il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
 Pagine:  1  2    4
Autore: Oggetto: Tracce dal Laboratorio "Libera Espressione" a Lecce
ritabortone
Member
***




Risposte: 14
Registrato il: 8-10-2002
Provenienza: Lecce
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-2-2003 at 21:52


Damiano, certo che puoi! e anche la tua mamma, se lo gradisce. Certo, devi chiedere a Beatrice se c'è ancora posto! ma io penso che lo si possa trovare. bentornato al nostro teatro. ciao.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
rosa
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 13-2-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 13-2-2003 at 12:32
ricominciamo il confronto


Il silenzio nel forum, per fortuna non è il silenzio nelle attività.I laboratori procedono anzi con intensi rumori, gli stimoli che questa situazione propone sono tali che l'unico problema è non poterli elaborare tutti.Il tempo per noi della scuola superiore è il più forte nemico,nella distanza da una esperienza all'altra si perdono umori sensazioni immagini faticosamente create.
In quello che si perde torna la conferma dell'importanza della destrutturazione del tempo e dello spazio aula,che a noi è toccato solo per tre ore settimanali.
Torna la percezione della necessità di un tempo più lungo per costruire/ricostruire la relazione alunno/ docente/ e tra i docenti, relazioni che per significare fino in fondo hanno per noi bisogno di molta pratica comune ed esercizio nel tempo.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
lavinia
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 14-2-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2003 at 10:24
teatro a scuola


Lecce,18 novembre 2002
Sono già trascorsi due mesi di scuola!!!
Il tempo è passato in fretta; siamo stati benissimo.Abbiamo studiato, ma ci siamo divertiti anche moltissimo.
In questo periodo poi abbiamo iniziato attività...
TEATRO

a me piace molto il teatro
è bello partecipare a queste cose così particolari
ho provato molta felicità nei momenti quando andavamo nel teatro
io vorrei che il teatro lo facessimo tutti i giorni...
Ciao!!!!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
marco
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 14-2-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2003 at 10:34
ora racconto come è andata...


Tutto ha avuto inizio con un brainstorming sul gioco dove abbiamo parlato di: giochi antichi e moderni, di stati d'animo e sentimenti, oggetti di gioco, sport, attività di tempo libero, e soprattutto "luoghi dove giocare".
E' sorto un problema: a scuola si può giocare?
che cosa ne pensano gli alunni, gli insegnanti, ed i dirigenti? e gino che cosa ne pensa? Ciao...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ando
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 11-11-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2003 at 10:45
siamo i bambini del V circolo lavinia, marco e ando


per risolvere il problema, una mattina, divisi in gruppetti, siamo andati alla ricerca nella nostra scuola di un luogo in cui giocare. Il TEATRINO ci è sembrato proprio adatto. il giorno successivo siamo andati nel teatrino con Antonio e Beatrice, due ospiti molto "speciali".
Con Antonio e Beatrice abbiamo giocato:Antonio comandava il gioco e noi facevamo quello che faceva lui.....
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
paolo
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 14-2-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2003 at 11:00
Ormai al quarto giorno...


...con la maestra Giovanna nel teatrino abbiamo fatto "finta" di...rinchiuderci in una scatola, di essere il sole, di essere piccoli piccoli e grandi grandi e poi abbiamo giocato al gioco di Michael, facendo finta di essere dei bruchi che scendevano i gradini...
Ciao dai bambini del V circolo.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
mariachiara
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 14-2-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2003 at 11:10
Poi, un altro giorno...


...sempre nel teatrino abbiamo immaginato di gonfiare lo spazio intorno e farlo diventare un enorme pallone, che però Michael ha scoppiato...
nello spazio libero abbiamo camminato e saltellato sul "ritmo di una conta".
Con il corpo abbiamo disegnato righe, linee e anche una chiocciola. le stesse forme sono state riprodotte su un fogluio con le parole della conta .
Ricordiamo ancora tanti disegni, foto, scrittura al forum e l'intervista ad un architetto nonno di Lorenzo V., proprio sui luoghi per giocare.
l' esperienza continua...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Lucy
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 9-10-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2003 at 11:22
sono una insegnante del V circolo


direttamente coinvolta nel progetto e sono contenta di aver capito "finalmente" come fare ad intervenire, io e particolarmente i miei alunni, al forum che hanno tante cose da dire e raccontare.
siamo in ritardo con il forum ma abbiamo tante cose che vi racconteranno i nostri ragazzi sul laboratorio di libera espressione del V circolo. a presto
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ritabortone
Member
***




Risposte: 14
Registrato il: 8-10-2002
Provenienza: Lecce
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 15-2-2003 at 22:13


come sono felice di leggere i bambini del V circolo! sono sicura che avete ancora tante cose belle da raccontarci. io ho visto dei vostri lavori che sono proprio una meraviglia. dai che poi li mettiamo nel sito così li facciamo vedere a tutti!
e poi sono anche contenta di risentire il Deledda. tra poco ci rivediamo tutti insieme, no? Perchè insomma, piano piano dobbiamo cominciare a pensare alla conclusione del nostro lavoro, no? ragazzi del Deledda, e bambini del Tempesta, e I D del galateo, voi come concludereste tutto il lavoro del teatro di quest'anno? che idee vi vengono? discutiamole insieme, vi va?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 15-2-2003 at 23:28
la paideia delle reti


è curioso questo diario aperto, no?

non è un buon modo x condividere e rendere + pubblica la propria esperienza?

è la paideia delle reti...

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
sara
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 18-2-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 18-2-2003 at 11:59
da laura


Sono una bimba della 3E e vorrei concludere il progetto teatro invitando tutti i bambini della mia scuola ed i parenti
che vogliono capire di più sul teatro fatto da noi.
A loro vorrei raccontare un po dei nostri giochi e del nostro progetto e farglieli vedere. mi piacerebbe fosse una grande festa!!!! Ciao.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
sara
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 18-2-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 18-2-2003 at 11:59
le emozioni


A me piacerebbe concludere il progetto invitando tante persone, come ha detto Laura per raccontare "come ci siamo sentite" in tutto il periodo del progetto teatro.
sono una compagna di Sara, Federica e anche se non mi sono registrata voglio dire qualcosa subito.
Sarebbe bello rappresentare i giochi, le filastrocche a tutti i bambini di questa scuola e invitare a questa festa Beatrice, Filippo, Michaela e Antonio.
Un bel modo di salutarci alla fine dell'anno scolastico.
Ad Antonio vieni a vedere come sappiamo giocare insieme!!!
E perchè non rappresentare i giochi in una piazzetta del centro storico di questa città? Sono l'insegnante Giuliana ciao
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ritabortone
Member
***




Risposte: 14
Registrato il: 8-10-2002
Provenienza: Lecce
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 18-2-2003 at 22:32
ritabortone


anche a me piace l'idea di trovare uno spazio grande dove fare una festa per far raccontare quello che ciascuno di voi ha trovato bello in questa esperienza. chi sa se ce la facciamo
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

shocked.gif Inviato il 19-2-2003 at 14:51
incredibile dove siamo arrivati


Addirittura l'informatica nel teatro!!!Non che la cosa non mi faccia piacere ma quando ne ho sentito parlare sono rimasta un pò turbata...Sarà colpa della mia ignoranza!!!!Si ammetto di essere ignorante in alcune cose,ed è per questo che sono pronta a carpire i segreti più nascosti!!!!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
bea
Member
***




Risposte: 11
Registrato il: 14-9-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 1-3-2003 at 21:44


Si discuteva, qualche giorno fa, tra insegnanti, di "integrazione" di ragazzi disabili nella scuola, del ruolo (e del destino) dell' insegnante di sostegno. di obiettivi (possibili) da raggiungere, di strategie educative (speciali?)... sembrava che ciascuno avesse la risposta pronta, la ricetta giusta.
Sono tornata a casa: che cosa mi stava succedendo? perchè quel 'magone'? A 25 anni dall'entata in vigore della L.517 ancora tanta confusione e (forse) approssimazione!!!
Il giorno dopo, a scuola, ho chiesto "consiglio" ad Antonio. Gli ho chiesto: "Ma tu, dall'insegnante, che cosa vuoi?"
E il "consiglio" è arrivato. Con fatica.
I pensieri e le parole sembrava che facessero fatica ad uscire. Ogni tanto Antonio si alzava di scatto dalla sedia, si distendeva sul tavolo, rideva, tornava a sedersi e poi a rialzarsi, a dare un calcio alla sedia, a correre per la stanza, e di nuovo a sedersi...

Dall'insegnante io voglio...
che mi vuole bene, che mi pensa quando sto ammalato
che fa la brava ( ma lei è già brava)
che non gridi
che non mi sgridi. Neanche i miei compagni
che non metta le note
che mi metta buono o distinto invece di sufficiente che a me non piace
che mi promuove alla fine dell'anno
che la professoressa mi insegna a parlare in inglese, come i miei compagni
che mi insegni a crescere un po', perché Cristian e la Lucrezia non pensano che io sia grande e possa crescere di più. A me questo mi da fastidio
che non mi prenda in giro come fa Maicol che dice che sono brutto
Voglio che mi apprezzi di più. Secondo me la Lori non mi apprezza, perché a volte mi prende in giro, a volte no.
Voglio che la professoressa non mi dica: "Mo' ti mando fuori dalla classe, in corridoio, se parli in continuazione"
che mi insegni a scrivere, un po'. Per crescere
che abbia fiducia in me
che non faccia domande sceme
Voglio che la professoressa diventa una professoressa VERA non una professoressa di SOSTEGNO. Una professoressa diventa vera quando AVRA' CAPITO.

Le professoresse a volte danno i compiti troppo difficili. Alla fine i ragazzi sono troppo stanchi.
I professori dovrebbero fare cose nuove, non sempre gli stessi compiti. Perché poi i ragazzi si scocciano. Io li capisco. Non è detto che loro non sappiano.




View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
gino santoro
Member
***




Risposte: 22
Registrato il: 10-10-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 8-3-2003 at 09:42
Per Marco


Caro Marco,
Mi hai chiesto se a scuola si può giocare. Ti rispondo: se la scuola è un luogo dove non si può giocare, allora non è una scuola. La distinzione fra giocare e fare scuola è uno crimini più vergognosi che gl'imbecilli e gli ignoranti hanno perpetrato (e continuano a perpetrare, purtroppo) nei confronti dei bambini e dei giovani.
Per problemi di spazio sono obbligato a sintetizzare, ma sono sicuro che questo è un bel tema per riflettere. Mi limito perciò a suggerire alcuni spunti. Intanto non sarebbe male se tutti gl'insegnanti leggessero con attenzione il testo di Vygotskij, Immaginazione e creatività nell'età infantile.
In secondo luogo non dobbiamo dimenticare che il gioco è quell'insieme di attività che si svolge attraverso regole definite. Le "regole del gioco", appunto. Ogni processo di conoscenza si sviluppa fra il noto e l'ignoto, il previsto e l'imprevisto, il reale e l'immaginario. Il gioco 'vero' è un'altalena fra queste zone: prendiamo frammenti di mondo 'reale' e li trasportiamo, per farli 'fiorire', verso l'immaginario. Cogliamo semi d'immaginario e li piantiamo, per far sbocciare le piantine della conoscenza nel terreno del reale. La scuola è (o dovrebbe essere) il luogo privilegiato per salire su quest'altalena. Che cosa c'è di più divertente di questo serissimo gioco?
Ora tu mi dirai: non ci sono i giochi pericolosi? Si, sono quelli che restringono lo spazio tra la morte e la vita. Ti segnalo il più brutto, secondo me: il gioco di Ares, la guerra. E' un gioco terribile che puoi trovare descritto in opere di tutti i tempi e di tutte le latitudini. Più difficile, complicato e perciò più affascinante il contro gioco: guerra alla guerra. Il primo si svolge nei quartier generali, sui campi di battaglia, nei laboratori dove si progettano e costruiscono armi sempre più sofisticate e devastanti. Il secondo si svolge negli uffici, nelle piazze, nelle scuole dove si possono progettare e sottoscrivere documenti, accordi, diplomi. E' il gioco della diplomazia, appunto. Viviamo tempi in cui dovremmo impegnarci in tanti in questo contro gioco. Prorio in tanti. Ciao Gino
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
peng1935
Junior Member
**




Risposte: 6
Registrato il: 17-10-2012
Utente offline


[*] Inviato il 17-10-2012 at 01:53
place among world producers of industrial


Each firm, in its own style, offers two or three day externships that include tours of the local office, seminars about the firm, and some firms even include a day in the field with an audit team applied flame methodThe Peopleamp;;s Republic of China national economy needs to adapt to the Water Law Water Law, wat HC Water Industry Network Directory Chapter I General Provisions Chapter II Water Resources Planning Chapter exploitation of water resources ugg boots uk. Chapter of water resources, water and water conservation wholesale jerseys. projects Chapter water allocation and use of Chapter VI Water disputes and law enforcement supervision and inspection Chapter VII liability Chapter VIII Supplementary Provisions Chapter I General Provisions First to rational development, utilization, conservation and protection of water resources, prevention of water damage, the sustainable use of water resources to meet the needs of national economic and social development, this Law is enacted It has air filled tires After sending their applications to the Centre, applicants are Marshawn Lynch Jersey. required to do a psychometric test This coupled with ugg boots sale uk. a boom in organized retailing, uggs uk. entry of foreign brands and rapid expansion of Indian brands has given it a further impetus If none of these alternatives look intriguing, you should ascertain business cash advances through your merchant account SoAs you will be spending a good bit on the cable, make sure you get one which is future proofed even though your TV programs aren't broadcast in p, the latest DVD and game consoles are, so get a cable that is p certified Tenants expect a constant inspection, repair, and preservation of the general conditions of their rental homeCUSTOMER SERVICECommon Sense: The customer is treated like a king Ray Crock who franchised Mc Donalds, Steve Jobs and Apple computer, Bill Gates and his operating system, Breathrite strips, spanks, and someone is even making a fortune because he came up with the idea of slip on cardboard coffee cup holders so you dont burn your fingers while holding that paper cup latte It is the key sector that fuels its economic progress


But a trip you and your family took to the beach for ugg boots sale uk. vacation would not be a valid business expense But if such a situation comes up when no consensus can be achieved then there must be a method to overcome the deadlock The outline is part of the educator's spadework, and should not ugg boots uk. become an obvious part of the lecture Portland is in the far northwest of the country It all has to do with MAP pricing Were you aware that individuals almost never convert into shoppers or distributors from these websites that happen to be replicated by these corporations The web page seems to be excellent cheap ugg boots. fantastic however it absolutely isn't going to stick to the policies of great advertising The Golden Rule Never Give UP There are two Class B offenses C B and B that each are treated differently Just before the economic crisis, Italy was in the fourth place among world producers of industrial tools, after Japan, Germany and ChinaThe SocialEntrepreneurNow this one is quite interestingParamount Symphony Crossing Republik offers luxurious apartments at very reasonable prices even at easily payable equated monthly installments The polishing product is sprayed on and wiped off to buff out any imperfections in the paint and to remove anything that may have been missed during the cleaning step
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Mortimer
Member
***




Risposte: 245
Registrato il: 22-10-2012
Utente offline


[*] Inviato il 22-10-2012 at 10:28
cheap ugg boots


unusable merchandise ugg outlet uggs boots . Outfits are then provided to Salvation Armys thrift retailers Salvation Army has fifty thrift outlets situated in numerous locations of your British isles which include London and Glasgow ugg kids boots . You will discover greater than 2000 apparel banking companies scattered throughout the region. replica Guess at the same time. replica richard mille watches Southern England has the very best variety with its a thousand banking companies. Northern England and Midlands equally have five hundred replica rolex for sale . Wales has 300. and Scotland and Ireland have 350 apparel banking institutions merged UKs an additional popular charity group is Sue Ryder Treatment. It gives hospice and neurological look after men and women with acute ailments this kind of as Huntingtons Ailment and
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Mortimer
Member
***




Risposte: 245
Registrato il: 22-10-2012
Utente offline


[*] Inviato il 7-12-2012 at 01:16


Graham Swordfish Exclusive Replica bvlgari replica watch rolex datejusts watches from the fucked up scenario that he place her in by releasing her mobile phone s contents. Why is he carrying out this fake watches for men piaget polo replica replica watch replica fake patek philippe watch ? Since instantly Sherlock has feelings concerning somebody besides John and it takes place to him that there's much more particular price to Irene than simply her capability to be fascinating And permit s not even start out around the subject matter of Irene Adler currently being a dominatrix simply because god forbid a girl make the most of her sexuality! I understood what he favored turns into a operating gag the greater she repeats it. Replica Breitling Chronomat B01 watche Would you relatively there be described as a 10 moment rationalization with loving descriptions of Irene s cat o nine tails plus the actual shade of aubergine the
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
 Pagine:  1  2    4

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 41.4% - SQL: 58.6%]