il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
 Pagine:  1  ..  15    17    19  ..  21
Autore: Oggetto: Il suono del teatro a Lecce
Sabry
Member
***


Avatar


Risposte: 140
Registrato il: 14-11-2002
Provenienza: Leverano (Lecce)
Utente offline

Modalità: Not Set

thumbup.gif Inviato il 8-7-2003 at 11:14


Quota:
Originariamente scritto da carlo
Quota:

(...)
cmq io sono disponibile nello scegliere frammenti del forum, perchè come dice Livio l' iniziativa deve partire dallo STAMMS:

<<< stop
un'informazione che non avete
koreja ha trovato risorse x pubblicare il libro da conservatorio e accademia di belle arti
a questo punto
ho detto: io in quanto curatore del convegno ( lo STAMMS non aveva un ruolo centrale) voglio concepire l'operazione in mopdo tale in cui entrino gli sguardi degli studenti espressi nel forum...
<<<


qui l' iniziativa c' è già stata, anche se ti ricordo che ci siamo fatti valere facendo delle proposte molto più belle ( rivalutiamo questo termine) ed ambiziose rispetto all' idea di un libro, come una radio sul web e un secondo convegno più particolareggiato. Non essere così pessimista, anche tra noi esiste la creatività, è solo che siamo ancora un pò troppo giovani e con così poca esperienza che non riusciamo a spingerci oltre un certo limite. Non sottovalutiamoci!

<<< qui si tratta di confrontarci sul campo
a partire dall'evento di melpignano il 23.07
<<<


IO CI SONO, ma sulla base di quali criteri dovrò selezionare? Devo prendere maggiormente le parti riguardanti il convegno in senso stretto o posso anche inserire i flash delle varie tematiche trattate, a prescindere dal convegno? Fatemi sapere!

<<< è opportuno individuare le sequenze del convegno e a partire da quelle stabilire degli insert

a vrò poco tempo x elaborare,
dal 15 al 18.07 circa

il 15 agli esami vi va d'incontrarmi?
mi rivolgo a chi è dipsonibile a ragionare sul progetto
in positivo
<<<


OK, individuerò il meglio e mi farò viva il 15, anche se credo di non poter partecipare attivamente al Melpignano festival, perchè sto lavorando... vedremo!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
virus
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 8-7-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 8-7-2003 at 15:19
il suono del teatro


è la prima volta che scrivo in questo forum, però posso affermare con certezza di essere rimasto soddisfatto del bellissimo esperimento radiofonico a koreja. La musica da me ascoltata è stata come un vortice che poroveniente dalla cuffia si diffondeva in me con un senso di leggerezza, credo sia questo il potere della musica, impeto e leggerezza, magia e ritmo il tutto nascosto nella mente ma pronto a venir fuori se opportunamente sollecitato. La musica evoca il sentimento, il suono chiama l'emozione, e mentre il sentimento toglie strada alle parole le mescola in un mondo senza tempo con spazi infiniti dove nulla è ciò che sembra essere e ciò che è niente, può diventare arte: il teatro
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 8-7-2003 at 21:14
al 15


Quota:


il 15 agli esami vi va d'incontrarmi?
mi rivolgo a chi è dipsonibile a ragionare sul progetto
in positivo
<<<


OK, individuerò il meglio e mi farò viva il 15, anche se credo di non poter partecipare attivamente al Melpignano festival, perchè sto lavorando... vedremo!


benissimo ci vediamo il 15.07
al teatrino
dalle ore 9,30 sono lì

ciao
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-7-2003 at 10:25
Cosa resterà????


"Cosa resterà di questi anni 80,afferrati e già scivolati via..." Prendo spunto dalla canzone di Raf scritta alla fine degli anni 80 quando già la musica iniziava a contaminarsi di "digitalizzazioni".Siamo arrivati al 2003 ed ora è praticamente tutto "digitalizzato"non c'è più quella musica che ascoltavo da bambina,fatta di strumenti suonati da persone dove l'emozione di ogni singolo suono riportava alla mente scenari in cui la musica prendeva forma e vita...Ovviamente questa è la mia impressione ora,riascoltando tale musica.
Oggi quegli scenari non ci sono più nella mia mente,tranne quando,al convegno,ho riascoltato le meravigliose opere di Zappa...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Lory Caiaffa & Anto Lala
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 28-6-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-7-2003 at 15:40
mmhh.....


Ragazzi non so cosa ne pensate voi.. ma io trovo che peter Grabriel sia fantastico.. non so come definire il suo tipo di musica.. e credo che non sia nemmeno così tanto facile come realizzarla.... credo che ad ogni singolo suono della sua musica, ci sia dietrouna storia e un inbridazione di molte culture..
Anto
io (lory) ascoltando la musica dello stesso, ho la percezione di ascoltare una mescolanza tra genere orientale e occidentale.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-7-2003 at 20:24
IL DIGITALE & L'ACUSTICO


Quota:
Originariamente scritto da ossyden
[...] Siamo arrivati al 2003 ed ora è praticamente tutto "digitalizzato"non c'è più quella musica che ascoltavo da bambina,fatta di strumenti suonati da persone dove l'emozione di ogni singolo suono riportava alla mente scenari in cui la musica prendeva forma e vita...Ovviamente questa è la mia impressione ora,riascoltando tale musica.
Oggi quegli scenari non ci sono più nella mia mente,tranne quando,al convegno,ho riascoltato le meravigliose opere di Zappa...


Proprio ieri ho visto l’approfondimento di Quark sull’improvvisazione Jazz. Uno dei musicisti ke ha fatto 1 dimostrazione insieme a Piero ANGELA al pianoforte (!) diceva ke nel Jazz non si usano quasi più contrabbasso e pianoforte sostituiti, rispettivamente, da basso elettrico e tastiera elettronica. Questo solo x 1 semplice comodità nel trasporto! Oppure ripenso a José Hangel Hevia (ve lo ricordate qualke anno fa? Ke fine ha fatto?) ke ha inventato e brevettato una cornamusa elettronica. Ma penso anke a Gianni PERILLI (avete presente la sigla di Linea BLU su RAI 1?) ke ha fatto con la ciaramella tutto il possibile e oltre, portandola nel JAZZ.
Forse l’esplosione della Musica Etnica o World Music (ke comunque designa una certa musica etnica già “contaminata”) è nata proprio dalla saturazione parossistica del suono elettronico. Ci si era talmente abituati alle sonorità elettronike ke quelle “tradizionali” sembravano nuove. Vallo a saxe…
Alla fine è solo questione di sensibilità musicale dell’artista e dell’ascoltatore. Oggi c’è posto x tutti. Anke x quelli ke, con la scusa della CONTAMINAZIONE, nascondono un mancato approfondimento delle sonorità a musicalità cui dicono di attingere…
Come dice Carlo INFANTE in SdT1,2:
DEMENZIALE! Veramente un sistema DEMENZIALE!

BACI a Una simpatica intellettuale che non nasconde mai quello che ha dentro
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

biggrin.gif Inviato il 10-7-2003 at 09:00


Grazie per la simpatica intellettuale....Io dico sempre quello che penso perché non farlo,tanto le opinioni negative piovono su di me sulla mia voglia di essere incontaminata come la musica anni 80 che io ritengo sia la migliore in assoluto...
La mia percezione della musica come teatro dell'ascolto rimane sempre intoccabile dalle nuove influenze,parlo sempre di quella contaminazione che l'uomo ha "creato" "grazie" all'evoluzione tecnologica;comunque grazie per avermi risposto.

View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
virus
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 8-7-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-7-2003 at 15:38


La musica è una fiera dell'imprevisto dove il suono è una gestualità del teatro astratta, l'intensità di un suono prodotto può essere paragonata all'espressività ed al coinvolgimento di un gesto teatrale. Si parla quindi di gesto sonoro quasi a rafforzare questo binomio inscindibile, secondo me, teatro/musica.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
gabriele
Member
***




Risposte: 25
Registrato il: 9-10-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-7-2003 at 15:42


SIAM TRE PICCOLI PORCELLIN
SIAMO TRE MAIALIN
MAI NESSUN CI DIVIDERà
PONZI
PONZI

View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Sabry
Member
***


Avatar


Risposte: 140
Registrato il: 14-11-2002
Provenienza: Leverano (Lecce)
Utente offline

Modalità: Not Set

wink.gif Inviato il 10-7-2003 at 16:18
DAL PROFONDO


Quota:
Originariamente scritto da ossyden
"Cosa resterà di questi anni 80,afferrati e già scivolati via..." Prendo spunto dalla canzone di Raf scritta alla fine degli anni 80 quando già la musica iniziava a contaminarsi di "digitalizzazioni".Siamo arrivati al 2003 ed ora è praticamente tutto "digitalizzato"non c'è più quella musica che ascoltavo da bambina,fatta di strumenti suonati da persone dove l'emozione di ogni singolo suono riportava alla mente scenari in cui la musica prendeva forma e vita...Ovviamente questa è la mia impressione ora,riascoltando tale musica.
Oggi quegli scenari non ci sono più nella mia mente,tranne quando,al convegno,ho riascoltato le meravigliose opere di Zappa...


è vero, un insieme di emozioni io le provo solo ascoltando Carmen Consoli con la chitarra; Pino Daniele e Fiorella Mannoia in tour; Michele Zarrillo con il suo bel pianoforte e tanti altri, e poi che bello ascoltare, con un accompagnamento strumentale lieve e dolce, la voce vera ed emozionata di una brava cantante che non esce dalla bocca, ma dall' anima... dal profondo!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-7-2003 at 19:05
TI SVELI?!?


Quota:
Originariamente scritto da Svelami...
che bello scrivere tanto per... ogni riferimento è puramente casuale

Lascia xdere i porcellini, tesoro!
Lasciami qualke tuo tag sul suono, sul teatro, sul suono del teatro, sul teatro del suono o su quello ke vuoi tu...
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 10-7-2003 at 19:10
PROFILI VACUI...


Quota:
Originariamente scritto da ossyden
Grazie per la simpatica intellettuale....Io dico sempre quello che penso perché non farlo,tanto le opinioni negative piovono su di me [...]comunque grazie per avermi risposto.

Possibile ke nessuno si ricorda mai quello ke scrive nel proprio profilo?
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

thumbup.gif Inviato il 11-7-2003 at 09:30
Il colore dei suoni.


Avete mai pensato che ogni suono abbia un colore?Io sono un pò fissata su questa cosa.Ogni qual volta che ascolto un qualunque suono,prodotto da musica o da altro(battito di mani,una cosa che cade,quando digitiamo dalla nostre tasiere "cybernetiche")penso che questo riportato all'interno del mio immaginario possa avere un colore.Non sono matta.Pensate un pò al battito delle mani che colore può avere???Per me per esempio può essere blu perchè questo colore mi riporta a sensazioni positive.
Chi mi conosce sa che ho proposto questa domanda più volte sui colori ma l'idea mi piace troppo....
Ciao a tutti!!!!!!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-7-2003 at 09:48
IDEA DI SUONO DEL TEATRO SECONDO UNA SIMPATICA INTELLETTUALE.


Ciao a tutti. Vorrei esporre in brevi e coincise parole la mia idea di suono del teatro.
Allora come ho sempre ribadito,il suono e il teatro sono due cose che possono perfettamente amalgamarsi l'un l'altro.
Un giorno sono andata a teatro ma non per vedere uno spettacolo ma perchè volevo guardarne ogni particolare,per capire cosa potesse rievocare alla mente.In quel momento il teatro era vuoto e ho pensato al silenzio,come Lalla ha detto in uno dei suoi interventi.Ho ascoltato il suo silenzio,quel silenzio fatto di parole non dette,e gesti che non c'erano.
Nella mia mente allora si è creato il mio suono del teatro.Io ero lì sul quel palco a riempire col suono della mia voce quel silenzio che ancor prima coronava il mio pensiero.Il suono della propria voce,nessuno mai ha pensato di riempire il teatro di sè??Ma non solo i miei gesti,la mia mimoritmica che esprimeva il mio ego, e tutto ciò accompagnato da i suoni meravigliosi di tamburi,violini,pianoforti...
Sarà bizzarra come idea ma io ci ho pensato davvero a lungo prima di scrivere tutto questo....Questo è il mio suono del teatro...bizzarro ripeto ma sincero.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Lory Caiaffa & Anto Lala
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 28-6-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-7-2003 at 09:53


Troviamo le voci corali un pò grottesche, le associamo al mistero divino. vengono proposte anche per dare forti emozioni specie nello spettatore che sentendole fa un processo di retrospezione nella mente che crediamo si dissocia dalle immagini visibili in teatro per concetrarsi su se stesso nel ricercare il proprio essere.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

biggrin.gif Inviato il 11-7-2003 at 10:01


Quota:
Originariamente scritto da gabriele
SIAM TRE PICCOLI PORCELLIN
SIAMO TRE MAIALIN
MAI NESSUN CI DIVIDERà
PONZI
PONZI


mah certe volte rimango veramente scioccata dai tuoi interventi del tutto inappropiati
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-7-2003 at 13:26


Quota:
Originariamente scritto da Lory Caiaffa & Anto Lala
Troviamo le voci corali un pò grottesche, le associamo al mistero divino. vengono proposte anche per dare forti emozioni specie nello spettatore che sentendole fa un processo di retrospezione nella mente che crediamo si dissocia dalle immagini visibili in teatro per concetrarsi su se stesso nel ricercare il proprio essere.

La ricerca del teatro dell'immaginazione parte anche da noi stessi per poi trasmettere agli altri quelle emozioni che solo ke persone + sensibili riescono a percepire creando a loro volta un'altro teatro trasmettibile agli altri e così via...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-7-2003 at 13:46
lo so....


Quota:
Originariamente scritto da Tambouriner
Quota:
Originariamente scritto da ossyden
Grazie per la simpatica intellettuale....Io dico sempre quello che penso perché non farlo,tanto le opinioni negative piovono su di me [...]comunque grazie per avermi risposto.

Possibile ke nessuno si ricorda mai quello ke scrive nel proprio profilo?

vedi che ricordo quello che ho scritto LIVIO!!!!!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

cool.gif Inviato il 11-7-2003 at 14:26


Estratto del convegno 28 febbraio 2003 presso i teatri KOREJA.
MINO TORRIANO DOCENTE DI BELLE ARTI
"Il suono che precede la musica è un'idea più forte di quello che può sembrare...considerando che negli anni 50 nelle avanguardie accademiche il suono diventava un elemento fisico...elementi fondamentali sonorità pure,vibrazioni,oscillazioni,ed ELEMENTI VOCALI che si rifacevano al raga indiano...cio ha ispirato il minimalismo"...ecco cosa volevo dire io quando parlavo di vocalità...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ossyden
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 19-2-2003
Provenienza: Taranto
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-7-2003 at 14:37


Quota:
Originariamente scritto da Sabry
Quota:
Originariamente scritto da ossyden
"Cosa resterà di questi anni 80,afferrati e già scivolati via..." Prendo spunto dalla canzone di Raf scritta alla fine degli anni 80 quando già la musica iniziava a contaminarsi di "digitalizzazioni".Siamo arrivati al 2003 ed ora è praticamente tutto "digitalizzato"non c'è più quella musica che ascoltavo da bambina,fatta di strumenti suonati da persone dove l'emozione di ogni singolo suono riportava alla mente scenari in cui la musica prendeva forma e vita...Ovviamente questa è la mia impressione ora,riascoltando tale musica.
Oggi quegli scenari non ci sono più nella mia mente,tranne quando,al convegno,ho riascoltato le meravigliose opere di Zappa...


è vero, un insieme di emozioni io le provo solo ascoltando Carmen Consoli con la chitarra; Pino Daniele e Fiorella Mannoia in tour; Michele Zarrillo con il suo bel pianoforte e tanti altri, e poi che bello ascoltare, con un accompagnamento strumentale lieve e dolce, la voce vera ed emozionata di una brava cantante che non esce dalla bocca, ma dall' anima... dal profondo!

Si è vero sia Pino Daniele che Carmen Consoli mi danno delle emozioni fortissime (il primo Pino Daniele "Napul è)ma non riesco a non pensare alla meravigliosità delle sonorità anni 80 (I like Chopin chi non la ricorda???)...cmq penso che oggi gli artisti degni di questo sostantivo siano da ricercare in Battiato che nelle sue meravigliose opere riesce a dare il meglio di sè in tutte le forme e le espressioni sonoro-vocali.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 11-7-2003 at 18:36
IL RITORNO DEL SUONO GIALLO


Quota:
Originariamente scritto da ossyden
Avete mai pensato che ogni suono abbia un colore?Io sono un pò fissata su questa cosa.Ogni qual volta che ascolto un qualunque suono,prodotto da musica o da altro(battito di mani,una cosa che cade,quando digitiamo dalla nostre tasiere "cybernetiche")penso che questo riportato all'interno del mio immaginario possa avere un colore.Non sono matta.Pensate un pò al battito delle mani che colore può avere???Per me per esempio può essere blu perchè questo colore mi riporta a sensazioni positive.
Chi mi conosce sa che ho proposto questa domanda più volte sui colori ma l'idea mi piace troppo....
Ciao a tutti!!!!!!


Quota:
Originariamente scritto da Tambouriner
Carlo INFANTE suonodelteatro1,2.mov
Esiste una dimensione specifica del suono in quanto teatro. Già Kandisky in qualche modo l’aveva intuito, non so chi di voi ha presente il “suono giallo” di Kandisky: era forse uno degli esempi di teatro musicale più bello, a cui personalmente sono molto legato. Forse è stata un elemento di partenza per la mia sensibilità di critico teatrale di allora quando già negli anni ’70 iniziai a occuparmi di teatro e per me il teatro era molto legato alla dimensione sonora. Il teatro della mia generazione. Il teatro della post-avanguardia il teatro di ricerca di quegli anni.



APPROFONDIMENTI:

http://www.mostra.artv.it/kandinsky.htm

http://www.varesegallery.com/visita/kandinskij.htm

http://www.accademiacarrara.bergamo.it/iniziat/cnmm/intfagon.htm

http://users.unimi.it/~gpiana/dm3/dm3bikmb.htm
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Svelami...
Member
***




Risposte: 15
Registrato il: 10-7-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

smile.gif Inviato il 11-7-2003 at 21:14
SVELATI...


Quota:
Originariamente scritto da Tambouriner
Quota:
Originariamente scritto da Svelami...
che bello scrivere tanto per... ogni riferimento è puramente casuale

Lascia xdere i porcellini, tesoro!
Lasciami qualke tuo tag sul suono, sul teatro, sul suono del teatro, sul teatro del suono o su quello ke vuoi tu...


perchè dovrei svelarmi? e perchè mi chiami tesoro? comunque ti consiglio di svelarti, perchè in questo forum c' è più gente anonima che si iscrive col proprio nome piuttosto che me!
ogni riferimento è puramente casuale.
hai presente quando i corpi di due innamorati si trovano perfettamente in armonia con la natura che li ama e con i loro sensi? posso sembrare un pò troppo out, ma credo che l' armonia delle loro sensazioni, dei loro desideri, dei loro istinti che li porta a fare l' amore, in qualche modo, possa congiungersi con l' equilibrio delle note, del tempo, delle chiavi e delle alterazioni che invadono una partitura musicale. è incredibile quanto sia "matematica" la musica e quanto, al contempo, sia segreta, avvolta da un certo alone di mistero... tutta da svelare! è questo il vero fascino del suono del teatro: vuole essere scoperto; ...l' attrazione dell' anima ( come diceva Sabry).
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Tambouriner
Member
***


Avatar


Risposte: 154
Registrato il: 20-3-2003
Provenienza: Uno dei paesi del Salento Brindisino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 12-7-2003 at 08:21
Vivere nell’attesa dell’attimo


Quota:
Originariamente scritto da Svelami...
perchè dovrei svelarmi? e perchè mi chiami tesoro? comunque ti consiglio di svelarti, perchè in questo forum c' è più gente anonima che si iscrive col proprio nome piuttosto che me!
ogni riferimento è puramente casuale.
hai presente quando i corpi di due innamorati si trovano perfettamente in armonia con la natura che li ama e con i loro sensi? posso sembrare un pò troppo out, ma credo che l' armonia delle loro sensazioni, dei loro desideri, dei loro istinti che li porta a fare l' amore, in qualche modo, possa congiungersi con l' equilibrio delle note, del tempo, delle chiavi e delle alterazioni che invadono una partitura musicale. è incredibile quanto sia "matematica" la musica e quanto, al contempo, sia segreta, avvolta da un certo alone di mistero... tutta da svelare! è questo il vero fascino del suono del teatro: vuole essere scoperto; ...l' attrazione dell' anima ( come diceva Sabry).

Svelarmi?!?
Se vuoi svelarmi da sola allora leggi tutti i miei interventi nella discussione de “Il suono del teatro a Lecce” e in “Corso di Informatica Multimediale. Teoria e tecniche del teatro in ambiente digitale, a Lecce” e non solo fra gli ultimi vomitati nel Forum tanto x esserci…
Quota:
Originariamente scritto da Svelami...
ogni riferimento è puramente casuale.

Se hai bisogno d’altro kiedi a sabry ke è 1 po’ la mia biografa ufficiale o vai a leggere il mio intervento dell’8-6-2003 Il Suono del Teatro avvolge.

Vorrei essere melisma leggermente variando su di te nota… come un colibrì quando s’avvicina a un fiore per tastarne il nettare…

Vorrei essere melodia su di te melodia nel contrappunto della vita. Per vivere parallelamente nel desiderio di incontrarci – anche un solo attimo – e poi lasciarci e vivere nuovamente nell’attesa di quell’attimo…

Vorrei essere suono per poterti avvolgere con tutte le vibrazioni del mio desiderio…
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Svelami...
Member
***




Risposte: 15
Registrato il: 10-7-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

wink.gif Inviato il 12-7-2003 at 13:08
SVELATI...


Quota:
Originariamente scritto da Tambouriner
Svelarmi?!?
Se vuoi svelarmi da sola allora leggi tutti i miei interventi nella discussione de “Il suono del teatro a Lecce” e in “Corso di Informatica Multimediale. Teoria e tecniche del teatro in ambiente digitale, a Lecce” e non solo fra gli ultimi vomitati nel Forum tanto x esserci…

**già fatto, conosco bene tutti e due i forum, ho avuto tanto tempo per leggerti e riflettere su tutti gli interventi di tutti!**

Quota:
Originariamente scritto da Svelami...
ogni riferimento è puramente casuale.

Se hai bisogno d’altro kiedi a sabry ke è 1 po’ la mia biografa ufficiale o vai a leggere il mio intervento dell’8-6-2003 Il Suono del Teatro avvolge.

**per quale motivo Sabry è la tua biografia ufficiale? vi conoscete bene?**

Vorrei essere melisma leggermente variando su di te nota… come un colibrì quando s’avvicina a un fiore per tastarne il nettare…

Vorrei essere melodia su di te melodia nel contrappunto della vita. Per vivere parallelamente nel desiderio di incontrarci – anche un solo attimo – e poi lasciarci e vivere nuovamente nell’attesa di quell’attimo…

Vorrei essere suono per poterti avvolgere con tutte le vibrazioni del mio desiderio…


**lo sai, credo che la poesia aiuti gli uomini a conoscersi e a conoscere se stessi, ... la poesia detta le parole alla musica...,
e con questo non voglio dire che la musica sia subordinata, anzi, musica e poesia camminano parallelamente verso un sentiero dolce e piano, fin dentro ad una culla che avvolge lieve un piccolo che dorme soave ed innocente.
non vorrei svelarti, ti ho chiesto espressamente di svelarti, e in qualche modo lo stai facendo, con le tue citazioni e le tue poesie. a proposito: le vibrazioni del desiderio... in queste tue parole ho trovato un pò le mie e, a pensarci bene, ho riflettuto sull' armonia dei corpi di cui parlavo ieri e mi è venuto alla mente di paragonare quell' armonia al calore, sì, il calore di due corpi che, istintivamente, si attraggono come due calamite e ritrovano insieme quella pace che tanto cercavano. calore su calore l' armonia è una sola- nota su nota l' armonia è unica, ancora sonante nella mia mente... **
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Svelami...
Member
***




Risposte: 15
Registrato il: 10-7-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 12-7-2003 at 13:20


Quota:
Originariamente scritto da carlo

<<< qui si tratta di confrontarci sul campo
a partire dall'evento di melpignano il 23.07
<<<


a quanto ho capito faremo degli incontri con gli artisti prima delle loro esibizioni, vorrei confrontarmi con loro e con gli altri del forum, DE Gregori è uno dei cantautori che sta facendo la storia italiana e Ascanio Celestini è un artista giovane, emergente che sta riscuotendo molto successo, bravo e in gamba... ma una sola domanda: potremmo avere alcuni biglietti per noi o comunque avere degli sconti? grazie
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
 Pagine:  1  ..  15    17    19  ..  21

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 47.4% - SQL: 52.6%]