il FORUM di TEATRON.org

Performing Media all'Accademia di Belle Arti di Macerata

carlo - 9-12-2002 at 23:54

Presentazione del corso all'Accademia di Belle Arti di Macerata 2002/2003

COMUNICAZIONE E SISTEMI MULTIMEDIALI: Performing Media

(Teorie e analisi dei linguaggi in ambiente digitale)

Docente
Carlo Infante carlo@teatron.org

Giornalista free lance (Tiscaliart, La Stampa, Carta…) opera come consulente culturale nel campo della comunicazione e della formazione. Direttore artistico di festival (“Scenari dell’Immateriale”) e curatore di rassegne ( tra le tante: “Mondi Riflessi”, “Cyberia” e “A_D_E-ArtDigitalEra”), produttore video e di audioart (Radio1 e Radio3-RAI), autore televisivo (“Mediamente”-RAI), in quanto esperto di nuove tecnologie per l’apprendimento ha fatto parte di una commissione del Ministero Pubblica Istruzione , del comitato scientifico di WebScuola di Tin.it e ha curato i primi “medialab” alla Biennale dell’Adolescenza di Cagliari (1995) e al Salone del Libro di Torino (1996).
La linea d’iniziativa su cui è più impegnato è quello della sperimentazione delle nuove forme ludico-partecipative alla cittadinanza digitale http://www.trovarsinrete.org
e l’arte dello spettatore in rete http://www.teatron.org

E’ titolare della cattedra di “Informatica Multimediale” presso il corso di laurea in Scienze e Tecnologie dello Spettacolo dell’Università di Lecce.

Ultimamente ha pubblicato "Educare On Line" (IPM-Netbook, 1997) "Imparare giocando. L'interattività tra teatro e ipermedia" Bollati Boringhieri, 2000).


Obiettivi

Una ricognizione in progress delle mutazioni culturali prodotte dall’avanzamento tecnologico.
Individuazione dei processi di contaminazione dei linguaggi per la progettazione futura di eventi, interattivi, partecipativi e performativi, funzionali alla convergenza dei media (Performing Media).


Contenuti

L’articolazione del corso si basa sulla visione di repertori video, multimediali e on line, per stabilire una relazione tra pensiero culturale e sperimentazioni dei nuovi linguaggi digitali.
Lo sviluppo teorico (sempre interconnesso alle esperienze prese in esame) sarà centrato sull’analisi d’alcuni concetti chiave da rielaborare nei costanti interventi sul forum on line.

· L’antropologia ludico-libidinale del cyberspazio: l’homo ludens e la società dell’informazione

· Il nuovo nomadismo: la dinamicità esplorativa, gli scenari digitali e il pensiero della complessità

· L’edutainment: giocare e imparare navigando

· Corpi, mondi elettronici e mutazione

· Interazione/Interfacce/Info Design

· La rete come nuova scena virtuale: dalla net-art alla web experience

· L’arte dello spettatore in rete: tra partecipazione e memoria del presente

· La scrittura mutante: dall’ipertesto d’autore alla fiction interattiva

· Performing Media: digital story-telling (narrare in ambiente digitale) e drammaturgia dell’interattività



Letture

Carlo Infante, “Imparare giocando. L’interattività tra teatro e ipermedia”, Torino, Bollati Boringhieri, 2000
Sherryl Turkle, “La vita sullo schermo”, Milano, Apogeo 1996
Derrick De Kerckhove, “Brainframes. Mente,tecnologia,mercato”, Bologna, Baskerville 1993
Edgar Morin, “La testa ben fatta“, Milano, Cortina 2000
AA.VV., “Videoculture. Strategie dei linguaggi elettronici”, Napoli, Rai-Università di Napoli 1988



Navigazioni

http://www.teatron.org/punto_vista_vita.html

http://www.teatron.org/corpielettro/corpi_elettroniche.html

http://www.teatron.org/impararegiocando

http://www.teatron.org/ade

http://www.trovarsinrete.org/scrittura.htm

http://www.id3online.net



prova

bebe - 22-1-2003 at 11:59

prima prova ... ebbene sì, ora sto correggendo quel che ho già scritto... facendo si impara!!!
devo dire che mi sento un po' sola in questo forum: ragazzi diamoci un po' da fare!

anch io enrto

fabioG - 22-1-2003 at 12:09

ciao componenti del forum
entro e provo a capirci qualcosa...anche se all apparenza sembra tutto abb semplice
ok faccio un giro

analisi transazionale

bebe - 22-1-2003 at 12:16

homo ludens... non posso nn collegarmi al concetto di "bambino" proprio dell'analisi transazionale... qualcuno ne sa qualcosa e/o è minimamente interessato all'argomento?
in particolare mi rivolgo al prof. : sto andando tanto "fuori tema"?

::z:u:t:h::c:':è::

:z:u:t:h: - 22-1-2003 at 12:16

::z:u:t:h::c:':è::

uccidere la noia è un virtuosismo per Carlo

andrea scopetta - 23-1-2003 at 16:34

Text allora, certo che al momento c'è ancora poco da scrivere,cmnque la butto là dicendo che la contemporaneità del pensiero come delle arti immagino si trovi nella complessità dell'insieme, preso anche nel dettaglio. non posso immaginare uno spazio (temporale) ancora occupato dalla forma mentis avanguardistica o puramente sperimentatrice(anche se nutro una profondissima stima per gli sperimentatori e poi è anche il mio background, nello stesso tempo non voglio certo svalorizzarla, penso che il caso abbia troppo spesso un 'eccezione negativa non solo etimologicamente parlando...) comunque trovo che questa possa essere una provocazione sensibile , un punto di incontro e non di scontro,anche perchè questo forum mi sembra il non-luogo ideale per comprendere e scambiarsi opinioni senza l'inutile chiacchiericcio delle chat.cazzo poi è veramente ben fatto! allora la comprensione diventa "compressione" l'ostile è utile così come l'uomo da educare(me) diventa educativo, ed il pensiero soggettivo e solipsistico diventa parte di una mente collettiva magari "confusionevole" "autoschiavizzante" ma forte, creativa e "creativivibile" e soprattutto ancora ricca...prerogativa importante per l'arte(la creativ in genere) che storicamente ( ma non stoicamente!) nasce dal lusso ( si anche nei casi che potrebbero dimostrare il contrario...) questa non è un'opinione ma è felicemente opinionabile...

feedback x volare

carlo - 24-1-2003 at 12:47

ok ragazzi entriamo nel merito
di carne(parole e visioni) al fuoco ce n'è
non credete?

se mi date feedback si vola

giochiamo

bebe - 25-1-2003 at 07:59

bene, è ora di mettersi in gioco!!
come accennato in sede di lezione, ritengo che l'attuale sistema scolastico sia fatto apposta per uccidere la cratività del bambino e poi del ragazzo. e allora voglio utilizzare questo fornum, (il primo al quale mi sia iscritta, e devo dire sto cominciando solo ora a scoprire la valenza di tale mezzo) come sistema per continuare il processo di scoperta di me ed in particolare di certe qualità, che si erano completamente assopite e che non credevo neanche di possedere, che il corso che sto frequentando all'accademia ha avviato. di strada da fare ce n'è sicuramente tanta: ma una volta che ho detto "ok! mi metto in gioco" il primo passo è compiuto. è un po' come chi soffre di qualche malattia psichica o di una dipendenza (alcol, droga...); una volta che abbia riconosciuto e ammesso il suo problema si può partire-volare-navigare...


nel merito dell'Edutainment

carlo - 25-1-2003 at 09:44

Quota:
Originariamente scritto da bebe
bene, è ora di mettersi in gioco!!
come accennato in sede di lezione, ritengo che l'attuale sistema scolastico sia fatto apposta per uccidere la creatività del bambino e poi del ragazzo. (...)


ecco qui un modo particolare x usare il forum
il QUOTE che si trova in alto a destra
permette di citare il messaggio a cui ci si riferisce (quando è il caso di farlo. Non è sempre necessario: gli interventi hanno spesso una loro autonomia e non una risposta)
a volte (come ora) è il caso di sintetizzarli,
usando però (...) per siglare i tagli

allora per entrare nel merito dei tuoi interessi credo che ci sia da sviluppare il punto sull'EDUTAINMENT del nostro menù didattico
in tal senso ti segnalo dei testi che trovi qua
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=97
sono da scaricare e stampare
(quel forum lì è ancora in stand-by si svilupperà tra qualche mese per la correzione on line di un libro ancora in cantiere...)
poi facci sapere

imparare giocando

bebe - 29-1-2003 at 07:30

grazie Carlo per i suggerimenti.
rigiro la "frittata" a tutti: ho trovato fondamentale la lettura del testo "Imparare giocando" di Carlo Infante, lettura che non ho ancora terminato, invero!
la rete come nuovo ambiente creativo: sto cominciando a capire il valore della scrittura connettiva, valore fondato sulle sue caratteristiche peculiari = immediatezza + ipertestualità + connettività.
di conseguenza sto rivalutando la rete come opportunità aggregativa e strumento didattico-educativo dalla grande valenza formativa-creativa, superando lo spauracchio del suo solipsismo.
in + ritengo che la parola d'ordine sia edutainment (educational+entertainment); non solo i bambini, ma anche noi "grandi" dobbiamo riscoprire il mondo attraverso il gioco, lo strumento primo e primordiale attraverso il quale interagiamo con il nostro corpo (primo mondo) e con ciò che ci circonda (il mondo di corpi vivi e non).
riattiviamo il "bambino" che è in noi, troppo soffocato dal "nostro genitore" (concetto transazionale), quell'insieme cioè di tabù, paure, divieti e quant'altro derivano dall'educazione sempre troppo intrisa di falsi moralismi. è la sfera/bambino che è in noi la parte creativa e veramente viva del nostro essere; qui sono concentrati tutti i desideri, le aspettattive e la voglia di fare scoprendo, di sperimentare... ecco perchè è ormai ora di aprire veramente gli occhi. io lo sto facendo mettendomi in discussione, e soprattutto facendo tabula rasa dei preconcetti, acquisiti e consolidati, che "avevo" nei contronti della telematica e della rete come luogo/non luogo creativo.
buona riflessione!

il circolo dell'empatia

carlo - 4-2-2003 at 00:34

ragazzi qualcosa si muove in questo forum
ma ancora poco
domani (oggi) 4.02 alle 16,30 ci ritroviamo
a lezione
magari troviamo un tempo x lavorare/scrivere/giocare nel forum
ok?
facciamolo diventare un vero circolo dell'empatia
vi sarà utile

vedrete

aurlor2 - 4-2-2003 at 14:51

Che meraviglia il prodigio tecnologico,siamo sempre ovunque,con kiunque,mica male!L'ubiquita' forse mi sta dando un po' alla testa?Esco un po' dal mondo virtuale allora,ma tornero' presto,bye,bye.

la lezione è iniziata...

carlo - 4-2-2003 at 15:41

nell'attesa che arrivino gli altri
buttatevi qui nel forum
e iniziamo a ragionare un pò

ho un paio di idee da lanciarvi
una riguarda le web experience
le scritture sceniche on line di cui vi ho parlato
date un'occhiata qua
http://www.compeint.com/ant_ade.html

e poi voglio aprire il fronte di riflessione sulla scrittura mutante

si sta lanciando anche un concorso
vedi qua
http://www.trovarsinrete.org/concorsosm.htm

mano mano che arrivate
prima di iniziare ( e di firmare: il foglio è sul tavolo davanti allo schermo...)

leggete e magari scrivete

se domandate vi sarà risposto
e così si procede


andrea scopetta - 4-2-2003 at 15:58

cosa si concepisce parlando(scrivendo) di scrittura mutante? questo forum né è un esempio ono? il concorso ora me lo vo a vedere....

si ritarda e io linko

carlo - 4-2-2003 at 16:01

volete vedere
ops
navigare in un ambente fichissimo?
entrate nelle zoo di forme generative di sodaplay
è strepitoso
http://www.sodaplay.com/zoo/index.htm

andrea scopetta - 4-2-2003 at 16:09

chiaro anzi chiarissimo ( o quasi ) , non so se sbaglio credendo che la scrittura mutante abbia poco a che vedere con gli intellettualismi della concept-art, forse è una resistenza innata istintiva che le parole pensate (quelle scritte) mantengono rispetto alla velocità e ai nuovi mezzi di comunicazione......quindi chiedo se la scrittura mutante è anche una scrittura "partigiana" o se è un 'evoluzione della tradizionale scrittura , senza crisi e senza ambiguità?

andrea scopetta - 4-2-2003 at 16:12

se qualcuno vuole corrispondere, vi giuro eterno amore e fedeltà(nei secoli)...........ma niete sesso....sono un oviparo....potreste rimanerne offesi...

ibrida ed anfibia

carlo - 5-2-2003 at 10:29

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
chiaro anzi chiarissimo ( o quasi ) , non so se sbaglio credendo che la scrittura mutante abbia poco a che vedere con gli intellettualismi della concept-art,
>>>
sono d'accordo
anche se penso che ciò che tu definisci concept-art possa trovare cittadinanza che nella scrittura mutante

che non è un genere

nè lo sarà
nè intende diventarlo
(visto che il termine l'ho inventato io)
è un pretesto per porre lo sguardo
su ciò che sta cambiando,
mutando appunto
<<<


forse è una resistenza innata istintiva che le parole pensate (quelle scritte) mantengono rispetto alla velocità e ai nuovi mezzi di comunicazione......quindi chiedo se la scrittura mutante è anche una scrittura "partigiana" o se è un 'evoluzione della tradizionale scrittura , senza crisi e senza ambiguità?


interessante la parola
"partigiano" tirata fuori in questo contesto

ne parleremo tra un pò insieme
in lezione
spero
(c'è neve a macerata oggi...uscirete dalla tana?)

prima parte di risposta:
è in primo luogo evoluzione della tecnologia precedente
ma allo stesso tempo forma ibrida (come gli anfibi...)...

a seguire...

I MIEI NEUROGHIRI DORMONO ANCORA?

andrea scopetta - 5-2-2003 at 11:56

.................. la progettualità, il fare, mi sembra un oottima idea...........anche pperchè detto "tra noi" o dettoo tra me ; di teorie e conversazioni stimolanti ed interessanti ne ho fin sopra i cappelli(che per solidarietà sono scivolati fino ai piedi) insomma web-experience,web-log(H),scenografie interactifen, la scrittura mutante, la scrittura mutante, la scrittura mutante, ma anche la scrittura mutante e connettiva.........evoluta, ibrida, anfibia.............la vita del tonno..............da una rete all'altra.............sperando di non trovare casa all'interno di una scatola, troppo piccola per entrarci vivi......cmnque al di là di faciili battute io opterei per l'approfondimento di un dato argomento o di dati argomenti...e appunto la loro progettualità e la loro fattibilità.........ma credo che senza un vero interessamento dei ragazzi ivi presenti il tutto risulterebbe assai diifficile e compliicato......bon confrontiamoci,conosciiamoci e coalizziamoci amici tonni...............ma per favore la retorica lasciatela a me.........

mutazioni: condizione necessaria per "non schiattare"?

andrea scopetta - 5-2-2003 at 12:14



le mutazioni , i cambiamenti, le migrazioni.....cos'è ; scappare da qualcsa o qualcno? o cercare lidi migiliori per evolverci (nuovi spazi di evoluzione) , o cercare zone-spazi per concepire delle conntromosse ad un cooncetto evolutivo che non ci "piace" o " non ci somiglia"..................insomma questa parola : mutare-mutare-sembra diventi
sempre + il leit-motif di questi ultimi anni, ma non riesco a capire se queesta è una scelta o se è un dictatum per vivere.................voi che ne pensate?




SCOPETTA vs SCOPETTA sottotitolo: mamma tristezza ti voglio bene

andrea scopetta - 6-2-2003 at 14:29

l'ibrido un "no make sense ,please" che a volte mi lascia perplesso e confuso, ma che indubbiamente affascina ed è realmente affascinante.....ma come confrontarcisi..come porsi difronte ad un tale no-spazio e tali non limiti? immagino che la pratica anzi meglio l'addentrarsi in esso sia la risposta... una risposta che si fa....facendola......un gesto insieme di gesti che si autodeterminano nello spazio-tempo in cui si compiono.(le stesse cordinate spaz e temp si materializzano grazie all'azione )...niente passato niente futuro.....solo un'istantanea del presente che leggera sparisce il quel niente così gonfio di significati e significanti da essere insignificante...

e se...

bebe - 7-2-2003 at 12:40

e se non fosse poi così necessario "mutare"?

how to mutate and take over the world 2

blueorangeredblue - 7-2-2003 at 14:24

Quota:
Originariamente scritto da bebe
e se non fosse poi così necessario "mutare"?


Ma come si fa il non-mutare?

Si può creare senza mutare, senza cambiare il materiale, la opera e se stesso, e poi anche i consumatori? Si può consumare un'opera d'arte senza mutare? Si può comunicare senza mutare? Anche imparare per me non significa accumulare dati e pensieri - ma mutare, mettere in questione quello che percepisco, faccio, comunico.

Io muto in ogni cosa che faccio e trovo che esistere significhi cambiare, mutazione, cioè - movimento.

Cosa è statico? Come può esistere lo statico? Se l'universo lo penso io una cosa che lo ricreo io ogni istante con la mia percezione,come un viaggio, una creazione, una esperienza?

Creazione artistica per me pare mutazione per eccellenza - la vedo come un viaggio percettivo/creativo attraverso le reti del immaginabile e possibile - e per questo che m'interessano i media - che gli vedo come una esplicitazione possibile e interessante degli processi creativi e comunicativi umani - con particolare interesse per le condivisioni delle esperienze spazio-temporali attraverso arte.

Per me mutazione non significa cambiare A in B, ma un flusso costante e inevitabile di esistere/vivere/percepire/creare, oltre il pensiero 'lineare' che insisti sul esistenza di un stato stabile A che si puo cambiare o non in un altro stato stabile B.

Io cambio, perche io "sono" cambiamento. Io "sono" questo processo vivente, sensibile, creativo che ricrea l'universo vivendolo. Arte "è" uno processo di condivisone spazio temporale e per me pare pensabile che nessun tipo di arte esisti se non condiviso/decifrato.

Cosa c'è da proteggere da mutazione?
Cosa c'è che non implica mutazione?
Chi dice che due cose sono simili, cioè che mutazione non c'è stata?

Questo non significa che si deve sempre cercare il "nuovo" e lasciare perdere il "vecchio". Perché pensare in termini nuovo/vecchio? Cosa c'è da preservare/abbandonare? Cosa c'è da cercare/inventare? Inventare significa trovare?

Anche in arte. Non vedo il bisogno per sempre usare le "nuove" tecnologie/forme, quello che faccio io è cercare la forma/tecnologia giusta, non "nuova". Ma questo sarebbe un discorso ben lungo. Ogni volta che si usa un metodo lo si può fare "nuovo", lo si può re-inventare.

*.*-ografia provisoria ++a caso:

mondo 2000 (se qualcuno trova le riviste mi faccia sapere?)

sulla percezione e creatività di essa una possibilià può essere il sito sulla 'quantum psychology' - http://www.rawilson.com/quantum.html

non c'entra e tutti lo conoscete gia, ma ormai...
http://www.rhizome.org/

un sito qualsiasi che menziona antiorp
http://www.exibart.com/notizia.asp?IDCAtegoria=69&IDNotizia=2209

ovviamente, e particolarmente per perplessità relative al::immaginario, creazione, piano Astrale ecc. consultare i lavori di Luigi Pirandello

programmazione come poesia
http://www.year01.com/issue10/programmer_poet2.html

progetto canadese year01
http://www.year01.com

antiorp:


gender - 0 | null pointer
location - copenhagen.denmark.europe.
dayjob - 0 | null pointertzzt. antiorp.

[last phaze of beauty = beauty due2 error]


bene!!!

bebe - 8-2-2003 at 07:29

ho sordito l'effetto desiderato!!!

cosa c'è di meglio della provocazione per animarsi un po'?

buoni link

carlo - 9-2-2003 at 23:40

Quota:
Originariamente scritto da blueorangeredblue
Quota:
Originariamente scritto da bebe
e se non fosse poi così necessario "mutare"?


Ma come si fa il non-mutare?



benvenuta blueorange
dall'esperienza fatta insieme al corso al DAMS bolognese vedo che hai preso gusto a lanciare segnali nei forum
ottimo
può essere un buon stimolo e buoni link x tutti

esperienze parallele

carlo - 11-2-2003 at 15:56

la lezione è iniziata
navigate qua:
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=80&page=8
(andate anche nella pagina precedente!)
in particolare qua
http://www.danilofrontini.com/phicsel/

sono i lavori dei gruppi di testi
dei miei studenti allo IED-Istituto Europeo del Design di Torino
sono in forma d'ipertesto, + o meno on line, realizzati sia in flash che in html
ma anche semplici file in word

possono essere utili x capire come tradurre l'apprendimento in esperienza: in prodotto multimediale


andrea scopetta - 11-2-2003 at 16:29

immetto un sito interessante:http://www.potatoland.org/pl.htm

aurlor2 - 11-2-2003 at 16:41

Ciao a tutti!Sono disperata:sto cercando uno spazietto server dove sistemare alcune simpatiche animazioni ke ho realizzato in flash.Non so come fare;ki mi puo' aiutare?

presentazione

MisticSS - 11-2-2003 at 16:50

salve a tutti...sono iscritto anch io a questo forum di discussione di una materia che in effetti non conosco di preciso di cosa parli.Mi sembra che parli di relazionarsi al mondo dell' informatica ,dei perche dei come e dei dove andremo....ma credo di essere abb. confuso:))

mirco - 11-2-2003 at 16:54

probabilmente lo conoscete già
o se no : è il risultato fin quì raggiunto formatosi dall'innesco dato da Oliviero P.di P. e sviluppatosi nel web grazie all'apporto di chi vuole.
Per me rappresenta un pò l'inconsistenza della molteplicità dei punti di vista e la tendenza a trascenderli, ad avere una coscenza più ampia di noi e di ciò che ci circonda, o la stessa cosa no?;
un pò anche l'inquetudine di voler essere qualcosa piuttosto che non si sa bene cosa, per un bisogno dato dalla necessità di un momento, di condivisione con gli altri

Allegato: (12kB)
Questo file è stato scaricato 300 volte


andrea scopetta - 11-2-2003 at 17:49

non posso assolutamente sentirmi interessato alla discussione........come caz si fa ancora a discutere su concetti di giusto sbagliato, questo si perde, questo si guadagna....io penso che tali propositi di giudizio non sono per niente concreti anzi sono legati a quelle vecchie idee di uomo-misura del mondo che pensavo avessimo superato (chiunque dovrebbe superare) oltretutto come si fa a pre-giudicare qualcosa che non è, pensare di un futuro che stiamo facendo e già lo bolliamo come diverso, estraneo annichilente....non è uno spararsi addosso? o è solo una mia impressione......ma apparte questo , i mezzi la tecnica sono nostri figli e io credo nel potere educativo dell'esempio.......oltretutto il rischio è quello di fare lo stesso effetto di chi parla esclusivamente del web senza coglierne le possibilità concrete........chiudo dicendo che ogni tipo di evoluzione ( che sia tecnica, morale, etica etc etc) è per sua natura sgrava di giudizi ...... è e non " sarebbe" o "sarà" .....è stata per essere! punto e basta........P:S in questo dictatum non c'è niente di triste o malinconico se cmnq lo stesse lo vedete....io mi annoio......ma penso che Don Chisciotte sarà d'accordo con voi...................

intervento nella leazione di martedì 11 febbraio 2003

mirco - 11-2-2003 at 18:00

non è sempre il solito discorso?
il "selvaggio" dell'amazonia vede un aereo e lo considera un'entità forse anche divina, come minimo un mostro;
per certi versi si potrebbe anche dire che certa tecnologia chiamata così è una tecnologia solo per chi non ne conosce a fondo il funzionamento, per chi invece ne conosce a fondo il funzionamento potrebbe non essere altro che una tecnica;
conoscere il funzionamento dello stesso linguaggio, conoscere che esiste la retorica, i meccanismi di ricezione e di comunicazione serve a non considerare la parola, o più in generale il linguaggio, la realtà(anche se forse è anche giusto che lo sia, bo).
Spero di sbagliarmi
Mi sbaglio sicuramente comprendendo all'interno del discorso l'intelligenza artificiale (quella vera).

andrea scopetta - 11-2-2003 at 18:01

come dire.....? sarebbe ora di portare la discussione a livelli da cui partire per fare qualcosa di "concreto"...........ma sopratutto andiamo oltre, mettiamoci nella condizione di fare e freghiamocene dei giudizi morali....... credo che l'esempio possa essere realmnete ascoltato, a differenza dei giudizi morali che invece lasciano il tempo "come lo trovano"...................

replica

MisticSS - 12-2-2003 at 00:50

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
non posso assolutamente sentirmi interessato alla discussione........come caz si fa ancora a discutere su concetti di giusto sbagliato, questo si perde, questo si guadagna...

SI FA PROPIO perche' siamo esseri umani deboli,ed e' propio per questo che possiamo & dobbiamo farlo...non dimentichiamoci che mente e corpo sono legati e si voglia o no siamo gli stessi che mangiavano i propi simili sin dai tempi dei primi sapiens sulla savana.

.io penso che tali propositi di giudizio non sono per niente concreti anzi sono legati a quelle vecchie idee di uomo-misura del mondo che pensavo avessimo superato (chiunque dovrebbe superare) oltretutto come si fa a pre-giudicare qualcosa che non $B!&(B pensare di un futuro che stiamo facendo e gi$B!&(Blo bolliamo come diverso, estraneo annichilente....non $B!&(Buno spararsi addosso? o $B!&(Bsolo una mia impressione......ma apparte questo , i mezzi la tecnica sono nostri figli e io credo nel potere educativo dell'esempio.......oltretutto il rischio $B!&(Bquello di fare lo stesso effetto di chi parla esclusivamente del web senza coglierne le possibilit$B!&(Bconcrete........chiudo dicendo che ogni tipo di evoluzione ( che sia tecnica, morale, etica etc etc) $B!&(Bper sua natura sgrava di giudizi ...... $B!&(Be non " sarebbe" o "sar$B!&(B .....$B!&(Bstata per essere! punto e basta........P:S in questo dictatum non c'$B!&(Bniente di triste o malinconico se cmnq lo stesse lo vedete....io mi annoio......ma penso che Don Chisciotte sar$B!&(Bd'accordo con voi...................

MONITO ERGO SUM.....sottotitolo:auretta dove sei?

andrea scopetta - 12-2-2003 at 12:05

sarebbe stato positivo, se le persone (vedi auretta etc etc) che hanno motivato la discussione di ieri(peraltro a mio giudizio anche sterile......sprtutto perchè oggi manco ci siete!) oggi fossero presenti......non mettete la scusa della neve...a meno che non siate orsi bianchi nel periodo del letargo.......passi per gli orsi.....ma in letargo ci si va prima| piccola correzzione; Auretta è appena arrivata e già rompe....

in merito alla lezione del 12-02-03

andrea scopetta - 12-2-2003 at 14:44

altro sito da vedere (categoricamente).......... http://www.marceliantunez.com/


Informazione da girare a chi oggi non c'era..:conoscere e approfondire il lavoro di Marcel li antunez Roca, si apre la possibilità (il proxx anno) di collaborare, lavorare per e magari con uno dei + fighi performer della scena post-digitale........"la poesia" ha mille faccie, anzi INTERFACCIE.....

aurlor2 - 12-2-2003 at 14:50

Risposta al soave scopetta ke
con scarsa maestria si diletta
le dolci donzelle ad insultare
perche' non vuole sentirle parlare!
Ke allora 2 tappi alle orecchie si metta
e ke Mirko lo segua in gran fretta.

aurlor2 - 12-2-2003 at 14:58

Ok,ora bando alle ciance(non mi ricordo mai cosa significa pero' ci sta sempre bene).Mettiamoci sotto ed iniziamo a pensare ad un bel progetto di performing media,ok?P.S.:amichevoli bacioni di pace aScopetta ed a mirKKKo.

cioe' si ma ,pero,non se sa....

MisticSS - 12-2-2003 at 15:00

ok ma questo forum che spiega tutto, e non spiega niente...che ha fulcri di discussione ,centrati su aspetti gia' di per se evanescenti dell ormia saturo mondo dell informazione,in realta cosa si prefigge, sostanzialmente...
cioe' fatemi capire le vostre impressioni perche io sono un coatto burino e non capisco bene il linguaggio degli gnomi alzasiani...
Mondo coatto

CARELLATA DI PRODOTTI CORRELATI

andrea scopetta - 12-2-2003 at 15:06

SI allora oggi si è discusso in merito a : la scrittura mutante-(argomento che mi interessa particolarmente) andate e andiamo a vedere i vari siti allegati a questo forum e ad altri forum proprio sulla scrittura mutante .........punto 2 : c'è la possibilità di partecipare ad un concorso inerente la scrittura mutante...............p 3 possiamo formare dei gruppi di lavoro , progettare delle interfaccie (a questo proposito ci sono dei siti con interf bellissime, basta che click sugli indir in rosso!)........ognuno dei partecipanti al corso di PERFORMIG MEDIA può scrivere sul forum un suo abbozzo di progetto o + progetti.......................poi se ne parla e ci proto.organizza..............................................sembra non sia così importante in cosa crediate.....lo è molto di + che crediate........C arlo sta a rota di feedback, se non ne trova chissà cosa è capace di fare..........o di non fare....................

MisticSS - 12-2-2003 at 15:16

allora -progetto di performing media

mettiamo una persona che insulta un altra online entrambi in video conferenza su un posto di transito,offese di ogni genere,e soprattutto una cosa devono essere solo dirette alla cittadina dell video conferente opposto.

esempio ..un monitor di grandi dimensioni collegato all interno di un luogo di cultura e deputato come di norma al buon dialogo, e mettiamo un cartello sotto che dia delle disposizioni ( solo insulti verso la citta'e i suoi avvenimenti) non parlo di critiche costruttive parlo propio di un antitesi del mezzo ,atta a creare un contrasto voluto con la funzione ( contrasto che da sempre viene vissuto da tutti i media)operando un azione coinvolgente e soprattutto un opera vera di performance inconsapevole .

nel diretto sfogo di una violenza verbale che e' fisica solo nelle reazioni suscitate( quindi tangibile su di un lato prettamente cognitivo) si dimostra la genuinita' di un rapporto che viene analizzo nel momento stesso in cui si rappresenta,un rapporto che viene a coinvolgere immediatamente chiunque sia impiegato nell atto sia direttamente che esternamente come solo spettatore.---

ditemi qualcosa

sono in questa fase

mirco - 12-2-2003 at 15:41

anch'io non ho troppo le idee chiare però potrebbe essere utile a tutti noi andarci a vedere qualcosa sui siti citati in questo forum ed altri. ci sono dei link dove si spiegano anche alcuni punti nevralgici di interesse (nel nostro forum).
Comunque Carlo propone di presentare dei progetti collettivi o individuali usando il forum per creare un terreno fertile sul quale lavorare.
Progetti da presentare ad un concorso "di scrittura mutante" e magari da calzare in una città (probabilmente Macerata) per renderlo più pubblico, "di piazza".

la grande ruota

carlo - 13-2-2003 at 15:06

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
SI allora oggi si è discusso in merito a : la scrittura mutante-(argomento che mi interessa particolarmente) andate e andiamo a vedere i vari siti allegati a questo forum e ad altri forum proprio sulla scrittura mutante .........punto 2 : c'è la possibilità di partecipare ad un concorso inerente la scrittura mutante...............p 3 possiamo formare dei gruppi di lavoro , progettare delle interfaccie (a questo proposito ci sono dei siti con interf bellissime, basta che click sugli indir in rosso!)........ognuno dei partecipanti al corso di PERFORMIG MEDIA può scrivere sul forum un suo abbozzo di progetto o + progetti.......................poi se ne parla e ci proto.organizza..............................................sembra non sia così importante in cosa crediate.....lo è molto di + che crediate........C arlo sta a rota di feedback,

>>>ben detto
si va a rota di ciò che dà piacere
e vedere che le cose si mettono in moto dopo aver lanciato stimoli e spinte
è una bella soddisfazione

è in fondo la grande ruota della vita

input/output

reagire alle proposte che vado facendo
è vitale
e non solo x me

se accade qualcosa accadrà altro ancora

vi mettete in gioco o no?
<<<
se non ne trova chissà cosa è capace di fare..........o di non fare....................

proposta generica per lavoro su scritt mutante

andrea scopetta - 13-2-2003 at 18:38

Penso sia interessante affrontare il progetto di un'interfaccia esulando dalla progettazione i lati + informatici e webb-istici, cioè sarebbe interessante avvicinarci ad un senso della tecnologia + istintivo , direi anche + naturale.....fatta questa stupida premessa arrivo al punto e scrivo: cosa ne pensate di lavorare dapprima con la telecamera e poi trasformare le riprese (riprese della città di MC) in disegni tipo architettonici , senza colori e senza solidità.......in questa maniera progetteremo uno spazio aperto......in cui vivere in soggettiva l'ambiente(AURETTA sarà contenta,s pero..) Avremmo la possibilità di immaginarsi MC di creare lluoghi che non esistono......oppure potremmo immaginarci completamente MC partendo da quello che sentiamo o che mc ci fa sentire..............oppure all'interno di luoghi che esistono immettere storie , intrighi, loggie............sarebbe anche simpatico ambientare a mc una sorta di noir ...............si il noir a macerata mi sembra una buona idea.....si adatta anche bene ............l'interfaccia potrebbe essere anche molto minimale (sempre con disegni tecnici) il punto di vista in soggettiva, la selezione degli oggetti tramite inquadratura e link etc etc..............ma la cosa importantissima in questo caso sarebbe la storia......che deve essere intrigante ,
politicamente - scorretta, acida, direi malata......e soprattutto molto tenebrosa , funebre......insomma deve realmente turbare........saturare l'atmosfera di inquietudine.......ora ad esempio mmi viene in mente il lavoro di David Linch..............come atmosfera non sarebbe male vero? allora: incomincio a pensare alla storia così la proxx scrivo sul forum la mia bozza ............chiaro che siete pregati di partecipare, di scrivere di progettare altri modi "operandi" per poter avviare questo programma di investigazione creativa dei confini (se ce ne sono----dopo essere sicuri che non siamo noi!)
della scrittura mutante................avanti con le idee.............ma che siano costruttive e che mantengano uno status pedagogico...........................anche perchè io sono il primo a dover imparare (non la tecnica ma l'approdo
creativo alla tecnica)http://www.danilofrontini.com/phicsel/ piccola adjunte, il sito ivi sopra ha una grafica bellissima e non difficile da realizzare..........io pensavo ad una grafica del genere...................fatemi.ci.vi.ni sapere............

autoquotazione non è sinonimo di autostima

andrea scopetta - 14-2-2003 at 16:00

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
cosa ne pensate di lavorare dapprima con la telecamera e poi trasformare le riprese (riprese della città di MC) in disegni tipo architettonici , senza colori e senza solidità.......in questa maniera progetteremo uno spazio aperto......in cui vivere in soggettiva l'ambiente ------------ Mi auto cito perchè mi è balenata in mente l'idea di incorporare la fotografia all fumetto o la video camera al fumetto (ma già questo sarebbe + difficile)................per quanto riguarda la trama del noir, ci sto pensando.................si potrebbe partire dall'ambientare la storia nell ' ospedale..............un percorso nel vero senso della parola "malato" un ricordo della città fuori......un viaggio nella memoria....ogni vetrata ogni scorcio di paesaggio diventa un trip un mescolarsi di verità e di sogno........in questa maniera si potrebbe presentare macerata e contemporaneamente ri-disegnarla......................poi nell'ospedale si potrebbe dare vita a diversi personaggi, intrighi, il tutto nella logica di un racconto-noir---politicamente scorretto...................ora ragazzi ditemi cosa ne pensate.............anche tu Carlo se sei in linea batti un colpo......

Storyboard x Macerata Noir

carlo - 15-2-2003 at 00:14

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
(...)
Mi auto cito perchè mi è balenata in mente l'idea di incorporare la fotografia all fumetto o la video camera al fumetto (ma già questo sarebbe + difficile)................per quanto riguarda la trama del noir, ci sto pensando.................si potrebbe partire dall'ambientare la storia nell ' ospedale..............un percorso nel vero senso della parola "malato" un ricordo della città fuori......un viaggio nella memoria....ogni vetrata ogni scorcio di paesaggio diventa un trip un mescolarsi di verità e di sogno........in questa maniera si potrebbe presentare macerata e contemporaneamente ri-disegnarla......................poi nell'ospedale si potrebbe dare vita a diversi personaggi, intrighi, il tutto nella logica di un racconto-noir---politicamente scorretto...................ora ragazzi ditemi cosa ne pensate.............anche tu Carlo se sei in linea batti un colpo......


l'idea + essere buona
qui si tratta ora di realizzare uno storyboard
insisto su questo xchè quello che m'interessa è la Forma del Progetto
quello storyboard dev'essere portato nel web in forma ipertestuale anche con piccolse sequenze video
indizi x un progetto su Macerata Noir...
perchè no?

idea grezza

mirco - 15-2-2003 at 17:38

un'idea grezza sulla quale si potrebbe lavorare insieme da diversi aspetti

poco più di una proposta logistica

di getto
immaginiamo la serie infinita di rampe di scale che studenti e professori dell'accademia sanno bene di dover fare per raggiungere la piazza di Macerata.
Arrivati all'ultima rampa, abbrutiti dalla fatica, alziamo gli occhi e non troviamo lo spazio che avremmo voluto, dovuto, "meritato"ma uno spazio diverso che dopo poco lascia il posto ad un altro e via di seguito, che qualcun' altro ha scelto più o meno direttamente (chi sà secondo quale criterio?) navigando nello spazio virtuale insieme ad altri (dalla comodità della loro poltrona) (pergiunta).

tecnicamente
Si potrebbe fare una grande retroproiezione (visibile da entrambi i lati) che chiuda o quasi la fine delle "Scalette" coprendo completamente la vista della piazza.
Le immagini proiettate potrebbero rappresentare altri amgoli della città che sono il prodotto, la scelta della navigazione in un sito (tutto da fare) dove è possibile ,nella più banale delle ipotesi, visitare la città(chi sà in quale maniera) in spazi e tempi totalmente diversi dai reali o magari anche no.

inoltre
Proprio a metà dell'ultima rampa di scale ci sono degli spazi, gli "Antichi Forni" probabilmente di proprietà del comune dentro i quali spesso vengono fatte mostre, ecc...
Potremmo chiederne la disponibilità per metterci.........che sò?
qualche computer dal quale navigare collegati alla proiezione...
una mostra di lavori attinenti o particolarmente attinenti...
magari una performance direttamente legata all'evento, parte di esso.

Roma 15 febbraio 2003

fabioG - 19-2-2003 at 20:00

...muto anch io: finalmente riesco a connettermi dopo un po di tempo che non lo facevo. sabato come tanta tanta altra gente ero a Roma a manifestare o meglio a fare parte della grande festa nata nella capitale. sicuramente le emozioni trasmesse sono innumerevoli. Abbiamo appena terminato di montare 5 minuti di filmato sulla manifestazione, lavoro che portero a mc alla prox lezione con Carlo.
...per ora non riesco a immergermi nel contesto scrittura mutante anche se trovo molto interessante o meglio vorrei partecipare all incontro del 7 aprile "imparare giocando", cercasi compagni d avventura disponibili a venire a Torino
...
Io muto in ogni cosa che faccio e trovo che esistere significhi cambiare, mutazione, cioè - movimento

fabio grillini voglio la tua testa.......

andrea scopetta - 21-2-2003 at 14:55

senti fabio per torino sono con te, ma ti pregherei nel frattempo di dare un occhiata alla generalissima idea del noir ospedaliero, poi magari mi scrivi cosa ne pensi e se ti piace (considera che è un idea allo stato embrionale, e quindi completamente mutabile ed inventabile) magari se ti piace potremmo pensare insieme lo story board e metterlo in rete, cosi, anc he grezzo, prima scritto poi scanner poi allegato.......fammi sapere fabio g.....

stalker ed SMS per il performing media

carlo - 23-2-2003 at 12:19

Quota:
Originariamente scritto da mirco
un'idea grezza sulla quale si potrebbe lavorare insieme da diversi aspetti

poco più di una proposta logistica

di getto
immaginiamo la serie infinita di rampe di scale che studenti e professori dell'accademia sanno bene di dover fare per raggiungere la piazza di Macerata.
Arrivati all'ultima rampa, abbrutiti dalla fatica, alziamo gli occhi e non troviamo lo spazio che avremmo voluto, dovuto, "meritato"ma uno spazio diverso che dopo poco lascia il posto ad un altro e via di seguito, che qualcun' altro ha scelto più o meno direttamente (chi sà secondo quale criterio?) navigando nello spazio virtuale insieme ad altri (dalla comodità della loro poltrona) (pergiunta).

>>>non mi è chiaro
non la vedo?
xchè non la disegni o fai un collage
pensa allo storyboard!!!
<<<

tecnicamente
Si potrebbe fare una grande retroproiezione (visibile da entrambi i lati) che chiuda o quasi la fine delle "Scalette" coprendo completamente la vista della piazza.
Le immagini proiettate potrebbero rappresentare altri amgoli della città che sono il prodotto, la scelta della navigazione in un sito (tutto da fare) dove è possibile ,nella più banale delle ipotesi, visitare la città(chi sà in quale maniera) in spazi e tempi totalmente diversi dai reali o magari anche no.

inoltre
Proprio a metà dell'ultima rampa di scale ci sono degli spazi, gli "Antichi Forni" probabilmente di proprietà del comune dentro i quali spesso vengono fatte mostre, ecc...
Potremmo chiederne la disponibilità per metterci.........che sò?
qualche computer dal quale navigare collegati alla proiezione...
una mostra di lavori attinenti o particolarmente attinenti...
magari una performance direttamente legata all'evento, parte di esso.


>>> ma xchè non progettare anche il "performing media"go il percorso e non solo l'installazione finale
che so'... su dei manifestio affissi x le strade... o col pennarello su altri manifesti già affissi
delle frasi da completare invitando a mandare SMS
raccolti questi messaggini s'implementa un diario di bordo on line in progress scritto con i ns stalker in giro x la città...

dai falla tua rilancia pensa le frasi inerenti ad alcuni passaggi nella città...
<<<

docudrama

carlo - 23-2-2003 at 12:22

Quota:
Originariamente scritto da fabioG
...muto anch io: finalmente riesco a connettermi dopo un po di tempo che non lo facevo. sabato come tanta tanta altra gente ero a Roma a manifestare o meglio a fare parte della grande festa nata nella capitale. sicuramente le emozioni trasmesse sono innumerevoli. Abbiamo appena terminato di montare 5 minuti di filmato sulla manifestazione, lavoro che portero a mc alla prox lezione con Carlo.
...per ora non riesco a immergermi nel contesto scrittura mutante anche se trovo molto interessante o meglio vorrei partecipare all incontro del 7 aprile "imparare giocando", cercasi compagni d avventura disponibili a venire a Torino
...
Io muto in ogni cosa che faccio e trovo che esistere significhi cambiare, mutazione, cioè - movimento

ok perfetto
magari prova ad andare oltre il docu
mettici il drama (docudrama è quella categiria x cui s'innesta fiction al documentario)
e magari pensala ipertestuale
x il web
allora si m'interessa +

seguire le mie cose in giro è un buon punto!!!
visto che tornerò solo il 6 maggio

a proposito vi arrivano (dico a tutti)
le mie email?

se le volete scrivetemi a
carlo@teatron.org
così le acquisisco su outlook

ciao

pulsioni e stili diversi

carlo - 23-2-2003 at 12:24

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
senti fabio per torino sono con te, ma ti pregherei nel frattempo di dare un occhiata alla generalissima idea del noir ospedaliero, poi magari mi scrivi cosa ne pensi e se ti piace (considera che è un idea allo stato embrionale, e quindi completamente mutabile ed inventabile) magari se ti piace potremmo pensare insieme lo story board e metterlo in rete, cosi, anc he grezzo, prima scritto poi scanner poi allegato.......fammi sapere fabio g.....


certo
perfetto integratevi
ma disintegratevi anche
lavorate insieme su + progetti

x lasciare spazio a pulsioni e stili diversi
no?

Articolo Corriere Adriatico

aurlor2 - 24-2-2003 at 12:03

Ciao a tutti!Finalmente oggi e' stata riaperta l'Accademia;ne approfitto per salutare tutti ed inviare come allegato l'articolo sul nostro corso di Performing Media recensito due settimane fa nel corriere Adriatico.

infante.jpg - 136kB

comunicazione Picena

fabioG - 27-2-2003 at 12:03

ritorno... durante una lezione con Carlo abbiamo versato lo sguardo al mondo Piceno, cosa che ho trovato interessante, uno perche emotivamente tocca la mia terra (matelica) abitata e costruita da popoli Piceni, due perche trovo piu interessante rivolgerci e lavorare con qualcosa che sia materiale; documentazione, cd-rom...insomma ricerca.
Io nel frattempo sono andato a caccia di notizie, parlando con la mia bibliotecaria di fiducia ho la possibilita di prendere riviste e liibri...gia ho in mano un cd-rom sorta di gioco mediale sulla popolazioone Picena..carino!
che ne pensate?

quella fotona m'imbarazza

carlo - 27-2-2003 at 13:01

Quota:
Originariamente scritto da fabioG
ritorno... durante una lezione con Carlo abbiamo versato lo sguardo al mondo Piceno, cosa che ho trovato interessante, uno perche emotivamente tocca la mia terra (matelica) abitata e costruita da popoli Piceni, due perche trovo piu interessante rivolgerci e lavorare con qualcosa che sia materiale; documentazione, cd-rom...insomma ricerca.
Io nel frattempo sono andato a caccia di notizie, parlando con la mia bibliotecaria di fiducia ho la possibilita di prendere riviste e liibri...gia ho in mano un cd-rom sorta di gioco mediale sulla popolazioone Picena..carino!
che ne pensate?


è una pista formidabile!

direi
concentriamoci su queste 2 idee:
il tour nella macerata mnoir
e questa alla ricerca del piceno perduto

fatevi vivi x sapere cosa ne pensate
e anche x cambiare pagina (+ interventi fanno firare la pagina del forum)
questa mia fotona m'imbarazza un pò...
anche se quella intervista può essere utile a tutti x conquistare + attenzione

andrea scopetta - 27-2-2003 at 15:04

quella fotona imbarazza pure me...............................cmnq scrivo per immettere una data "versatile" per trovarci (noi che partecipiamo al corso, ma non solo....) e discutere delle idee(2.....un pò pochine per la verità..).....vedere cosa è ralizzabile.....cosa può essere interessante e cosa.........vabbè dai......CHE NE DITE SE CI VEDIAMO IN ACCADEMIA LA SETTIMANA PROSSIMA......PER LA PRECISIONE, INCONTRIAMOCI MARTEDI 02.......O MERCOLEDI O GIOVEDI.........CMNQ LA SETTIMANA PROSSIMA.......fatemi e fateci e fatevi sapere...............

INCONTRO

fabioG - 28-2-2003 at 14:38

perfetto... vada per martedì 4 marzo io nel frattempo mi organizzo per raccogliere materiale sul passato piceno, semmai lunedì scrivo un avviso nella nostra bacheca al multi
.........scappo al lavoro!!!

sono morto???

:z:u:t:h: - 28-2-2003 at 15:33

Incredibile...
ho perso un bel bordello di robba!!!
Come si può chiaramente intuire ho avuto un periodino un poco di fuoco.... e poca è stata la possibilita di seguire le lezioni... figurarsi i forum!!!
Promessa che mi rimetto a paro...
quindi disponibilità totale per vederci in accademia!!!!
ANDREA' CAPISCIMI, GUARDA COME SONO RIDOTTO!!!! HO MESSO PURE LA FACCINA!!!!
:z:u:t:h:

-- :.::.: :.::.: :.::.: --

:z:u:t:h: - 28-2-2003 at 15:40

dunque...
sono appena ritornato da un gigantesco giro di link e controlink... concentrazione massima e i miei occhi mutano... ovvero...
ho sbattutto più volte il muso in criptiche interfaccie irremovibili che si interpongono tra me e il resto
quale felicità dovrei trarne? Il mio eterno oscillare si interrompe nelle curve di un gigantesco punto di domanda... E non si è mai persa la vera staticità, quella visiva...
far girare 3 foto mi disgusta anche l'olfatto!!!
Adesso ricomincio a pensare... magari meglio...e approfondisco
Sono morto
Baci
:z:u:t:h:

per l'incontro

:z:u:t:h: - 28-2-2003 at 15:45

dispostissimo per il 4 marzo...
martedi è un buon giorno... magari nel pomeriggio
magari vesro le 4
magari...

dare forma ai progetti

carlo - 3-3-2003 at 10:47

mi sembra che ci sia movimento
attendo vostri segnali progettuali qui nel forum ( e non usatelo solo x la messaggistica!!!)

nel frattempo vi segnalo un progetto che ho curato a lecce

http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=121


vi sono forse degli spunti interessanti

a presto
il 6-7 maggio sarò lì

x allora si usi il forum
x dare forma ai progetti di
performing media

fabioG - 5-3-2003 at 16:39


link che non funziona

:z:u:t:h: - 6-3-2003 at 09:32

http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=121 />
sto link non funzia mica!!!

funzia

carlo - 6-3-2003 at 17:31

Quota:
Originariamente scritto da :z:u:t:h:
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=121

sto link non funzia mica!!!

funzia
e che bisogna ricordarsi (io stesso) di dare uno spazio dopo aver messo il link

andrea scopetta - 7-3-2003 at 17:04

valutando la situazione (cioè che siamo in 4 , e con molti problemi di
natura tecnica..) siamo arrivati alla conclusione che le nostre capactà
si
limitano alla costruzione di un interfaccia molto semplice ( stream, e
storia) ..... intanto questa settimana faremo un sopraluogo con diverse
telec all'ospedale, inizieremo poi a lavorare con flash......la
informiamo
così che abbiamo deciso di presentare un progetto collettivo (almeno
fabio
andrea mirko francesco) Carlo aspettiamo una tua risposta o/e un tuo
consiglio...........baci

andrea scopetta - 7-3-2003 at 17:12

allora scrivo per Fabio, Mirko e Francesco........la settimana prossima(martedi) iniziamo a fare qualche ripresa (di nascosto) all'interno dell'ospedale..........quindi occorrono : telecamere(2-3) , cavi batterie, cassette........poi sciegliamo un pc per lavorarci, magari a casa............che ne dite di iniziare direttamente la mattina..............ci potremmo incontrare alle 10 (precise) all'accademia........mirko che è qui adesso è al corrente...........che Fabio e FRA si facciano sentire.......

si fa lezione nel forum

carlo - 7-3-2003 at 17:46

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
valutando la situazione (cioè che siamo in 4 , e con molti problemi di
natura tecnica..) siamo arrivati alla conclusione che le nostre capactà
si
limitano alla costruzione di un interfaccia molto semplice ( stream, e
storia) ..... intanto questa settimana faremo un sopraluogo con diverse
telec all'ospedale, inizieremo poi a lavorare con flash......la
informiamo
così che abbiamo deciso di presentare un progetto collettivo (almeno
fabio
andrea mirko francesco) Carlo aspettiamo una tua risposta o/e un tuo
consiglio...........baci

una prima risposta è partita via email
è + diretta

un'altra
che a questo punto
servirà anche a capire che c'è e chi non c'è in questa progettualità di esame/performing media
è questa qui

una domanda secca:
oltre al gruppo di andrea e soci
ci sono altri che hanno delle idee
di "performing media" (ovvero progetti x l'uso dei media interattivi in giochi-evento proiettati sulla città... ma non solo) ?

battete un colpo

x gli altri l'esame oltre che sul forum si baserà sulla lettura di quei testi cche o suggerito ed eventualmente altri
di cui si parlerà il 6 maggio a lezione

nel frattempo si lavora
si fa lezione in questo forum

attendo vostri output

x il resto appena si mette qualcosa nel web linkate

magari anche in attach
i bozzetti-storyboard del progetto in progress

fabioG - 7-3-2003 at 21:27

eccomi qua Andrè per martedi iniziare a fare le riprese-nascoste all ospedale va bene però sarebbe consigliabile da parte mia un ora alternativa visto gli impegni del martedi matt-pom, che sò famo verso le sette di sera...così da avere una luce piu asettica migliore credo per le riprese che si hanno in mente (tanto alle sette ci fanno entrare le visite sono possibili fino alle nove)
se per te + gli altri compagni non ci sono problemi fissiamo quest ora?

aurlor2 - 25-3-2003 at 16:18

salve genti!O salvagenti o salvagente?MHA!comunque son qui per comunicare che anche Mario Spinaci,Barbara Sagripanti ed io siam qui in fase tecnico organizzativa per sviluppare un progetto ludico comunicativo che fara' conoscere ai bambini la citta' di Macerata in un percorso digitale che accomuna alle foto di mc la favola di pollicino riadattata in maniera tale che ,trovando le briciople nascoste, i bambini possano scovare il tesoro nascosto.Comunque si tratta di un'interfaccia interattiva che riproduce la mappa della citta' di Mc con dei link che aprono diversi percorsi alla ricerca delle briciole....In poche parole questo e' il ptogetto,ora procediamo alla realizzazione,ciao a tutti

ok, ci vediamo il 5.05

carlo - 25-3-2003 at 23:12

Quota:
Originariamente scritto da aurlor2
salve genti!O salvagenti o salvagente?MHA!comunque son qui per comunicare che anche Mario Spinaci,Barbara Sagripanti ed io siam qui in fase tecnico organizzativa per sviluppare un progetto ludico comunicativo che fara' conoscere ai bambini la citta' di Macerata in un percorso digitale che accomuna alle foto di mc la favola di pollicino riadattata in maniera tale che ,trovando le briciople nascoste, i bambini possano scovare il tesoro nascosto.Comunque si tratta di un'interfaccia interattiva che riproduce la mappa della citta' di Mc con dei link che aprono diversi percorsi alla ricerca delle briciole....In poche parole questo e' il ptogetto,ora procediamo alla realizzazione,ciao a tutti


benissimo

appena avete degli appunti e una bozza di storyboard pubblicala nel forum
facendo un attach (clicca su SFOGLIA...)

il 5.05 arrivo alle 14,30 e proporrei di vederci anche la sera
una full immersion
il giorno dopo dovrò ripartire...

ma con il forum possiamo farcela...
anzi sollecita nuove facoltà

no?

mirco - 2-4-2003 at 14:04

il progetto sull'ospedale ha il bello di essere veramente molto malleabile.
Pensavo esempio di partire dall'ospedale, da diverse patologie personali per creare dei possibili percorsi più o meno personali che si intrecciano e si contaminano reciprocamente.

Mettiamo presto storybord di frammenti personali nel forum!



il mionumero 339 3188533
la mia e-mail mircoalessandrini@hotmail


mi rivolgo esclusivamente al prof
sono pronto a pagare la cena del giorno full immersion (alla menza naturalmente)
Dio ebreo


per quel sabato a Rimini dice che meglio se veniamo o meglio se stiamo a casa a lavorare al progetto?

a presto Mirco

full immersion

carlo - 3-4-2003 at 09:38

Quota:
Originariamente scritto da mirco
il progetto sull'ospedale ha il bello di essere veramente molto malleabile.
Pensavo esempio di partire dall'ospedale, da diverse patologie personali per creare dei possibili percorsi più o meno personali che si intrecciano e si contaminano reciprocamente.

Mettiamo presto storybord di frammenti personali nel forum!



il mionumero 339 3188533
la mia e-mail mircoalessandrini@hotmail


mi rivolgo esclusivamente al prof
sono pronto a pagare la cena del giorno full immersion (alla menza naturalmente)
Dio ebreo


per quel sabato a Rimini dice che meglio se veniamo o meglio se stiamo a casa a lavorare al progetto?

a presto Mirco


ok ti chiamerò
ho già parlato con a.scopetta che vi riferirà

x sabato (dopodomani, all'arboreto di mondaino, vicino riccione, dove c'è la festa x un futuro teatro a forma di foglia... con ascanio celestini!!!)
se qualcuno avesse voglia...
il mio cell
3393669717

il 5.05 ok full immersion!

e ho idee x l11 settembre...

progetti in cantiere e dei link da scandagliare

carlo - 4-5-2003 at 17:09

il forum ristagna

i vs progetti?

ok ne parliamo domani

e rimettiamo in circolo la palla
apriamo i cantieri!


nel frattempo xkè non date un'occhiata al concorso scrittura mutante?
http://www.trovarsinrete.org/concorsosm.htm

e qui un link dove trovate le opere che verranno selezionate il 16.05 alla fiera del libro di torino
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=145


e poi c'è questo progetto di
performing media
che ho ideato x la regione valle d'aosta
http://www.regione.vda.it/Cyberscope/default_i.asp


leggere il giornale

bebe - 6-5-2003 at 06:56

nell'inserto affari & finanza del 5 maggio del quotidiano La Repubblica si parla del nostro prof. in merito alla seconda edizione di Id3, Interaction Design, Info Design e Interface Design. l'evento prevede diverse tappe: Torino dall'8 al 10 maggio, Stoccolma dal 5 al 7 giugno e Barcellona dal 3 al 5 luglio.
riporto testualmente quanto "detto" dal pro. Carlo Infante "il performing media è tutto ciò che concerne la progettualità creativa per un uso performativo e spettacolare dei media nell'era della convergenza tecnologica. Occorre insomma imparare a giocare con i media, per non esserne giocati a nostra volta".
proverò a visitare il sito in merito http://www.id3online.net che il prof ha già inserito consigliato

antropizzare il web

carlo - 21-5-2003 at 23:26

riprendono le lezioni di Performing Media
centrate sui progetti da presentare in esame

il 28 maggio
ore 16/18

il 29 maggio
ore 11/13

vi va di fare tam-tam e magari attaccare gli appuntamenti in bacheca?
fate un copia-incolla da questo... vediamo...

sempre il 29 maggio
alle ore 15.30 all'Istituto di Storia dell’Arte/Teatro Lauro Rossi
intervengo all'incontro
dal titolo "Antropizzare il web"
http://www.accademiabellearti.com/produzioni.htm#Antropizzare%20il%...


attendo i vostrri progetti

e rilancio

Performing Media è
progettazione di contenuti e strategie relazionali per i sistemi multipiattaforme in cui convergono diversi media: telefonia mobile, internet ( magari con le nuove connessioni “wi-fi”) il broadcast radio-TV, e le tante altre modalità di comunicazione, compresa la stampa.

creazione di eventi spettacolari che mettano in relazione il territorio, dalle piazze ai musei ai mercati, con i diversi sistemi della comunicazione digitale integrati tra loro e connotati da regie performative che ne risolvano l’impatto sensoriale e cognitivo.

strategia educativa concepita come qualcosa che va oltre l’ambito scolastico, per attivare una formazione continua legata alle istanze relative alle nuove forme di cittadinanza digitale inventando operazioni dove le tecnologie della comunicazione promuovano l’approccio ludico-creativo e fondamentalmente partecipativo.



e ora sta alla vostra fantasia
lavorate anche sugli storyboard grafici!

N A R R A Z I O N E

Tambouriner - 28-5-2003 at 14:53

HOLDEN LAB
Alessandro BARICCO

http://www.holdenlab.it/

(H) OSPEDALE

:z:u:t:h: - 28-5-2003 at 16:16

questa è la parte iniziale, quella in comune, del nostro progetto...
per adesso non ci sono immagini esplicative da allegare... ma rimedieremo!
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: ::::::::::::
## Come prima immagine (0.1) c'è la facciata dell'ospedale (dalla parte del'ingresso al pronto soccorso). L'immagine è principalmente fissa, ma occasionalmente ci sono dei particolari in movimento ( luci che si accendono e si spengono )
## Cliccando su uno dei punti sensibili dell' immagine 0.1 si entra in uno dei 3 piani dell’ospedale. Per “effettuare” questo passaggio c'è una breve sequenza video che mostra il percorso di accesso, di passaggio attraverso un paio di corridoi e di arrivo nel corridoio dove si trovano le porte “sensibili”.
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: ::::::::::::

fabioG - 28-5-2003 at 16:17

...questa è una bozza delle mie visioni

Allegato: Progetto per Performing media.doc (24kB)
Questo file è stato scaricato 312 volte


Questo è il testo d’introduzione al progetto di “Gioca con Macerata”

Tinocest - 28-5-2003 at 16:18

Ciao io sono Tinocest il vostro nuovo compagno di giochi e vi accompagnerò per le vie di Macerata in una avventura ecologica.

Giocare con me è semplicissimo!!!!!
- Puoi navigare nella cartina di Macerata spostandoti con le frecce animate....
- Clikkando le Vie si apriranno le foto corrispondenti; in alcune di queste troverai delle cartacce, clikkaci sopra con il mouse e trasportale nel cestino.
- Quando avrai buttato tutte le cartacce apparirà il tesoro.
- Gareggia con i tuoi amici; chi di voi troverà per primo il tesoro???
- Sei bravo anche tu a scattare foto? Io Tinocest, sono sicuro di si, e allora cosa aspetti? Inviaci le tue foto a tinocest@virgilio.it. Vediamo se sei capace di fotografare gli stessi luoghi che vedrai giocando. Hai delle foto che mostrano un altro punto di vista? Inviamele, le più belle saranno pubblicate nella sezione La città vista da te.


::l:e::p:o:r:t:e::d:i::z:u:t:h::

:z:u:t:h: - 29-5-2003 at 09:35

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
1)Video-loop - una grande area industriale piena di colonne, con una soggettiva che ruota su se stessa. A seconda della posizione del mouse nello schermo varia la tonalità dell' audio che in questo caso è un respiro, fino ad arrivare ad una situazione velocissima e accelerata da cui si può uscire cliccando in una delle linee che pian piano compaiono formando la parola “SALVATI”
2)Video-loop - riprese dal basso di un campo coltivato, con veloci ma morbide dissolvenze. A seconda della posizione de mouse nello schermo varia la velocità del flusso audio che in questo caso è un battito cardiaco. Anche in questo caso l’uscita è possibile solo cliccando in una delle linee che pian piano compaiono formando la parola “SALVATI”
3)Foto – una faccia in primissimo piano, occhi sgranati, dettagli non chiari e confusi… Come ci si muove sopra questo volto cambiano le stazione radio “on-line” a cui virtualmente ci colleghiamo volta volta. Anche in questo caso l’uscita è possibile solo cliccando in una delle linee che pian piano compaiono formando la parola “SALVATI”
4)Animazione Flash – Una televisione che manda in continuo disturbi. C’è la possibilità di cambiare canale ma le immagini, di vari canali televisivi, verranno comunque sempre sopraffatte dal disturbo. Solo premendo il tasti di spegnimento del televisore (che nel frattempo pulserà) ci si potrà sintonizzare su di un canale non disturbato: un sito internet!!! (http://www.globalradio.it)
:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

::l:i:n:k::

:z:u:t:h: - 29-5-2003 at 10:43

http://www.castellodirivoli.it/

clik su LE MOSTRE
poi clik su JANET CARDIFF

modifiche psichiatriche!

fabioG - 29-5-2003 at 11:05

modifiche della porta di psichiatria. (da qui enta in gioco anche Bebe)
dalla apertura della terza finestra-foto, ovvero quella della cartella clinica, si accede sì ad una pagina-cartella clinica personale del malato (questa prettamente scritta dall autore), ma all interno della stessa si intende creare la possibilità per l utente-navigatore di accedervi e contribuire con racconti di esperienze vissute, pensieri...malattie personali per cui in termini tecnici un web log................................................................................................................................
visto il carattere inquetante tanto dell ambiente ospedaliero che del paziente si intende inserire immagini-performance, tratte da artisti noti in ambito della body art.

Su Tinocest

aurlor2 - 29-5-2003 at 11:07

E allora si parte con il progetto,anche se ancora dobbiamo rivedere un po' di cosine,intanto abbiamo la struttura di base,dobbiamo solo impegnarci per rendere il giochino un po' piu' interattivo.Ciaoooo

link ad artaud

carlo - 29-5-2003 at 11:10

ecco un buon link su quelle questioni inerenti dioniso ed artaud
http://www.teatron.org/dioniso/uno.html

andrea scopetta - 29-5-2003 at 11:56

allego le bozze del progetto intendendolo comunque migliorare cercando di fondere i vari codici espressivi (media)

seconda pag progetto hospedale copia.jpg - 94kB

andrea scopetta - 29-5-2003 at 11:59

questa sarebbe la prima pagina del progetto, scusate.......ma il disordine mi fa da padrone....

pagina 1 progett hospedale2 copia.jpg - 49kB

agrofonte - 2-6-2003 at 07:33

un saluto controllato da tutti il mio,dispensatore di pensieri bloccati, in attesa di aperture spassionate da chi commemora il nulla e danza abbracciato ad un guanciale di sintetiche piume del brutto e artificioso anatroccolo blu scuro elettrico. in attesa di riscontri e scontri mi metto la cappa nera di mio nonno.

l'esame

pepi - 3-6-2003 at 17:59

Gentile prof, avendo problemi nell'organizzazione della preparazione
agli imminenti esami ci scusiamo di non essere state presenti alle
ultime 2 lezioni.
Volevamo chiederle se è possibile sostenere l'esame a giugno basandosi
solo sui testi da studiare, evitando la fase di progettazione e
realizzazione di un lavoro che per difficoltà creative non è stato messo
a punto in tutte le sue forme, ma esiste ancora solo embrionalmente.
Grazie, a presto, Stefania e Milena.

l'esame basato sullo schermo on line

carlo - 3-6-2003 at 18:19

Quota:
Originariamente scritto da pepi
Gentile prof, avendo problemi nell'organizzazione della preparazione
agli imminenti esami ci scusiamo di non essere state presenti alle
ultime 2 lezioni.
Volevamo chiederle se è possibile sostenere l'esame a giugno basandosi
solo sui testi da studiare, evitando la fase di progettazione e
realizzazione di un lavoro che per difficoltà creative non è stato messo
a punto in tutte le sue forme, ma esiste ancora solo embrionalmente.
Grazie, a presto, Stefania e Milena.


<<<
ok
concentratevi (vale anche x gli altri che non lavorano sui progetti!)
solo sul mio libro
"Imparare giocando. L'interattività tra teatro e ipermedia"
(Bollati Boringhieri,2000)
dovrete però individuare almeno tre tematiche guida (tre parole chiave)
da sviluppare
con degli interventi qui
in questo forum
e che porterete stampate all'esame

non m'interessano testi estesi
anche quindici righe
ma che ci siano dei link all'interno!

l'esame si baserà sull'uso dello schermo
on line

è fissato il 20.06
dalle ore 16 alle 18

marì - 4-6-2003 at 11:02

UDITE!UDITE!
notizia in anteprima per tutti i frequentatori del forum!
MERCOLEDI' 25 giugno presso lo "Studio Canali" in via Rutilia 11 a Milano, si terrà l'inaugurazione di
"In Margine Al Caos" Opere Scelte di Mario Canali.
Il progetto, frutto del lavoro condotto durante la prima fase di stage, è la storicizzazione dell'esperienza condotta da Mario Canali lungo tutta la sua carriera artistica fino ai giorni nostri.

Vi invitiamo a frequentare il forum per avere maggiori informazioni sull'evento!

what about?

bebe - 6-6-2003 at 11:48

caro prof. che ne dice di questa nuova idea per il "reparto psichiatrico":
mettiamo immagini del test di Rorschach e diamo la possibilità all'utenza di partecipare al test stesso on line.
una volta pervenute le risposte si potrà dedicare loro una vera e propria "gallery".

veniamo ad altro: sbaglio o l'esame è previsto per il 30 giugno e non più per il 20? questa nuova data è quella comunicata sul calendario esami dell'Acca. può darmi/ci conferma per cortesia?

qualche furtarello

bebe - 6-6-2003 at 12:11

What might this be?
Card I
":)(:"
Card II
'*\°/*'
Card III
)|^^|(
Card IV
"./\."
Card V
*^][^*
Card VI
)#||#(
Card VII
/*})({*\
Card VIII
\)^¡^(/
Card IX
¡^=^¡
Card X
^\"||"/^
http://www.rorschach.org/cyber-blots.htm


GLI ESAMI SONO IL 4.07!!!

carlo - 7-6-2003 at 10:45



l'esame si baserà sull'uso dello schermo
on line

è stato fissato in altra data!!!
il 4.07
alle ore 11


e sto valutando l'ipotesi di combinare un vs intervento a partire da ciò che presenterete in esame
già nel pomeriggio dello stesso giorno

vi va?

date feedback
vorrei sapere se l'info circola


i vostri progetti procedono?

carlo - 9-6-2003 at 13:45

oltre che per l'esame
fissato il 4.07!!!

ve la sentite di presentarli a Inteatro Festival di Polverigi?

fatemi sapere

per polverigi :

andrea scopetta - 12-6-2003 at 10:42

La proposta è affascinante, ma ci rimane il dubbio se il lavoro sia all'altezza.....io spero vivamente di si.....sarebbe un'esperienza unica...oltretutto trovo il festival di Polverigi eccezionale e quindi parteciparvi (in qualsiasi maniera) penso sia quantomeno "performidabile"...
Diciamo che prima di afferrare coi denti tale occasione , io m sentirei + sicuro se possiamo avere anticipatamente la sua (tua) supervisione......giusto per corredarci ed arredarci in maniera formalmente accettabile.........................
il feedback c'è manca un pò di coraggio-esperienza (l'incoscienza c'è sempre...)

decideremo insieme il 4

carlo - 12-6-2003 at 18:58

Quota:
Originariamente scritto da andrea scopetta
La proposta è affascinante, ma ci rimane il dubbio se il lavoro sia all'altezza.....io spero vivamente di si.....sarebbe un'esperienza unica...oltretutto trovo il festival di Polverigi eccezionale e quindi parteciparvi (in qualsiasi maniera) penso sia quantomeno "performidabile"...
Diciamo che prima di afferrare coi denti tale occasione , io m sentirei + sicuro se possiamo avere anticipatamente la sua (tua) supervisione......giusto per corredarci ed arredarci in maniera formalmente accettabile.........................
il feedback c'è manca un pò di coraggio-esperienza (l'incoscienza c'è sempre...)


la vediamo
in esame

e poi si valuta

pensavo ad una cosa tranquilla
non una vera presentazione-evento

fatemi vedere gli sviluppi con dei link nel web!!!

movimenti

fabioG - 18-6-2003 at 10:21

qua fa un caldo boia!

finalmente siamo riusciti a crere una bozza in flash sul progetto H per quanto riguardano le parti in comune, ovvero fino al bivio/porte di scelta. Questa sera andremo muniti di camere all' H di Macerata per filmare le ultime parti mancanti...così da avviare il lavoro e cercare di concluderlo.
per ora è tutto...saluti dall' equipe H

l'esame il 4.07 alle ore 15

carlo - 18-6-2003 at 11:21

non se hammo già messo su i cartelli per gli appelli d'esame

vi confermo che è fissato per il 4.07 alle ore 15 ( e non la mattina come inizialmente prevedevo)

per l'eventuale presentazione al Festival di Polverigi sto meditando invece di rinunciare all'intervento

ma sto ancora valutando

mirco - 18-6-2003 at 11:41

salve a tutti, finalmente sono uscito dallo stato di torpore nel quale ero immerso non solo rispetto al progetto teatron.

Per quanto riguarda il lavoro sull'ospedale penserei di non prendermi uno spazio mio "vero e proprio"
all'interno di una stanza ma "rimanere inconsistente" sparso per i locali dell'ospedale (gli spazi degli altri, le anticamere degli spazi degli altri cercando di rimanere meno invadente possibile.

Mi asterrei dal mettere immagini .
Mi interesserebbe intervenire sulla drammaturgia della visione che naturalmente deciderà il navigatore giocando con i legami tra ciò che si sta per vedere e ciò che si è visto un istante prima.
Solo un pochino più concretamente:
seminerei per gli spazi neutri (gli spazi di nessuno degli altri tre del progetto h per capirsi) brevi frasi, scusate la mia fissa ma pensavo di inserire anche le "possibilità di salvezza filosofica" di Oliviero P di P.
In certi casi, vale a dire in certi spazi dell'ospedale il navigatore avrebbe la possibilità di scegliere una frase o l'altra scegliendo quindi un percorso o l'altro,
in altri casi le frasi compaiono dal nulla quando non ce lo si aspetta, sono di una certa intensità e violenza ( provocazioni ad esempio) accompagnate da un
suono:si sa, a volte le cose arrivano così e ci cambiano la vita o comunque modificano i nostri equilibri .
E fino ad ora non per mettere le mani avanti ma tutto terribilmente scontato.


Troverei interessante inserire anche magari con dei flash velocissimi immediatamente prima o immediatamente dopo la visualizzazione delle pagine personali i simboli (quelli più elementari) della matematica insiemistica con i seguenti significati:
appartiene, non appartiene, uguale, diverso,simile,circa,sottoinsieme di, sovrainsieme di, insieme vuoto, insiemi intersecanti, ecc...

Spero ci pensiate non una volta sola.

Carlo è pregato di non avere pietà
fatemi sapere che ne pensate.
Comunque mi faccio vivo presto con qualcosa di più tangibile.


Per quanto riguarda Polverigi mi associo in pieno con Andrea

Tutti i saluti

“Performing Media. La nuova spettacolarità della comunicazione interattiva”

teatron - 23-6-2003 at 14:36

In che modo le arti e lo spettacolo svilupperanno la partecipazione al futuro digitale?

Presentazione del progetto “Performing Media. La nuova spettacolarità della comunicazione interattiva”

Il 4 luglio 2003 alle ore 18,30, presso Istituto di Storia dell’Arte (Teatro Lauro Rossi, Piazza Libertà 2) dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, verranno presentate alcune linee guida del prossimo anno accademico in relazione al CORSO SPERIMENTALE DI TEORIA E TECNICA DELLA COMUNICAZIONE VISIVA MULTIMEDIALE.
Un’occasione per illustrare sia agli studenti che ai cittadini e agli amministratori della città un piano progettuale,non solo didattico ma comunicazionale e spettacolare, teso a sperimentare forme inedite d’interrelazione tra i giovani cittadini e le nuove forme della comunicazione interattiva.
Il progetto si articolerà per workshop intensivi ed incontri con alcuni dei protagonisti della scena digitale.
Interverranno:
Anna Verducci
direttore dell’Accademia di Belle Arti di Macerata

Massimo Puliani
docente di Regia multimediale e di Storia del Teatro

Carlo Infante
docente di Performing Media/Sistemi Multimediali


Performing Media è
progettazione di contenuti e strategie relazionali per i sistemi multipiattaforme in cui convergono diversi media: telefonia mobile, internet ( magari con le nuove connessioni “wi-fi”, wireless:senza cavi) il broadcast radio-TV, e le tante altre modalità di comunicazione, compresa la stampa.
creazione di eventi spettacolari che mettano in relazione il territorio, dalle piazze ai musei ai mercati, con i diversi sistemi della comunicazione digitale integrati tra loro e connotati da regie performative che ne risolvano l’impatto sensoriale e cognitivo.
strategia educativa concepita come qualcosa che va oltre l’ambito scolastico, per attivare una formazione continua legata alle istanze relative alle nuove forme di cittadinanza digitale promosse dall’e-government, inventando operazioni dove le tecnologie della comunicazione promuovano l’approccio ludico-creativo e fondamentalmente partecipativo.



bebe - 1-7-2003 at 14:01

pronti per gli esami?
chiedo conferma al caro prof.: alle ore 15:00 di venerdì 4 luglio, ci si troverà alla sede di via piave? avendo partecipato al progetto, insieme a fabio - reparto psichiatrico dell'H, dovrò-dovremo lavorare on line, individuare parole chiavi da elaborare o no? e tenere presente il suo libro "imparare giocando" e comunque tutte le varie informazioni ricavate dai nostri viaggi all'interno del forum?
faccio inoltre presente, che la sede di vi apiave dove di solito ci siamo riuniti per le lezioni sarà un inferno a causa del caldo!!!
Aiutooooo!!!!!!!!!

si rinfrescherà!

carlo - 1-7-2003 at 14:08

Quota:
Originariamente scritto da bebe
pronti per gli esami?
chiedo conferma al caro prof.: alle ore 15:00 di venerdì 4 luglio, ci si troverà alla sede di via piave?
<<<
certo
<<<

avendo partecipato al progetto, insieme a fabio - reparto psichiatrico dell'H, dovrò-dovremo lavorare on line, individuare parole chiavi da elaborare o no? e tenere presente il suo libro "imparare giocando" e comunque tutte le varie informazioni ricavate dai nostri viaggi all'interno del forum?
<<<
perfetto
<<<

faccio inoltre presente, che la sede di vi apiave dove di solito ci siamo riuniti per le lezioni sarà un inferno a causa del caldo!!!
Aiutooooo!!!!!!!!!


saremo agili come gazzelle
nell'esame

e poi ragazzi alle 18
nella sala in piazza
presento i progetti x il prossimo anno

e l'idea è quella di sviluppare i vostri progetti con dei sostegni...
qualche assessore verrà
e in ogni caso intendo sviluppare un programma d'incontri e workshop
muy interessante

via aspetto x l'esame

le chiavi

pepi - 3-7-2003 at 10:25

Roleplay

”Giocare con l’immaginazione può essere considerato come uno dei modi migliori per distinguere la dimensione interiore da quella reale, proprio perché nella corrente frequentazione di questo passaggio tra l’interno fantastico e l’esterno realistico si forma una coscienza flessibile, in grado quindi di chiudere e aprire su due sistemi psicologici”.
In concomitanza con la stagione "da cinema", tornano maghi, troll, elfi e cavalieri, nani e draghi... Si potebbe dire che il Fantasy è nel trend, ma in realtà il genere è sempre stato vivo, sin dagli anni settanta: nel cinema, in televisione ed ultimamente soprattutto sul web. Gli appassionati di narrativa del fantastico e gli amanti dei giochi di ruolo sono due categorie legate da un complesso (e a volte contraddittorio) rapporto di comunanza, da una singolare parentela non sempre riconosciuta, a volte persino ripudiata, ma dalla quale alla lunga è impossibile sottrarsi.
Come lontani cugini separati più dai reciproci sospetti che dalla distanza, il popolo della fantascienza e quello dei giochi di ruolo spesso ergono steccati a separare i rispettivi orticelli, disconoscendo le sorgenti comuni cui entrambi attingono linfa vitale. Cosa caratterizza questo genere di grande successo ?
Sicuramente, l'individualità dell'esperienza che promette, come ci insegna il famoso: "Dite, Amici, ed entrate." (il signore degli anelli) Il fascino del Fantasy verte sulla partecipazione personale: è probabilmente il miglior modo per avvicinarsi al genere e per questo il successo attuale ha una base personale.

Perché persone di tutte le età si mettono in testa di leggere colossi come "Il Signore degli Anelli" ? Qual'è la particolare attrazione che questi mattoni di libri esercitano ?

Sicuramente non lo stile o tecniche narrative di tensione: anzi, frequenti sono i punti di stallo, viaggi descritti meccanicamente, battaglie noiose o scoperte poco entusiasmanti. Il fascino di questi libri deve essere in qualche loro altra qualità...

Per esempio: il mondo stesso che trattano. Un mondo in costante espansione (grazie a libri e volumi aggiuntivi), la promessa di nuove avventure nello stesso ambiente, con le stesse regole (mappe, storia, lingue, cronache e alberi genealogici...).

Insomma, forse il bello del Fantasy si trova nel ripetersi di sé stesso: il Fantasy, come nessun altro genere, definisce chiaramente i suoi limiti ed i suoi confini, propone al lettore un universo finito - tutto da scoprire - e che esiste e continua ad esistere inalterato in altri libri.
Con internet ci si ambienta in un nonluogo telematico che ha bisogno di interrelazione umana ludica e creativa per poter diventare spazio socializzabile.
In quasi tutti i giochi di ruolo, prima di iniziare la partita, dev'essere costruito un personaggio. Questi deve avere non solo caratteristiche fisiche personali, ma anche un background (ovvero un "passato", un "vissuto") che permetta di definirne la personalità attuale. Una volta creato il personaggio, il giocatore è chiamato a interpretarne la parte, come un attore che reciti in un film, con la differenza che:
1) non c'è alcun copione scritto da imparare a memoria;
2) l'interpretazione deve essere fatta pensando e agendo come se si fosse realmente il personaggio.
I giocatori di un RPG, è ovvio, non sono completamente liberi di muoversi, né di creare scene e/o situazioni: la completa anarchia porterebbe solo al caos. Per evitare tale inconveniente, è necessaria la figura del direttore di gioco o Game Master (o Dungeon Master, Storyteller, Referee). Il compito del Master è quello di creare, organizzare e raccontare l'avventura, di gestire gli eventi, di interpretare tutti i personaggi non giocanti (comparse) che è possibile incontrare nel corso dell'avventura; oltre a questo, chiaramente, il Master ha il dovere di controllare che le regole del gioco vengano seguite. Ebbene sì, anche i vari RPG hanno delle regole che vanno rispettate, e ogni giocatore deve conoscerle (il Master completamente) per poter proseguire nell'avventura.
La fusione degli RPG con Internet, concettualmente, coniuga il superamento del contatto fisico proprio della rete con l'astrazione dalla identità personale caratteristica dei giochi di ruolo. Il risultato non può che essere esplosivo.
Mentre nei giochi di ruolo tradizionali la partita si svolge con i giocatori l'uno di fronte all'altro (e generalmente si tratta di amici che si riuniscono proprio a questo scopo), negli RPG in rete i personaggi vengono interpretati da utenti tra loro assolutamente estranei, situati magari in continenti diversi, destinati con ogni probabilità a non incontrarsi mai nel mondo reale. Ciò consente una libertà di comportamento impensabile, una facilità di immedesimazione nel personaggio per molti versi eccitante. Ognuno, letteralmente, può essere ciò che vuole, senza possibilità di smentita.
Mentre, ad esempio, nelle Chat Line utenti di tutto il mondo (persone che magari del vivo neppure si rivolgerebbero la parola) si scambiano commenti e impressioni senza mai incontrarsi di persona, negli RPG di rete i giocatori addirittura vivono insieme un'avventura, collaborano e/o si confrontano tra loro in situazioni limite; giungono insomma a conoscersi attraverso le loro azioni.
I giochi di ruolo in rete superano le divisioni, uniscono le persone, abbattono le distanze e i pregiudizi. E, forse, in qualche modo, rendono più piccolo il mondo.
I MUD (acronimo per Multiple User Dimension, o Multiple User Dungeon, o Multiple User Dialogue) sono programmi interattivi di rete (generalmente utilizzanti interfacce testuali) che consentono accessi multipli e cooperazione tra gli utenti. Ogni utente, collegandosi al programma, prende il controllo di un personaggio (detto avatar o incarnazione), e può mandarlo in giro nel mondo simulato, parlare con altri personaggi (reali o virtuali), esplorare luoghi infestati da mostri, risolvere indovinelli, e persino creare nuovi luoghi e situazioni, sempre all'interno delle regole dell'universo descritto dal programma.
Un'importante sottoinsieme dei MUD è la cosiddetta famiglia LP (da un certo Lars P. che ne scrisse il motore per Unix). Nei MUD-LP gli utenti vagano per il mondo virtuale uccidendo mostri, trovando denaro e procurandosi esperienze al fine di diventare un wizard, ovvero uno stregone.
Gli stregoni dispongono di poteri molto superiori a quelli dei comuni giocatori: soprattutto, hanno a disposizione una sorta di linguaggio di programmazione con cui possono aggiungere nuove sezioni e nuovi personaggi al gioco.
Alla famiglia MUD-LP appartengono i programmi MUSH (Multiple User Shared Hallucination), MUCK e MOO (l'acronimo indica una struttura object oriented del programma).
Fisicamente, i programmi MUD risiedono su alcuni server di rete sparsi in tutto il mondo (generalmente siti universitari). Per poter giocare, un utente deve connettersi (usando il programma telnet) all'indirizzo e alla "porta" del MUD in questione. Alla sua prima connessione, il giocatore viene registrato nell'archivio del MUD, in maniera automatica o tramite l'intervento di un God. Con la registrazione, al giocatore viene assegnata una password e un personaggio, con cui da quel momento in poi egli dovrà identificarsi.
Alcuni MUD forniscono un programma client proprietario, da usarsi in alternativa al telnet. Tramite questo programma, l'interazione col MUD può essere superiore al semplice scambio di testo.
Link:
//rayworld.gamesrevolt.it
http://www.mclink.it/com/agonistika/giochidiruolo/pathos.htm
http://www.clansabbat.net/solaria/generale/serverstatus.asp
http://www.radairk.it
“I giochi di simulazione vanno considerati come dei tools, degli strumenti che ci fanno riflettere, sperimentando, su quanto la società reale sia spesso condotta come un gioco di simulazione fatto male!!!”.
”grande contraddizione, pensare che i bambini debbano essere educati sulla basa di principi culturali e morali prestabiliti….”l’immaginario infantile crea mondi, che gli adulti condizionano e spesso finiscono col governare, l’immaginazione si contamina, ibridandosi, deviandosi, fino al paradosso: http://www.happytreefriends.com Parola chiave what you see is what you get (cio che vedete è cio che fate) /le nuove sensibilità (deviate)


Come un gioco di ruolo assume la forma di ipertesto, una scrittura in continuo movimento, che muta, si trasforma e si diffonde. http://www.pathos.it/pathos2/archivio/a1/falk2.htm
Parola chiave: connettività



suonivisivi

gianluca garrapa - 3-7-2003 at 13:01

provA

Allegato: filmato.ppt (74kB)
Questo file è stato scaricato 344 volte


pronti, partenza... via!!!

bebe - 3-7-2003 at 16:09

toc-toc!! c'è nessuno?
giochiamo?! (il riferimento al film "Scream" è puramente casuale...)
homo ludens
gioco
catarsi
percorso formativo individuale
bambino di Nietche + De chirico e Savinio = smontiamo, verifichiamo, andiamo oltre: il cammello prenda coraggio, scelga, si ribelli diventi leone, e finalmente bambino... max potenza creatrice, libera espressione, capacità manipolativa, distruzione-costruzione
sguardo rinnovato; vedere con l'intelletto e con gli occhi... puro visibile, decontestualizzazione-deconcettualizzazione

fabioG - 3-7-2003 at 16:24

ciao bebe...ero propio qua a pensare cosa scrivere e a farmi un bel giretto nel forum...
ho appena letto il tuo ultimo messaggio
...
come vedo le influenze di Speroni restano impregnate nel tuo divenire!!!

Catarsi, Teatro, Peter Brook: percezione condivisa, irrepetibilità dell'evento, Performance... Living Teatre
Movimenti teatrali legati ad un pubblico attivo e interattivo...percepire emozioni e lanciare feedbak

...
io rimango ancora un po in rete...se ci sei titocca!!!
oppure a domani!

ciao fabio

bebe - 3-7-2003 at 17:04

oh che bello, c'è qualche compagno...
stai fresco a matelica? qua a macerata c'è 'na cappa di umidità che nn ti dico? e tutto non fa che aumentare l'ansia per domani= esame!!!! dato che ci siamo, spero che tu nn te ne sia già andatao via, facciamo un po' di prove pre-esame? così forse mi rilasso e tranquillizzo un po'!
becco al volo la tua imbeccata (mi sento un passerotto!)
performing media: proviamo un po' a vedere se ho capito di cosa si è parlato durante questo corso...
creare eventi (quindi unici) spettacolari che entrino e si relazionino col territorio(ricordi il convegno del prof? comunicare è parlare "CON" e non "A".... ) usando tutti gli elementi e le possibilità che ci mette a disposizione l'era tecnologica e quindi la rete, la telefonia mobile con i suoi sms, mms...e magari le nuove connessioni senza cavo.
il nostro progetto riuscirà a raggiungere quest'intento?la strada è sicuramente lunga ma intanto si è cominciato...tutto sta a METTERSI IN GIOCO!
e se riusciremo a realizzare un discorso di edutainment sarebbe il max; anche se questo obiettivo è + vicino nel progetto "tino cest" di barby-mario-auretta.

blot1.gif - 886B

ciao be'

fabioG - 3-7-2003 at 17:43

...anche qua si muore di callo!!!
allora: probabilmente il progetto "tino cest" già fin d ora è piu interattivo del nostro...noi dovremo lavorarci sù ancora per un po!
cmq il progetto H sta venendo fuori poco a poco
per ora si è realizzato un cd dimostrativo di quello che sarà...certo essendo principalmente un video il suo peso è eccessivo per la rete. A livello dimostrativo è buono o meglio rispecchia pienamente tutte le idee del gruppo
il girato all interno dell'H di macerata è sicuramente quello che potrà interessare la realtà locale-nostro territorio.
sicuramente qualcuno lo riconoscerà!!!
Quel che rimane da fare è lavorare sulla scrittura connettiva, l impronta di immediatezza, ipertestualità e connetività dovranno portarci alla vera e propia scrittura mutante.
Il materiale lo abbiamo trovato Bebe no!!!
...

blot2.gif - 1kB

do you know?

bebe - 3-7-2003 at 17:56

"Imparare giocando" di Carlo Infante
immediatezza, ipertestualità, connettività
http://www.teatron.org/impararegiocando/#parole
solo la scrittura in rete ha queste caratteristiche, nn ci piove!
raggiungiamo subito tutti e tutto, alla faccia del "limes" (latino) = confini; la rete è spazio nn situato ma situante, dell'assoluto presente, hic et hunc.
libere associazioni della e nella comunicazione = nuova psicologia della comunicazione
libero scambio di comuniczione telematica e della partecipazione colaborativa=nuova creatività
la rete è il nuovo ambiente creativo (scrittura mutante); basta usare Internet per ottenere solo informazioni!! la parola d'ordine è RELAZIONE/I

blot3.gif - 1kB

weblog

fabioG - 3-7-2003 at 18:15

http://www.contemporaneafestival.it/weblog/default1.htm


Il weblog è uno dei fenomeni più significativi dello sviluppo di Internet dopo il crollo della new economy: esalta quella necessità di partecipazione diretta che la logica di chi credeva d’antemporre il mercato alla società delle reti ha sottovalutato.


Nel nostro Visual_Weblog, al di là delle considerazioni generali sul fenomeno weblog di cui si parla tanto oggi, vanno sottolineati degli aspetti particolari.Il primo è nel rivendicare un precedente che già nel 2000,
qui a Prato per Contemporanea Festival, con il progetto “Danza delle api” aveva lanciato l’idea di dare forma agli sguardi attivi degli spettatori in rete, operatività che teatron.org conduce già dal 1996 e che nel 1999 si è
connotata con interventi come quello alla Biennale di Venezia.
Il secondo aspetto è nello spostare più in là l’idea di scrittura nel web, oltre la dimensione strettamente alfabetica, accogliendo l’aspetto video, in un cross-over tra immagini e parole che stiamo sperimentando qui-ora.

http://www.inteatro.it/festival_14_lug_02.htm

e buon appetito!




teatro_terra3.jpg - 16kB

reparto psichiatrico H

bebe - 3-7-2003 at 18:39

in anteprima per tutti e in particolare per Carlo....
fabio e bebe, lavorano sul reparto psichiatrico (bella accoppiata: guarda un po'!)
1) ingresso comune dall'entrata "vera" dell'h di MC
2) percorso comune lungo corridoio
3) reparto
4) porte
.....
1a) porta di psichiatria
2a) breve video di sedia a dondolo
3a) vedi immagine allegata "ospedale1"
....
1b) cliccato 1 paziente = apertura di immagini performer-body art



ospedale1.gif - 74kB

perfetto, andate alla grande!

carlo - 3-7-2003 at 21:34

Quota:
Originariamente scritto da fabioG
http://www.contemporaneafestival.it/weblog/default1.htm

<<< ricordati di metter uno spazio dopo l'URL
se non fa casino

<<<
Il weblog è uno dei fenomeni più significativi dello sviluppo di Internet dopo il crollo della new economy: esalta quella necessità di partecipazione diretta che la logica di chi credeva d’antemporre il mercato alla società delle reti ha sottovalutato.

<<< stai citando
bene
rendila ancora + espicita la fonte
con un tuo tocco-commento magari
<<<

Nel nostro Visual_Weblog, al di là delle considerazioni generali sul fenomeno weblog di cui si parla tanto oggi, vanno sottolineati degli aspetti particolari.Il primo è nel rivendicare un precedente che già nel 2000,
qui a Prato per Contemporanea Festival, con il progetto “Danza delle api” aveva lanciato l’idea di dare forma agli sguardi attivi degli spettatori in rete, operatività che teatron.org conduce già dal 1996 e che nel 1999 si è
connotata con interventi come quello alla Biennale di Venezia.
Il secondo aspetto è nello spostare più in là l’idea di scrittura nel web, oltre la dimensione strettamente alfabetica, accogliendo l’aspetto video, in un cross-over tra immagini e parole che stiamo sperimentando qui-ora.

http://www.inteatro.it/festival_14_lug_02.htm

e buon appetito!

<< da non perdere
ma con quel festival ho rotto
denunciamo la scorrettezza dello scippo del mio A_D_E
<<<



:e:s:a:m:i:

:z:u:t:h: - 4-7-2003 at 11:54

inserisco... sguardi....
il progetto è strutturale... forse presentabile... non sono sicuro se accettabile... aspettando l'esame... per mettersi in gioco...

Comunque è arrivata la svolta interattiva...

http://guide.supereva.it/console/interventi/2003/07/138636.shtml

:s:a:l:u:t:i:

mirco - 4-7-2003 at 13:07

arrivati ad una stanza, aprendo la porta con un clic, si apre una finestra con le possibilità di salvezza filosofica in scorrimento.
E' possibile scegliere una frase (cliccandoci sopra),si apre così una finestra che cosente di spedire la frase via SMS o un E-mail con le poss. di salvezza filosofica in scorrimento che ha come oggetto la frase scelta.Così all'infinito da un utente ai suoi amici ecc...

mirco - 4-7-2003 at 13:16

Quota:
Originariamente scritto da mirco
arrivati ad una stanza, aprendo la porta con un clic, si apre una finestra con le possibilità di salvezza filosofica in scorrimento.
E' possibile scegliere una frase (cliccandoci sopra),si apre così una finestra che cosente di spedire la frase via SMS o un E-mail con le poss. di salvezza filosofica in scorrimento che ha come oggetto la frase scelta.Così all'infinito da un utente ai suoi amici ecc...


dhjsfdsgfashfjksn.jpg - 25kB

PROPOSTA ausl

fabioG - 4-7-2003 at 15:04

I ragazzi dell'Accademia Belle Arti di Macerata propongono di mettersi in relazione con il territorio, ed in particolare con la AUSL della città.
- Obiettivo
Trasformare l'ospedale da luogo di dolore personale a luogo-non luogo di comunicazione interattiva, per mezzo della rete.
- Metodologia
Il sito invita a navigare all'interno dell'H "reale" di Macerata; lo stesso diverrà interfaccia (soglia) di percezione condivisa.
- Web log
I pazienti da spettatori passivi, succubi del dolore e della realtà ospedaliera, diverranno sceneggiatori e registi: il web log sarà il loro strumento performativo... narreranno on line le proprie esperienze, sensazioni e relazioni.
- Realizzazione
La AUSL metterà a disposizione una postazione multimediale per pazienti e utenti del nostro sito.

mirco - 4-7-2003 at 15:14

metto il link al sito di oliviero p di p,
le possibilità di salvezza filosofica

http://www.trax.it/olivieropdp/lmpdsf.htm

Francè, fa caldo!

:z:u:t:h: - 27-7-2003 at 12:44

Ciao Carlè... mai sono stato intollerante al caldo come in questi giorni...
Cmq
ti volevo parlare (non so se ti ricordi...) del progetto "ambienti sensibili"... si parlava di ricostruire attraverso una saggia miscelazione di videoproiezioni e Vj'ing, abienti tali da "influenzare" le persone che li vivono...
progetto ambizioso e in continuo sviluppo (sia per idee che per collaborazioni...)
Il fatto è che ho cercato di chiedere un'appoggio tecnico all'accademia (per la precisione un G4 portatile) e quindi ho presentato tutto il bel pacchettino del progetto alla direttrice... Chiaramente lei mi ha chiesto se ci fosse un prof che mi "appoggiasse"... Io gli ho fatto un paio di nomi (Speroni, Puliani) e quando ho fatto il tuo (ho osato visto che ne avevamo tanto parlato in sede di esame!!!) gli si è illuminato il viso!!! Spero di non aver osato troppo, di non aver abusato del tuo nome... insomma di aver fatto una cazzata!
Riesco anche ad immaginare che questo non è il posto migliore per parlare di queste cose ma:
1 - ho perso il tuo indirizzo... e num di tel...
2 - spero di aver un minimo incuriosito qualcuno (qualsiasi) disposto alla collaborazione...
E INTANTO LO SFERISTERIO VA A FUOCO!!!!
baci
Zuth

chiama

carlo - 31-7-2003 at 09:01

Quota:
Originariamente scritto da :z:u:t:h:
Ciao Carlè... mai sono stato intollerante al caldo come in questi giorni...
Cmq
ti volevo parlare (non so se ti ricordi...) del progetto "ambienti sensibili"... si parlava di ricostruire attraverso una saggia miscelazione di videoproiezioni e Vj'ing, abienti tali da "influenzare" le persone che li vivono...
progetto ambizioso e in continuo sviluppo (sia per idee che per collaborazioni...)
Il fatto è che ho cercato di chiedere un'appoggio tecnico all'accademia (per la precisione un G4 portatile) e quindi ho presentato tutto il bel pacchettino del progetto alla direttrice... Chiaramente lei mi ha chiesto se ci fosse un prof che mi "appoggiasse"... Io gli ho fatto un paio di nomi (Speroni, Puliani) e quando ho fatto il tuo (ho osato visto che ne avevamo tanto parlato in sede di esame!!!) gli si è illuminato il viso!!! Spero di non aver osato troppo, di non aver abusato del tuo nome... insomma di aver fatto una cazzata!


no problem

anche se in questi casi è doveroso
un input:prima



Riesco anche ad immaginare che questo non è il posto migliore per parlare di queste cose ma:
1 - ho perso il tuo indirizzo... e num di tel...

3393669717

2 - spero di aver un minimo incuriosito qualcuno (qualsiasi) disposto alla collaborazione...

questo va bene
molto bene
scuoti
sollecita
spiazza

E INTANTO LO SFERISTERIO VA A FUOCO!!!!

what
metafora o cosa?

baci
Zuth

non è metafora

bebe2 - 13-8-2003 at 09:40

no, caro carlo.... lo sferisterio tenta veramente di andare a fuoco e già è successo per ben due volte. ok, non è proprio lo sferi quanto le scenografie, e sempre quelle della Lucia, che vengono depositate durante le rappresentazioni all'esterno della struttura. è doloso, è stato accertato! nn so se sia noto il responsabile, però.

per quanto riguarda zuth, nn mi dispiacerebbe saperne di più in merito al tuo progetto; nn certo per collaborare, dato che sono una frana, ma per allargare un po' le mie scarse conoscenze in materia.


buon caldo a tutti

businesses would consider a trading partnership

peng1935 - 17-10-2012 at 02:02

Most effectively in the online sector, what you competitor is doing can help in improving your own business and marketing processesQualities of an Entrepreneur nbsp;Qualities of an EntrepreneurPassion entrepreneurs have a strong passion for their idea or concept, so much so that their work is their playThere's a lot of justifiable chest beating over Android atGoogle these days a corporate development VP has calledthe Android acquisition Google's "best deal ever" but inhindsight the overwhelming success of Android is kind ofa miracle Stop these gotaminute interruptionsSuch analysis is useful for spotting trends What might be completely worthless to your friend might be worth a fortune to you uggs for sale. His creational and devotional brain has helped ugg boots sale. him get into the list of top online business men If you have the space, then it's better for your business This ugg boots uk. can be done by ensuring that the impact on Women Entrepreneur is taken into account at the design stageOversize loadMain article: Oversize loadA unit of cargo that is larger than the legally defined limits for width, length, height, andor weight; it cannot be broken down into smaller unitsphpdbamp;article Retrieved "Toronto hits energy target"These will give you ample time to check and correct any problem before going through with your loan


What sort of compensation do they offer for failure to meet deadlines What niches are the translators specialized in When do you make payments for the job at hand nfl jerseys wholesale. What other services do they offer besides translating For instance, proof reading or interpreting servicesSIncluding a descriptive component in your name can help customers understand the nature of your business Genius! Remove the top half carefully it may be hot! and place in the holder it came with The Forex Monster robot literally changed my life and there is no better testimonial to ugg boots uk. the quality of this product It's a crucial element of the game! Now that you know why you need an LLC or corporation ERI is an example of a novel work exchanger device that was in a position to profoundly affect the design of SWRO and the energy recovery industry Whilst they look great they are often very inflexible as the angle between back and seat remains fixed and consequently can't be www.uggbootsukforsale.co.uk. varied to your particular needsLook for experience when hiring a professional translator Ezine ArticlesMany businesses would consider a trading partnership in Italy a real feather in their cap, and acknowledgement of the allencompassing nature of the quality of their service While franchise giants www.bootssalestoreuk.co.uk. like McDonalds, KFC, Hamp;R Block Jared Allen Jersey. and Radio Shack are familiar, household names, franchises are available in a wide range of industries

Mortimer - 22-10-2012 at 10:26

part of your lifestyle operates in the relaxed natural environment, rolex replicas just one observe will often suffice. You might find he would like two no matter in the event one particular observe gets brokenSports activities watches are normally reduce in expense than relaxed or formal watches. The look on this sort of view is likewise distinct. To the most aspect, sports activities watches are all about purpose ugg sundance ii boots . They will need the halt observe for timing, replica rolex for sale and sometimes have other features these kinds of as diving depths, replica tag heuer, black ugg boots a compass, temperature examining skechers boots , and also pitching velocity viewers. The Omega Seamaster is probably the fanciest of your sports activities watches ugg classic short . With night time eyesight, tachometers,

Couture Wedding Dresses

Mortimer - 8-12-2012 at 17:31

winter wedding gowns winter wedding gowns mixture of the gold tone and in addition the PVD. And evidently, kids bridesmaid dresses kids bridesmaid dresses it cleverly blends not likely a number of deserves of some popular watch types offered to the industry in towards the design. And like other Edmond watches, designer wedding gowns designer wedding gowns it s fitted with azure really in front and also the rear , and it really is water-resistant to 200 meters. mother of dresses bride mother of dresses bride Affordable watches retail outlet presents the best quality watches with low cost price. Be sure to go to our on the web store to learn more ball gown sweetheart wedding dresses ball gown sweetheart wedding dresses , you are able to find your merchandise bride dress bride dress . Modern watches are one of the most discussed goods amongst gals world in excess of. black evening dresses black evening dresses Our watches are in the best high quality within just the replica market place, similar (1:one) to be the original, like supplies. Edmond