il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
 Pagine:  1    3    5  ..  7
Autore: Oggetto: glocalmap.to
Filippo II
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 25-1-2005
Provenienza: torino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 5-2-2005 at 05:13
gps dei poveri


Ho fatto una prova per quanto riguarda la localizzazione su una mappa di punti di cui conosco latitudine e longitudine. Si tratta della concretizzazione dell'espediente cui si era accennato la scorsa volta: utilizzare le coordinate fornite da alcuni servizi di mappe online nella pagina di risposta alle query, per localizzare sulla mappa i contributi spediti dagli utenti. Ho utilizzato http://www.tuttocitta.it e http://www.maporama.com. Tra gli altri servizi analoghi che conoscevo, Yahoo mappe usa il servizio di tuttocittà, mentre michelin e mappy.com non visualizzano né sulla pagina né nella barra degli indirizzi i dati che ci interessano.


La demo del risultato è visibile qui (non avevo tra le mani nulla di meglio in quanto a spazi web).


A grandi linee: l'utente inserisce nel suo sms/mms/mail l'indicazione toponomastica. Il server interroga il database di coordinate di uno dei suddetti servizi, associa i valori di longitudine e la latitudine restituiti dal server al materiale inviato dall'utente e salva il tutto.


L'esperimento ha avuto esito positivo e ha reso manifesti i seguenti pro e contro:
+ semplicità
+ accessibilità.
- aree irraggiungibili (parchi o aree senza via e numero civico sono localizzabili solo dagli utenti più viziosi che disporranno di un GPS e invieranno loro stessi le coordinate rilevate dal loro dispositivo).
- precisione: mi sono accorto poco fa che l'accuratezza dei dati è diversa tra maporama e tuttocittà.
Ad esempio su http://www.maporama.com:
via Po 11: 45.0694 , 7.6882
via Po 9: 45.0695 , 7.688
Su tuttocittà:
via Po 11: 45.06973 , 7.68778
via Po 9: 45.06973 , 7.68778
Se si prova a fare un itinerario da via po 9 a via po 11, tuttocittà dice che è impossibile, in quanto partenza e destinazione coincidono. Ho fatto esperimenti con la via di casa mia, e mi sono accorto che purtroppo la precisione di tuttocittà è di circa un isolato. Che usino delle spesie di griglie, invece di valori riferiti ad un punto?
Maporama invece ha una cifra in meno di precisione sulle coordinate (4 invece di 5), ma sembra essere più sensibile, e mi vede l'itinerario via po 9 - via po 11.


Quindi insomma, dovremmo indagare su fonti e modalità di erogazione di questi dati che utilizzeremo, riflettere su questi aspetti, valutandoli anche in relazione alla precisione e al livello di ingrandimento della mappa a cui vorremo o potremo arrivare.
Ad esempio, i dati maporama dicono che tra corso de nicola 52 e corso de nicola 54, che so distare non più di 5 metri, c'è una differenza di un solo 10000simo di grado di longitudine. La nostra mappa avrà una qualità sufficiente da permetterci di zoomare a tal punto da fare apprezzare una differenza di posizione così piccola, mantenendo al contempo una qualità accettabile ?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
riccardomantelli
Member
***




Risposte: 11
Registrato il: 15-12-2004
Provenienza: Aosta
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 5-2-2005 at 17:04


Ho visitato il sito http://www.atlanteitaliano.it visitato in prededenza da Filippo, ho fatto una ricerca in rete per quanto riguarda il sistema di coordinate utilizzato ed ho scoperto qualche informazione interessante.
Il sistema utilizzato è l'Universe Trasversal Mercator (UTM), mentre quello utilizzato da Tuttocitta.it e gli altri siti utilizzati da Filippo utilizzano il Geodetic. Atlante italiano mostra inoltre sopra alle coordinate UTM la zona UTM altro parametro importante per individuare un punto sulla cartina. L'italia si trova tra la zona 32 e 33. Torino si trova sulla zona 32, viene specificato nella sezione Informazioni sulla sx dell'interfaccia in Atalnte Italiano alla voce Proiezione: NUTM32.
Unica soulzione per convertire le coordinate da UTM a Geodetic è utilizzare un geoconvertitore scaricabile gratuitamente all'indirizzo http://herat-info.nga.mil/GandG/geotrans/geotrans2.2.5/win_user.zip


Dopo aver configurato geotrans per funzionare in gradi dal menu options -- geodetic units -- degrees

Ho provato a individuare un punto sulla fotografia ortografica convertendo le coordinate di via po, 9 e tutto sembra funzionare.

Continuo a fare qlc esperimento.

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-2-2005 at 11:37
-1


a volte ritornano...


eccomi di nuovo dopo il tour pugliese

sono in fibrillazione
anche xkè domani fanno una prima conferenza stampa sulle Olimpiadi della Cultura
e non siamo dentro il pacchetto pre-confezionato...

ma il giorno dopo con Giovanni Ferrero
entriamo a bomba sui nodi irrisolti
prima a pranzo e poi in set pubblico...

a proposito venite alla Biblioteca Multimediale di settimo TO?
(Pza della Libertà...5' dalla Stazione...il treno è comodissimo:max 15'...partenze da P.Susa:14,20-14.34-14,39-14,45,etc)
presento il mio libro Performing Media
in una conversazione con Giovanni Ferrero
(l'uomo chiave per il futuro digitale a Torino)
siete calorosamente invitati ad essere presenti e ad intervenire nel forum aperto
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=248

il dibattito utilizzerà il forum come base di contenuto

ci tengo


e se vi va di affacciarvi ad Atrium domani
date un'occhiata qua http://www.todig.it


e sulle nostre riflessioni (che vedo sempre + zoommate sull'operatività, wow!)
lancio un link...laterale
http://www.undo.net/cgi-bin/iuav/iuav.cgi


e poi riprendiamo il tavolo-brainstorm!
propongo
giovedì 10
-1
-1 anno dai giochi...





View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 8-2-2005 at 22:19
alle 17


giovedì' al the beach

ok?
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
noce
Member
***




Risposte: 47
Registrato il: 12-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-2-2005 at 15:30
situation point


La tecnica avanzata da fil mi pare assolutamente interessante.

permette di immettere informazioni direttamente dalla location fisica in cui l'utente è collocato.

Innanzitutto è fattibile e realizzabile, alcuni ostacoli e rifiniture sembrano di fatto superabili. rispetta quella prospettiva che intende utilizzare tecnologie e standard "pop", diffusi, economici.

Permette un alto grado di precisione nell’associare un informazione ad uno spazio fisico reale.

Qualsiasi utente ha dimestichezza con via e numero civico. questo sarebbe il nostro "codice" indicizzante, che presenta dei pregi rispetti a codici numerici.

Estrema capillarità di indicizzazione nel territorio.

Si deve inoltre progettare una visualizzazione su web di questa mappa interattiva che mantenga un alto grado di precisione e permetta, a partire dall’immagine-mappa satellitare una “discesa” in profondità (zoom-in-out) ad alta risoluzione.

Convengo con l’accenno dello scorso incontro relativamente ad un “packaging” di glocalmap che sia “minimale”, semplice, in cui forma sia funzione e viceversa. La bellezza deve risiedere nei contenuti, nelle mappe…

Terrei comunque presenti due variabili che ritengo interessanti: da un lato la possibilità di ricevere le informazioni direttamente dalla location fisica via mobile-cellulare (la spedizione dell'sms ad es. avrebbe per noi dei costi), dall’altro la possibilità che glocalmap possa lasciare anche delle tracce nello spazio fisico (stickers, tagging) permettendo di arricchire glocalmap di un ulteriore interfaccia con l’utente che prende forma nello spazio reale (non solo web).
Questa due ulteriori prospettive di sviluppo possono inoltre interagire tra loro, collaborando insieme alla possibilità di fruire di glocalmap dalla strada.
Il progetto rimane comunque valido e possibile senza questi due ulteriori steps.

Isolate le questioni “tecniche” si potrà tornare a discutere della “sceneggiatura”, delle “regole”, lo stile, il “taglio” che glocalmap intende assumere. Modellare quindi le variabili tecniche a seconda degli intenti.



isolato lo "standard" tecnico della nostra piattaforma si deve ora costruire il "format".

di fatto partendo da questa struttura glocalmap potrebbe ri-adattarsi a seconda degli scopi. immaginiamo un glocalmap come piattaforma e strumento di tutta la comunità di architetti, urbanisti, etc...o pensiamolo confezionandolo perchè sia strumento e media che tratti della cronaca cittadina...o si prendono 20 artisti e li si fa giocare con glocalmap....etcetc...


sono ottimista.
speriamo lo siano anche i "grandi finanziatori" :)

la riunione di giovedì-domani: beach o via napione? so darvi conferma 100% solo stasera.

s.







View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Filippo II
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 25-1-2005
Provenienza: torino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-2-2005 at 16:27


confermiamo max ed io per giovedì alle 17.

ciao
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
noce
Member
***




Risposte: 47
Registrato il: 12-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-2-2005 at 19:14
here i am


giovedì h 17.00. presente
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
riccardomantelli
Member
***




Risposte: 11
Registrato il: 15-12-2004
Provenienza: Aosta
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-2-2005 at 20:28


Giovedi h 17.00 presente !

A domani !
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-2-2005 at 00:39
rileggiamo:riscriviamo gli incipit del progetto


ho riletto/riscritto i passi cardine del progetto
sarebbe eccellente partire da questi x inserire altri concetti e descrizioni
e rivedere insieme il tutto.

x essere + consapevoli della piattaforma progettuale
e veicolarla al meglio


glocalmap.to

• un progetto di performing media per le Olimpiadi della Cultura di Torino 2006
• un gioco interattivo per un atlante della trasformazione urbana, tra locale e globale
• una piattaforma web basata su blog e moblog ( i diari on line che utilizzano anche MMS)
• una mappa dei percorsi culturali nella città ( i blog tracceranno gli eventi delle Olimpiadi della Cultura)
• un format di comunicazione interattiva di nuova narrazione
• rilevamenti dei percorsi attraverso soluzioni Wi-Fi (wireless on line), GPS (satellite) e Smart Tag (RFid onde radio)
• una serie di installazioni multi-screen posizionate in angoli strategici della città con regia di sistema al The Beach

glocalmap.to

un atlante ludico-partecipativo per un gioco interattivo


glocalmap.to è il progetto di una mappa attiva dell’area metropolitana torinese (un vasto territorio compreso fra il traforo del Frejus, la campagna collinare e la barriera di Rondissone dell’autostrada Torino – Milano) sulla quale prendono forma le informazioni raccolte in un gioco di creatività connettiva disseminato nella città. Dall’azione locale nel territorio alla comunicazione globale nelle reti.

glocalmap.to è un gioco interattivo su piattaforma web e mobile (moblog: il blog prodotto via MMS) che coinvolgerà Torino nei mesi di febbraio e marzo 2006 durante le Olimpiadi della Cultura. I percorsi nella città utilizzeranno diverse soluzioni tecnologiche creando le condizione sia per lo sviluppo di particolari narrazioni (fiction interattive) che per la partecipazione libera dei cittadini ( e turisti) player di una mappa da tracciare in prima persona.
Il gioco si pone da un lato l’obiettivo di declinare le tecnologie interattive al servizio della composizione di un atlante ludico-partecipativo della città, ma anche costruire come in un mosaico una nuova mappa di Torino capace di svelare le nuove geografie, tracciare e nominare i luoghi senza nome, proteggere e offrire cittadinanza alle pulsioni urbane spontanee.

glocalmap.to è un’esperienza di urbanistica immateriale che intende trasporre il principio della geografia umana, quella tracciata dalle persone che usano un territorio, in una forma narrata ed iconica.
Si tratta di declinare il disordine collettivo dei movimenti urbani nelle dinamiche per accedere a un piano di comunicazione attraverso cui esprimere la complessità sociale organizzata.
Un’escursione ludica di azioni e informazioni dalla quale trarre il senso di percorsi da attuare all’interno della città, invitando i cittadini e i turisti a contribuire attraverso le piattaforme interattive (web e mobile) con i loro contributi personali e collettivi ( una tendenza sarà quella di promuovere la formazione di gruppi o ancor meglio focus group) di cittadini-player.

glocalmap.to è una “instant city” contemporanea. E’ il luogo dello sguardo della “città intermedia”, quella situata tra la pieghe dell’ordinamento sociale costituito, nel tentativo di dare forma sociale alle informazioni prodotte dall’azione vitale dei giovani cittadini-player, offrendo gli strumenti per la costituzione di inedite comunanze urbana.
Un’indicazione importante per una nuova generazione che rischia di entrare nella società dell’informazione solo attraverso una serie di automatismi che rischiano di viziare il concetto d’interattività.
Questi automatismi tendono a saturare i rapporti con i media e con gli schermi in genere (come per i videogame) velocizzando il rapporto tra sguardo e interpretazione, comprimendo la capacità d’attenzione.
Tant’è che si parla di sindrome da deficit d’attenzione (ADHD: Attention Deficit Hyperactivity Disorder) che può essere affrontato offrendo ai giovani la possibilità di concepire l’interattività come occasione di partecipazione attiva e di produzione d’informazione basata sull’esperienza diretta, ludica e creativa.

glocalmap.to tende a produrre percorsi esperienziali per individuare casuali comportamenti, propri dell’indeterminatezza umana, sia soggettiva sia collettiva, da accogliere nell’atlante on line che funzionerà come una mappa interattiva prodotta dagli utenti-cittadini-player attraverso i loro contributi nel moblog (via MMS pubblicheranno testi e immagini in tempo reale, tracciando la mappa delle loro azioni urbane).
Una condizione ludica e spettacolare che tende a cortocircuitare il rapporto tra realtà e rappresentazione in un format più coinvolgente e seducente dei reality show televisivi.


glocalmap.to è un’evoluzione post-politica delle teorie che fra la fine degli anni sessanta e gli anni settanta del XX secolo hanno contraddistinto l’idea di città nel movimento radicale delle nuove generazioni (“riprendiamoci la città”). Un ethos alternativo che trova matrici culturali nelle sperimentazioni della “dérive” espressa dalla “psicogeografia” dei Situazionisti francesi agli albori del 1968 e per altri versi in forme come l’Happening espresso dal gruppo Fluxux e il neo-Dada.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Max
Member
***




Risposte: 13
Registrato il: 15-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-2-2005 at 23:12
mappr


http://mappr.com/

Mappr is an interactive environment for exploring place, based on the photos people take. By adding geographical information to the wealth of photographs found on Flickr, it allows new ways of looking at spaces and images. Mappr adds place to pictures.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
cilli
Member
***




Risposte: 16
Registrato il: 17-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-2-2005 at 09:35
alcune riflessioni sui contenuti della piattaforma web


glocalmap.to

alcune riflessioni sui contenuti della piattaforma web:

l’accensione del gioco è graduale e modulare
inizialmente la piattaforma è on-line con:

1° modulo

una serie di testi di presentazione teorica e pratica
delle regole e degli obiettivi principali che il gioco si prefigge a cura del gestore del gioco

gradualmente vengono inseriti i risultati del pensatoio, i contributi degli studiosi invitati ad esprimere una interpretazione sui temi di glocalmap.to
è interessante prevedere o interviste audio-video a singoli studiosi o seminario con documentazione audio-video

l’apertura di un forum o moblog
uno strumento utilissimo per attivare la raccolta dei primi contributi dai giocatori, stimolare il dibattito sul gioco, richiedere chiarimenti, ecc…

successivamente…

2° modulo

la pagina iniziale visualizza una foto aerea dell’area metropolitana o del territorio olimpico,
il giocatore può accedere ad una visualizzazione di una mappa muta o con indicazioni della toponomastica.
Il formato di queste mappe o tre livelli di informazione deve essere leggero in modo da poter ingrandire delle parti o ritornare a visioni d’insieme molto velocemente.

Un quarto livello, più specialistico, è costituito da mappe parziali del territorio in formato vettoriale, questo livello consente al giocatore di allegare ai propri messaggi anche porzioni di mappa con tracce e integrazioni o addirittura proporre modificazioni con l’inserimento di progetti.

Il giocatore può giocare da casa, quindi usare il proprio pc, oppure giocare direttamente dalla strada inviando msg alla piattaforma,
Il sistema dovrà essere concepito in modo da prevedere a seconda dello strumento di comunicazione mobile del giocatore l’invio di msg in vario formato digitale:

sms - soluzione base per cellulari gsm, il giocatore dalla strada invia un commento (160
caratteri)

mms - cellulari umts, il giocatore invia un commento (160 caratteri) con allegata fotografia

e-mail - questo formato consente di inviare msg. con allegati documenti di testo e fotografie
di maggiore qualità.


Il sistema raccoglie i msg. e li visualizzerà sulla mappa nel punto preciso indicato dal giocatore,
il msg sulla mappa diventerà un punto attivo.

In questo modo la mappa sarà implementata gradualmente dai msg. dei giocatori.

Si può immaginare che in breve tempo il gioco decolli, in modo spontaneo o leggermente guidato dal gestore del gioco attraverso giocatori scelti (bee-eye che aprono attraverso i loro msg. temi che stimolino il dibattito)
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
cilli
Member
***




Risposte: 16
Registrato il: 17-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-2-2005 at 10:13
cose da fare


lascio qualche appunto per ricordare a tutti alcune questioni tecniche che hanno bisogno di approfondimenti:


è necessario incominciare un'analisi precisa delle funzioni della piattaforma

nelle prossime due settimane dovremo trovare uno o più programmatori per definire nel dettaglio il progetto della piattaforma

una raccomandazione

pensiamo in grande

progettiamo il sistema in modo
da poter accogliere un numero importante di msg,

lascio ai tecnici stabilire il n° massimo di msg che il sistema potrà gestire

altro aspetto del progetto di piattaforma è la gestione dei msg

in che modo ad esempio,
poter classificarli per argomenti o parole chiave

personalmente non ritengo così necessario far apparire al momento del clic sul punto attivo una piccola immagine.

temo che con il tempo al sovrapporsi di molti msg nello stesso punto

sia più interessante fare aprire al clic
i titoli di tutti i msg
piuttosto che un patchwork di immagini

leggere,
a colpo d'occhio,
i titoli dei msg. uno dopo l'altro può fornire già molti indizi sul contenuto del dibattito generato su quel punto attivo

ma qui entriamo nel campo di quanto l'immagine del gioco
dovrà cedere alla stupidità percettiva
che vuole un'immagine più forte
di una parola di buon senso.

personalmente spingo perchè al gioco partecipino giocatori capaci di immaginazione

una buona parola è più forte di una piccola immagine

altro argomento di approfondimento è
lo studio della possibilità di attivare, con il tempo, il quarto modulo della piattaforma

il giocatore dalla strada come può entrare in contatto con glocalmap.to

quindi segnalazione di punti
(adesivi che segnalano che il gioco è passato da quel punto del territorio)
e ricevimento dalla piattaforma di informazioni.

queste per ora solo alcune questioni tornerò

ciao a tutti

lunga vita a glocalmap.to

View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Max
Member
***




Risposte: 13
Registrato il: 15-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 13-2-2005 at 15:02
progetto per presentazione di lunedi


Quota:
Originariamente scritto da carlo
ho riletto/riscritto i passi cardine del progetto
sarebbe eccellente partire da questi x inserire altri concetti e descrizioni
e rivedere insieme il tutto.

x essere + consapevoli della piattaforma progettuale

e veicolarla al meglio




a me scritto così piace. pur tracciando con molta chiarezza e forza i concetti cardine, è sufficentemente vago da poter essere presentato approvato e firmato, senza che questo non ci lasci la possibilità di realizzarlo tecnicamente come ci pare, cambiare idea, aggiungere e sottrarre a piacimento.

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Filippo II
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 25-1-2005
Provenienza: torino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2005 at 03:11


Aggiungerei solo qualcosa su quello che nell'ultima riunione abbiamo chiamato 2° modulo. Che cosa è (tecnologia), e cosa permetterà di fare in concreto ai vari attori in gioco (autori, lettori, registi). Per avere una visione d'insieme del progetto, espansa e approfondita successivamente dal resto del testo. E per evidenziare che si tratta di una piattaforma e di un servizio il cui utilizzo potrà andare oltre ai giorni e al contesto delle olimpiadi. Di uno strumento adatto a tanti utilizzi, clonazioni e tematizzazioni, piuttosto che di un prodotto/iniziativa fine a se stessa.

Inserirei quanto segue tra il 2° e il 3° paragrafo, come paragrafo a se stante. O forse sarebbe da inserire all'interno del 2°.

glocalmap.to è:
Una piattaforma software e hardware, in grado di ricevere e archiviare sms, mms e e-mail.
Un servizio che permetterà di conservare e organizzare per contenuto e nello spazio, testi, foto e altri materiali che gli utenti vorranno inviare e condividere.
Una mappa online della città in divenire, illustrata e interattiva, che visualizzerà su diversi livelli sovrapponibili, informazioni cartografiche ufficiali e contenuti forniti dai partecipanti-autori.
Uno strumento facilmente replicabile e tematizzabile per registrare e pubblicare geo-annotazioni provenienti anche da dispositivi mobili.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-2-2005 at 09:58
nuovo "manifesto" glocalmap.to


riscrivo i passi cardine del progetto
sulla base dell'input prezioso di Fil
e limando qualcosetta

il progetto s'incardinerà su queste parole

leggetelo con attenzione
nel caso
rileviamo i punti deboli!

glocalmap.to

• un progetto di performing media per le Olimpiadi della Cultura di Torino 2006
• un gioco interattivo per un atlante della trasformazione urbana, tra locale e globale
• una piattaforma web basata su blog e moblog ( i diari on line che utilizzano anche MMS)
• una mappa dei percorsi culturali nella città ( i blog tracceranno gli eventi delle Olimpiadi della Cultura)
• un format di comunicazione interattiva di nuova narrazione
• rilevamenti dei percorsi attraverso soluzioni Wi-Fi (wireless on line), GPS (satellite) e Smart Tag (RFid onde radio)
• una serie di installazioni multi-screen posizionate in angoli strategici della città con regia di sistema al The Beach

glocalmap.to

un atlante ludico-partecipativo per un gioco interattivo


glocalmap.to è il progetto di una mappa attiva dell’area metropolitana torinese (un vasto territorio compreso fra il traforo del Frejus, la campagna collinare e la barriera di Rondissone dell’autostrada Torino – Milano) sulla quale prendono forma le informazioni raccolte in un gioco di creatività connettiva disseminato nella città. Dall’azione locale nel territorio alla comunicazione globale nelle reti.

glocalmap.to è un gioco interattivo su piattaforma web e mobile (Moblog: il blog mobile prodotto via MMS) che coinvolgerà Torino nei 42 giorni, tra febbraio e marzo 2006, durante le Olimpiadi della Cultura.
I percorsi nella città utilizzeranno diverse soluzioni tecnologiche creando le condizione sia per lo sviluppo di particolari narrazioni (fiction interattive) che per la partecipazione libera dei cittadini ( e turisti) player di una mappa da tracciare in prima persona.
Il gioco si pone da un lato l’obiettivo di declinare le tecnologie interattive al servizio della composizione di un atlante ludico-partecipativo della città, ma anche costruire come in un mosaico una nuova mappa di Torino capace di svelare le nuove geografie, tracciare e nominare i luoghi senza nome, proteggere e offrire cittadinanza alle pulsioni urbane spontanee.

glocalmap.to è una piattaforma software e hardware, in grado di ricevere e archiviare sms, mms e e-mail.
Un servizio che permetterà di conservare e organizzare per contenuto e nello spazio, testi, foto e altri materiali che gli utenti vorranno inviare e condividere.
Una mappa online della città in divenire, illustrata e interattiva, che visualizzerà su diversi livelli sovrapponibili, informazioni cartografiche ufficiali e contenuti forniti dai partecipanti-autori.
Uno strumento facilmente replicabile e tematizzabile per registrare e pubblicare geo-annotazioni provenienti anche da dispositivi mobili.

glocalmap.to è un’esperienza di urbanistica immateriale che intende trasporre il principio della geografia umana, quella tracciata dalle persone che usano un territorio, in una forma narrata ed iconica.
Un’escursione ludica di azioni e informazioni dalla quale trarre il senso di percorsi da attuare all’interno della città, invitando i cittadini e i turisti a contribuire attraverso le piattaforme interattive (web e mobile) con i loro contributi personali e collettivi di cittadini-player.

glocalmap.to è una “instant city” contemporanea. E’ il luogo dello sguardo della “città intermedia”, quella situata tra la pieghe dell’ordinamento sociale costituito, nel tentativo di dare forma sociale alle informazioni prodotte dall’azione vitale dei giovani cittadini-player, offrendo gli strumenti per la costituzione di inedite comunanze urbane.
Un’indicazione importante per una nuova generazione che rischia di entrare nella società dell’informazione solo attraverso una serie di automatismi che rischiano di viziare il concetto d’interattività.
Questi automatismi tendono a saturare i rapporti con i media e con gli schermi in genere (come per i videogame) velocizzando il rapporto tra sguardo e interpretazione, comprimendo la capacità d’attenzione.Tant’è che si parla di sindrome da deficit d’attenzione (ADHD: Attention Deficit Hyperactivity Disorder) che può essere affrontato offrendo ai giovani la possibilità di concepire l’interattività come occasione di partecipazione attiva e di produzione d’informazione basata sull’esperienza diretta, ludica e creativa.

glocalmap.to tende a produrre percorsi esperienziali per individuare casuali comportamenti, propri dell’indeterminatezza umana, sia soggettiva sia collettiva, da accogliere nell’atlante on line che funzionerà come una mappa interattiva prodotta dagli utenti-cittadini-player attraverso i loro contributi nel Moblog.
Una condizione ludica e spettacolare che tende a cortocircuitare il rapporto tra realtà e rappresentazione in un format più coinvolgente e seducente dei reality show televisivi.

glocalmap.to è un’evoluzione post-politica delle teorie che fra la fine degli anni sessanta e gli anni settanta del XX secolo hanno contraddistinto l’idea di città nel movimento radicale delle nuove generazioni (“riprendiamoci la città”).
Un ethos alternativo che trova matrici culturali nelle sperimentazioni della “dérive” espressa dalla Psicogeografia dei Situazionisti francesi agli albori del 1968 e per altri versi in forme come l’Happening inventato dal gruppo Fluxus e il neo-Dada.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 19-2-2005 at 15:30
lunedì


21.02
ci vediamo alle 17 al the beach?

c'è qualcuno che non ci sarà?
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Max
Member
***




Risposte: 13
Registrato il: 15-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 21-2-2005 at 11:23


io ci sono
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Max
Member
***




Risposte: 13
Registrato il: 15-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-2-2005 at 21:05


http://map.search.ch/


The map data is a superposition of aerial photos with street contours and names. This gives the user a high level of details (down to "single tree level" where 1 pixel corresponds to 80cm) and navigational hints. And it looks great.

utilizzano un sistema come quello che saec02 ci aveva mostrato a sua tempo e di cui abbiamo accennato ad una riunione.

informazioni tecniche sul blog dello sviluppatore : http://www.bernhardseefeld.ch/archives/000099.html

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
cilli
Member
***




Risposte: 16
Registrato il: 17-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 25-2-2005 at 22:30


la spettacolarizzazione di glocalmap.to

Primo obiettivo delle installazioni previste sarà quello di rendere il senso di presente continuo costituito dai contenuti di glocalmap.to, i giocatori invieranno i loro messaggi (sms, mms, e-mail con allegati di testo, fotografie e file audio) è in tempo reale verranno visualizzati sulla mappa nel punto esatto da cui provengono.

La piattaforma web e mobile del gioco pensiamo diventerà on line, quindi pubblica, a partire da un periodo compreso fra la fine di dicembre 2005 e i primi giorni di gennaio 2006.
Prima di quel momento, la piattaforma verrà testata dai gestori del gioco e da alcuni giocatori scelti “bee – eye” capaci di produrre sollecitazioni e segnali generatori di comportamenti.
Questo primo periodo di implementazione dell’atlante attivo consentirà anche di provare i meccanismi di relazione e di funzionamento delle tecnologie fra i giocatori e la piattaforma web.


E’ nostra intenzione realizzare una stazione di rilevamento dei dati lungo il lato sinistro dei Murazzi del Po, lungo la sponda o all’interno delle arcate del the beach° o nelle attigue arcate 24, 26 e 28 del grande spazio comunemente chiamato Lega dei Furiosi, e in modo naturale, condurre il gioco, da tutto il territorio olimpico verso il fiume.

La scelta di questo luogo per ospitare le attività di spettacolarizzazione ci sembra decisiva quale naturale attestamento di uno dei principali sistemi urbani e ambientali del territorio olimpico costituito dall’asse porticato che da piazza Castello lungo via Po raggiunge piazza Vittorio Veneto e il balcone aulico di affaccio del centro di Torino verso il fiume Po e la corona dei poggi della Collina.

Abbiamo pensato che la stazione di rilevamento, monitorata per gran parte della giornata dagli operatori di glocalmap.to, possa svolgere il ruolo di spazio sociale del gioco e teatro delle situazioni e del dibattito che quotidianamente lo animeranno.
Uno spazio ludico e partecipativo reale a disposizione dei cittadini olimpici, da un lato per incontrare il gioco dall’altro costituire inedite condivisioni di esperienza fra i cittadini e i partecipanti.

Allo stato attuale di approfondimento progettuale della stazione di rilevamento più che un’idea precisa di quella che sarà l’installazione spaziale e il tipo e la forma degli oggetti che la costituiranno siamo in grado di fornire una prima descrizione delle caratteristiche funzionali.

La stazione sarà costituita da:

una grande visualizzazione della mappa attiva on line,

un lounge nel quale sarà possibile ascoltare e visionare le produzioni audio e video di glocalmap.to,
e organizzare incontri e conversazioni,

un banco informazioni



una grande parete a disposizione del pubblico per l’affissione libera per richiamare l’attenzione sui contributi più significativi e sottolineare i temi più importanti del dibattito sulla città, stimolati attraverso
il gioco glocalmap.to.

montaggio mo-blog quotidiano

Durante tutto il periodo olimpico ogni giorno sarà proiettato su di un grande schermo, a partire dalle ore 20.00 con repliche continue (sarà possibile inserire aggiornamenti mediante una regia live) e sino alle ore 02.00, un montaggio dei contributi audio, video, fotografici e testuali dei contributi più rappresentativi della giornata.

Ci prefiggiamo l’ambizioso obiettivo, lavorando con un piano di comunicazione speciale e mirato, di far affermare il montaggio mo-blog come uno dei principali appuntamenti fissi del tempo libero dei cittadini durante le giornate olimpiche

In particolare pensiamo di proporVi di collaborare ai contenuti del montaggio fornendo immagini e dati raccolti direttamente sui campi di gara e nei luoghi olimpici più significativi della giornata.

piano di comunicazione

glocalmap.to richiede un piano di promozione molto diversificato e capillare.

La comunicazione del progetto sarà coordinata da un responsabile e un addetto stampa interni

E’ necessario intanto sapere subito da Voi su quali stampati ufficiali di promozione olimpica potranno essere veicolati i contenuti del gioco glocalmap.to, successivamente stabiliremo le forme e gli strumenti della nostra comunicazione che non potrà comunque prescindere da alcune condizioni base.

i principali strumenti di diffusione saranno:

Flyer in quadricromia fronte retro dim. da definire grammatura 300 gr. tiratura in 30.000 copie

Pieghevole in quadricromia a quattro specchiature fronte retro dim. da definire grammatura 150 gr. Tiratura in 30.000 copie

Spot radio su emittenti locali quali Radio Flash, Torino Popolare e una stazione network in via di definizione.
Pensiamo di poter coinvolgere una delle due emittenti locali per istituire durante tutto il periodo olimpico una striscia radiofonica di alcuni minuti al giorno di informazione e commento con intervista quotidiana ad un cittadino partecipante al gioco o ad uno dei gestori o bee-eye di glocalmap.to

Intendiamo coinvolgere nel progetto anche la redazione di Torinosette (allegato del venerdì del quotidiano La Stampa) per istituire una rubrica settimanale dal nome glocalmap.to

Stiamo inoltre considerando l’ipotesi di produrre copie digitali dei montaggi mo-blog quotidiani da distribuire alle testate televisive accreditate

Questa al momento è la traccia delle principali attività di spettacolarizzazione che glocalmap.to intende mettere in gioco a fronte della cifra di contributo richiesta.

Oltre al contributo Vi chiediamo di valutare la possibilità di fornire servizi sulle seguenti voci:

Richiesta congiunta con l’associazione culturale the beach° alla Città di Torino, per l’assegnazione delle arcate 24, 26, 28 della Lega dei Furiosi, a partire dai primi mesi di gennaio 2006 a tutto il mese di aprile 2006

Garantire la distribuzione dei nostri stampati attraverso i vostri servizi nei campi di gara e nei luoghi ufficiali olimpici.
Per la definizione dei luoghi precisi vi invitiamo a fornire un elenco dettagliato di tutti i punti dove viene distribuito il Vostro materiale.





Poter stabilire un coordinamento fra il nostro addetto stampa e un responsabile del Vostro ufficio stampa per veicolare le attività di glocalmap.to sui Vostri comunicati, più funzionali ad una capillare diffusione dei contenuti del progetto a tutte le testate accreditate per l’evento olimpico.

Inviare una richiesta formale a tutte le delegazioni olimpiche e ai cronisti accreditati di tutte le testate per raccogliere adesioni alla partecipazione al gioco glocalmap.to in qualità di cittadini olimpici.


n° 10 volontari (ragazzi del 2006) da impiegare con mansioni di presidio della stazione di rilevamento, segreteria informazioni, rapporto con il pubblico.
Preferiremmo ragazzi di età compresa fra i 18 e 25 anni ( n° 5 dei quali con almeno titolo di studio di media superiore e n° 5 dei quali laureati o laureandi selezionati per effettivo interesse a collaborare con il progetto glocalmap.to)

N° 30 transenne


Attività in corso di definizione attualmente non coperte dal Vostro contributo:

regia mobile glocalmap.to

Un furgone attrezzato con regia e set per interviste e incontri potrebbe ogni giorni raggiungere i luoghi “caldi” del dibattito per raccogliere sul posto informazioni e materiale filmato e fotografico da inserire nel montaggio blog quotidiano, e sviluppare attività di stimolo alla partecipazione al gioco.

Altre utilità di sistema del gioco glocalmap.to diffuse nel territorio olimpico

Altre utilità di sistema del gioco glocalmap.to potrebbero essere diffuse durante il periodo di spettacolarizzazione di glocalmap.to:

I totem di segnalazione dei punti d’interesse delle attività olimpiche potrebbero accogliere in un angolo un segnale (punto rosso identico al punto attivo della mappa della piattaforma glocalmap.to)
Il punto rosso potrebbe servire attraverso l’utilizzo di Smart Tag (RFid onde radio) o più semplicemente riportando un numero di telefono a cui inviare messaggi sms, a ricevere informazioni utili per abitare e conoscere quel punto del territorio olimpico.

Uno o più autobus di linea GTT dotati di strumenti quali Smart Tag (RFid onde radio) e GPS (satellite) per connettersi in rete al gioco e ricevere informazioni dalla piattaforma o inviare geo annotazioni

punti del territorio olimpico dotati di stazioni per la connessione in rete (pensiamo ad esempio ad alcuni spazi pubblici dotati di aree Wi-Fi (wireless on line)

Questi e altri sistemi di connessione a glocalmap.to potrebbero svolgere il compito utilissimo di consentire a tutti i cittadini di incontrare il gioco sulla strada.

Stiamo in questa fase lavorando all’individuazione di partners tecnici con i quali sviluppare modalità di collaborazione e contributo per attivare questi strumenti.


View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
teatron
Moderatore
******


Avatar


Risposte: 105
Registrato il: 3-12-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 27-2-2005 at 23:10
possiamo vederci


giovedì 3 alle 17?
non sono + partito x lecce


nel frattempo date un'occhiata qui
http://www2.rr-project.net/quixote/journey2/index.php
è un burattino che passa di mano in città
e c'ha un gps dentro...

conosco il ragazzo che l'ha inventato

lo coinvolgerei...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Filippo II
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 25-1-2005
Provenienza: torino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-2-2005 at 02:35


ok per me
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 1-3-2005 at 13:49
venerdì?


Quota:
Originariamente scritto da Filippo II
ok per me


giovedì
ric ha problemi

ese fosse venerdì?
dopo l'incontro con acmos
che vorrei farvi conoscere

alle 17 ad atrium?
http://www.todig.it
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Max
Member
***




Risposte: 13
Registrato il: 15-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 7-3-2005 at 17:10


durante l'ultima settimana abbiamo discusso il problema della classificazione dei contributi degli utenti.
imporre una classificazione o lasciare totale libertà all'utente?

abbiamo concluso che lascieremo totale libertà all'utente spingendolo ad usare la propria visione del mondo per definire e categorizzare l'immagine, il pensiero, l'appunto su un luogo, il suono, il piccolo filmato che invierà sulla piattaforma e collocherà sulla mappa.
se siamo interessati a fare emergere mappe personali ed inaspettate della città non dobbiamo forzare l'utente dentro la nostra griglia, la nostra classificazione, dobbiamo metterlo nelle condizioni di usare la sua.

per inquadrare teoricamente questo approccio e vederne delle applicazioni :
google ---> folksonomy


io intanto inizio a fare qualche bozza per illustrare praticamente come potrebbe funzionare
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
noce
Member
***




Risposte: 47
Registrato il: 12-1-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-3-2005 at 14:51
checkpoint



- sono sorte alcune problematiche relative sia all'immissione di messaggi che alla loro navigazione, variabili tra loro collegate.

sono d'accordo sul fatto che dovremo tenere il versante utente (che posta un messaggio) il più semplice possibile e allo stesso tempo quindi non imporgli categorie e topics.
Questo sia per la natura diversificata dei contributi (testo, immagini, etc) sia per i presupposti di base di glocalmap che prevedono un target eterogeneo e la possibilità di interpretare liberamente e personalmente la piattaforma.

questo di fatto comporta delle conseguenze anche sul versante navigazione della piattaforma e dei suoi contenuti.
il database è navigabile sul sito attraverso due modalità:
-geografica: direttamente zoomando un'area della mappa.(vedi mappe in http://www.trenitalia.com/home/it/menu_up.htm# )
-profilo: facendo emergere dalla mappa i post di ogni singolo utente a scelta.

la mappa satellitare si può quindi presentare con diverse modalità (sempre e cmq ugualmente"zoomabile" e navigabile):
-mappa fotosatellitare "vergine"
a cui si può sovrapporre un livello che mostra tutti i post (si può pensare ad un "filtro temporale" ad un periodo di "decadenza" nel caso di un numero troppo elevato di posts e messa in archivio, interfaccia issues)
-visualizzazione di tutti i posts di ogni singolo utente (recuperabile o selezionando un post o un utente da una lista)

oltre a queste modalità di navigazione si può quindi pensare ad un qualche tipo di ricerca (e conseguente visualizzazione sulla mappa) tra i contenuti dei posts.qui ci si ricollega al precedente messaggio di Max.
questo ulteriore sviluppo nella navigazione del database (*max) permetterebbe di fatto una navigazione a livello dei contenuti oltre che geografica e per singolo utente. questo è una potenzialità che merita (nel caso si decida di utilizzarlo in qualche modo) di essere discussa e pprofondita.non dilungo qui, per ora.

si possono inoltre approfondire le possibilità offerte dal "potenziare" le variabili di navigazione geografica e/o utente (possibilità di zoomare liberamente un'are etc.., parole chiave nel profilo utente, etc).

anche qui, come in tutta la progettazione, sarei poi per togliere, semplificare una volta scritto il menù delle possibilità scegliere e perfezionare quelle che giudicheremo necessarie e migliori.



-ogni post, ingrandito-selezionato diventa di fatto un topix di discussione, potendo postare un commento. l'interfaccia evidenzierà il post originario e i commenti.



- si deve inoltra ribadire a mio avviso la scelta di "quanto si vuole sceneggiare". ovvero mantenere o meno glocalmap "generalista", evidenziare e rispondere a "che cosa è glocalmap?", trovare l'equilibrio
tra piattaforma e intenti, tra strumento-gioco glocalmap e contenuti, tra autori e utenti.

anche a questo scopo possono tornare utili i famosi super-demo-players-bee-eye. dei giocatori "doc", forniti magari di strumenti maggiori: penso ad esempio a fornire ciascuno di loro di un n°x di stickers che possono collocare in giro recanti un codice univoco che permetta all'utente di ricevere via cellulare et in loco un oggetto-informazione per così dire "doc"(*fil).


a quando prossimo incontro?

cià




View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Filippo II
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 25-1-2005
Provenienza: torino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-3-2005 at 16:41
abbozzo flowchart


ciao,
qui di seguito ho provato a descrivere i passaggi che immagino nello svolgimento del gioco, sulla base della riunione con max, ste e riccardo, e dell'ultimo incontro con cilli max e carlo. Cerco anche, per quanto sommariamente, di arrivare a isolare e definire le classi di dati dei post, per poter al più presto mettere su uno schema di database e un progetto più preciso del funzionamento del software lato server e client, da sottoporre a fornitori.
Per la riunione, non ho prolemi per venerdì o sabato.
ciao

FLOWCHART E CONSIDERAZIONI
Di seguito sono elencati e illustrati i passi che costituiscono un ciclo completo del gioco: registrazione, invio post, elaborazione post, visualizzazione online.

1) REGISTRAZIONE
La registrazione degli utenti è indispensabile allo svolgimento del gioco, sia perché l'utente possa leggere e sottoscrivere i nostri disclaimer sulla privacy e similia, sia perché si possano effettuare ricerche per utente tramite nickname. Può però risultare nocivo al call to action della nostra iniziativa, il fatto di doversi registrare online prima di partecipare. Pensiamo ad esempio ad uno degli happening promozionali di cui abbiamo parlato, frenato nella sua efficacia nel momento in cui chi assiste non può immediatamente provare ed immediatamente essere coinvolto nel meccanismo di gioco.
Una soluzione di compromesso potrebbe essere quella di consentire anche agli utenti non ancora registrati di inviare post, ma di non pubblicarli immediatamente, archiviandoli invece in un deposito temporaneo, associati unicamente al numero di telefono o all'indirizzo e-mail del mittente. All'utente viene restituito un messaggio in cui lo invitiamo a recarsi sul sito e registrarsi affinché i suoi post siano finalmente pubblicati. Quando l'utente si registra e viene creato il suo profilo, i post provenienti dal numero di telefono e dall'indirizzo e-mail da lui specificati gli verranno attribuiti e saranno di conseguenza cancellati dal deposito temporaneo e pubblicati.

Il rischio è che qualcuno nel frattempo si appropri di post non ancora pubblicati, se conosce e-mail o numero telefonico di un altro utente che ha già postato ma non si è ancora registrato.
Il costo sono gli sms di ritorno.

Campi obbligatori registrazione:
-nickname
-numero di telefono cellulare e/o indirizzo e-mail
e vari ed eventuali tra cui profilo e bookmarks.

2) INVIO POST A SERVER
Per come è stato finora ipotizzato, il gioco richiede agli utenti di postare un discreto numero di informazioni di tipo diverso, mediante l'uso di diversi dispositivi e diversi formati. Questo ci pone di fronte al problema di organizzare le informazioni obbligatorie per lo svolgimento del gioco indipendentemente dal numero di campi disponibili e dal formato utilizzato. La soluzione trovata dovrà essere il più possibile semplice da memorizzare e spontanea da mettere in atto, per ridurre al minimo le possibilità di errori casuali o imprecisioni degli utenti e massimizzare usabilità e partecipazione.

I tipi di informazioni necessari allo svolgimento del gioco, sono quattro:
- sender, il mittente del post
- location, indirizzo cittadino cui si riferisce il post
- keywords, le parole chiave associate al contenuto del post
- content, il contenuto del post (consideriamo il content come un'unica categoria, mettendo da parte gli allegati, che, se presenti, fanno campo a sé)

Anche escludendo sender, che ci arriva automaticamente in tutti i casi, non possiamo contare sulla relazione biunivoca tra tipi di informazione e campi e, di conseguenza, uno stesso campo dovrà per forza condividere informazioni di tipo diverso. Sarà quindi necessario che gli utenti utilizzino un elemento separatore da noi scelto, per suddividere in stringhe il testo inserito.
Fatte queste premesse, segue un'ipotesi di possibile configurazione.

- Mittente
Ci giungerà automaticamente con l'invio del post, in forma di indirizzo e-mail mittente o numero telefonico.

- Location
Gli utenti dovranno inserire il nome della via, seguito da uno spazio e dal numero civico. Anche se consiglieremo di omettere indicazioni toponomastiche tipo "via", "piazza", sarà il nostro server ad occuparsi, qualora siano presenti, di normalizzare il testo inviato in questo ed in altri casi di sintassi non esatta. I servizi di mappe online possono essere uno strumento utile per perfezionare meccanismi e accorgimenti in tal senso, per gestire errori degli utenti, ed altri casi particolari (gli interni ad esempio).
MAIL: prima stringa del body, seguita da primo separatore.
SMS-MMS: prima stringa del body, seguita da primo separatore.
es: "po 34"

- Parole chiave
Separate da virgola, una parola per volta, definirei un numero massimo (5?). Più questo è alto, maggiore sarà la dispersione e più sarà probabile trovarsi di fronte a pagine di ricerca con pochi risultati. Per lo stesso motivo, sconsiglieremo per quanto possibile l'uso di parole generiche e poco definite.
MAIL: seconda stringa del body, seguita da secondo separatore
SMS-MMS: seconda stringa del body, seguita da secondo separatore
es: "mappa,gioco,città,guida,bee-eye"

- Contenuto
Testo e allegati dove possibile (e-mail e mms). Da definire lunghezza massima eventuale dei testi, ed eventuale numero di allegati massimo per post. Forse un allegato per tipo (foto/audio/video) per post. Definire formati e dimensioni massime allegati.
MAIL: terza stringa del body, dopo secondo separatore
SMS-MMS: terza stringa del body, dopo secondo separatore
es: "hello world!"
Quindi, ipotizzando il carattere separatore"|", il body del post potrebbe essere una stringa del tipo:
"po 34|mappa,gioco,città,guida,bee-eye|hello world"


Rimane inutilizzato il campo subject della mail, ma forse mantenere uniformità tra i formati è la scelta migliore per non disorientare gli utenti e facilitare la memorizzazione delle procedure di gioco.
Questione censura e modificabilità post…

3) ELABORA SERVER
Se il post proviene da un mittente registrato, ed è sintatticamente valido, viene accettato e i dati in esso contenuti vengono normalizzati e archiviati. In caso contrario verrà seguita la procedura descritta al punto 1.

4) VISUALIZZAZIONE MAPPA ONLINE
La mappa online interroga il database che restituisce un file in formato XML contenente tutti i dati necessari per visualizzare un certo numero di oggetti (post)che deve rappresentare. Di default potrebbero essere visualizzati gli ultimi post ricevuti. Ogni post verrà quindi rappresentato sulla mappa con un'icona, uno spillino di colore diverso a seconda del tipo di allegati presenti. Sovrapponendoci il mouse comparirà al suo fianco un'etichetta con le parole chiave che gli sono state associate e la location su due righe. Ciccandoci sopra si aprirà una finestrella contenente il post corrispondente.
Spingendo con il puntatore verso un estremo della mappa, la faremo scorrere in senso inverso. Tracciando un rettangolo sulla mappa con il drag, ci fa zoomare sull'area delimitata. Aggiungerei inoltre dei bottoni per spostamenti e zoom per intervalli definiti (+ e -). Un bottone permetterà di accedere alla pagina di ricerche, dove sarà possibile filtrare il database di glocalmap per utente, per parola chiave e per tipo di allegati. Sotto la mappa potrebbero esserci le parole chiave più ricorrenti, cliccando sulle quali verrà visualizzata la lista dei post collegati e delle altre parole chiave associate a quella scelta. E così via navigando tra le co-occorrenze delle parole chiave e richiamando sulla mappa i post che interessano. Ogni ricerca quindi darà origine ad nuova query sul database, a un nuovo file XML scaricato e a nuovi dati visualizzati sulla mappa.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
 Pagine:  1    3    5  ..  7

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 45.3% - SQL: 54.7%]