il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
 Pagine:  1  ..  4    6    8  ..  21
Autore: Oggetto: Il suono del teatro a Lecce
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

cool.gif Inviato il 6-5-2003 at 17:40
Il suono, le pennellate. La musica, i quadri.


Performance: uno spettacolo inserito nella realtà sociale e politica fino all’interazione con gli spettatori; Richard Schechner “Ritual, Play, Performance” (1970).
Se la performance (spettacolo) ha un valore di fluidità e unicità contano le pennellate del momento, componenti stesse della performance, e non il quadro, congelamento, di un momento già stato.
Il divenire di un momento. La pennellata. L’azione scenica. Il suono.


snap059247.jpg - 29kB
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

cool.gif Inviato il 6-5-2003 at 18:10
Breccia Sonora


Tristezza...
e poi 1 rosa rossa!
M'hai kiamato...
Nel suono della tua voce... la tua sorpresa!
Dove 6 adesso...

Vorrei essere suono e far breccia, un attimo, nei tuoi pensieri.

... poi ci ripenso e TI FACCIO 1 SQUILLO!!!
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-5-2003 at 19:07




Allegato: Planeadora.mid (4kB)
Questo file è stato scaricato 430 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 7-5-2003 at 18:10
seguite la traccia


Quota:
Originariamente scritto da Sabry
Una domanda tanto per dare inizio ad una sicuramente rinnovata immersione nel convegno: "Il suono del teatro" è il titolo, ma... perchè non "La musica del teatro"? Non sarebbe forse più corretto?
Forse perchè la parola musica ci dà un' idea fin troppo generale, mentre quando si pensa al teatro, la parola suono, ci dà già l' idea di un particolare, ci fa pensare da subito ad un' esperienza teatrale con un suono speciale che ci ha colpito singolarmente?


uso il titolo il suono del teatro
perchè concerne molti + aspetti dell'interazione possibile
tra dimensione sonora e scena
anche oltre la musica codificata

seguite la traccia non divagate

anche xkè c'è l'idea di fare una pubblicazione su quell'evento
e gli interventi è+ intelligenti potrebbero trovare collocazione...
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
ossyden76
Junior Member
**




Risposte: 4
Registrato il: 4-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 8-5-2003 at 15:58


E' da un bel pò che non scrivo sul forum scusate so che sis ente la mia mancanza..scherzi apparte...sono molto curiosa di sapere se ci son sviluppi dell'idea proposta da Gabriele quanto riguarda la radio.Attendo con ansia vosre notizie.Grazie.Ps CONCRETIZZIAMO.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-5-2003 at 20:46
Trascrizioni e Frammenti Sonori


Salve a tutti!
Vi ricordo ke a pag. 5 potete scaricare la trascrizione del file suonodelteatro1,2.mov con relativi frammenti sonori. Sono disponibile per eventuali conversioni di formato e miglioramento resa sonora. Sapete tutti come contattarmi. Ma fatemi saxe anke ki è interessato a fare altre trascrizioni.
Saluti a tutti

NNbuho.jpg - 3kB
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 13-5-2003 at 19:10
Il CD de "Il suono del teatro"


La trasmissione sembra sia stata registrata su supporto digitale tipo DAT (spero per C. INFANTE, altrimenti sarà impossibile recuperare qualcosa per una eventuale pubblicazione multimediale, sempre che siano ancora disponibili i nastri sorgenti)
con banda max per quei supporti: 44 o 48 kHz (la gamma è satura, tipica registrazione dei supporti digitali).
Poi è stato scalata la frequenza nell'eventuale passaggio e compressione da .wav a .mov con la conseguenza di avere dei picchi che "sparano" e una timbricità metallica per voci e suoni.
Non si possono fare miracoli putroppo, se non abbassare il volume generale o con una sezione di equaliziazione attenuare le frequenze ke "sparano".
I file "Broadcast_003.mov" e "Broadcast_007.mov" sono 2 totali della messa in onda (anzi, vista la numerazione 2 totali parziali) ulteriormente spezzati in file di c.ca 10 min. d'ascolto ognuno.
Broadcast_003.mov spezzato in
suonodelteatro1,x.mov (x= da 1 a 6)
Broadcast_007.mov spezzato in
suonodelteatro2,y.mov (y= da 1 a 9)
Trovate il file "suonodelteatro1,2.mov" già trascritto e da cui sono stati tratti 2 frammenti sonori alla pag. 5. Sto lavorando (fra 1 esame e l'altro, endovena di frequenze varie dei prof.ri ritardatari, spostamenti vari e Legge di Murphy permettendo) alla trascrizione e eventuale estrazione frammenti sonori sul file "suonodelteatro1,3.mov".

SHATEVE BBONI E MANTENETEVE FORTI!

Bladerunner-03.jpg - 32kB
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Sabry
Member
***


Avatar


Risposte: 140
Registrato il: 14-11-2002
Provenienza: Leverano (Lecce)
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-5-2003 at 18:52


sono contenta che qualcuno che ne capisce di più si renda disponibile come Livio.
Purtroppo questo è un periodo pieno di esami, lezioni continue e afa e non riuscirò a fare un buon lavoro con il cd se non prima del 19. Perciò chiedo scusa per il ritardo,rimando tutto il 20/21 perchè spero di fare un lavoro più completo. Tanto per anticipare:coglierò quella musica con quel suo alone di indeterminazione che lascia all'immaginazione e al sentimento dell'ascoltatore la possibilità-la libertà- di definirsi, di continuare a risuonare.
A presto
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 14-5-2003 at 20:07
Il suono del silenzio


Non odo che il suono del silenzio.
Il TUO silenzio...
Stiletto affilato.
Penetra fin nel profondo.
E mai smette.
Perché non ci sei?

Allegato: Faraualla.mp3 (187kB)
Questo file è stato scaricato 425 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

cool.gif Inviato il 19-5-2003 at 18:41
Il suono le trascrizioni e le idee


Salve ragazzi!
Stamane mi sono state kieste delucidazioni per leggere il formato della trascrizione del file "suonodelteatro1,2.mov" contenuto nel CD del ns amato Prof. (CAPITANO! MIO CAPITANO!!!). Il formato del file è .pdf leggibile con Acrobat Reader versione dalla 3 in poi. Comunque vi allego di nuovo la trascrizione in 1 formato + accessibile, cioè quello di Word. Sxo di farvi cosa gradita!
Rinnovo la mia disponibilità:
- x ki avesse bisogno di 1 copia del CD;
- x ki abbia bisogno di conversioni di formato dei file audio (es. da .mov a .mp3 o .wav o qualsiasi altro formato PC o anke MAC);
- x ki avesse bisogno di miglioramenti dell'udibilità dei file audio (ma ricordatevi ke nn sono il mago Silvan cmq!!!).
Sto lavorando (ovviamente perdendo PREZIOSI DECIBEL DEL MIO UDITO KE NESSUNO MAI MI RESTITUIRA'!!!) alla trascrizione del file "suonodelteatro1,3". Ki volesse coadiuvarmi può lavorare sugli altri o contattarmi su questo forum o farsi coordinare dalla ns MITICA SABRY (1 BACIO!).
A PRESTO A RISENTIRCI

N.B. Le trascrizioni servono, oltre ke a buttarci 1 okkiata, anke a tirarci fuori delle idee...
MEDITIAMO GENTE, MEDITIAMO...!!!

Allegato: suonodelteatro1,2.doc (28kB)
Questo file è stato scaricato 502 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Valentina
Member
***




Risposte: 34
Registrato il: 8-10-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 20-5-2003 at 16:38


Prof. mi scusi se mi discosto dagli ultimi argomenti trattati ma vorrei ritornare per un attimo all' idea di fare una radio sul Web. Ho letto, infatti, proprio giorni fa, che all' Università di Siena è stato attivato un corso di laurea in Radiofonia con l' ulteriore attivazione di una radio che trasmette tutti i giorni dalle 8 alle 18. Inoltre, indipendentemente dal corso, si imparano diversi mestieri legati alla radio; ci sono infatti montatori audio, dj, tecnici della messa in onda e gente che fa funzionare i vari software multitraccia.
Se la proposta è ancora valida, l' anno prossimo magari si potrebbe attivare una radio su Internet dopo però aver avuto un minimo di nozioni e conoscenze sull' argomento?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 20-5-2003 at 16:52
web_radio:l'avevo ventilato...vedremo


Quota:
Originariamente scritto da Valentina
Prof. mi scusi se mi discosto dagli ultimi argomenti trattati ma vorrei ritornare per un attimo all' idea di fare una radio sul Web. Ho letto, infatti, proprio giorni fa, che all' Università di Siena è stato attivato un corso di laurea in Radiofonia con l' ulteriore attivazione di una radio che trasmette tutti i giorni dalle 8 alle 18. Inoltre, indipendentemente dal corso, si imparano diversi mestieri legati alla radio; ci sono infatti montatori audio, dj, tecnici della messa in onda e gente che fa funzionare i vari software multitraccia.
Se la proposta è ancora valida, l' anno prossimo magari si potrebbe attivare una radio su Internet dopo però aver avuto un minimo di nozioni e conoscenze sull' argomento?

piacerebbe anche a me
tant'è che lo avevo ventilato...
lancio la proposta

e vedremo
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 20-5-2003 at 19:29
Ventiliamo!


Caro Capitano!!!
Continui a ventilare, che con 'sto caldo ci vuole proprio!!! ;-)

Valentina ha puntualizzato un aspetto fondamentale che vorrei non si disperdesse nell'oblio oceanico della rete...
"Le conoscenze sull'argomento" sono fondamentali! Che senso avrebbe avuto sennò aver kiamato la ns beneamata facoltà STAMMS, acronimo di Scienze e Tecnologie ecc.?
Certo Java e ASP sono di casa a Ingegneria Informatica. Ma x dipingere uno mica prende la Laurea in Chimica!
Eppure la formazione ke mi viene proposta, anzi IMPOSTA, è quella che mi porterà a essere un benemerito tuttologo che mai avrà a ke fare col "sax fare" tanto "ventilato" invece agli inizi di questi 2 anni accademici.
Quante lacune!!!
Volevate un DAMS diverso dagli altri? Come mai non vedo ETNOCOREOLOGIA assieme a ETNOMUSICOLOGIA? Cavolo! Possibile ke ci ricordiamo di essere nel Salento solo nei giorni della Notte della Taranta (ke tra l'altro è l'evento ke peggio ci rappresenta nel mondo oramai, visto ke va sul satellite)?
Volevate un DAMS più completo?
Ke mi dite di STORIA DEL CIBO?
E dove sta LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA?
Ke confusione!!!
Ci voleva così tanto a distribuire quelle (pokissime!!!) materie "pratike" del "sax fare" nel Triennio e, nel Biennio per raggiungere la Laurea, inserire tutte la materie d'approfondimento teorico?

STAMMS. Università dell'indefinito. Facoltà delle delusioni!!!

Stiamo
Tutti
Aspettando un
Modo
Migliore per
Sfuggire a... (fate voi!)

Scusate! Ma mi sto esercitando per il mio nuovo sfavillante mestiere di CRITICO!


illust02.jpg - 54kB
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Sabry
Member
***


Avatar


Risposte: 140
Registrato il: 14-11-2002
Provenienza: Leverano (Lecce)
Utente offline

Modalità: Not Set

shocked.gif Inviato il 22-5-2003 at 16:44
sono arrivata anch'io finalmente!


E dopo la dura fatica delle lezioni e degli esami finalmente ci sono. Prima di tutto vorrei sapere come si fa,operazione dopo operazione,ad allegare un file audio di pochi secondi su questo forum. Poi volevo porre l'attenzione sulle parole di Michele Sambin nel broadcast_003 tempo 01:40:40. Egli dice: "il supporto del suono del teatro è la memoria dello spettatore,cioè il suono del teatro è veramente teatrale quando in qualche modo si sedimenta nell'immaginario dello spettatore".
Cosa ne pensate? Secondo me è importantissimo,perchè è una cosa da tener presente ogni qual volta si vede un'azione scenica accompagnata dalla musica. Molti musicisti preferivano avere solo la musica in scena,perchè deve essere la protagonista. Io penso che la musica possa diventare la protagonista anche in un'azione scenica con gli attori che recitano. L'importante non è guardare se sulla scena è presente un musicista o un attore, ma è "essere catturati" dalla musica,da un suono speciale che ci colpisce e che sentiamo risuonare ancora nella nostra mente.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 22-5-2003 at 19:08
GLI ARMONICI DELL'ANIMA


ALLEGARE UN FILE AUDIO
Scegli il file da allegare, clicca su SFOGLIA e parte l'attach. I file immagine vengono visualizzati. Per ulteriori dettagli leggi le istruzioni sparse nel Forum che il Prof. ha dato agli altri.
LO SPETTATORE COME SUPPORTO DI MEMORIZZAZIONE
Il concetto di performance rende immediatamente evidente la differenza fra il modo tradizionale di intendere il teatro e il nuovo corso della sperimentazione teatrale inaugurato negli anni Sessanta. La stessa nozione di drammaturgia ne risulta modificata: essa non include più soltanto le azioni previste dal testo scritto, ma tutti gli eventi del momento teatrale: quindi, oltre alla recitazione degli attori, il gioco delle luci, le musiche, la presenza degli spettatori. Sono infatti tutti questi elementi simultanei, concertati nel montaggio, a creare lo spettacolo, ovvero la performance. (dall'approfondimento che ho allegato nella sezione Performing Media)
Se si intende spettacolo come performance, allora la musica non accompagna ma è parte integrante dell'azione scenica e occupa lo spazio scenico sonoro.
Nel Giugno del 2000 abbiamo portato all'Università del Teatro Eurasiano a Scilla il nostro "Specchi Segreti", tra gli spettatori E. Barba e G. Varley, regia di Mino Castrignanò. Una "transizione teatrale" come la definiva Mino stesso. Il nostro lavoro era improntato secondo le linee guida dell'Antropologia Teatrale. In quel caso, le musiche e gli interventi sonori, erano tanto protagonisti quanto le mie azioni sceniche e quelle delle mie compagne nello spazio scenico. Parti integranti di un tutto.
I supporti di memorizzazione audiovideo magnetottici possono solo "congelare" un punto di vista. Ma uno spettatore è un supporto di memorizzazione privilegiato. Conserva in sé anche, e soprattutto, l'emozione suscitata, quella che io chiamo "gli armonici" risultanti dall'esperienza di un singolo momento vissuto intensamente.
O come dice il Prof. IL PUNTO DI VITA!
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Sabry
Member
***


Avatar


Risposte: 140
Registrato il: 14-11-2002
Provenienza: Leverano (Lecce)
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-5-2003 at 10:56
Il suono dei corpi


volevo sapere come si fa ad allegare solo una parte del file audio, perchè se clicco su allegato, mi allega tutte le 4 ore!
comunque, ritornando al discorso che facevo ieri, volevo citare Ildebrando Pizzetti, un compositore italiano della "generazione dell' Ottanta" nato nel 1880, che dice:"per dramma musicale io intendo... quel dramma nel quale alla musica sia data la possibilità di rilevare continuamente la misteriosa profondità dell' azione, oltre i limiti che la parola non può e non potrà mai varcare". Pizzetti dichiarò di temere l' invadenza della parola, che non dovrebbe spiegare tutto, ma dovrebbe solo suggerire, lasciando alla musica la funzione di scandagliare le profondità dell' irrazionale.

ma se la parola non deve spiegare tutto per dar spazio alla musica, cosa devono spiegare i corpi degli attori? Con ciò introdurrei un altro discorso ampiamente dibattuto nel convegno con la citazione di Romeo Castellucci:"i corpi sono musica, il rapporto esiste anche quando non ci sono suoni. Io, molte volte, ho sperimentato proprio questa dimensione di sottovuoto, di azioni nel silenzio, per acutizzare la percezione e far emergere ciò che di solito releghiamo in piani secondari dell' attenzione. Gli scricchiolìi, i rumori delle ossa e della pelle degli attori diventano la colonna sonora."
E' strano ed è contraddittorio, ma qui sorge un problema:in particolari azioni di suggestiva profondità si può cogliere, se pur inconsciamente, questa speciale colonna sonora, ma nei momenti in cui risuona la musica come si possono cogliere i suoni dei corpi?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-5-2003 at 11:51
ALLEGARE FRAMMENTI SONORI


Ok scusami tesoro! Avevo capito male.
Fondamentalmente è come avere un file di testo da cui estrarre un periodo. Con un Word Processor (Programma di Elaborazione Testi) scegli il testo, effettui un "Copia & Incolla" in un nuovo file, salvi e il gioco è fatto.
Ma con i file audio ci vuole qualke operazione in +!
Prima di tutto devi avere un programma di manipolazione audio (tipo WAVELAB o SOUND FORGE), che, di solito, lavora su file in formato onda (cioé lavori sulla rappresentazione del file audio su due assi cartesiani dove x=tempo y=frequenza; il formato è .WAV). Quindi occorre una prima conversione di formato da .MOV a .WAV. Una volta individuato il pezzo effettui un "Copia & Incolla". Se poi vuoi "sistemarlo" un po', operi degli aggiustamenti con la sezione Equalizzazione del programma e, eventualmente, inserisci una dissolvenza all'inizio e alla fine del pezzo. Dopodiché conviene comprimerlo (considera che gli attach di oltre 100 Kbyte sono già troppo pesanti per questo Forum!). Puoi scegliere i formati di QuickTime .MOV Windows Media Player 9 .WMP o il collaudatissimo .MP3.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Sabry
Member
***


Avatar


Risposte: 140
Registrato il: 14-11-2002
Provenienza: Leverano (Lecce)
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-5-2003 at 15:17
per livio


grazie mille!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-5-2003 at 15:47
Polifonia dei Media Espressivi


COLONNA SONORA esprime un concetto prettamente cinematografico. In particolare, assieme alla COLONNA DIALOGHI, e alla eventuale COLONNA RUMORI AMBIENTE, serve a rendere il senso sonoro alla pellicola. A me dà quel senso di “accompagnamento” che francamente mi sta stretto. Non rende invece quello che è il suono in campo teatrale.
In Antropologia Teatrale Eugenio BARBA parla di TESTO e SOTTOTESTO. In parole povere quello che esprimi con la parola (TESTO) e quello che esprimi con il corpo (SOTTOTESTO). Ma anche il suono o la musica è espressione. Ampliando il concetto di TESTO e SOTTOTESTO possiamo parlare di POLIFONIA ESPRESSIVA.
Il corpo, la parola e il suono si possono esprimere al contempo seguendo linee espressive che non sono all'unisono (nel senso che non dicono tutti e tre la medesima cosa), proprio come se fossero tre linee melodiche all'interno di una polifonia di tipo contrappuntistico.
In quest'ottica mi sembra riduttivo soffermarsi forzatamente su una singola linea espressiva, rischiando così di perdere la risultante di tutte le altre.
Dare libertà espressiva ad ogni MEDIUM ESPRESSIVO (PAROLA, CORPO, SUONO). ARMONIA e ACCORDO. Quanto fascino esprimono queste parole…
Gli estremismi troppo spesso degenerano in totalitarismi.
Cogliere l'intera polifonia e, se possibile, anche tutti gli armonici risultanti, è più appagante spiritualmente...
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-5-2003 at 07:59
Trascrizione "suonodelteatro1,3.mov"


Ed ecco, dopo varie vicissitudini, sforzi e xdite di svariati decibel del mio udito, una trascrizione del file “suonodelteatro1,3”, circa 20 min d’ascolto. La trascrizione riporta, x quanto possibile, a parte qualke parola risultata incomprensibile, la forma del dialogo radiofonico. Ho aggiunto una suddivisione in argomenti che serve a spezzare tutta la trascrizione ed a individuare meglio le diverse tematiche affrontate. Di seguito allego anche dei frammenti sonori che, ovviamente, servono solo a dare un’idea e a contestualizzare meglio ciò di cui si parla.
Il file in questione riguarda, dopo la presentazione di Carlo INFANTE, l’ottimo ed interessantissimo intervento di Mino TORRIANO.

Allegato: suonodelteatro1,3.doc (33kB)
Questo file è stato scaricato 520 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-5-2003 at 08:03




Allegato: Gamelan.mp3 (96kB)
Questo file è stato scaricato 401 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-5-2003 at 08:06




Allegato: Frank ZAPPA.mp3 (68kB)
Questo file è stato scaricato 407 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-5-2003 at 08:08




Allegato: Teatro infantile.mp3 (56kB)
Questo file è stato scaricato 403 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-5-2003 at 08:10




Allegato: Feste & Tequila.mp3 (118kB)
Questo file è stato scaricato 423 volte

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Sabry
Member
***


Avatar


Risposte: 140
Registrato il: 14-11-2002
Provenienza: Leverano (Lecce)
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-5-2003 at 11:13
TOTALITARISMI???


Quota:
Originariamente scritto da Tambouriner
COLONNA SONORA esprime un concetto prettamente cinematografico. In particolare, assieme alla COLONNA DIALOGHI, e alla eventuale COLONNA RUMORI AMBIENTE, serve a rendere il senso sonoro alla pellicola. A me dà quel senso di “accompagnamento” che francamente mi sta stretto. Non rende invece quello che è il suono in campo teatrale.
In Antropologia Teatrale Eugenio BARBA parla di TESTO e SOTTOTESTO. In parole povere quello che esprimi con la parola (TESTO) e quello che esprimi con il corpo (SOTTOTESTO). Ma anche il suono o la musica è espressione. Ampliando il concetto di TESTO e SOTTOTESTO possiamo parlare di POLIFONIA ESPRESSIVA.
Il corpo, la parola e il suono si possono esprimere al contempo seguendo linee espressive che non sono all'unisono (nel senso che non dicono tutti e tre la medesima cosa), proprio come se fossero tre linee melodiche all'interno di una polifonia di tipo contrappuntistico.
In quest'ottica mi sembra riduttivo soffermarsi forzatamente su una singola linea espressiva, rischiando così di perdere la risultante di tutte le altre.
Dare libertà espressiva ad ogni MEDIUM ESPRESSIVO (PAROLA, CORPO, SUONO). ARMONIA e ACCORDO. Quanto fascino esprimono queste parole…
Gli estremismi troppo spesso degenerano in totalitarismi.
Cogliere l'intera polifonia e, se possibile, anche tutti gli armonici risultanti, è più appagante spiritualmente...


vedi, io non avevo intenzione di escludere la polifonia del suono teatrale. Sto lavorando sul cd cogliendo gli spunti che mi interessano maggiormente citando grandi compositori per poi ragionarci su. Probabilmente Castellucci, parlando di colonna sonora, pur usando un termine che tu definisci inadatto, intendeva comunque la tua stessa polifonia espressiva (anche perchè queste parole sono state pronunciate nel corso di una discussione, senza quella giusta concentrazione che si ha quando si scrive).
Sono d' accordo con te quando parli di diverse linee espressive che non sono all' unisono, ma non credi che sia giusto lanciare degli input (come fa il nostro prof. Infante), all' interno del forum, per meglio dibattere i punti focali del convegno?
Non sono d' accordo con te, invece, quando dici che gli estremismi degenerano in totalitarismi: sia che tu intendessi ciò in modo realistico, sia che lo intendessi metaforicamente, la tua affermazione è, a dir poco, esagerata! I totalitarismi ci sono stati e per fortuna di estremisti ce ne sono davvero pochi rispetto ai primi del novecento; come puoi definire una semplice soffermazione... un estremismo? e poi, ancora, un totalitarismo?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
 Pagine:  1  ..  4    6    8  ..  21

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 38.1% - SQL: 61.9%]