come centrale l'informazione stessa, attribuendole il ruolo di risorsa strategica che condiziona l'efficienza dei sistemi, divenendo fattore di sviluppo economico, di crescita e di ricchezza culturale.
Il trattamento dell'informazione e l'elaborazione delle conoscenze sono diventati recentemente la principale fonte occupazionale...."
http://www.tecnoteca.it/tesi/e_learning/versoelearning/lasocietadel...

Wearable PC : ZYPAD

Elisa M - 16-2-2008 at 14:07

Le tecnologie indossabili rappresentano l'ultima evoluzione volta a rendere sempre più flessibile e pervasiva la tecnologia al fine di sviluppare al meglio i bisogni dei suoi fruitori e migliorarne la qualità di vita.
Integrazione con lo spazio personale dell'utente e capacità di non monopolizzarne l'attenzione sono le due principali caratteristiche che connotano i computer indossabili.









http://www.eurotech.com/IT/prodotti.aspx?pg=Wearable%20Pc
http://www.eurotech.com/IT/news.aspx?pg=news&id=76



PSICOTECNOLOGIA

pan giorgio - 16-2-2008 at 15:23

La rapidissima evoluzione delle tecnologie per la comunicazione e la loro sempre più ampia diffusione mettono a disposizione di un numero crescente di utenti risorse e strumenti di conoscenza di grande potenza e di facile impiego ma, contemporaneamente, modificano profondamente i comportamenti, gli stili di vita e anche gli assetti cognitivi ed affettivi.
Da alcuni anni si va delineando un innovativo campo di ricerca scientifico che studia gli effetti psicologici, psicosociali e psicopatologici delle nuove tecnologie elettroniche e tenta di approfondire da diversi punti di osservazione il loro impatto sulla mente umana indagando la complessa relazione che essa stabilisce con il computer e le reti telematiche.
Tale ambito di ricerca, da molti Autori definito come Tecnopsicologia, assume un valore sempre più importante affinché la grande rivoluzione della civiltà digitale che si sta sviluppando in questi anni non crei altre e più complesse aree di disagio e di sofferenza psicologica determinate da un progresso tecnologico che rischia di modificare troppo velocemente i nostri concetti di identità, comunicazione e relazione interumana.
E' bene, quindi, affrontare queste tematiche in un'ottica fortemente interdisciplinare che, oltre agli aspetti psicologici e psichiatrici, permetta di cogliere la prospettiva culturale e socio-economica dell’ “intelligenza connettiva” che rappresenta lo scenario di queste grandi trasformazioni.






LINK: http://it.wikipedia.org/wiki/Psicotecnologia

http://clarence.dada.net/internet20/dk-intervista.html




WI-FI

pan giorgio - 16-2-2008 at 16:41

Wi-Fi, abbreviazione di Wireless Fidelity, è un termine che indica dispostitivi che possono collegarsi a reti locali senza fili (WLAN) basate sulle specifiche IEEE 802.11. Un dispositivo, anche se conforme a queste specifiche, non può utilizzare il logo ufficiale Wi-Fi se non ha superato le procedure di certificazione stabilite dal consorzio Wi-Fi Alliance (Wireless Ethernet Compatibility Alliance), che testa e certifica la compatibilità dei componenti wireless con gli standard 802.11x (della famiglia 802.11). La presenza del marchio Wi-Fi su di un dispositivo dovrebbe quindi garantirne l'interoperabilità con gli altri dispositivi certificati, anche se prodotti da aziende differenti.




Vantaggi e svantaggi del wi-fi:

Vantaggi:

Molte reti riescono a fornire la cifratura dei dati e il roaming potendosi spostare dalla copertura di un access point ad un altro senza una caduta della connessione internet, al di fuori del raggio di azione che delimita un hot-spot.

Diversamente dal cellulare, l'esistenza di uno standard certificato garantisce l'interoperabilità fra apparecchio e rete anche all'estero, senza i costi della cablatura (essendo tecnologia wireless) per una più rapida e facile installazione ed espansione successiva della rete.

La presenza di parecchi produttori ha creato una notevole concorrenza abbassando di molto i prezzi iniziali di questa tecnologia.

La Rete è un nuovo spazio pubblico a tutti gli effetti


Svantaggi:

Il tempo di latenza delle schede wi-fi è leggermente superiore a quelle basate su cavo con una latenza massima nell'ordine di 1-3 ms (per cui questo particolare è trascurabile, a differenza delle connessioni GPRS/UMTS che hanno latenze nell'ordine di 200-400 ms).

Uno svantaggio delle connessioni wi-fi 802.11a/g può essere la stabilità del servizio, che per via di disturbi sul segnale talvolta può essere discontinua (il segnale può ad esempio essere disturbato da forni a microonde nelle vicinanze che quando sono in funzione disturbano la frequenza operativa di 2,4-2,5 Ghz).

La privacy (anche se nn telefoni, basta avere il terminale acceso e le celle distribuite sul territorio t'individuano, come nel gioco giapponese).







link:

http://www.wikipedia.org/wiki/Wi-Fi


http://www.marcocattaneo.com/2006/08/17/google-wifi/


http://www.punto-informatico.it/p.aspx?i=336187


http://www.fon.com





200px-Wi-fi_logo[1].png - 7kB

WARWALKING

pan giorgio - 16-2-2008 at 16:55

Il Wi-fi, ovvero la possibilità di collegarsi a Internet via onde radio, è il fenomeno del momento. Secondo gli esperti soppianterà le tradizionali connesioni che limitano enormemente la nostra mobiltà, costringendoci a navigare, in ufficio o a casa, inchiodati a un tavolo. Il sogno è quello di vivere in una città completamente coperta dalla rete wireless, dove l'utente può connetersi ovunque si trovi: ai giardini pubblici, alla fermata dell'autobus, in un bar..... se il futuro digitale potesse trovare la sua realizzazione proprio grazie alla disponibilità dei nuovi cittadini ad essere non solo consumatori ma produttori di informazioni e valori d'uso capaci di inventare opportunità di mercato incardinate all'interno di una nuova emancipazione civile??



LINK:
http://www.ciao.it/Con_la_W__Opinione_654082

INTERACTION DESIGN

pan giorgio - 16-2-2008 at 17:11

Interaction design, o progettazione dell'interazione, è l'attività di progettazione dell'interazione che avviene tra esseri umani e sistemi meccanici e informatici. E' una disciplina che appartiene all'ambito di ricerca dell'"interazione uomo macchina" (HCI). Scopo fondamentale della progettazione dell'interazione è rendere possibile e facilitare al massimo per un essere umano l'uso e l'interazione con macchine (meccaniche e digitali), e la fruizione di servizi e sistemi complessi in modo proficuo e soddisfacente, offrendo all'utente l'opportunità di costruirsi un proprio teatro degli eventi,una strategia di simulazione di cui essere co-autore attraverso uno sguardo che agisce nella visione (essere autori di se stessi!!)



LINK:
http://www.wikipedia.org/wiki/Interaction_design


http://www.10people.net/tutorial/interaction_design-ask_tog/pricipi...



non sò perchè mi dà problemi l'ultimo link....











il futuro è già arrivato, ma non è stato distribuito in parti eguali...

ciccina - 16-2-2008 at 19:01

Mi riferisco, al capitolo la via ludico partecipativa alla cittadinanza digitale....


i cittadini del futuro: cioè un sistema che oltre al principio didattico, è opportuno inventi al + presto forme ludico-partecipative x affinare la sensibilità dei + giovani alla condivisione dell'esperienza formativa e culturale on-line...un Paese che non scommette sul proprio futuro è un Paese che non ha prospettive e che è destinato ad invecchiare...



LINK:
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=391696

VIDEOGIOCHI E PSICOTECNOLOGIA

pan giorgio - 18-2-2008 at 14:27

"L'arte non è imitazione della vita, ma la vita è l'imitazione di un principio trascendente col quale l'arte ci rimette in comunicazione"
Antonin Artaud



"Fare della propria vita un esperimento, questa è la libertà dello spirito"

Friedrich Nietzsche


link: http://www.rekombinant.org/old/article.html.sid=2092


peppino neroni - 18-2-2008 at 17:51

Il futuro delle città tra tecnologie e partecipazione

E-democracy con il piano strategico "e_demps" (cofinanziato dal CNIPA) si è posto l'obiettivo di promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita delle amministrazione pubbliche e alle loro decisioni. Avviatosi nel gennaio 2006, ha coinvolto, con il coordinamento del Comune di Pesaro, 20 città italiane impegnate nell’attuazione di politiche di pianificazione strategica. Scopo del progetto, analizzare e realizzare soluzioni ICT in grado di migliorare la partecipazione della cittadinanza alla definizione delle politiche locali.

peppino neroni - 18-2-2008 at 17:58

Anti P2P con l’antivirus

Il capo della RIAA, Sherman, ha affermato che si potrebbe cambiare strategia nella lotta contro il download della musica illegale, attraverso il filtraggio dei contenuti illegali, utilizzando i programmi antivirus.

In questo modo sarebbero alleggeriti gli ISP dal loro compito di filtraggio. Ma Sherman sembra non aver valutato che nessuno sarebbe disposto ad installare sul proprio PC un antivirus spia e né tantomeno sarebbero contenti i produttori della sua idea.


Ovviamente quest’uscita del capo della RIIA ha suscitato reazioni anche ironiche sull’argomento in giro per la rete. In sintesi l’idea di Sherman sarebbe quella di creare dei tool spyware e malware che andrebbero installati insieme al software antivirus. Ma molti produttori non stanno lottando da tempo contro l’uso improprio di questi programmi?

Secondo quanto affermato da un portavoce della RIAA, Sherman avrebbe solamente affermato quello che ha detto rimuginando in risposta ad una domanda posta durante una conferenza e non avrebbe proposto nulla in concreto. Sarà, ma resta il fatto che il colosso discografico non è nuovo a queste uscite.

Attendiamo per vedere se saranno state semplici farneticazioni o qualcos’altro.


riaa_01.jpg - 11kB

peppino neroni - 18-2-2008 at 18:00

Aumento delle tariffe a causa del P2P

Negli Stati uniti gli ISP si sarebbero ribellati ed avrebbero aumentato le tariffe relative le connessioni ADSL.

In sostanza, è guerra aperta nei confronti degli utenti che in modo incontrollato si servono della rete esclusivamente per scaricare file di ogni genere, visto e considerato che con i contratti ADSL “no limit” gli utenti del web, mediante client P2P, possono operare tranquillamente e senza rincari.


Road Runner, ad esempio, avrebbe introdotto quattro tipologie di consumo mensili, caratterizzate da 5, 10, 20 e 40 GB, superate le quali sarebbero inevitabili degli aumenti della bolletta (7,5 dollari per ogni GB in più). L’altro ISP, invece, AT&T, avrebbe direttamente aumentato il costo dell’abbonamento mensile di cinque dollari.

Secondo gli stessi ISP il problema principale è a monte, ovvero sarebbe rappresentato dalla crescente disponibilità di banda larga che non sarebbe in grado di tenere il passo del file sharing. Ma non è che il P2P è diventato il “capro espiatorio”?

peppino neroni - 18-2-2008 at 18:05

Fai vedere a tutti i software che usi con Wakoopa

Wakoopa possiamo “mostrare” tutti i software che stiamo usando. Wakoopa è in grado di condividere le informazioni che riguardano quanto tempo si usa una certa applicazione e in che modo essa viene usata, mostrando tutti questi dati “in diretta“.

Wakoopa si presenta sotto le “mentite” (o veritiere?) spoglie di un social network, ma ad un’attenta riflessione fa pensare anche ad un tentativo di profiling per ottenere informazioni sui gusti degli utenti e per dare l’occasione alle aziende produttrici di software di progettare e realizzare applicazioni sempre più rispondenti alle preferenze degli internauti. Si configurerebbe così come una vera e propria strategia di marketing.


Dai dati emersi da Wakoopa è risultato che il browser più usato è Firefox, al secondo posto troviamo Internet Explorer, seguito da Opera e poi Safari. Per quanto riguarda le curiosità è emerso che i videogames si giocano di più il martedì e che sono le donne a usare maggiormente Photoshop rispetto agli uomini. Queste ed altre informazioni potrebbero essere vendute alle aziende, con risvolti inquietanti per la privacy e con una mancanza di chiarezza sul fine della raccolta di questi dati.

Dunque, quello che in apparenza è un nuovo sistema che il web 2.0 offre per lo scambio di informazioni, una nuova modalità di comunicazione condivisa, attraverso la quale si possono mettere in comune anche esperienze, opinioni e recensioni sui programmi installati, può diventare un pericolo per la riservatezza, oltre a lasciare un dubbio sulla sua effettiva utilità al di là di fini prettamente commerciali.

http://wakoopa.com/



wakoopa.jpg - 12kB

peppino neroni - 18-2-2008 at 18:09

Bonus/malus per gli utenti della rete

Arriva dagli Stati Uniti l’annuncio del presidente della RIAA, Cary Sherman, il quale, alla conferenza “State of the Net“, avrebbe dichiarato che presto il mercato, in maniera del tutto spontanea, risolverà le problematiche connesse al P2P illegale.

In poche parole non occorrerà introdurre normative per arginare il fenomeno. Ad esempio, Time Warner Cable premia gli utenti che si limiteranno nel “downloading” mediante dei sistemi di bonus/malus, mentre l’ISP Comcast avrebbe attivato dei limitatori di banda per assicurare a tutti gli utenti delle prestazioni migliori.


Gli europei però sembrano essere più restii dinnanzi a tali novità, infatti, lo stesso Sherman ritiene che nel vecchio continente la problematica legata al P2P illegale possa esser risolta con l’introduzione di nuove norme, ed inoltre gli Stati dell’UE dovrebbero considerare gli ISP come protettori della musica in rete.



riaa_01.jpg - 11kB

EJamming, il mondo suona tutto insieme!!

Elisa M - 19-2-2008 at 16:15

I rockettari più incalliti stanno già trasferendo computer e cavetteria dalle camerette agli scantinati, isolati alla meglio: da marzo potranno schitarrare in compagnia di musicisti disseminati in ogni parte del globo. Sarà eJamming AUDiiO a consentire loro di ricreare una sala di registrazione virtuale, a distanza, connessa in Rete.



LINK:

http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1873882

Mondi Attivi

ciccina - 19-2-2008 at 17:10

La piattaforma di "Mondi Attivi" ( Active Worlds ) è la più affascinante esperienza di realtà virtuale 3D in internet . Essa permette di costruire, visitare ed esplorare ambienti virtuali e di interagire con altri utenti presenti nei "Mondi Virtuali".I "Mondi Attivi" sono uno strumento di comunicazione estremamente potente, poiché permettono, ad un sistema di chat tradizionale o, alla comunicazione vocale ( Voice over IP ), di ricomporre la pragmatica comunicativa, dotandola di riferimenti spazio-temporali...


LINK:
http://mimirdigest.blogspot.com/2007/06/mondi-3d-mondi-attivi-activ...
http://www.lavelavacanze.it/mondo3d.htm

TECNOLOGIA E DESIGN

Elisa M - 19-2-2008 at 19:55

il settore dei computer indossabili sta interagendo con altri campi della ricerca e in particolare con quello del design. Nel 2002 oltre venti giovani designer, provenienti da dodici Paesi diversi, hanno lavorato intorno all'idea di Personal Viewer, un nuovo strumento di computing che cambia il nostro approccio al lavoro, al relax, alle relazioni interpersonali. I cinque prototipi finali sono anche comparsi in una pubblicazione di approfondimento pubblicata da Microsoft con prefazione di Bill Gates.

Non è solo un laptop più piccolo o un palmare più potente: Personal Viewer è una finestra aperta sul mondo delle reti. I computer immaginati sono miniaturizzati, indossabili o oppure nascosti in oggetti comuni e facili da usare. Le Cahier di Fanny Manderscheid, ventiquattro anni, francese, si è aggiudicato il primo premio Smau Industrial Design 2002.




LINK:


http://www.personalviewer.com/pdf/smau_ita.pdf

Al3 - 20-2-2008 at 09:40

Riferimento ad un'altra tesi sul tema della società e dei nuovi media...

"...Le reti generano autonomia e libertà. Le reti ci regalano una sfera pubblica più inclusiva, articolata e meno soggetta all’influenza del potere statale ed economico..."

"...Il Web assume, infatti, sempre più una dimensione “sociale“.

http://salpetti.wordpress.com/category/web-20/

chip elettronico nel passaporto...

ciccina - 20-2-2008 at 12:32

Obbligatorio usare foto digitali...

L'Italia è uno dei 27 paesi che beneficia del 'VWP', della possibilità cioé per i suoi cittadini di visitare gli Usa (per un massimo di tre mesi) senza dover chiedere un visto.
Gli Usa hanno però chiesto ai 27 paesi di rendere i loro passaporti più difficilmente falsificabili adottando misure di sicurezza (come le foto digitali) che saranno poi ulteriormente rafforzate (con la introduzione obbligatoria di un chip elettronico nel passaporto in grado di contenere numerosi dati)...

link:
http://www.giornaletecnologico.it/dirweb/200510/28/4360e0a60296f/

link:

ciccina - 20-2-2008 at 12:43

http://www.giornaletecnologico.it/dirweb/200510/28/4360e0a60296f/

aggiungo un altro link :
http://www.pdoscarweb.it/phpn/html/modules.php?name=News

ciccina - 20-2-2008 at 12:48

non capisco perchè alcuni link nn funzionano... c riprovo ancora una volta ....

http://www.giornaletecnologico.it/dirweb/200510/28/4360e0a60296f

esame il 28.02

carlo - 20-2-2008 at 14:20

Se non l'hanno già fatto gli addetti della segreteria didattica,
attaccate voi questo foglio che annuncia l'esame?
Dove si precisa che l'esame è alle 15 e non alle 9, come indicato, impropriamente, sul piano-esami.

Chi l'affigge, lo fotografa il foglio?
e lo mette nel forum?
E io me lo ricordo.
Per l'esame.
La disponibilità è un fattore di Performing Media.

Espliciterò perchè considero virtuoso questo metodo...(usare questo forum x l'organizzazione funzionale).

Ultima cosa: chi dovrà fare l'esame deve indicarmi 3 TAG su cui farà perno il suo intervento.
Attenzione (ditelo a chi s'infila all'ultimo momento).
Chi non fa sapere qui nel forum della propria partecipazione a questa sessione, rischia l'esame.



Allegato: esame28.02.08.rtf (20kB)
Questo file è stato scaricato 319 volte


Al3 - 20-2-2008 at 20:22

Problematiche dei mass media

"...Nel corso degli anni è stata prodotta un'enorme quantità di studi e ricerche sugli effetti causati dai media.....
poiché un aspetto molto importante della comunicazione di massa è la produzione in serie di messaggi come "merce", diventa molto importante lo studio delle strategie con cui vengono prodotti e diffusi i messaggi, specialmente quando lo scopo di questi messaggi è quello di influenzare le idee ed i comportamenti dei destinatari..."
http://it.wikipedia.org/wiki/Mass_media

Al3 - 20-2-2008 at 20:32

"........l'aspetto della tutela dei dati personali: il primo problema è che la diffusione di informazioni personali nei contenuti della Rete avviene su scala planetaria, al di fuori di qualsiasi possibilità di controllo non solo dell'interessato, ma anche di chi pubblica le informazioni stesse.

Un secondo problema, ancora più grave e di più difficile soluzione, consiste nella possibilità di aggregazione e di elaborazione di dati presenti sulla rete - sottolineo, senza alcuna possibilità di controllo - che possono fornire informazioni su un individuo molto al di là delle intenzioni di chi ha diffuso quei dati...

È il problema della "disseminazione dei dati personali", che su Internet è particolarmente intensa ed è accompagnata da ampie possibilità di elaborazione per scopi del tutto diversi da quelli per i quali i dati sono stati immessi.

Il punto è se e come si possa mettere un limite a queste situazioni........."

http://www.interlex.it/regole/mcselfrg.htm

ora chiedo

carlo - 20-2-2008 at 21:34

che vi concentriate su ciò che ho chiesto:
individuare 3 tag
le parole chiave su cui far muovere il vostro esame.

e indicate i vostri nomi
insieme al riferimento ai momenti del corso che avete seguito.

chi affigge il foglio dell'esame?

Al3 - 21-2-2008 at 10:24

salve prof... chiedo delle informazioni...il discorso delle 3 TAG significa che dobbiamo racchiudere in 3 messaggi tutti quelli che mandiamo sul forum?? questo per semplificare in 3 parole chiave l'argomento che ognuno di noi prende in considerazione??
o sbaglio??...

Un'altra cosa... europedia è pesantissimo per me, non sono mai riuscita ad aprirlo e tuttora non ci riesco...un pò dipende anche dal fatto che il mio pc è vecchio... uff

carlo - 21-2-2008 at 10:33

Quota:
Originariamente scritto da Al3
salve prof... chiedo delle informazioni...il discorso delle 3 TAG significa che dobbiamo racchiudere in 3 messaggi
<<<
no
solo 3 parole nette
<<<
tutti quelli che mandiamo sul forum?? questo per semplificare in 3 parole chiave l'argomento che ognuno di noi prende in considerazione??
o sbaglio??...

<<<
e poi a parte
ognuno di voi dovrà ricapitolare tutto ciò che ha fatto con link.
Siate sintetici.
Mi occorre solo x inquadravi.
Non vi sto chiedendo tesine
<<<

Un'altra cosa... europedia è pesantissimo per me, non sono mai riuscita ad aprirlo e tuttora non ci riesco...un pò dipende anche dal fatto che il mio pc è vecchio... uff

<<<
vai in accademia.
L'uso appropriato della rete è strutturale nel mio corso.

Al3 - 21-2-2008 at 10:37

faccio un esempio che fa capire meglio il secondo problema riguardo la tutela dei dati personali....

"...Tizio è iscritto a due liste di discussione, su argomenti diversi e gestite da soggetti diversi. Una è dedicata alle auto sportive, nell'altra si discute di diritto. In più il nostro uomo ha pubblicato su un sito di annunci economici la ricerca di un'abitazione di lusso e anche l'offerta di vendita di un'automobile di media cilindrata. Sono informazioni isolate, che non dicono nulla su Tizio, anche perché negli annunci economici c'è solo il numero di telefono. Ma la ricerca di un'abitazione di lusso attira l'attenzione degli specialisti dell'ufficio marketing di una società che propone investimenti finanziari. Dal numero di telefono in un attimo scoprono il secondo annuncio e risalgono alle generalità di Tizio, quindi con il suo nome lanciano una ricerca sulla rete. Scoprono la sua appartenenza alle due liste di discussione, poi con una rapida indagine negli albi professionali vedono che fa l'avvocato e giungono a una conclusione: l'avvocato Tizio "ha fatto i soldi" e quindi è il caso di contattarlo per proporgli un investimento.
Semplice, legittimo, e in questo caso anche "innocente". Ma con lo stesso sistema si possono ottenere anche informazioni molto più delicate e per fini molto meno nobili...

Al3 - 21-2-2008 at 10:44

ok prof...quindi scriviamo qui nel forum un messaggio con 3 parole chiavi che indicano la discussione che ognuno di noi "porta" avanti...che poi il giorno dell'esame le dovremo esporre... in questo modo lei potrà inquadrare i nostri argomenti...capisco...una cosa allora....
ma ci conviene farlo poco prima di fare l'esame..?? nel senso che così ognuno di noi sà con precisione tutti gli argomenti che ha affrontato nel forum...e quindi indica meglio le 3 TAG... no??

Al3 - 21-2-2008 at 11:15

un messaggio per Elisa M.

tanto non ci posso venire lo stesso al rock, anche se c'è il sistema wireless...quindi non è vero che attira di più i clienti perchè,chi sai tu, non ci viene lo stesso....ehhehehe

( niente, scusate, ma una piccola parentesi personale...)

rosaria riccia - 21-2-2008 at 13:54

Ariella Vidach e Claudio Prati
iD
Lo spettacolo ID assimila e combina vari schemi di gioco interattivo trasformando in allegoria dell'esistenza le azioni degli interpreti. I danzatori, sottomessi alle regole e osservati da prospettive micro e macro, esprimono un legame imprescindibile e un senso di appartenenza caratteristici di una "comunità", si muovono incessantemente e il loro dinamismo attiva un incontrollato proliferare di eventi visivi e sonori, di relazioni e di scontri. Una volta automatizzato lo schema ludico-informatico, i protagonisti divengono "players" confondendo la loro realtà di individui con la dimensione metaforica del gioco.

AiEP-Avventure in Elicottero Prodotti

Avventure in Elicottero Prodotti è una associazione culturale nata a Lugano (Svizzera) nel 1988 dall'incontro di quattro artisti provenienti da ambiti di ricerca differenti: Marcello Mazzella (computer/scultore), Claudio Prati (videoartista), Carlo Somaini (produttore televisivo) e Ariella Vidach (coreografa).

L'attività dell'Associazione si è focalizzata principalmente nella realizzazione di progetti di ricerca e di sperimentazione nell'ambito della danza e delle arti visive multimediali, adottando una strategia di prelievi dai più svariati campi artistici volta all'individuazione e all'applicazione di inedite metodologie creative e di un nuovo linguaggio espressivo fondato sulla contaminazione. Nel 1996 Ariella Vidach e Claudio Prati fondano a Milano la Compagnia di danza contemporanea Ariella Vidach – A.i.E.P. (acronimo di Avventure in Elicottero Prodotti) con il duplice obiettivo di ampliare gli orizzonti artistici precedentemente delineati e approfondire lo studio delle possibilità espressive offerte dal corpo inserito in un ambiente virtuale. La produzione di spettacoli è andata di pari passo con l'esplorazione delle nuove tecnologie digitali e l'elaborazione di sistemi sempre più sofisticati: dalle prime sperimentazioni video sulla scena si è passati infatti all'utilizzo dei computers, dei sistemi di motion capture e di realtà virtuale, per giungere infine alle più recenti produzioni di danza interattiva.

Elisa M - 21-2-2008 at 21:26

Quota:
Originariamente scritto da carlo
che vi concentriate su ciò che ho chiesto:
individuare 3 tag
le parole chiave su cui far muovere il vostro esame.

e indicate i vostri nomi
insieme al riferimento ai momenti del corso che avete seguito.

chi affigge il foglio dell'esame?




lo metto io domani visto che passo in accademia..ok?

net-attivismo per le FOIBE

Elisa M - 21-2-2008 at 21:36


"Iniziativa web per il 10 febbraio, Giornata della Memoria dei Martiri delle Foibe, iniziativa che abbiamo intitolato “IO NON SCORDO”.



LINK:

http://it.novopress.info/?p=9209

ELISA MARCONI : 3 TAG

Elisa M - 21-2-2008 at 23:40

° NET-ATTIVISTMO

° UN RADAR SOCIALE

° WI-FI and WEARABLE COMPUTER

( ma non ho capito se devono essere sempre inerenti ai link che abbiamo inserito o possiamo anche scegliere altri argomenti )

TOOTHING

Elisa M - 22-2-2008 at 00:31

Cos'è il toothing? E' un nuovo modo di contattare le persone, siano esse in metropolitana, sul treno, al cinema, scuola, riunione di lavoro, ecc..., in modo del tutto casuale tramite la tecnologia Blue Tooth dei telefonini o dei palmari


LINK:


http://mondonico19.splinder.com/archive/2004-04

LOP vs TOOTHING

Elisa M - 22-2-2008 at 00:41

Il Lop, questo il nome dell'invenzione, è in grado di trasporre sul telefonino uno stato d'animo, un interesse, un desiderio anche pratico - spiegano gli ingegneri - e di comunicarlo ad altri, formando così dei microcosmi comunicativi riservati alle sole persone che ne fanno parte, che condividono cioè quello stesso 'caratterè in quel momento, che provano quella stessa emozione. Non solo sesso, come nel caso inglese, ma anche sentimenti, gioco, interessi: lontani dalla perplessità e dall'incertezza e, soprattutto, sapendo che l'altro è lì nei paraggi".



LINK:


http://www.repubblica.it/2004/e/sezioni/scienza_e_tecnologia/police...

http://www.imli.com/imlog/archivi/000172.html

Elisa M - 22-2-2008 at 00:46

Niente non prende il primo link, mi divide una lettera anche se la scrivo correttamente..bha....copio direttamente qui:


- Si chiama Lop, è l'ultima novità nel campo della comunicazione con i cellulari, ha conquistato gli inglesi, ma è un'idea made in Torino. Merito di due ingegneri arrivati dal sud che hanno studiato al Politecnico. Dopo la laurea in ingegneria meccanica a pieni voti, e un breve impiego al Centro Ricerche Fiat di Orbassano, hanno deciso di mettersi in proprio: nulla di concreto, da cui partire, ma solo tante idee. Ottime idee. Di quelle che si fanno strada da sole. Sono il siciliano Salvatore Volpe, di Riesi e il calabrese Domenico Lopreiato, di Stefanaconi: hanno entrambi trent'anni.

Hanno inventato, e brevettato, un nuovo tipo di comunicazione del quale il toothing - moda recentemente esplosa sui treni e le metropolitane inglesi per dichiarare la propria immediata 'disponibilità' tramite il telefonino - non è che una particolare applicazione. Il progetto, per il quale l'Istituto Mario Boella ha condotto lo studio di fattibilità e ne curerà la realizzazione, ha dato vita a "Motromica", uno studio tecnico che l'Incubatore del Politecnico si preoccuperà di far divenire 'impresà e di immettere quindi sul mercato.

In cosa consiste? "Il Lop, questo il nome dell'invenzione, è in grado di trasporre sul telefonino uno stato d'animo, un interesse, un desiderio anche pratico - spiegano gli ingegneri - e di comunicarlo ad altri, formando così dei microcosmi comunicativi riservati alle sole persone che ne fanno parte, che condividono cioè quello stesso 'caratterè in quel momento, che provano quella stessa emozione. Non solo sesso, come nel caso inglese, ma anche sentimenti, gioco, interessi: lontani dalla perplessità e dall'incertezza e, soprattutto, sapendo che l'altro è lì nei paraggi".


Per la destinazione, Volpe e Lopreiato hanno pensato subito ai teen-agers: il Lop è gratuito, si presta benissimo al gioco e al divertimento, e le sue tante funzionalità corrispondono allo spirito spesso volubile dei più giovani: "E' proprio considerando la volubilità comunicativa dei ragazzi che abbiamo previsto delle funzioni 'a tempo', che scadono come un qualsiasi prodotto di consumo, quando non vengono rinnovate. Totale disimpegno, dunque, nella massima sicurezza. Qualche anno fa i ragazzi erano presi dalla manìa di allevare pulcini virtuali: perché non dovrebbero appassionarsi all'idea dei 'telefonini amici'?".

Ma il risvolto commerciale c'è, e non è affatto da sottovalutare. Ogni utente (l'applicazione del microcip non costerà più di 50 euro) inserirà nel cellulare, con il nickname, il proprio profilo caratteriale, ad esempio: Marilyn, vent'anni, tra due giorni farò l'esame di inglese, stamattina voglio comprarmi dei jeans di marca a meno di 30 euro. Ed ecco che, passando in una strada o in un particolare quartiere, il profilo di Marilyn incrocerà altri profili simili al suo, ricevendo proposte d'amicizia o di conoscenza, o il nome del negozio che, in quella strada, vende jeans firmati a meno di 30 euro.

Nascerà in questo modo una microcomunità di persone che, in quel momento, condividono lo stesso interesse o cercano e offrono gli stessi servizi. La modalità di utilizzo è quella delle ricetrasmittenti. "La differenza rispetto al modello londinese, che si limita a 'richiami sessualì e che utilizza tecnologie già esistenti sul mercato - aggiunge Lopreiato - è che non c'è limite di spazio e non ci si registra da nessuna parte. Non c'è un server centrale, che trasmette le informazioni, ma sono gli utenti a scambiarsele fra loro. Siamo contenti che al Politecnico abbiano creduto in questo progetto". Le prime sperimentazioni, a breve, alle Gru di Grugliasco e nei locali dell'ateneo.


peppino neroni - 22-2-2008 at 09:13

L'Unione Europea in favore del peer-to-peer?

Sono 15 milioni di euro i fondi stanziati dall'UE per finanziare il progetto P2P-Next, per evolvere questa tecnologia. Mentre gli Stati Uniti storcono il naso...

A differenza degli USA, l'Europa è a favore dello scambio di file attraverso i protocolli di condivisione web. A dimostrarlo sarebbe un investimento dell'Unione Europea in favore di un progetto volto a sfruttare i Torrent come sistema di distribuzione per le Internet Television.

Col nome di P2P-Next, il programma servirà infatti per sviluppare questo sistema a partire da Tribler, un social software Open Source che permette la condivisione di contenuti multimediali come musica e video.

A spingere verso questa scelta, l'utilizzo sempre più diffuso del peer-to-peer da parte degli utenti della Rete, sempre più avvezzi alla visione di serie televisive e film sul proprio personal computer.

Anziché penalizzare questa scelta, ad esempio attraverso l'introduzione di DRM sempre più potenti o la punizione delle più piccole trasgressioni (tattica prediletta dagli Stati Uniti), l'UE sembra invece propendere per un'altra strada: sfruttare questa nuova nicchia di mercato.

Una fetta di utenti che sembra far gola a molti, considerando i nomi presenti fra la ventina di soggetti che compongono il panel di P2P-Next. Come ad esempio la tradizionalissima BBC, che potrebbe sfruttare la nuova tecnologia come un medium diverso per rivendere i suoi contenuti.


000552.png - 26kB

peppino neroni - 22-2-2008 at 09:24

Un Polo Informativo per gli Archivi Umbri

Varato nuovo progetto tecnologico per offrire ai cittadini un accesso multimediale agli archivi storici

Si chiama .Doc - Polo Informativo degli Archivi Umbri il nuovo progetto avviato dalla regione per aprire ai cittadini il patrimonio di risorse documentarie del territorio grazie all'impiego delle più moderne tecnologie informatiche.

Presentato a Perugia a Palazzo Donini, .Doc potenzierà l'offerta del portale istituzionale Regioneumbria.Eu, che da ora in poi potrà beneficiare di un nuovo software per la gestione dell'Anagrafe Archivi storici.

«Con il Polo Informativo vogliamo dimostrare che la cultura è una dimensione aperta», ha sottolineato il direttore ai Beni e alle Attività culturali della Regione Umbria, Ernesta Maria Ranieri.

«Il "Polo" si pone come anello di congiunzione tra le realtà locali e i sistemi informativi archivistici nazionali, in particolare "Siusa" e "Sias"», ha aggiunto Maria Grazia Pastura, della direzione generale per gli Archivi per il ministero per i Beni e le Attività culturali, «ed ha l''obiettivo di integrare informazioni già disponibili sui sistemi centrali con notizie di maggiore dettaglio».

L'umbria conferma così il suo impegno nel processo di sviluppo informatico e tecnico-scientifico della PAL, in particolare per quanto riguarda l'accesso ai dati e l'implementazione delle banche dati.

Realizzato da Regione, Soprintendenza archivistica per l'Umbria e Archivi di Stato di Perugia e Terni con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, .DOC ha beneficiato di un investimento pari a 60mila euro, di cui 40mila della Regione e 20mila della Fondazione Cassa di Risparmio.


000549.png - 18kB

Italia digitale 2010

ciccina - 22-2-2008 at 11:07

Per il rilancio della competitività
e della crescita del Sistema Paese...

L’iniziativa del Progetto Italia Digitale 2010 intende:
- richiamare l’attenzione sul ruolo cruciale delle tecnologie dell’informazione e comunicazione (ICT) per lo
sviluppo della produttività, competitività e crescita delle imprese e delle economie - sottolineare l’urgenza di un progetto condiviso da tutti i diversi soggetti del paese con specifico
riferimento all’area delle tecnologie informatiche (IT) per recuperare rapidamente il gap dell’Italia nell’IT
rispetto agli altri paesi e cogliere le opportunità offerte dalle tecnologie digitali, dalle reti a banda larga ai
nuovi servizi e contenuti digitali.
Senza un efficace e diffuso utilizzo dell’IT le imprese italiane sono destinate a peggiorare la loro capacità
competitiva a fronte di concorrenti (e di interi sistemi paese) che stanno fortemente investendo in
tecnologie e reti informatiche in un contesto mondiale di crescente competizione digitale che rischia di
condurre ad una ulteriore emarginazione dell’Italia.


Proposte per l’Italia Digitale 2010
Perché il Progetto Italia Digitale 2010

Negli ultimi 10 anni l’Italia ha evidenziato un gap, sempre più ampio di competitività e crescita rispetto ai
maggiori Paesi, che ha avuto un’accelerazione nell’ultimo triennio.
L’obiettivo del Progetto Italia Digitale 2010 è quello di sottolineare l’urgenza di un piano condiviso da tutti i
soggetti (Governo, partiti, imprenditori, forze sindacali e Associazioni di categoria) del sistema che ponga
come obiettivo prioritario quello dell’innovazione dell’intero Sistema Paese sfruttando tutto il potenziale che
le tecnologie e le soluzioni che fanno capo all’ICT possono conferire al rilancio della sua competitività e della
sua crescita.

Le analisi di economia e politica industriale evidenziano che la competitività delle PMI è strettamente legata
a due fattori generatori di innovazione: il territorio e la rete.
La rete significa partecipazione a filiere od ecosistemi non solo a livello territoriale ma anche a livello
globale:
- reti territoriali con integrazioni ed interrelazioni tra operatori privati, operatori pubblici e strutture formative
e di ricerca del territorio
- reti di economie e sinergie esterne globali per trasformare gli attuali distretti ( per lo più territori di
specializzazione produttiva frammentata e non sistemica) in poli di eccellenza riconosciuti
internazionalmente
- reti in cui il baricentro è basato sulla centralità degli investimenti immateriali nei flussi di comunicazione e
transazione e soprattutto nelle risorse qualificate...


mi riferisco sempre all'italia digitale...

ciccina - 22-2-2008 at 11:35

ITALIA DIGITALE

L'associazione ITALIA DIGITALE, come tante altre sorte in quest'era digitale, nasce da un gruppo di persone conosciutesi via Internet ed accomunata dal desiderio e dalla convinzione che si possa e si debba unire le forze e contribuire efficacemente insieme per far progredire la cultura digitale ed il mondo dell'Open Source italiani. Persone e professionisti qualsiasi, che si sono scoperti uniti dalla passione per la Rete, per i modelli collaborativi e per le nuove tecnologie... oltre che dalle cene e dalle bevute, vero motore di ogni civile ed umano confronto, e dalle accese discussioni.

LINK:
http://www.itadig.org/

...

ciccina - 22-2-2008 at 11:42

provo a rimettere il link:
http://www.itadig.org

E-governemt...

ciccina - 22-2-2008 at 11:55

Firma digitale

La firma digitale compie nove anni e festeggia con risultati di tutto rilievo che pongono l’Italia, il primo paese europeo ad addottorare questo innovativo strumento elettronico, all’avanguardia rispetto agli altri Stati europei e mondiali.
Tra l'altro rappresenta uno dei 10 obiettivi del Piano per l’eGovernment, che si sviluppa su tre pilastri: la diffusione della firma digitale all'interno delle amministrazioni, con distribuzione a dirigenti e funzionari con potere di firma, e relativa formazione; l’intervento su applicazioni e servizi, per renderli accessibili in sicurezza tramite la firma digitale; le iniziative specifiche di stimolo all'utilizzo della firma da parte di gruppi specifici di utenti esterni all'amministrazione...

LINK:
http://www.key4biz.it/News/2008/02/11/e-Government/egov_cnipa_firma...

ciccina - 22-2-2008 at 11:57

provo a rimettere sempre il link...mannaggia:
http://www.key4biz.it/News/2008/02/11/e-Government

c rinuncio...(lo copio direttamente qui)

ciccina - 22-2-2008 at 12:01

Firma digitale. Il primato dell’Italia: 3 mln le card emesse e 100 mln i documenti sottoscritti.

Sono infatti oltre 3 milioni le card elettroniche emesse, circa 100 milioni i documenti sottoscritti in modo digitale, 18 i certificatori emissari delle carte.



L’Italia, secondo le rilevazioni della Commissione europea, oltre ad applicare gli standard comunitari, ha messo in atto anche chiare regole a livello nazionale – Dlgs 10/2002, del DPR 137/2003 - che potrebbero essere formalizzate dalla Commissione europea nell’ambito della revisione della Direttiva del 1999, per accelerare l’adozione di questo strumento in grado di semplificare notevolmente, mediante l’innovazione tecnologica, i rapporti tra cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione centrale e locale.



Ricordiamo infatti che i documenti informatici, sottoscritti con firma digitale o con un altro tipo di firma elettronica qualificata, hanno pieno valore legale ed evitano spostamenti di persone, atti da spedire, archiviare e gestire. Questi documenti, inoltre, permettono di validare legalmente a distanza un contratto, di emettere una fattura commerciale o un ordine di acquisto.



Sulla base dei parametri fissati dal CNIPA, che gestisce l'elenco dei certificatori accreditati e controlla il rispetto delle norme, la legge riconosce che “…Il documento informatico, sottoscritto con firma digitale o con un altro tipo di firma elettronica qualificata, ha l'efficacia prevista dall'art. 2702 del Codice civile. L'utilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria”.



Ecco perché la firma digitale rappresenta anche un valido strumento per ridurre le spese: secondo i dati Unioncamere, ad esempio, le aziende italiane possono risparmiare ogni anno 260 milioni di euro, tenendo conto solo dei rapporti che periodicamente debbono intrattenere con il Registro delle Imprese.



Ad agevolare la diffusione di questo strumento telematico nel nostro Paese è intervenuta nel 2006 l’adozione del Codice dell'Amministrazione Digitale che ha rafforzato ulteriormente il diritto dei cittadini a scambiare comunicazioni mediante posta elettronica con le PA, non più solo con quelle centrali ma anche con quelle locali, introducendo il diritto di rivolgersi al giudice amministrativo per obbligare i pubblici uffici a rispettare l’obbligo di risposta e dando quindi valore probatorio al documento informatico sottoscritto.



Molti dei meccanismi introdotti dall’Italia in questi nove a garanzia dell’autenticità, dell’integrità e della non ripudiabilità da parte del firmatario del documento informatico anni sono “…pressoché unici a livello mondiale”, spiega il CNIPA, che sottolinea il grande lavoro portato avanti nel nostro Paese soprattutto in fatto di cultura del documento informatico e di graduale abbandono del documento cartaceo, “…con tutti i problemi e costi connessi alla sua gestione e archiviazione, non solo nei rapporti tra cittadini e Pubblica amministrazione, ma anche nelle relazioni tra imprese”.



Obiettivi importanti e riconosciuti anche dalla Commissione, che ha preso i protocolli italiani di interoperabilità come modello base a livello europeo.

Spiega il CNIPA, infatti, che a differenza di quanto avviene nel resto d’Europa, “qualunque firma digitale emessa da uno dei 18 certificatori accreditati dal CNIPA consente la sottoscrizione con standard tecnologici che permettono la completa circolarità dei documenti”.



La firma digitale rappresenta uno dei 10 obiettivi del Piano per l’eGovernment, che si sviluppa su tre pilastri: la diffusione della firma digitale all'interno delle amministrazioni, con distribuzione a dirigenti e funzionari con potere di firma, e relativa formazione; l’intervento su applicazioni e servizi, per renderli accessibili in sicurezza tramite la firma digitale; le iniziative specifiche di stimolo all'utilizzo della firma da parte di gruppi specifici di utenti esterni all'amministrazione.

informazione

ciccina - 22-2-2008 at 13:09

Qualcuno di voi è stato invitato domani sera alla festa di laurea di Mirco? se è si fatemi sapere xchè io devo ancora fargli il regalo e se qualcuno viene glielo possiamo fare insieme almeno abbiamo + budget...

peppino neroni - 22-2-2008 at 21:28

Quota:
Originariamente scritto da ciccina
Qualcuno di voi è stato invitato domani sera alla festa di laurea di Mirco? se è si fatemi sapere xchè io devo ancora fargli il regalo e se qualcuno viene glielo possiamo fare insieme almeno abbiamo + budget...


per inserire correttamente un link, devi fare copia ed incolla direttamente e premere la barra-spaziatrice una o anche due volte e poi vai a capo premendo invio un paio di volte in modo che i link non si impiccino fra loro!
spero di esserti stato d'aiuto!

Elisa M - 24-2-2008 at 20:58

Quota:
Originariamente scritto da Elisa M
Quota:
Originariamente scritto da carlo
che vi concentriate su ciò che ho chiesto:
individuare 3 tag
le parole chiave su cui far muovere il vostro esame.

e indicate i vostri nomi
insieme al riferimento ai momenti del corso che avete seguito.

chi affigge il foglio dell'esame?




lo metto io domani visto che passo in accademia..ok?



ecco il foglio:








Wikia Search, il motore di ricerca collaborativo

Elisa M - 24-2-2008 at 23:00

Verà lanciato il 7 gennaio il motore che aspira a diventare l'alternativa a Google. Parola del fondatore di Wikipedia.
Botta e risposta tra Google, massima espressione mondiale tra i motori di ricerca e Wikipedia, l'enciclopedia libera e open source, nata da un progetto collaborativo al quale inizialmente ben pochi avevano dato credito.


http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6632

attivismo online con la raccolta firme

Elisa M - 24-2-2008 at 23:05

mi sembrava utile inserire questo link che è una piattaforma semplice e usabile per la raccolta firme..un buon esempio di net-attivismo!


http://keypivot.com/online-firmiamo-it-piattaforma-raccogliere-firm...

SMART DUST -Polvere intelligente-

Elisa M - 24-2-2008 at 23:37

Nel libro ho trovato un piccolo riferimento a questa "smart dust" , mi è sembrato interessante approfondire e su youtube ho trovato questo video:








DI FEDERICO RAMPINI
La Repubblica

"Smart dust", un pulviscolo composto di miriadi di microchip. Usata in segreto in Afganistan

SAN FRANCISCO - Gli scienziati californiani l'hanno battezzata smart dust, "polvere intelligente". Il Pentagono la definisce "Ia tecnologia strategica dei prossimi anni". Un giorno cambierà Ia nostra vita; intanto sta già cambiando il modo di fare la guerra e potrebbe avere un test decisivo in Iraq. Il pulviscolo intelligente è fatto di miriadi di computer microscopici. Ognuno misura meno di un millimetro cubo ma incorpora sensori elettronici, capacità di comunicare via onde radio, software e batterie.

Invisibile e imprendibile, la polvere di intelligenze artificiali si mimetizza nell'ambiente e capta calore, suoni, movimenti. Può essere diffusa su territori immensi e sorvegliarli con una precisione finora sconosciuta. Sa spiare soldati standogli incollata a loro insaputa, segnala armi chimiche e nucleari, intercetta comunicazioni, trasmette le sue informazioni ai satelliti.

Silvia Crocetti 3 Tag:

ciccina - 25-2-2008 at 10:23

* La res Telematica;
* Autori di se Stessi;
* Creative Commons.

Al3 - 25-2-2008 at 14:52

Alessia Riccò

3 TAG:
-un nuovo linguaggio (la società dell'informazione)
-la soggettività
-la privacy

PER L'ESAME

pan giorgio - 26-2-2008 at 10:32



AGOSTINI GIORGIO



- WI-FI

- PSICOTECNOLOGIA

- INTERACTION DESIGN




Elisa M - 26-2-2008 at 16:20

anche tu wi-fi??? : /

Al3 - 27-2-2008 at 13:35

Alessia Riccò

3 possibili location per Herzog:
-Porto S.Elpidio: la pineta per "Aguirre"
-Bolognola: le rocce per "Cuore di vetro" e il paesaggio dall'alto per "Aguirre"
-Frontignano: il prato per "Kaspar Hauser".

Le 3 TAG: un nuovo linguaggio(la società dell'informazione); la soggetività; la tutela della privacy

Il mio percorso:

Io mi sono concentrata più che altro sull'avvento di un nuovo linguaggio e i vari riscontri negativi e positivi che esso può avere sulla società.
La società odierna viene definita, spesso, "società dell'informazione". Ne è un esempio una tesi che ho preso in considerazione http://www.tecnoteca.it/tesi/e_learning/versoelearning/lasocietadel...
in cui, appunto, si parla proprio dell'importanza dell'informazione( non solo tradizionale, ma tutta quella gestita dall'elettronica) che è al centro di tutto e fattore di sviluppo economico e culturale per la società stessa.
Il web sta assumendo una dimensione sociale. http://salpetti.wordpress.com/category/web-20
Ci troviamo in un mondo, in cui l'importante è condizionare gli utenti, inculcare i messaggi che vengono "mandati" attraverso strategie (il media televisivo).
http://it.wikipedia.org/wiki/Mass_media

Con i nuovi sistemi di internet, ad esempio è possibile condividere informazioni, la conoscenza, addirittura cercare lavoro. I social network.
E' possibile attraverso la presentazione di se stessi, dare informazioni necessarie on-line. Da qui in un certo senso si espone la propria soggettività.
http://www.apogeonline.com/webzine/2008/01/22/23/200801222301

Un problema che si può riscontrare con l'avvento di internet è quello della non tutela della privacy, perchèè un qualcosa che può andare fuori dal controllo di chi pubblica e di chi è il diretto interessato; per non parlare della possibilità dell'elaborazione dei dati...in base a ciò che si scopre, ci possono essere proposte cose legittime, come cose, invece, con fini meno nobili. http://www.interlex.it/regole/mcselfrg.htm

per l'esame

carlo - 27-2-2008 at 14:00

domani alle 15

al momento mi risultano iscritti (qui nel forum)
ELISA MARCONI (bene! ma quando copi-incolli da google, aggiusta il testo, cambia la data, almeno)

Silvia Crocetti (mi piaccio le tue 3 tag, ma correggi...sei in esame...un microbo errore di battitura)

Alessia Riccò

AGOSTINI GIORGIO

Federica Rocchi


rosaria farina

ho questi nomi.

Mettete in un post (e stampatelo) le tag e una sintesi dei vostri "passi" nel forum e nel corso.
Così posso valorizzarlo.


Se non ho cognizione della partecipazione all'esame non avrò cognizione...

-fede- - 27-2-2008 at 17:00

per l'esame

Federica Rocchi

3 TAG:
_ my-media
_ blog
_ social tagging

rosaria riccia - 27-2-2008 at 17:39

TAG: 1.corpo in relazione con l'elettronica 2.cyber performance 3.interattività digitale

rosaria riccia - 27-2-2008 at 17:42

Ci sono prof., sono Rosaria Farina.

Al3 - 27-2-2008 at 20:15

si ci sn all'esame...salvo imprevisti...ihiheheh...a domani

Al3 - 27-2-2008 at 20:18

spero ke le mie tag vadano bene, prof...ho cercato di prendere le 3 parole "nette" che secondo me, rispecchiavano meglio i miei argomenti...

la tag

carlo - 27-2-2008 at 20:41

Quota:
Originariamente scritto da Al3
spero ke le mie tag vadano bene, prof...ho cercato di prendere le 3 parole "nette" che secondo me, rispecchiavano meglio i miei argomenti...


UN NUOVO LINGUAGGIO
è un pò generica

precisala.
Ne parliamo domani in esame.

-fede- - 27-2-2008 at 22:16

sintesi degli interventi al forum

- location immaginarie. Ho seganalato i Monti della Laga citando parole dello stesso Herzog
- My Berlin.art Psychogeography
- location immaginarie. Ho segnalato la chiesa dei morti ad Urbania
- considerazioni sul wi-fi
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=359&page=9

- usare un computer con la forza del pensiero
- domotica ovvero l'automazione domestica
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=359&page=13

- location herzoghiane
- il futuro della pubblicità in rete generata dal consumatore
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=359&page=14

...non so se devo indicare anche i post che ho inserito in Europedia..

Elisa Marconi -Tag e Percorso-

Elisa M - 28-2-2008 at 01:01

Elisa Marconi

TAG:
-Net-attivismo
-Un radar sociale
-Wi-fi and wearable computer

Il mio capitolo di riferimento è: "nomadismo e infomobilità"

Con la prima tag, "Net-Attivismo", prendo in considerazione tutte quelle iniziative fatte utilizzando i nuovi media con lo scopo di scuotere la società di fronte a vari problemi.
I link riguardanti l'argomento sono:

iniziativa contro il mc.Donald
http://www.agireora.org/info/news_dett.php?back=rt&id=342

Iniziativa a favore della giornata del ricordo dei martiri delle foibe
http://it.novopress.info/?p=9209

Attivismo online e raccolta firme
http://keypivot.com/online-firmiamo-it-piattaforma-raccogliere-firm...

Wikia Search, il motore di ricerca collaborativo
http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=6632

Twitter e microgiornalismo
http://www.twitter.it


Con la seconda tag "un radar sociale" ho analizzato come le nuove tecnologie stiano influenzando le nuove generazioni sotto il punto di vista della socializzazione.

approfondimenti su Rheingold
http://www.rheingold.com/
http://libri.html.it/recensioni/libro/134.htmlhttp://it.wikipedia.o...

Toothing
http://mondonico19.splinder.com/archive/2004-04

Lop vs toothing
http://www.repubblica.it/2004/e/sezioni/scienza_e_tecnologia/police... l/policel.html
http://www.imli.com/imlog/archivi/000172.html


Con la terza tag “Wi-fi e wearable computer” ho riportato alcuni esempi di tecnologia wi-fi e alcune pratiche che ne conseguono

Digital Hot-spotter
http://www.macitynet.it/macity/aA20021/index.shtml

E' in arrivo Webree
http://www.calshop.biz/diario/?p=676

Rockaway Hotspot:
http://it.wikipedia.org/wiki/Hotspot_(Wi-Fi) />
http://www.myspace.com/rockawayitaly

ZYPAD
http://www.eurotech.com/IT/prodotti.aspx?pg=Wearable%20Pc
http://www.eurotech.com/IT/news.aspx?pg=news&id=76

Tecnologia e Design
http://www.personalviewer.com/pdf/smau_ita.pdf

Festival For Unstable Media
http://www.wikiartpedia.org/index.php?title=Festival_for_Unstable_M...

Blast Of Theory
http://www.blasttheory.co.uk/bt/work_cysmn.html

Altri link riguardanti le nuove tecnologie in generale:

Ejamming:
http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1873882

Smart Dust
(video) http://it.youtube.com/watch?v=HzKYam-65v0



EUROPEDIA:

Tre link per le possibili location dei film di Herzog:

-Ussita –gole del fiume ussita- come possibile location per Aguirre furore di dio
-Gradara –castello- possibile location per Nosferatu
-Colfiorito –parco- possibile location per Kaspar Hauser

Per i film girati nelle marche ho inserito:

Recanati – link http://marchecinema.cultura.marche.it/
Fabriano – l’assassino ha riservato nove poltrone
Ascoli – Morirai a mezzanotte
S.Benedetto del tronto – l’allenatore nel pallone
Civitanova Marche – ciao cialtroni

PIANO ESAME

pan giorgio - 28-2-2008 at 09:35

AGOSTINI GIORGIO


EUROPEDIA:

location herzog:
- fiume tronto, monte conaro, lago di pilato (ispirati al film Aguirre, furore di Dio)
- piane di castelluccio (ispirate al film Kaspar Hauser)

P.S. in collaborazione con rosaria riccia


film girati nelle marche:
-i delfini, il grande blek, il maestro degli errori (tutti girati ad ascoli piceno)




PERFORMING MEDIA:

Tag:
- psicotecnologia:
La rapidissima evoluzione delle tecnologie per la comunicazione e la loro sempre più ampia diffusione mettono a disposizione di un numero crescente di utenti risorse e strumenti di conoscenza di grande potenza e di facile impiego ma, contemporaneamente, modificano profondamente i comportamenti, gli stili di vita e anche gli assetti cognitivi ed affettivi.

"L'arte non è imitazione della vita, ma la vita è l'imitazione di un principio trascendente col quale l'arte ci rimette in comunicazione"
Antonin Artaud

"Fare della propria vita un esperimento, questa è la libertà dello spirito"

Friedrich Nietzsche


link: http://www.rekombinant.org/old/article.html.sid=2092



http://it.wikipedia.org/wiki/Psicotecnologia

http://clarence.dada.net/internet20/dk-intervista.html





- interaction design:
è l'attività di progettazione dell'interazione che avviene tra esseri umani e sistemi meccanici e informatici. Scopo fondamentale è quello all'utente l'opportunità di costruirsi un proprio teatro degli eventi,una strategia di simulazione di cui essere co-autore attraverso uno sguardo che agisce nella visione (essere autori di se stessi!!)


LINK:
http://www.wikipedia.org/wiki/Interaction_design


http://www.10people.net/tutorial/interaction_design-ask_tog/pricipi... raction_design.html



non sò perchè mi dà problemi l'ultimo link....





- wi-fi:
Il Wi-fi, ovvero la possibilità di collegarsi a Internet via onde radio, è il fenomeno del momento...... se il futuro digitale potesse trovare la sua realizzazione proprio grazie alla disponibilità dei nuovi cittadini ad essere non solo consumatori ma produttori di informazioni e valori d'uso capaci di inventare opportunità di mercato incardinate all'interno di una nuova emancipazione civile??



link:

http://www.wikipedia.org/wiki/Wi-Fi


http://www.marcocattaneo.com/2006/08/17/google-wifi/


http://www.punto-informatico.it/p.aspx?i=336187


http://www.fon.com



http://www.ciao.it/Con_la_W__Opinione_654082


Silvia Crocetti 3 Tag e Percorso...

ciccina - 28-2-2008 at 10:56

Tag:

* La Res Telematica;

** Autori Di Se Stessi;

*** Creative Commons.

Il capitolo che ho preso in riferimento è: " LA VIA LUDICO PARTECIPATIVA ALLA CITTADINANZA DIGITALE.
(Però all'inizio ho messo anche altre cose e mi riferisco ai primi 2 punti qui sotto che sono riferiti ad un altro argomento...)

Nel forum ho messo:

- smart mobs politico
link di riferimento: http://www.webgol.it/2006/04/05/smart-blog-mobs/

- warwalking: cercando la connessione libera
link di riferimento: http://translate.google.com/translate?hl=it&sl=en&u=http://www.casl... u/warchalknote.htm&sa=X&oi=translate&resnum=4&ct=result&prev=/search%3Fq%3D Warwalking%26hl%3Dit%26sa%3DG
http://freethoughts.feeldifferent.org/2008/01/19/warwalking/
/> http://translate.google.com/translate?hl=it&sl=en&u=http://en.wikip... /wiki/Wardriving&sa=X&oi=translate&resnum=8&ct=result&prev=/search%3Fq%3DWa rwalking%26hl%3Dit%26sa%3DG
http://www.ciao.it/Con_la_W__Opinione_654082
/>

- il futuro è già arrivato, ma non è stato distribuito in parti eguali
link di riferimento: http://punto-informatico.it/p.aspx?i=391696

- Mondi Attivi
link di riferimento: http://mimirdigest.blogspot.com/2007/06/mondi-3d-mondi-attivi-activ...
http://www.lavelavacanze.it/mondo3d.htm

- chip elettronico nel passaporto
link di riferimento: http://www.giornaletecnologico.it/dirweb/200510/28/4360e0a60296f
http://www.pdoscarweb.it/phpn/html/modules.php?name=News

- Italia digitale 2010
Per il rilancio della competitività
e della crescita del Sistema Paese

- Italia Digitale
link di riferimento:
http://www.itadig.org/

- E-governemt e Firma Digitale


EUROPEDIA

Possibili location per i film di Herzog:

- Fermo - Palazzo dei Priori possibile location per Nosferatu;
- Lago di Fiastra possibile location per girare Grizzly Man;
PS: anno scorso ho messo anche delle immagini qui nel forum alla pag.3 e sono del Monte Conero...


per l'esame

-fede- - 28-2-2008 at 12:26

EUROPEDIA
location herzoghiane:
_Guadalupe, il vulcano de la Soufriere

location immaginarie:
_Monti della Laga e il Parco Nazionale dei Sibillini
_Urbania, la chiesa dei morti e il cimitero delle mummie

location marchigiane:
_San Leo, "Hudson Hawk, il mago del Furto"
_Monte Conero e Civitanova "Ciao Cialtroni!"
_Fano,"Estate violenta"

tiziana - 4-3-2008 at 18:32

Caro Prof.,

sono Tiziana Befera, ci siamo conosciuti nell'atrio dell'accademia di Macerata il giorno dell'esame, ricordi? sono la ragazza senza rete di Fabriano e sto facendo salti mortali per cadere nella RETE! ci riuscirò? Ho ancora difficoltà a destreggiarmi tra i vari link consigliati e praticamente per adesso sto facendo ZAPPING...mi sento però un pò persa e inconcludente in questa fase di rodaggio. Hai consigli da darmi? Ho anche comprato tuo originalissimo libro e ho fatto zapping anche là. Ora inizierò a leggerlo più seriamente, credo mi sarà di aiuto...
AIUTO, AIUTO, AIUTO

A presto Prof!

Titti

Bene! Sono nel forum........

Entra nella piattaforma di social networking

carlo - 4-3-2008 at 21:37

Quota:
Originariamente scritto da tiziana
Caro Prof.,

sono Tiziana Befera, ci siamo conosciuti nell'atrio dell'accademia di Macerata il giorno dell'esame, ricordi? sono la ragazza senza rete di Fabriano e sto facendo salti mortali per cadere nella RETE! ci riuscirò? Ho ancora difficoltà a destreggiarmi tra i vari link consigliati e praticamente per adesso sto facendo ZAPPING...mi sento però un pò persa e inconcludente in questa fase di rodaggio. Hai consigli da darmi?
<<<
Entra nella piattaforma di social networking degli studenti dell'Accademia!
http://hmcstudenti.ning.com/
Ec organizzatevi per richiedere l'accesso wi fi
in accademia.
Ed organizzatevi con i vostri portatili.
Condividete il + possibile.
Fatelo anche x i passaggi in auto...
<<<

Ho anche comprato tuo originalissimo libro e ho fatto zapping anche là. Ora inizierò a leggerlo più seriamente, credo mi sarà di aiuto...
AIUTO, AIUTO, AIUTO

A presto Prof!

Titti
<<<
il 13 marzo riprendo le lezioni
e tra qualche giorno linkerò il nuovo forum
qui in queste pagine.
E poi ti arriveranno comunque le gnuletter
che segnalano le iniziative che curo.

Bene! Sono nel forum........

il 13 marzo inizio il nuovo corso

carlo - 9-3-2008 at 22:41

attarverso questo forum
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=375
potete sapere le mie mosse.
Se mi volete incontrare e sapere cosa sto preparando nel territorio...

Agganciatevi con un post di saluto in modo che vi possano arrivare le notifiche via email dello sviluppo delle discussioni.

ciao

Muoversi con i mezzi è più facile, Google lancia il servizio Transit.

LoLLo - 10-3-2008 at 00:51

Muoversi con i mezzi è più facile
Google lancia il servizio Transit

Muoversi in città, utilizzando i mezzi pubblici, adesso è più facile. Google ha infatti lanciato Transit, il nuovo servizio che fornisce agli utenti indicazioni su come pianificare un tragitto, utilizzando diversi mezzi: autobus, metropolitana, tram e treno. Google Transit segnala all'utente le tratte coperte, le fermate più vicine al punto di partenza e di arrivo, i tempi di percorrenza e addirittura gli orari di riferimento.

Il servizio, lanciato in Italia come primo Paese europeo, vede già coinvolte con importanti collaborazioni la Provincia di Firenze e il comune di Torino. Prossimamente, il servizio verrà attivato anche presso il comune di Genova e quello di Venezia. Nel frattempo, ulteriori incontri sono in corso con amministrazioni locali e società di trasporto pubblico per estendere il servizio a quante più aree in Italia.

Matteo Renzi, presidente della provincia di Firenze, ha spiegato che "il Consiglio ha voluto attivare Google Transit per facilitare l'uso dei mezzi pubblici da parte non solo dei cittadini, ma anche delle migliaia di turisti che visitano ogni anno il territorio di Firenze e provincia. Grazie a questo nuovo strumento, non si dovrà più essere costretti a chiedere informazioni su orari, tragitto, coincidenze e costi della trasferta".

Dello stesso avviso è Maria Grazia Sestero, assessore ai Trasporti del Comune di Torino, che ha dichiarato: "In questo modo ci poniamo all'avanguardia nei sistemi d'informazione all'utenza, grazie al lavoro svolto dal Gruppo Torinese Trasporti e da 5T, la società che si occupa di tecnologia applicata al trasporto".

"Il progetto Genova Città Digitale ha un duplice obiettivo: creare un'infrastruttura di collegamento immateriale e ovunque fruibile per la città e la sua crescita e offrire servizi veramente utili ai cittadini", ha affermato Marta Vincenzi, sindaco di Genova. "L'accordo con Google per il servizio Transit rientra nella categoria dei servizi a valore aggiunto che vogliamo offrire ai genovesi sia direttamente sia tramite collaborazioni qualificate come questa".

Aldo Spivach, Stratregic Partner Development Manager di Google, ha sottolineato come "il progetto Transit stia attirando sopratutto l'attenzione degli enti pubblici, sempre più sensibili ai concetti di mobilità sostenibile e innovazione. Con Google Transit cerchiamo di promuovere il servizio pubblico in maniera facile ed efficiente".

L'Unione Europea ha approvato un documento nel quale si indica l'intenzione di promuovere l'open

peppino neroni - 15-3-2008 at 08:43

L'Europa sceglie l'open source

La Commissione Europea ha pubblicato uno Strategy Paper in cui si impegna a preferire software Open Source per i futuri progetti di Information Technology. In particolare «Per tutti i nuovi progetti, dove la distribuzione e l'utilizzo sia previsto anche all'esterno delle infrastrutture della Commissione, il software Open Source sarà la piattaforma di sviluppo e distribuzione preferita».
Il commissario agli affari amministrativi Siim Kallas, per bocca della sua portavoce Valeri Rampi ha dichiarato in un'intervista che «non si tratta di una nuova strategia. La Commissione ha avuto una strategia per l'Open Source fin dal 2000, strategia che è stata regolarmente aggiornata man mano che il software maturava e che la nostra esperienza e capacità migliorava». E infatti già nel 2000 la Commissione Europea pubblicava una strategia di intenti che però, fu subito precisato, era stata redatta «principalmente a scopo informativo». Nel nuovo documento, invece, è chiaramente scritto che «per tutti i futuri progetti IT e le future forniture [di software], la Commissione dovrà promuovere l'uso di prodotti che supportano standard aperti e ben documentati. L'interoperabilità è un aspetto critico per la Commissione, e l'utilizzo di standard aperti e diffusi è un fattore chiave per il suo raggiungimento».

Il documento riveste un ruolo ancora più importante, visto che si tratta del primo caso in assoluto in cui la Commissione Europea assume una posizione netta e ufficiale a favore del software libero. Una decisione che non fa fare i salti di gioia a Microsoft, il cui portavoce Jesse Verstraete di stanza a Bruxelles ha preferito non commentare la notizia. Secondo l'agenzia di stampa Bloomberg, si tratta di un ulteriore ostacolo per la società fondata da Bill Gates: «La compagnia sta cercando di prevenire l'aumento delle defezioni degli enti governativi dal suo software proprietario a vantaggio del software scritto da sviluppatori Open Source». Inoltre bisogna anche ricordare che Microsoft negli ultimi anni è stata multata dall'Antitrust Europea per un totale di 1,68 miliardi di Euro e che ci sono all'attivo altre due indagini Antitrust, riguardanti l'abuso di posizione dominante del Microsoft Office e del browser Internet Explorer, quest'ultima fortemente voluta dalla società che sviluppa il browser Opera.

La notizia è stata invece accolta favorevolmente dai sostenitori del software libero. Carlo Piana, avvocato della Free Software Foundation Europa, ha dichiarato che «C'è una crescente pressione sulla commissione per l'adozione di software Open Source» e benché si dica soddisfatto del documento pubblicato dalla Commissione Europea, «Esiste un divario tra le proposte e l'adozione. Occorre del tempo per applicare le linee guida».

peppino neroni - 15-3-2008 at 08:52

Il Comune di Venezia sfida il Web 2.0

Il vice-sindaco di Venezia, Michele Vianello, lancia una sfida: applicare il Web 2.0 alla Pubblica Amministrazione
Nel corso di un incontro al Telecom Future Centre di Venezia, il vice-sindaco della città dei calli e dei canali, Michele Vianello, ha lanciato la sua sfida "Amministrare 2.0": applicare alla Pubblica Amministrazione le potenzialità del Web 2.0.

Vianello ha fissato gli obiettivi di questa svolta che punta su un nuovo approccio mentale da parte del dipendente pubblico.

Ed è proprio dal dipendente pubblico che si deve partire per innovare la PA al suo interno, «senza aspettare una legge che la riformi dall'alto»; se nella vita privata si posseggono cellulari di ultima generazione, si interagisce su web, si usa il VoIP, si chatta, allora il pubblico dipendente può trasferire al lavoro le competenze informatiche e tecniche di cui quotidianamente si avvale nel privato.

L'obiettivo del vice sindaco di Venezia è che la Pubblica Amministrazione diventi una rete sociale fatta di partecipazione attiva e dinamismo interattivo.

Piattaforma ideale di questa "rivoluzione" - spiegano in un comunicato - è l'open source, che consente l'utilizzo in rete di software e la condivisione del dato in un formato libero da schemi proprietari.

Tra le innovazioni proposte: "Fixami", una piattaforma aperta per segnalare on-line la necessità di interventi manutentivi; voip e chat, per mettere in comunicazione il libero professionista con i tecnici dello Sportello unico; un software che visualizza entrate e uscite del bilancio comunale, per la massima trasparenza gestionale; e per disincentivare attività illecite: videocamere che monitorano aree urbane critiche e proiettano le immagini su megaschermi.

E persino la classica "timbratura del cartellino" può essere sostituita con l'utilizzo di una smart card inserita nel pc usato per lavorare a distanza. Il tele-lavoro, se più diffuso, potrebbe contribuire a risolvere problemi quali la carenza di spazi lavorativi, l'inquinamento atmosferico causato dallo spostamento dei pendolari su quattro ruote, ed il traffico.

Guarda il video del covegno

http://194.243.104.164/archivio/amministrare20.wmv

peppino neroni - 17-3-2008 at 16:20

Social Media Lab II: le sinergie tra marketing e web 2.0

L’annuncio dell’evento lo aveva dato, come di consueto, Giacomo Dotta su Webnews, il Social Media Lab allo IULM, per i lettori di OneWeb20 non è una novità: il primo evento lo avevamo riportato qualche mese fa, mettendo l’accento sull’interazione tra educazione e web 2.0.

Questa volta si è parlato delle sinergie tra il Web 2.0 e il marketing.

Molti gli ospiti presenti: Alberto Abruzzese (Università IULM), Mafe de Baggis (Daimon),Elisa Perillo (Zooppa), Pier Ludovico Bancale (Bootb), Francesco D’Orazio (Zzub), Sasha Monotti (Blogmeter),

Interventi tutti interessantissimi che hanno avuto in comune i nuovi aspetti di interazione, e in alcuni casi integrazione, tra il web 2.0 e il nuovo marketing.
Creatività condivisa, nuovi modi di pubblicizzare un prodotto, nuove idee, e via dicendo.

Le iniziative del Social Media Lab sono interessanti e hanno riscosso un successo decisamente crescente. I partecipanti crescono di giorno in giorno e il social network, attivato per fornire supporto all’evento, presenta una comunità abbastanza attiva e interessata agli argomenti. Questi segnali sono sintomi di una nuova consapevolezza e una nuova voglia di fare che sta prendendo piede nel nostro paese e che non può che renderci felici.

L’Italia non è sempre necessariamente l’ultima ruota del carro. Eventi come questo, e come il MiniBar che ha seguito l’incontro, dimostrano che qualcosa sta cambiando, potrà essere un cambiamento lento e difficile, ma sarà sicuramente qualcosa di positivo che potrà portare il nostro paese ai livelli dei comuni standard europei.

peppino neroni - 17-3-2008 at 16:27

Il ritorno dei watch phone

I watch phone, orologi con funzionalit¨¤ telefoniche, sono ormai alcuni anni che cercano di proporsi all¡¯attenzione del grande pubblico. Per motivi legati a costi, funzionalit¨¤ e praticit¨¤ d¡¯uso sono per¨° sinora stati considerati poco pi¨´ che semplici gadget.

Gadget Craver propone attualmente online 3 modelli marcati Epoq, che mi pare possano destare un certo interesse, tenuto conto delle loro caratteristiche principali.

L¡¯EGP-WP78 viene presentato come il pi¨´ sottile watch phone tribanda del mondo, con soli 13 mm di spessore, per un peso di 70 g. E¡¯ un GSM compatibile con le frequenze 900/1800/1900 MHz, con supporto di SMS e MMS. La batteria dura 120-150 minuti in conversazione e 70-100 ore in standby. Lo schermo a colori ¨¨ ampio 1,3¡å e ha la risoluzione di 128 x 160 pixel. Funge anche da lettore MP3 ed i brani sono memorizzabili in una scheda di memoria esterna in standard T-Flash, eventualmente ascoltabili anche con una cuffia Bluetooth.


L¡¯EGP-WP85 ¨¨ disponibile in due modelli: uno per il mercato americano e l¡¯altro per quello europeo, grazie alle frequenze 900/1800/1900 MHz. Rispetto al precedente, troviamo integrata una fotocamera da 0,3 MP, la lingua italiana ed il supporto dell¡¯avviso a vibrazione.

L¡¯EGP-WP88 ¨¨ l¡¯ultimo nato ed anche il pi¨´ costoso tra i tre. Spiccano il desgin classico, il display OLED e l¡¯alimentazione tramite l¡¯energia cinetica prodotta dal movimento del polso. E¡¯ un GSM quadribanda, anch¡¯esso compatto e leggero con 55 x 41 x 13 mm e 70 g di peso. La fotocamera ha la risoluzione di 1,3 MP. Non manca l¡¯impermeabilit¨¤ all¡¯acqua, garantita sino a 50 metri di profondit¨¤. La memoria interna ¨¨ di 128 MB, sempre espandibile.



epoq_watch_phone.jpg - 34kB

peppino neroni - 17-3-2008 at 17:20

Altomic ovvero creare video discussioni

Il web 2.0 è caratterizzato dalla possibilità d’interazione tra utente e autore, ma fino ad oggi abbiamo sempre assistito ad un interazione basata quasi sempre su commenti scritti, facili da scrivere e veloci da inviare, blog docet. Ma forse pian piano ci stiamo avvicinando ad un web d’intermezzo, qualcosa che si potrebbe definire web 2.5 cioè sempre interazione ma non più testo bensì video.

Almeno questa è l’idea di altomic, rivoluzionario servizio web che permette di affrontare varie tematiche di discussione e commentarle mediante dei video. In pratica un utente invia un proprio video in cui parla della politica italiana (argomento tanto discusso in questo periodo) ed io posso replicare ma non limitandomi ad un commento scritto ma bensì con un mio video.
E le potenzialità di questo sistema sono moltissime infatti se prima dovevo ad esempio portare a conferma della mia argomentazione tabelle, grafici, etc ero costretto a caricarle su Imageshack e linkarle ora potrò tranquillamente commentare e parlare di queste tabelle senza tanti giri.

Inoltre finalmente potremo vedere anche la persona con cui parliamo e questo è un vantaggio sopratutto perché le parole ad esempio a seconda dell’intonazione che gli si dà possono cambiare di significato. V’invito veramente a provarlo cosi che da iniziare a creare dei veri e propri dibattiti stile Porta a Porta o meglio Video a Video. Infine un motivo in più per provarlo è che questo progetto è italiano al 100 per cento.

peppino neroni - 17-3-2008 at 17:22

Flickr come archivio anche di video? L’annuncio potrebbe arrivare molto presto

E se Flickr, il più grande archivio internet di immagini, iniziasse ad accettare anche l’upload e la condivisione di video, iniziando a far concorrenza a YouTube? L’idea ogni tanto riemerge, tra indiscrezioni e fantasie. Sembra, però, che questa volta un annuncio di un cambiamento di rotta di Flickr potrebbe addirittura arrivare a breve termine.

Dopo aver acquisito Flickr, Yahoo! già nel maggio dello scorso anno per bocca del suo co-fondatore, Stewart Butterfield, si era rivelata interessata a una parte interamente dedicata ai video. Per la serie: è frustrante per i nostri utenti voler uploadare nei nostri server foto e video delle vacanze, e sapere che i video non vengono accettati e doversi rivolgersi altrove, come ad esempio a YouTube.
È passato molto tempo e ancora non è accaduto nulla. Secondo alcune indiscrezioni riportate da TechCrunch, però, una svolta radicale potrebbe avvenire molto presto, addirittura entro il prossimo mese. Parte del ritardo, infatti, potrebbe essere dipeso da un lungo dibattito interno sull’opportunità di creare un Flickr Video o meno.

Ovviamente né l’ufficio stampa di Yahoo! né i suoi dipendenti attraverso i vari blog hanno risposto a queste indiscrezioni, ma ormai la notizia sta iniziando a circolare e sembra davvero che Flickr Video stia arrivando. Staremo a vedere; certo è che nel corso degli ultimi mesi sono nati numerosi servizi di video-sharing, ma YouTube continua ad essere sempre il numero uno. Che Flickr Video possa intaccare questo strapotere?

peppino neroni - 17-3-2008 at 17:25

La monnezza della Campania vista con Google Maps

La triste realtà degli ultimi periodi è purtroppo molto chiara, infatti quando dici Napoli, in Italia e nel mondo intero, nessuno pensa più a “pizza, spaghetti e mandolino”, bensì solo ad una putrida, viscida ed ignobile cosa: la monnezza.

Una piccola, interessante sotto il punto di vista tecnologico, e positiva cosa, anche in questo assurdo caos (anche d’informazione) che si è creato per le note vicende della monnezza in Campania c’è: il progetto “We are the trash!” del giornalista Giulio Finotti, ovvero la monnezza della Campania vista con Google Maps grazie alle foto e alle segnalazioni dei lettori.
La “mappa turistica” della spazzatura in Campania è consultabile cliccando qui ed è in costante aggiornamento, grazie appunto alle numerose nuove foto ed indicazioni date dai cittadini che vivono la cosa sul campo.

Siamo di fronte ad una di quelle iniziative simpatiche ma allo stesso tempo utili, che dimostrano ancora una volta come molti campani sappiano trovare tempi e modi originali anche in una delle più disastrose situazioni ambientali degli ultimi anni (che fortunatamente, soprattutto a Napoli centro, pare risolta o quasi).

Che dire? Non dimenticate di dare uno sguardo a questo simpatico progetto, ma non dimenticate soprattutto le bellezze artistiche e naturali che la Campania ha, e a causa di tutto ciò sono scese in secondo, terzo, quarto o addirittura quinto piano.


monnezza.jpg - 52kB

news

eat_sushi - 25-3-2008 at 22:20

per la mia tesi sul mediattivismo ho segnato questo link del forum PM 2008, domani sono al mart alla ricerca di libri.. me ne sto mangiando su tutti i temi: second life, hacking, linux e opensource.. in contatto con la prof.ssa cataldo sto ottenendo dei contatti con artisti contemporanei, per l'idea di fondo della tesi: III millennio = pratica teorie 1900 arte/vita.
Se ha dei testi da consigliarmi, non aspetto altro!
Le manderò presto una mail con la bibliografia fin'ora.

Grazie e a presto, mi faccia sapere se le prenoto l'agriturismo, o se la invito a pranzo all'osteria (che ora ha aperto), veda il sito: dell'agriturismo

A presto!

ok, ci sentiamo + avanti.

carlo - 26-3-2008 at 00:28

Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
per la mia tesi sul mediattivismo ho segnato questo link del forum PM 2008, domani sono al mart alla ricerca di libri.. me ne sto mangiando su tutti i temi: second life, hacking, linux e opensource.. in contatto con la prof.ssa cataldo sto ottenendo dei contatti con artisti contemporanei, per l'idea di fondo della tesi: III millennio = pratica teorie 1900 arte/vita.
Se ha dei testi da consigliarmi, non aspetto altro!
Le manderò presto una mail con la bibliografia fin'ora.

Grazie e a presto, mi faccia sapere se le prenoto l'agriturismo, o se la invito a pranzo all'osteria (che ora ha aperto), veda il sito: dell'agriturismo

A presto!


nel frattempo
dai un'occhiata a questo mio testo

l Movimento del 77: l’ultima avanguardia.

Per tirar fuori la memoria del Movimento del 77 dal cono d’ombra del terrorismo, in cui è stato relegato sia per ipocrisia sia per ignoranza, è opportuno mettere in luce alcuni aspetti della cosiddetta ala creativa del movimento, in particolare quello sorto dall’occupazione dell’Università di Roma.

E’ in questo senso che va rilevata l’esperienza degli Indiani Metropolitani, da cui è possibile cogliere fortissime tensioni di ricerca che riguardavano le pratiche creative della scrittura e della performance, talmente avanzate da essere clamorosamente sottovalutate.

Eppure in molti di quei gesti è possibile trovare oggi delle chiavi per comprendere lo sviluppo di alcune mutazioni dei linguaggi e dei comportamenti: dalle scritture mutanti on line a fenomeni come le “smart mob” ( i blitz auto-organizzati via SMS). Fenomeni che riconduco in buona parte alla definizione di “performing media”: giocare le diverse potenzialità dei media attraverso azioni esemplari, per tradurre l’interattività in forme nuove d’interazione sociale, perché non diventi automatismo tecnologico.

Allora come oggi, e come sempre, lo sviluppo della tecnologia è in buona parte affidato alla mobilità.
Lo sviluppo della scrittura è affidato al fatto di poter essere trasportata: se fosse rimasta ai graffiti marmorei non sarebbe andata così lontano. Così le fanzine, veri e propri giornali d’invenzione (altro che volantini) diffusi per le piazze delle città, oltre che nei cortei che l’attraversavano, (riappropriandosene: “riprendiamoci la città”) si rivelavano come dei media straordinari veicolati dai nostri corpi in azione nello spazio pubblico.
Già Yello Biafra del gruppo punk Dead Kennedys cantava “Non odiate i media. Diventate i media!”.

Gli Indiani Metropolitani hanno fatto questo.
Sia gli slogan che le fanzine autoprodotte rappresentavano allora una pratica indipendente e irridente della comunicazione, paragonabile, per alcuni versi, a molte “ipertinenze” nel web. Azioni e dissimulazioni nella comunicazione.

Anche Maurizio Calvesi in “Avanguardia di massa” (Feltrinelli,1978) riuscì a cogliere alcuni di questi aspetti, mettendo addirittura in relazione l’inaugurazione del Beaubourg e la comparsa degli Indiani Metropolitani: “ecco due avvenimenti la cui simultaneità potrebbe essere emblematica”, dice.
Il critico d’arte sostiene poi che entrambi rappresentano “due aspetti complementari della massificazione della cultura”.
Questa analisi di Calvesi - importante, più che altro, perché allora fu l’unica ad analizzare il fenomeno, pubblicando anche l’immagine di “OASK?!” accanto a quelle di Duchamp – ci conduce dove vogliamo: in quei gesti creativi si coglieva il presagio della fine di un’epoca.

Nel suo piccolo, l’azione degli Indiani Metropolitani contribuì a sbilanciare l’asse della politica con un’opera così diffusa, così contagiante, fatta di quelle interazioni tra arte e vita già lievitate in anni di culture pop ma ormai mature per demolire le retoriche del politichese.

Sia chiaro: non si trattava di creare forme d’arte ma di amplificare i corpi e le menti in fuga dalle sovrastrutture ideologiche per liberare energie desideranti, per tradurre un pensiero divergente in azioni esemplari.


Le derive della mutazione

Gli Indiani Metropolitani nacquero da quell’amplificazione del pensiero in azione.
Spuntarono come un fungo, all’improvviso , in un habitat fertile, denso di un’umanità in agitazione.
I primi segnali di arrivarono dai Circoli Giovanili milanesi che annunciarono già nella fine del ‘76 nel manifesto “ abbiamo dissotterrato l’ascia di guerra”, rilanciando un umore che già era emerso nella bolgia della Festa del Parco Lambro.
Erano sintomi di un disordine (grande ed eccellente) che stava montando, disgregando irreversibilmente le organizzazioni della sinistra rivoluzionaria che fino ad allora avevano contenuto un gigantesco potenziale (si trattava di più di un milione di soggetti, tra i più attivi della nuova generazione).

Lotta Continua da buon gruppo “spontaneista” aveva capito per tempo, auto-sciogliendosi proprio sulla contraddizione più bruciante: il corto circuito tra il “personale” e il politico, ingestibile, più del minoritario militarismo.
Quel cortocircuito fu tale da provocare un forte e salutare disorientamento: sfondando i recinti della politica circolò nuova aria, ossigeno sul fuoco. Una fiammata di energia incontrollabile che accese il Movimento del 77.
Si riscopriva la soggettività negata dall’oggettività illusoria della politica.
I linguaggi della militanza politica si confusero così con i comportamenti pop, creando stranissimi cocktail antropologici.

Fino a quel momento tutto scorreva in alvei predefiniti, un comunista rivoluzionario era una cosa, un fricchettone un’altra. Si confuse tutto. S’inaugurò l’era degli ibridi, si avviarono le derive della mutazione.

Gli Indiani Metropolitani, noi : un piccolo gruppo nato all’interno della Commissione Emarginati (si autodefinì in questo modo per distaccarsi polemicamente dalle altre commissioni intestardite sui paradigmi della politica) dell’occupazione di Lettere all’Università di Roma nel febbraio 1977, giocarono proprio su questa confusione.
Fu un’operazione che si svolse a più dimensioni: una , quella determinante, consisteva nell’inventare slogan per lanciarli nelle assemblee ( e poi nei cortei) da chi aveva la voce più grossa (“Beccofino” fu il nostro megafono) e scriverli con gli spray su muri e con pennarelli sui “tazebao”.
Un’altra era quella di compiere atti esemplari come inscenare cortei in fila indiana come quello improvvisato per lanciare il verso “Oask?!” (il nome della prima testata di una lunga serie di fanzine... beh la prima fu "Enig/mistica" ideata con Massimo Pasquini) associandolo ad un particolare movimento delle braccia , come per nuotare. O farsi il te (o il carcadé) nei cortei, per strada, con fornelletti da campeggio.
Oppure organizzare “sabba” al Pantheon (un “rave” ante litteram). O tapparsi la bocca con cerotti. Non tanto per truccarsi (lo facemmo solo due volte) ma per spiazzare: non ci interessava la rappresentazione ma il blitz improvviso.

Il fatto straordinario era nel fatto che ogni slogan, ogni atto, ogni proclama una volta lanciato veniva preso dal Movimento, fatto proprio.
I mass-media, giornali e tv , non aspettavano altro. Si faceva colore e notizia.
E ne abbiamo approfittato: i media diffondevano il nostro virus, secondo un contagio mediatico ( “il linguaggio è un virus” dice Burroughs, ricordate?).

Le nostre azioni, i nostri gesti, gli slogan, le fanzine, erano i media che contaminavano: un’epidemia simbolica. Un successo, se dovessimo valutare con l’occhio d’oggi della pervasività mediatica.
Fu proprio per questo “successo” che il nostro gruppo dopo poco, nell’arco di due mesi neanche , si dissolse come gruppo attivo nel movimento: non si riconosceva nell’aggregazione di massa, teorizzava la dissimulazione, amava inventare linguaggi-comportamento divergenti ed essere “altrove”. Emergeva la necessità di cercare altri spazi per elaborare una propria poetica d’intervento.

Così accadde che a maggio con l’occupazione della casa in Via dell’Orso 88, la “casa del desiderio”, si trovò uno spazio in cui vivere e produrre, un luogo in cui catalizzare e sperimentare attivamente quel cortocircuito tra personale e politico ( “quanto entra il 77 nell’88?”) .
Quel luogo fu infatti più una fucina creativa che una comune: uno spazio liberato dove scambiare energie e non dove vivere vita collettiva bensì “connettiva”, come potrei affermare oggi..
Già in “OASK?!” ci firmavamo come “Indiani Metropolitani in dis/aggregazione”, dopotutto.
Rivendicavamo la nostra dimensione molecolare e psico-nomade. Un po’ aristocratica ma per fortuna autoironica, consapevole e selvaggia o ancora meglio tribale: sì, tribale. Nel nostro rigetto degli stereotipi del politichese emergeva un desiderio di altri modi di comunicare, tutti da sperimentare. Rompendo le strutture formali del discorso, flirtando tra alfabeto e iconogrammi, destrutturando il linguaggio in un modo più vitalistico e casinista piuttosto che concettuale, come invece emergeva dal collettivo “A/traverso” dei nostri fratelli maggiori di Bologna.

Le parole come gesti come virus
In questo va inscritta la pratica di usare le parole come gesti radicali, espressioni dissociate e demenziali, per spiazzare il senso comune, non solo quello dei mass-media ma anche quello di quei tanti militanti incapaci di misurarsi con l’ironia.
Il “detournement” d’impronta situazionista era infatti un modello di riferimento, avevamo letto Debord e Vanegeim, ci avevano stordito ma ci avevano segnato.
.Ma tutto era confuso, indeterminato, e per questo destinato a dissolversi, meglio: a dissiparsi .
E lo sapevamo: “... ma si , si, restiamo poesia, pura immaterialità”, diceva qualcuno dei nostri, forse Fanale.

Si stava cambiando pelle: si abbandonava la scoria ideologica ma non si acquisiva un ‘altra identità.
Si rimaneva in mezzo al guado della mutazione.
Nell’ irrequietezza diffusa si percepiva il fatto di essere proiettati in una rivoluzione antropologica che solo oggi si va delineando con il neo-tribalismo e le molteplici evoluzioni del digitale : da fenomeni come il cyber-punk che hanno segnato i primi anni novanta all’esplosione dei blog e dei wiki: gli ipertesti partecipativi che stanno diffondendo sempre più i nuovi processi cognitivi non lineari, sinaptici come il nostro immaginario in libertà.

Sta diventando regola, e non più solo eccezione radicale, il gioco libero del pensiero laterale e delle associazioni d’idee, una sorta di “automatic thinking” che libera energia creativa. Potenzialità che oggi sono inverate nel web.

Allora furono solo intuizioni magari influenzate da alcuni modelli come il Dada e il Futurismo.
Ricordo ancora l’influenza di una mostra sulle “parolibere” futuriste, e su Marinetti in particolare. Quelle immagini divennero informazioni evolutive: vissute in quella mostra si erano annidate nella mia mente come un “meme” (il principio attivo del contagio culturale e comportamentale, come afferma Dawkins) e appena s’incrociarono con gli input magistrali di Pablo e di Massimo (Pasquini) si scatenò il putiferio delle fanzine.
In quelle scritture la parola poetica trovava la soluzione d’impatto nella performatività, associata all’azione. Lo slogan, il medium più usuale della lotta politica, fu così utilizzato per la produzione di una drammaturgia paradossale, guerrigliera, radicalmente teatrale.

Il Movimento del 77 mise in campo, infatti, oltre alla conflittualità armata una guerriglia urbana performativa.
Ma attenti a non interpretarla sempre come una festa felice.
I girotondi inventati dal movimento femminista erano finiti.
La performatività neosituazionista dei blitz “indiani” esprimeva più che altro un’insofferenza generazionale: una domanda di nuove visioni, nuove parole, nuovi comportamenti. Una domanda che non trovava risposte.
Tutto questo strideva con le sovrastrutture ideologiche della politica. Ci fu non solo quel cortocircuito di cui ho già parlato, ma un tilt (quello che si provoca ai flipper quando li scuoti troppo… lo dico perché i flipper non esistono quasi più…sostituiti dai videogame).

Una rottura irreversibile con il mondo della politica proiettandosi in una deriva senza futuro: “ no future” recitava non a caso il movimento punk, sorto in quello stesso periodo.
E’ qui che si delineò quella consapevolezza d’essere “l’ultima avanguardia”; anche se altre generazioni molti anni dopo (con i movimenti della “pantera” o del “no-global”) hanno ritrovato l’energia antagonista, quello che non poteva può ricrearsi era quella sensazione di agire sulla punta del naso del mondo.

Il mondo da allora corre molto di più, sulle onde e sulle reti della comunicazione istantanea, non lo si anticipa più.
Al massimo lo si può giocare, battendolo al suo stesso gioco: quello della comunicazione globale, dissimulandola, ibridandola con ciò che c’è di più “locale”.
La tua soggettività connettiva.
Un esempio? I blog. Dalla storia alle storie, come scrivemmo allora.

Guida su web per scelta ristorante

LoLLo - 26-3-2008 at 14:16

E' nata la prima guida multilingue per turisti e viaggiatori del gusto: http://www.foodjoker.it, fornisce un vademecum della ristorazione. Il sito raccoglie oltre 13 mila ristoranti nel mondo con menu', mappe e indicazioni dettagliate tradotti in dieci lingue. 'Il turista potra' ora scegliere il ristorante perfetto per le proprie esigenze', dicono i promotori. La descrizione di piatti, prezzi e ristoranti e' accompagnata da classifiche di gradimento e recensioni.

grazie!

eat_sushi - 28-3-2008 at 14:36

Ecco prof., metto in allegato un elenco di libri che in parte ho già letto ed altri che invece ho acquistato da poco. Ci sarà da aggiungere una lunga linkografia.. Non si spaventi, sono abituata a creare il caos per essere intellettuamente stimolata, ma poi taglio ;-)
Aspetto i suoi preziosi consigli! Il suo intervento praticamente riassume metà della mia tesi!! Vedrò attraverso contatti che ho a Roma di organizzare una spedizione, di modo da ripercorrere i luoghi e gli eventi degli indiani metropolitani. Intanto cercherò il suo libro "Il Movimento del 77: l’ultima avanguardia".
A presto!


Allegato: bibliografia tesi alice colla.txt (2kB)
Questo file è stato scaricato 340 volte


Dispersiva ma...

carlo - 28-3-2008 at 15:42

Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
Ecco prof., metto in allegato un elenco di libri che in parte ho già letto ed altri che invece ho acquistato da poco. Ci sarà da aggiungere una lunga linkografia.. Non si spaventi, sono abituata a creare il caos per essere intellettuamente stimolata, ma poi taglio ;-)
Aspetto i suoi preziosi consigli! Il suo intervento praticamente riassume metà della mia tesi!! Vedrò attraverso contatti che ho a Roma di organizzare una spedizione, di modo da ripercorrere i luoghi e gli eventi degli indiani metropolitani. Intanto cercherò il suo libro "Il Movimento del 77: l’ultima avanguardia".
A presto!


rischi di perdere il centro della tua ricerca.
Molti titoli indicati mandano fuori strada o sono decisamente inadeguati alle domande (di qualità) che ti stai ponendo.
Non disperdere le tue intuizioni.

Fatti sentire.

right!

eat_sushi - 2-4-2008 at 08:39

Salve prof., ha colpito nel segno: infatti il mio rischio è quello.
Mi metto come "compito della settimana" la creazione di un articolo guida per la tesi, a cui cucirò intorno gli approfondimenti durante lo studio e a cui allegerò le citazioni che ho trovato più idonee al mio lavoro.

Dei testi che ho elencato, ce ne sono che mi sconsiglia? Me ne suggerisce qualcun altro?

Grazie, alice

eat_sushi - 2-4-2008 at 09:15

Ho visto il nuovo progetto di Comunanze.it, mi sembra molto interessante!! Non sapevo lo organizzasse lei "saggi paesaggi", m a è dappertutto!! Farò il possibile per esserci.

"Windows 7 forse arriva nel 2009" Parla Bill Gates e... Vista traballa.

LoLLo - 7-4-2008 at 21:52

IL NUOVO sistema operativo Microsoft, nome in codice Windows 7, potrebbe vedere la luce già "dal prossimo anno o giù di lì". A sostenerlo, orgoglioso e un po' spavaldo, è stato Bill Gates in persona, a margine di un seminario sul tema della filantropia organizzato dall'Inter-American Development Bank. Nemmeno il tempo di capire cosa intendesse il "re Mida di Internet", che sul Web si è subito scatenata la rincorsa alle immagini del nuovo gioiello made in Redmond, alle indiscrezioni e ai video disponibili.

Windows 7, un sistema modulare? L'ipotesi sul campo è che BigM possa mettere in vendita un pacchetto base del suo nuovo sistema operativo, al quale ogni utente potrà aggiungere servizi come navigazione, archivio immagini e altro, in base alle proprie esigenze e al proprio budget. Una decisione che andrebbe incontro alle esigenze di quegli utenti in cerca di soluzioni più flessibili e meno monolitiche. In linea con quanto il mercato sta proponendo da diversi mesi: computer più leggeri, meno potenti in qualche caso, ma estremamente maneggevoli e capaci di gestire i servizi base come posta, Web, instant messaging e pacchetti office, in ogni circostanza.

Funzionalità "touch-screen" evolute. Che lo stesso Bill Gates sia un appassionato sostenitore del "touch-screen" è ben noto. Cioè di quella particolare tecnologia che permette all'utente di interagire con il proprio computer o smart phone semplicemente toccando lo schermo. Tanto è vero che nel prossimo Windows 7 - ma sono voci non confermate dall'azienda - c'è chi sostiene ci si troverà davanti a un'evoluzione di Microsoft Surface, un nuovo prodotto lanciato ufficialmente in questi giorni dall'azienda di Seattle e che consentirà, grazie per l'appunto all'utilizzo di un grande schermo multi touch di posizionare oggetti, immagini, video e trasferire files solo grazie al tocco di una o più dita.

Convergenza con il mondo mobile. Certo è, che il nuovo Windows 7 sarà sviluppato con un occhio di riguardo al mondo "mobile". Un mercato, quello degli smart phone e dei prodotti informatici sempre più piccoli, multiuso e costantemente connessi a Internet, per cui Microsoft ha già annunciato alcune novità, proprio con Windows 7: la possibilità di effettuare un roaming senza interruzioni tra le differenti tecnologie wireless (Wi-Fi, WWAN, WiMax, etc.), ovvero di non perdere mai la connessione; la stessa tecnologia "touch-screen"; così come il miglioramento delle funzionalità di risparmio energetico.

I tormenti di Windows Vista. E' certo che l'annuncio sorpresa di Bill Gates su l'imminente uscita di Windows 7 suona come il canto del cigno per Windows Vista, il sistema operativo di Microsoft attualmente in commercio lanciato appena 14 mesi fa. Malgrado i ripetuti sforzi tecnologici e commerciali di Redmond, il sostituto di Windows Xp non sembra aver raggiunto i risultati che Bill Gates & Co si aspettavano. A confermarlo il recentissimo report della Forrester Research sull'adozione dei sistemi operativi nell'ambito delle imprese. Risultato? In base alle risposte di 50mila utenti e 2300 grandi aziende Windows Vista ha perso terreno: la flessione di quasi quattro punti (dal 98,6 per cento di gennaio 2007, al 94,9 per cento di dicembre dello stesso anno), sostiene la società di ricerca, è da imputare in primo luogo ai sistemi operativi Apple. E se Apple entusiasma soprattutto le aziende più piccole, avverte l'autore della ricerca, non va meglio nelle grandi aziende: qui i dipartimenti IT sembrano snobbare Vista e preferire l'intramontabile Windows Xp.

Per il momento, salvo conferme ufficiali, Windows 7 è tuttavia previsto per l'inizio del 2010: l'ipotesi più probabile, infatti, è che la dichiarazione di Gates si riferisse alla versione di test per gli sviluppatori del nuovo sistema. I giorni per Windows Vista sembrano però contati: nell'arco di 24 ore, infatti, tra l'annuncio di un nuovo Windows 7, ovvero il suo successore, e quello in cui Microsoft estende di almeno due anni il termine ultimo per la vendita di Windows XP, ovvero il suo predecessore, Vista risulta schiacciato fra i due, e dal proprio insuccesso.

LA VOCE CHE LEGGE QUELLO CHE SCRIVI... LOQUENDO!

LoLLo - 7-4-2008 at 22:00

Ecco una cosa davvero interessante che ho trovato nei miei archivi di link preferiti... e come nn divulgare ciò... :D LOQUENDO... è un sito che pubblicizza un programma che legge quello che scrivi in quante lingue vuoi... :D ovviamente quello che vi sto per postare è un demo cioè una pagina internet che vi permette di inserire comunque il testo senza però scaricare il programma o magari utilizzare utility etc... però il suo funzionamento base va alla grande...
PROVATE!

LOQUENDO!!!

intervieni nel forum 2008

carlo - 8-4-2008 at 00:07

Quota:
Originariamente scritto da eat_sushi
Salve prof., ha colpito nel segno: infatti il mio rischio è quello.
Mi metto come "compito della settimana" la creazione di un articolo guida per la tesi, a cui cucirò intorno gli approfondimenti durante lo studio e a cui allegerò le citazioni che ho trovato più idonee al mio lavoro.

Dei testi che ho elencato, ce ne sono che mi sconsiglia? Me ne suggerisce qualcun altro?

Grazie, alice


così riesco a seguirti meglio

Al3^^ - 22-4-2008 at 14:27

Salve prof. sono Al3.... ho fatto con lei l'esame il 28 febbraio scorso...
Quel giorno le ho chiesto se era possibile fare la tesi con lei:
come argomento principale voglio sviluppare le 3 tag alle quali avevo fatto riferimento all'esame, aiutandomi anche attraverso i link che ho scritto nel forum.
Pensa possa andare bene?...Aspetto sua risposta, per poi inviarle, appena fatta, una "bozza" della tesi.
Anche se ho ancora esami da dare, però mi sembra opportuno iniziare con calma... Grazie!!

vai sul forum 2008

carlo - 22-4-2008 at 15:51

Quota:
Originariamente scritto da Al3^^
Salve prof. sono Al3.... ho fatto con lei l'esame il 28 febbraio scorso...
Quel giorno le ho chiesto se era possibile fare la tesi con lei:
come argomento principale voglio sviluppare le 3 tag alle quali avevo fatto riferimento all'esame, aiutandomi anche attraverso i link che ho scritto nel forum.
Pensa possa andare bene?...Aspetto sua risposta, per poi inviarle, appena fatta, una "bozza" della tesi.
Anche se ho ancora esami da dare, però mi sembra opportuno iniziare con calma... Grazie!!


vai nell'altro forum dove opero costantemente.
Vi trovi i riferimenti x incontrarci nel Piceno.

Al3^^ - 23-4-2008 at 18:51

Prof. ,devo andare nel forum "performing media_2008 all'accademia di macerata"?... Probabilmente è quello che lei sta usando attualmente...
Io, purtroppo, non posso garantire la mia presenza in vari eventi, dal momento che lavoro... Se a lei non crea problemi, le chiedo di poter seguire la mia tesi tramite il forum, o di tanto in tanto ci si può incontrare in accademia: si sceglie un giorno che lei deve stare a macerata per le lezioni, cosicchè non la faccio spostare solo per me...

carlo - 23-4-2008 at 19:48

Quota:
Originariamente scritto da Al3^^
Prof. ,devo andare nel forum "performing media_2008 all'accademia di macerata"?... Probabilmente è quello che lei sta usando attualmente...
Io, purtroppo, non posso garantire la mia presenza in vari eventi, dal momento che lavoro... Se a lei non crea problemi, le chiedo di poter seguire la mia tesi tramite il forum, o di tanto in tanto ci si può incontrare in accademia: si sceglie un giorno che lei deve stare a macerata per le lezioni, cosicchè non la faccio spostare solo per me...


incontrimaoci nel forum 2008
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=375

le mie lezioni si concluderanno nel piceno, cerca di venire a giugno!

Al3^^ - 24-4-2008 at 09:52

Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:
Originariamente scritto da Al3^^
Prof. ,devo andare nel forum "performing media_2008 all'accademia di macerata"?... Probabilmente è quello che lei sta usando attualmente...
Io, purtroppo, non posso garantire la mia presenza in vari eventi, dal momento che lavoro... Se a lei non crea problemi, le chiedo di poter seguire la mia tesi tramite il forum, o di tanto in tanto ci si può incontrare in accademia: si sceglie un giorno che lei deve stare a macerata per le lezioni, cosicchè non la faccio spostare solo per me...


incontrimaoci nel forum 2008
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=375

le mie lezioni si concluderanno nel piceno, cerca di venire a giugno!


Non vedo i miei messaggi nell'altro forum...Comunque, lei si riferisce alla conferenza del 2 o 3 giugno ad Ascoli Piceno?..Non sò se riuscirò ad esserci... a causa del lavoro, intendo...
Comunque lei avrà problemi a seguire la mia tesi tramite forum, o tramite incontri in accademia? Ho intenzione di scrivere un concetto intorno alle mie TAG perchè è un argomento che mi dà molto modo di "chiacchierare"...ne sarei entusiasta...e ne vorrei la possibilità, anche se non posso assicurare la mia presenza in giro con voi...

Skype sbarca anche sui cellulari

LoLLo - 27-4-2008 at 21:36

È ARRIVATO il primo software Skype per cellulari. Per ora è in versione beta (non definitiva; alcune cose non funzionano); ma il programma scaricabile dal sito va già su una cinquantina di cellulari evoluti (Nokia, Motorola, Samsung, Sony Ericsson); prossimamente, su qualche altra decina. In sostanza, è possibile così usare Skype dal cellulare: per la chat e le chiamate (verso altri utenti Skype o numeri normali).

Bisogna solo provvedere a connettere il cellulare a internet: il modo più economico è il WiFi (ma è disponibile solo in poche zone); altrimenti, si può sfruttare la rete mobile Umts/Hsdpa, ma solo dopo avere attivato un piano dati flat con il proprio operatore (altrimenti verrebbe a costare tantissimo).

Per esempio, una delle soluzioni più economiche è la flat di Wind Mega 1.500: otto euro al mese per 500 MB di dati al mese (tetto che consumeremmo con le chiamate VoIP Skype e navigando su Internet o scaricando la posta con il cellulare). "Bisogna solo avere l'accortezza di configurare il proprio cellulare per connettersi tramite il punto di accesso "Internet" e non quello Wap, che purtroppo è quello predefinito", avverte Nicola Pollastri, fondatore di Telefonino.net.

La versione mobile di Skype è stata data per imminente da due anni, ma poi sempre procrastinata; adesso arriva, un po' fuori tempo massimo però, perché nel frattempo sono fiorite le alternative. La stessa Skype permette di fare chiamate su cellulari dotati di software X-Series; oppure sugli Skypephone.

Entrambe le cose sono però offerti solo dall'operatore 3, che ha stretto un accordo con Skype. Un altro limite è che così è possibile chiamare solo altri utenti Skype e non numeri normali. È possibile già da tempo usare Skype (in tutte le sue funzioni) su cellulari non legati a uno specifico operatore: ma bisogna ricorrere a un software di terze parti, dell'israeliana Fring (che funziona anche su iPhone, da qualche giorno). Ma Fring ha una sua interfaccia, una sua grafica; solo con il nuovo software, quindi, si può installare il classico Skype sui cellulari.

Le alternative, per chiamare in VoIP mobile e risparmiare, comunque non mancano. Tra i concorrenti internazionali, i più noti sono Jajah, Truephone ed Eqomobile. Tra gli italiani, Noverca. Alcuni utilizzano un proprio software (che funziona su cellulari evoluti). Altri sfruttano quello integrato in alcuni cellulari Nokia (serie E ed N). Questi servizi differiscono anche per la rete utilizzata: con Truephone e Noverca c'è bisogno di una connessione a internet (WiFi o Umts/Hsdpa). Con gli altri due, si telefona sfruttando la normale rete dell'operatore, senza quindi preoccuparsi di trovare una zona WiFi o di attivare una flat Umts/Hsdpa. In linea di massima, è più comodo ed economico chiamare con i servizi del primo tipo, a cui però vanno aggiunti gli eventuali costi per connettersi a internet con il cellulare.

chi verrà

carlo - 27-4-2008 at 23:13

nel piceno?
trovate le info nel forum 2008
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=375&page=3

Adamantboy - 14-6-2009 at 14:11

Salve professore. Io sono Matteo Francesco Topa, dell'Accademia di belle arti di Macerata, faccio parte del corso del 2006-2007 e dovrei sosternere l'esame di Performing Media con lei nella prossima sessione di Luglio.

Se ha qualche indicazione precisa da darmi sul lavoro da svolgere sarò lieto di ascoltarla.
Nel frattempo io inizio a postare qualche immagine e link.
Grazie dell'attenzione.

Adamantboy - 14-6-2009 at 14:19

Avendo gradito particolarmente Nosferatu, sia quello di Herzog, che soprattutto quello di Murnau del 1922 (vero capostipite del cinema vampirico), inizio mettendo questo link:

E' una semplice pagina di wikipedia ma che spiega in breve ciò che c'e da sapere sulla pellicola originale che ha ispirato il film di Herzog.
http://it.wikipedia.org/wiki/Nosferatu_il_vampiro

Adamantboy - 14-6-2009 at 14:43

Alcune location dove stato girato il film di Murnau.

Questo è il Mar Baltico (visto dall'isola di Mons Klint)









Adamantboy - 14-6-2009 at 14:54

Questo è il Castello di Orava (Slovacchia), dove sono state effettuate molte ripriese.




Qui ci troviamo invece a Lauenburg (Germania), vista d'inverno. Bellissima...



Adamantboy - 14-6-2009 at 15:08

Lubecca (Germania)






Pomerania (Germania).


[img]http://www.wallpaper-pack.com/d/9139-2/Malbork+Castle+of+Teutonic+Knights_+Pomerania+1.jpg[/img]


Adamantboy - 14-6-2009 at 15:14

Qui ci troviamo invece a Rostock (prime due immagini) e Wismar (le restanti 3), sempre in Germania.



















Adamantboy - 14-6-2009 at 15:18

Ultima foto delle locations di Murnau. L'Università di Uppsala (Svezia).






Ora vado che sento il richiamo di altro lavoro. :(
Stasera spero di aver tempo di trovare un po' di foto, magari qualche location qui nelle Marche.
A presto!

Adamantboy - 14-6-2009 at 20:41

Eccomi!!
Ho trovato una cosa che non mi sarei aspettato. Il film di Murnau su youtube. Da ciò che sapevo durava 94-95 minuti ma questo che ho trovato ne dura 7-8 di meno. Comunque io l'ho guardato e sembra tutto intero. Buona visione.

Ecco il link:

http://www.youtube.com/watch?v=i531ae6yPuU&feature=fvw

LOCATION MARCHIGIANE

Adamantboy - 14-6-2009 at 20:49

Fantastici monti sibillini!!Sarebbero ottime location per gli scenari Herzoghiani.

Qui siamo all'interno del parco naturale.







Questa mi piace un sacco.



Adamantboy - 14-6-2009 at 20:51

Monti Vettore e Priora


Adamantboy - 14-6-2009 at 20:59

Monti Vettore e Priora



Lago di Pilato





Non c'entra molto col resto ma per chi fosse interessate a cose diciamo più strane (leggende sui monti sibillini ecc...) segnalo qesto link:

http://diariodiviaggio.voloscontato.it/italia/monti-sibillini-audioguide.php

Altre foto












Per il momento può bastare così. :)

Adamantboy - 14-6-2009 at 21:07

si va a nanna...

Adamantboy - 22-6-2009 at 19:23

Di frettissima!!!Vi lascio due link per chi ama i gdr online:

http://moonlightitaliangdr.forumcommunity.net/

http://bloodtiesitalianforum.forumcommunity.net/

Dulce Laliberty - 30-9-2011 at 10:52

Iphone 5 Cases and Covers

iPhone 5 Cases

petersf - 3-8-2012 at 06:56

It is looking very cool.. Nice pictures.

Mortimer - 22-10-2012 at 11:05

timezone cheap ugg boots , replica watch alarm, stopwatch, countdown timer kids rain boots . Crown-driven procedure fake watches . 100m watertight. AR-coated sapphire crystal. 42mm by ten. 4mm, ugg bailey button boots kids 38gYou may variety of see through the photographs which the shows are similar, which would make sensation when the actions are classified as the similar. You may also see which the Victorinox is more substantial. 45mm is huge although not massive; I would be content to have on 1.
I Kerataconus for quite some time as well as the charge of my lenses skyrocketed glashutte replica , so seem for solutions are addressed. I have on RGP (tough lenses), which often can acquire decades. The aim of my worst eye is five and my medical professional informed me generally that I've to acquire it by means of exercise. He

Mortimer - 5-12-2012 at 03:42

fake watches for men fake watches for men your body burn calories. rolex gmt master ii rolex gmt master ii Exercise should be a part of a healthy diet to lose weight. Walking every day is a great way to start a healthy exercise habit.

Warnings:1. Form an healthy way to lose weight?is a long term goal. cheap fake rolex cheap fake rolex 2. Set small goals for your healthy weight loss plan. 3 rolex daytona watches . Maintain a healthy weight needs a lot of efforts. rolex milgauss green Remember to continue the healthy diet after you reach your weight goal.
The California College of Pennsylvania (Cal U) is often present in California watch winder rolex , Pennsylvania. patek philippe replica patek philippe replica Launched in 1852, California College of Pennsylvania is really a general public college. The California College of Pennsylvania can be portion from the Pennsylvania State Process of Greater Instruction. The California College of