il FORUM di TEATRON.org

Arte e Cultura Digitale_ IED,TO 2003

carlo - 30-10-2003 at 17:02

apriamo il forum
come quaderno di appunti e di confronto

poi
x alcuni aspetti si migrerà nella piattaforma IDK_ Digital Kitchen che verrà predisposta a giorni

ecco ora il piano, con suggerimenti di testi e link

Contenuti

L’articolazione del corso si basa sulla visione di repertori video, multimediali e on line, per stabilire una relazione tra pensiero culturale e sperimentazioni dei nuovi linguaggi digitali.
Lo sviluppo teorico (sempre interconnesso alle esperienze prese in esame) sarà centrato sull’analisi d’alcuni concetti chiave da rielaborare nei costanti interventi sul forum on line e nella progettualità in fieri.

1. L’antropologia ludico-libidinale del cyberspazio: l’homo ludens e la Società dell’Informazione

2.Il nuovo nomadismo: la flessibilità psicologica, e gli scenari in movimento continuo.

3.L’edutainment: giocare e imparare navigando

4.Corpi, mondi elettronici e mutazione

5.La drammaturgia dell’interattività: interfacce, nuovo spazio-tempo, percezione

6.La rete come nuova scena virtuale: dalla net-art alla web experience

7.Digital Story-telling: narrare in ambiente digitale

8.L’arte dello spettatore in rete: tra partecipazione e memoria del presente

9.La scrittura mutante: dall’ipertesto d’autore alla fiction interattiva

10.I format post-televisivi

11.Performing Media: spettacolarità interattiva, cross-media, marketing del territorio

Letture e link consigliati

Carlo Infante, “Imparare giocando. L’interattività tra teatro e ipermedia”, Torino, Bollati Boringhieri, 2000

Sherryl Turkle, “La vita sullo schermo”, Milano, Apogeo 1996

Derrick De Kerckhove, “Brainframes. Mente,tecnologia,mercato”, Bologna, Baskerville 1993

Edgar Morin, “La testa ben fatta“, Milano, Cortina 2000

Francesco De Biase- Aldo Garbarini, “HiTech-Hi Touch”, Torino, Utet 2002

Alfredo Ronchetta, “Architetture della conoscenza. Teoria e metodi della progettazine multimediale”, Torino,Celid 2002

Howard Rheingold,"SmartMob",Milano,Cortina 2003


http://www.teatron.org/punto_vista_vita.html

http://www.teatron.org/corpielettro/corpi_elettroniche.html

http://www.teatron.org/impararegiocando
http://www.teatron.org/ade

http://www.trovarsinrete.org/scrittura.htm
http://www.ars-media.it/id3

http://www.labiennale.org/blogwork/

http://www.teatron.org/webtag/

x ora basta






kurt_cobain - 30-10-2003 at 18:16

volevo solo dire...

primo! =D



e volevo anche dire...
che il significato di propriocezione non l'ho trovato(su internet), ma ho trovato quello di propriocettore:

s. m. (anat.) recettore che raccoglie gli stimoli provenienti dall'interno di un organo.


Appena ho un sec apro un dizionario... Ora devo proprio uscire...

Ciao a todos!

serendipity

carlo - 30-10-2003 at 19:27

Quota:
Originariamente scritto da kurt_cobain
volevo solo dire...

primo! =D

>>> sei stato velocissimo!

un vero cow boy della consolle

(è una citazione... sapete a chi faccio riferimento?)

altra cosa:
vi invitavo a individuare i punti tematici che + v'ispirano

qual'è il punto che vorresti sviluppare
?
fammi sapere
<<<

e volevo anche dire...
che il significato di propriocezione non l'ho trovato(su internet), ma ho trovato quello di propriocettore:

s. m. (anat.) recettore che raccoglie gli stimoli provenienti dall'interno di un organo.


Appena ho un sec apro un dizionario... Ora devo proprio uscire...

Ciao a todos!


<<<
bene,
usare i motori di ricerca
appena abbiamo un'idea da verificare è eccellente...
può far trovare cose che non si cercano...
avete mai sentito parlare di serendipity?

magari cercatelo in google...

cercando propriocettivo su google ho invece trovato questo
mi sembra interessante non poco
http://digilander.libero.it/sentiero3/articoli.htm
<<<

Mostra sul giappone

Ciube - 30-10-2003 at 21:10

Volevo ricordarvi che nella prossima lezione parliamo della mostra sul giappone a palazzo barolo.

ciauuuu

andate a vederla, se v'ispira

carlo - 30-10-2003 at 21:16

Quota:
Originariamente scritto da Ciube
Volevo ricordarvi che nella prossima lezione parliamo della mostra sul giappone a palazzo barolo.

ciauuuu


ok
la mostra non è starordinaria

anche se la sezione sui "manga" è curiosa
vale la pena

perchè non andate a vederla e ne parliamo qui?

magari coinvolgo la curatrice, Marina Leonardini
che può dirci qualcosa di +

ma dipende dal vostro tasso di curiosità
e dalla vostra capacità di elaborare delle domande interessanti

Ciube - 30-10-2003 at 21:23

sono stra interessato alla mostra... è circa un anno che sto coltivando un piacevole fascino verso l'oriente quindi non esiste invito migliore

swedish - 31-10-2003 at 00:42

Un applauso a Marco che ci battuti tutti quanti!

E' molto tardi, quindi lo studio sulla propiocezione lo rimando a ore diurne.
Quello che volevo dire è che l'argomento dell'interfaccia è stimolante. Il digitale come protesi...mica un concetto da poco...Corpi, mondi elettronici e mutazione. Sembra la base per una sceneggiatura di Interceptor. I like it!
CiaU Piero

Maccosa - 31-10-2003 at 01:03

Ci sono anche io!
Anche io...come swedish sono rimasta colpita dal discorso riguardanti le interfaccie.
Girovagando per la rete ho trovato questo articolo che parla della storia delle interfaccie grafiche utilizzate dai sistemi operativi.
Lo potete trovare qui!
Era interessante vedere durante la spigazione come l'immagine di standby(quindi un'interfaccia) del videoregistratore (la scritta nec per intenderci) proiettata sul corpo del nostro docente riusciva a cambiare con i suoi movimenti. Le lettere si distorcevano e si animavano...anche se era un'immagine fissa.
Esempio di interazione tra uomo e macchina con movimenti del corpo.

Maccosa - 31-10-2003 at 01:15

Quota:
Originariamente scritto da kurt_cobain
volevo solo dire...

primo! =D



e volevo anche dire...
che il significato di propriocezione non l'ho trovato(su internet), ma ho trovato quello di propriocettore:

s. m. (anat.) recettore che raccoglie gli stimoli provenienti dall'interno di un organo.


Appena ho un sec apro un dizionario... Ora devo proprio uscire...

Ciao a todos!


cercando su internet ho trovato queste due righe che spiegano a mio parere abbastanza bene cos'é la propriocezione.
La trovi QUI!

il corpo/schermo

carlo - 31-10-2003 at 09:12

Quota:
Originariamente scritto da Maccosacercando su internet ho trovato queste due righe che spiegano a mio parere abbastanza bene cos'é la propriocezione.
La trovi QUI!


<<<

ho l'impressione che abbiate scritto dallo stesso PC senza fare logout

sbaglio?

se non fate logout chi scrive sullo stesso PC firma con il vs nome!

il dibattito sulla propriocezione procede bene
è complesso
ma dal vostro link è possibile giungere ad una comprensione chiara
anche con degli esperimenti semplici
ed emblematici...

sul mio fronte
un pò + teorico (concedetemelo)
vi consiglio di leggere le pg che v'ho linkato da cui estraggo una frase muy interessante

"Pensare al corpo come forma relazionale, significa considerare il corpo nella sua essenza come atto comunicativo"

ha molto a che fare con quell'immagine del corpo/schermo...
no?

ragazzi
è di interaction design che si tratta

haiku

carlo - 31-10-2003 at 09:37

Quota:
Originariamente scritto da swedish
Un applauso a Marco che ci battuti tutti quanti!

E' molto tardi, quindi lo studio sulla propiocezione lo rimando a ore diurne.
Quello che volevo dire è che l'argomento dell'interfaccia è stimolante. Il digitale come protesi...mica un concetto da poco...Corpi, mondi elettronici e mutazione. Sembra la base per una sceneggiatura di Interceptor. I like it!
CiaU Piero

bene

leggi qui

è un haiku thinking tratto dal web della biennale
http://blogwork.gluebalize.com/index.php?action=detail&cat=1&p=3&ID...

Maccosa - 31-10-2003 at 16:50

Quota:
Originariamente scritto da carlo

ho l'impressione che abbiate scritto dallo stesso PC senza fare logout

sbaglio?

se non fate logout chi scrive sullo stesso PC firma con il vs nome!


Errore! :)
ero sempre io a mandare entrambi i messaggi...
poi era fisicamente impossibile il discorso del logout visto che dal mio computer posto i messaggi solo io! :)

swedish - 1-11-2003 at 02:51

"Ora iniziamo ad interrogarci
se è possibile concepire la condivisione di un altro spazio-tempo,
come quello digitale delle reti in particolare. "

La rete sta diventando sempre meno virtuale e sempre più reale. Chat, forum, videoconferenze: non sono più "attività", in un certo modo sono luoghi, come il bar, lo IED, la sala prove (per i musicisti!!!!), Forse continueremo a chiamarla virtuale perchè non la possiamo toccare, e non la potremo MAI toccare, percepire come odore o come superficie, ma potremo certo renderla meno sterile.

identità multiple

carlo - 1-11-2003 at 09:36

Quota:
Originariamente scritto da Maccosa
Quota:
Originariamente scritto da carlo

ho l'impressione che abbiate scritto dallo stesso PC senza fare logout

sbaglio?

se non fate logout chi scrive sullo stesso PC firma con il vs nome!


Errore! :)
ero sempre io a mandare entrambi i messaggi...


<<< supponevo
ma non osavo pensarlo...
(sto scherzando)
lo sai che si tratta di gioco schizofrenico
e che la schizofrenia è latente in ciascuno di noi?
e che la pratica (diffusissima) delle identità multiple in rete (intervenire con + nickname) è muy interessante

tieni conto che in alcuni workshop che ho curato sul networking
l'ho usata come "materia" di studio e di operatività didattica...
<<<





poi era fisicamente impossibile il discorso del logout visto che dal mio computer posto i messaggi solo io! :)


<<< fisica?
<<<

connessione interumana

carlo - 1-11-2003 at 09:37

Quota:
Originariamente scritto da swedish
"Ora iniziamo ad interrogarci
se è possibile concepire la condivisione di un altro spazio-tempo,
come quello digitale delle reti in particolare. "

La rete sta diventando sempre meno virtuale e sempre più reale. Chat, forum, videoconferenze: non sono più "attività", in un certo modo sono luoghi, come il bar, lo IED, la sala prove (per i musicisti!!!!), Forse continueremo a chiamarla virtuale perchè non la possiamo toccare, e non la potremo MAI toccare, percepire come odore o come superficie, ma potremo certo renderla meno sterile.

<<<
perfetto
ci siamo

qui e ora
asincronici ma in connessione
reale
interumana
<<<

Maccosa - 1-11-2003 at 13:08

Quota:
Originariamente scritto da carlo
<<< supponevo
ma non osavo pensarlo...
(sto scherzando)
lo sai che si tratta di gioco schizofrenico
e che la schizofrenia è latente in ciascuno di noi?
e che la pratica (diffusissima) delle identità multiple in rete (intervenire con + nickname) è muy interessante


Il gioco delle multi-identità in rete é una cosa molto interessante. Io ne sono una prova vivente! :D
"Vivo" in internet dal '95 e uso le chat dallo stesso tempo. Ogni sera ero presente sulla stessa chat e tutte le sere erano le solite persone con le loro solite parole..
Abbiamo deciso di scambiarci i ruoli..oppure di crearci nuove identità. In modo da "rinascere" in un mondo dove é possibile morire ma si resta pur sempre attaccati ad un cordone ombelicale difficile da tranciare.
Ognuno di noi usando ogni giorno la rete lasciamo impronte digitali sparse ovunque (non solo sulla nostra tastiera o sul mouse!! :) ). Perché le nostre parole (anche queste che sto scrivendo su questo forum) rimarranno intatte finché il server non sarà down. Questo potrebbe succedere a momenti...oppure mai.
Quindi quando si cambiano identità (e io lo faccio spesso)per molti versi riusciamo a cambiare noi stessi.
Si cambiano identità in base allo stato d'animo, agli interessi. Ma noi siamo frutto di multi-identità nella realtà. E così lo saremo nella rete.

Maccosa - 1-11-2003 at 13:18

Quota:
Originariamente scritto da swedish
La rete sta diventando sempre meno virtuale e sempre più reale. Chat, forum, videoconferenze: non sono più "attività", in un certo modo sono luoghi, come il bar, lo IED, la sala prove (per i musicisti!!!!), Forse continueremo a chiamarla virtuale perchè non la possiamo toccare, e non la potremo MAI toccare, percepire come odore o come superficie, ma potremo certo renderla meno sterile.


Verissimo. Stiamo plasmando la rete attorno alle nostre esigenze e alle nostre preferenze. Basta vedere gli stessi siti internet come sono cambiati. Stiamo modificando l'interfaccia (in questo caso più che altro grafica) per poter gestire meglio l'intero sistema che gira dietro.
Il progetto IDK probabilmente per certi versi si appoggia a questo. Si é preso come esempio un luogo (la cucina) in modo da dare la sensazione all'utente che lo userà di essere dentro uno spazio definito e virtuale/reale.

Daisy - 1-11-2003 at 15:45

TUTTO CIO' KE VERRA' SCRITTO IN QUESTO MSG,
SARA' USATO CONTRO DI ME/MEDESIMO/STESSO/

Bè....volevo solo .....ehm....
... ci sono ank'io!

è vero ho fatto la spugna dei vostri msg....nn fa bella figura vero?!

Lo so questo è un forum di discussione...cioè...ognuno dice
la propria su un argomento comune...
ho tanto da dire....ma PER ORA è nulla (quanto mi piacciono i controsensi)

Gli argomenti?!
bè sono..."intrippata"-INCUUUURIOSITA....e nn vedo l'ora di saperne ank'io
di più per dire anke la mia e altro...
mi hanno dato uno spazietto e per ora timidamente lo sfrutto così....

sprecato?!...nn so...probabile, ma imparo in fretta...e rimpiangerete il momento
in cui ho preso confidenza!!!!
(magari la prossima puntata sono colta da un'incredibile illuminazione e saprò rispondere alla domanda...ehehehe)

P.S.= ABBIAM INCOMINCIATO L'ANNO...E NN HO FATTO ANCORA UN INBOCCA AL LUPO A TUTTI!! ;-)

swedish - 2-11-2003 at 02:35

In giro per la rete ho troato a questo URL: http://www.easytechitalia.com/html_ita/proprioception.html

un piccolo articolo sulla propriocezione, analizzata ai fini sportivi.

Ecco un sunto:

Il sistema propriocettivo
Propriocezione: insieme dei messaggi inviati al sistema nervoso centrale da terminazioni specializzate (propriocettori), localizzate nella capsula articolare, legamenti, tendini e muscoli.

Il Sistema Propriocettivo è formato dai recettori periferici:

recettori tattili - cutanei
meccanocettori
organi muscolo-tendinei del Golgi
terminazioni libere

Questi recettori periferici, insieme a quelli visivi (informazioni sulla situazione ambientale) e vestibolari (informazione sulle accelerazioni lineari ed angolari), mandano costantemente informazioni al sistema nervoso centrale.

Quest¹ultimo integra ed elabora il messaggio e invia impulsi efferenti agli effettori cioè ai muscoli interessati, con l¹obiettivo di avere un movimento economico, funzionalmente valido e coordinato che salvaguardi l¹integrità biologica dei tessuti.


Pamy - 2-11-2003 at 15:59

...eccomi qui....
volevo ank'io dire qualcosa sul programma del corso...ho trovato i punti elencati molto molto interessanti...mi hanno molto incuriosito...

..anche se in questo momento sono poco informata su questi argomenti....vorrei comunque iniziare a saperne di più....!!!


ludico-libidinale

carlo - 3-11-2003 at 07:16

Quota:
Originariamente scritto da Pamy
...eccomi qui....
volevo ank'io dire qualcosa sul programma del corso...ho trovato i punti elencati molto molto interessanti...mi hanno molto incuriosito...

<< partiamo bene
la curiosità
è pulsione di desiderio:
...ludico-libidinale...
ricordi?
<<<


..anche se in questo momento sono poco informata su questi argomenti....vorrei comunque iniziare a saperne di più....!!!

<<<
okok
ma
prova ad indicare dei punti precisi:
è un'indicazione che attendo da voi
x il prossimo incontro!!!
<<<

ma siamo davvero pronti?

Psyco - 3-11-2003 at 18:33

Voglio capire.
Voglio sentire.
Voglio percepire.
Voglio toccare.
Voglio gustare.
Ma non voglio subire.

Paradossalmente ragionando mi piace entrare nell’anima più profonda dell’essere umano e respirare tutti quei profumi inzuppati di emozioni cromatiche e di sentimenti sensoriali, e nello stesso tempo una volta varcata la soglia di questo giardino non mi piace la paura che mi assale per via del coinvolgimento emotivo-corporale che ne deriva….
Il non poter più tornare indietro ….non poter digitare control+ Z…
Ormai mi son buttata.
Ho oltrepassato l’interfaccia.

Ecco, l’Interfaccia, ok, mi piace l’idea.
Ma cosa c’è dietro?
Cosa vuole coprire?
Come deve essere tradotta?
Come utilizzata?

Ho paura.

Forse sono io che non capisco, che non vedo.
Mi piace con voi analizzare tutto questo.
Dalla proprocezione muscolare al senso di equilibrio, dal teatro manga all’arte scritta su pezzi di carta stracciata.

Quello che mi piacerebbe capire è come far si che il nostro corpo venga visto nella sua essenza come atto comunicativo attivo e non più come atto visivo passivo.

Siamo troppo abituati a vivere nel nostro individualismo calcolato e non riusciamo ad abbattere quella sottile lastra di vetro che non ci permette di palpare quelle realtà emozionali che ci tengono attivo il pensiero, proprio questo pensiero “Far sì che la sensazione non si riversi immediatamente nell’azione, ma divenga progressivamente pensiero. Creazione della coscienza”

Per ora solo gli sguadi trapassano questo vetro…e noi non siamo abituati a vedere oltre.
Oltre l’interfaccia spesso non riusciamo a vedere nulla.

Con questo corso voglio “capire il trucco” per "interfacciarsi", per "proprocezionarsi", per "teatrarsi"....per "raccontarsi"...

.. quindi.. alla fine siamo pronti ad abbattere questa sottile lastra di vetro posizionata sul monitor e guardare le meraviglie delle sue interiora agendo sull’interfaccia?

Dreams in Digital - 4-11-2003 at 00:20

in principio avrei vuluto lasciare il segno su questo forum in un modo diverso da tutti..
una pagina bianca...
ovvero lasciar lo spazio alle mie future idee..ma non mi sembrava il caso...forse era osare troppo...
non so bene di cosa si parli,ora..x me sono cose tutte nuove e spesso non capisco proprio...tuttavia ho un'estrema voglia di fare chiarezza in questa testa, tra questi pensieri mescolati e ricavarne qualcosa di buono..
sicuramete sono affascinato (e intimorito ) dalla sperimentazione..
mi sebra che fra quei punti ci fosse una voce simile...e non sarebbe male affrontare un discorso simile..(questo a mia discrezione)

stay (sic)
See ya

giocare x non essere giocati

carlo - 4-11-2003 at 08:58

Quota:
Originariamente scritto da Psyco
Voglio capire.
Voglio sentire.(...)

<<<
prima cosa: vedi

mi rivolgo a te
ma anche tutti gli altri del corso che si affacciano sul forum
anche quelli che ancora non hanno lasciato il segno
RIPETO
l'uso del forum non è un opzione secondaria...
l'azione in rete (e quando sarà pronta la piattaforma IDK si preciserà) è fondamentale nel mio corso

vedi
l'uso del QUOTE
è utile perchè rende esplicito il riferimento ad alcuni passaggi dell'intervento a cui si risponde

a questo punto vediamo di capire cosa c'è da capire

(metto poi le virgolette x evidenziare i miei innesti di testo)
<<<



Ecco, l’Interfaccia, ok, mi piace l’idea.
Ma cosa c’è dietro? (...)
Quello che mi piacerebbe capire è come far si che il nostro corpo venga visto nella sua essenza come atto comunicativo attivo e non più come atto visivo passivo.
(...)

<<<
colgo un'interesse specifico sul rapporto
tra corpi e schermi
e quindi interfacce
il punto 4
potrebbe quindi essere uno di quelli da sviluppare
è così?
bene
confermalo
<<<
.. quindi.. alla fine siamo pronti ad abbattere questa sottile lastra di vetro posizionata sul monitor e guardare le meraviglie delle sue interiora agendo sull’interfaccia?


<<<
più che da abbattere
penso sia da attarversare
sia in entrata che in uscita
x saperla giocare
e non esserne giocati
sei
siete
d'accordo?

ci sarà da ragionarci un po'
dopo Matrix_Revolution
<<<

tradurre i pensieri in azione

carlo - 4-11-2003 at 08:59

Quota:
Originariamente scritto da Dreams in Digital
in principio avrei vuluto lasciare il segno su questo forum in un modo diverso da tutti..
una pagina bianca...
ovvero lasciar lo spazio alle mie future idee..ma non mi sembrava il caso...forse era osare troppo...
non so bene di cosa si parli,ora..x me sono cose tutte nuove e spesso non capisco proprio...tuttavia ho un'estrema voglia di fare chiarezza in questa testa, tra questi pensieri mescolati e ricavarne qualcosa di buono..
sicuramete sono affascinato (e intimorito ) dalla sperimentazione..
mi sebra che fra quei punti ci fosse una voce simile...e non sarebbe male affrontare un discorso simile..(questo a mia discrezione)

stay (sic)
See ya


<<<
la prima sperimentazione è quella su di te
tirando fuori
pensieri da tradurre in azione (in rete)
individua con + precisione i punti!
<<<

Dreams in Digital - 4-11-2003 at 13:47

i punti che gradirei approfondire potrebbero essere :
2
8
10
può esser già qualcosa..(?)
ho bisogno di sapere come affrontare queste dicussioni x me del tutto nuove, è come se mi dovessero insegnare a parlare..
grazie

Andy_ - 4-11-2003 at 22:15

Eccomi…
Anche Andy si affaccia su questo interessante forum… è li, sopra a quel trampolino, pronto a tuffarsi in questo caotico e affascinante percorso… caotico nel senso positivo, poiché è dal caos che nascono le cose migliori…
Si è discusso circa il significato del concetto di interfaccia… bene, Andy ha mente mille dubbi e molte curiosità… già affascinato dal discusso Vrml (Virtual Reality Modeling Language) che indica l’interfaccia grafica tridimensionale capace di gestire una delle versioni esplorabili del cyberspace, mediante i comandi di una tastiera .
Oggi il Vrml ha acquisito importanti tratti interattivi, sfruttando le possibilità di condivisione di uno spazio ricreato graficamente…
Ecco, forse non significa molto, ma potrebbe essere un idea di progetto di un ambiente condiviso e qui entra il concetto ludico-libidinale… che Andy trova molto interessante per tutti noi aspiranti digital – Artisti…
Artisti??? Ecco… Andy si domanda da tempo… è questa arte??? Nuova arte??? Mi piacerebbe approfondire ( a me soprattutto ) il concetto di “nuova” arte (web.. net…) e non arte…
Per ora è tutto
Saluti da me e da Andy…

ad hoc: tra virtuale e mutazione

carlo - 4-11-2003 at 22:37

Quota:
Originariamente scritto da Andy_
Eccomi…
Anche Andy si affaccia su questo interessante forum… è li, sopra a quel trampolino, pronto a tuffarsi in questo caotico e affascinante percorso… caotico nel senso positivo, poiché è dal caos che nascono le cose migliori…
Si è discusso circa il significato del concetto di interfaccia… bene, Andy ha mente mille dubbi e molte curiosità… già affascinato dal discusso Vrml (Virtual Reality Modeling Language) che indica l’interfaccia grafica tridimensionale capace di gestire una delle versioni esplorabili del cyberspace, mediante i comandi di una tastiera .
Oggi il Vrml ha acquisito importanti tratti interattivi, sfruttando le possibilità di condivisione di uno spazio ricreato graficamente…
Ecco, forse non significa molto, ma potrebbe essere un idea di progetto di un ambiente condiviso e qui entra il concetto ludico-libidinale… che Andy trova molto interessante per tutti noi aspiranti digital – Artisti…
Artisti??? Ecco… Andy si domanda da tempo… è questa arte??? Nuova arte??? Mi piacerebbe approfondire ( a me soprattutto ) il concetto di “nuova” arte (web.. net…) e non arte…
Per ora è tutto
Saluti da me e da Andy…


bene
ecco dei link tra i tanti possibili in cui puoi cogliere elementi di riflessione
è un vecchio testo
ma rileggendolo
mi sembra ancora ad hoc
http://www.teatron.org/corpo_mutazione/corpmuta.htm#virtualita

e anche questo
scritto qualche giorno fa x la Biennale

http://blogwork.gluebalize.com/?action=detail&cat=1&p=1&ID=158


TUTTO!

NEXUS6 - 6-11-2003 at 17:19

Nella RV e nell'interazione con la carne io ci sguazzo!
Sono un appassionato di vecchia data di fantascienza cyberpunk... la matrice, gli aleph, i BLACKICE che proteggono i database delle ingorde multinazionali.
Qualcuno vuole discutere sul filo della fantasia? Tra quanto quello che oggi solo immaginiamo sarà reale? Probabilmente la realtà supererà tutte le aspettative...
guarda quello che c'è ora: http://www.activeworlds.com/

... il corpo nella scena virtuale...

Psyco - 6-11-2003 at 18:12

"La rete come nuova scena virtuale: dalla net-art alla web experience"

non so in che tipo di art può essere inserito questo "somnambules" ma credetemi passerei delle ore a interagire con questa interfaccia....
movimento.. pittura noir... arte.. musica... genialità... corpi che si intrecciano tra di loro .....

questo sito ha qualcosa di affascinante...

mi piacerebbe tanto approfondire la possibilità di interazione (magari anche fisica) tra lo schermo e il nostro corpo...

sono affascinata dalla rete come nuova scena virtuale, dal narrare in ambiente digitale, dalla drammaturgia dell’interattività e dalla propriocezione.
Questi sono alcuni degli argomenti che mi piacerebbe approfondire... soprattutto leagti al "pensiero originario"che c'è alle spalle e alla sua traduzione interfacciata virtualmente.

grazie mille!

Eccovi il link esatto
http://www.somnambules.net

ruba al virtuale...e e-sports...

kurt_cobain - 6-11-2003 at 18:55

Quota:
Originariamente scritto da Psyco
argh.. scusatemi.. devo aver scritto il link senza lasciare spazi dopo...
sorrrry!!!

http://www.somnambules.net


Vi/ti ricordo che potete editare i vostri post,per ovvi motivi di comodita' di lettura dei vostri compagni.
Peccato che il sito non mi si apra... grrrr!!!
Cmq sto forum i link non li tratta da dio...

E ora...
Rubiamo i mostri alla realta virtuale e aumentiamo la nostra, quella reale...

http://wearables.unisa.edu.au/arquake
questo e' il link piu' importante del post

quake e' un gioco multiplayer in cui il nostro alter ego controllato da noi si muove in una realta' virtuale 3d.

i link del gioco:
http://www.quakeIIIarena.com
(c'e' una demo)
http://www.idisoftware.com
(la casa produttrice)


Questi link per il prof, ma anche per chi e' interessato agli e-sports:

il sito che tira di piu' per i netgamers italiani:
http://www.ngi.it
http://forum.ngi.it/showthread.php?s=678a270ac589e9b004539734a2b221...
una discussione da bar su quake e il ping "noskill - allping"...
il sito dei world cyber games
http://www.worldcybergames.it/2003
(siamo campioni del mondo di Ut2003... come riporta anche il sito ufficiale... http://www.worldcybergames.org )

viva viva il goleador

NEXUS6 - 7-11-2003 at 11:08

Per chi è interessato alla mia discussione può provare il mio sito: http://ied.thelizard.com/Andrea_Paiola/ nella sezione fantascienza cyberpunk è possibile scaricare "Codici immaginari n°1" una rivista online del '93
Altri link:
http://www.tmcrew.org/zonarischio/cyb1_txt.htm
http://www.geocities.com/Paris/Lights/7323/codiciimmaginari.html
http://project.cyberpunk.ru

do it!

carlo - 7-11-2003 at 14:51

Quota:
Originariamente scritto da Psyco
"La rete come nuova scena virtuale: dalla net-art alla web experience"

non so in che tipo di art può essere inserito questo "somnambules" ma credetemi passerei delle ore a interagire con questa interfaccia....
movimento.. pittura noir... arte.. musica... genialità... corpi che si intrecciano tra di loro .....

questo sito ha qualcosa di affascinante...

http://www.somnambules.net

mi piacerebbe tanto approfondire la possibilità di interazione (magari anche fisica) tra lo schermo e il nostro corpo...

sono affascinata dalla rete come nuova scena virtuale, dal narrare in ambiente digitale, dalla drammaturgia dell’interattività e dalla propriocezione.
Questi sono alcuni degli argomenti che mi piacerebbe approfondire... soprattutto leagti al "pensiero originario"che c'è alle spalle e alla sua traduzione interfacciata virtualmente.

grazie mille!


esce fuori quel rosso
quando non metti uno SPAZIO dopo l'ultima lettera dell'URL

puoi correggere

fallo!

interfaccia performativa

carlo - 7-11-2003 at 14:54

Quota:
Originariamente scritto da Psyco
argh.. scusatemi.. devo aver scritto il link senza lasciare spazi dopo...
sorrrry!!!

http://www.somnambules.net


correggi il tuo intervento precedente
è una buona pratica che è bello stabilire come regola in questo forum
sai xchè?
xchè sollecita a scrivere di getto
senza la paura dell'errore...

e ti volevo dire
quel link è straordinario
lo conosco da un po'
e conosco loro personalmente

è una vera interfaccia performativa!

.... Digital story...

Psyco - 7-11-2003 at 17:00

Corretto tutto!
wowowowowowowo
ehhehehe
me gosta questa muito cosa!!!

allora, il sito somnambules è un mondo "teatralmenteepitturalmentesensazionalemozionalcorporale" che trovo per molti aspetti geniale....

le sensazioni e le emozioni che mi trasmettono son qualcosa di indescrivibile...

Partendo da questo sito, ho provato a cercare qualche testo che mi raccontasse della narrazione del linguaggio multimediale interfacciato con il mondo del teatro e ho scovato uno spettacolo davvero molto interessante...

"Da sola sulla scena, con pochi semplici "strumenti" ed uno schermo retroilluminato che corrobora ed offre spunti con immagini alla narrazione affidata alla capacità di modulare la voce ed a pochi, non invadenti, commenti sonori, Ombretta racconta piccole storie che hanno il sapore buono delle cose di altri tempi e piano piano riesce a ricondurti nella dimensione quasi cosmica del tempo e della Storia."



mi piacerebbe vedere alcuni spezzoni di questo video (se è possibile) oppure di altri similari....visto che questa esperienza ha coniugato le esperienze del digital story-telling con il weblog della manifestazione coordinato da Carlo Infante...

mi piacerebbe un mondo approfondire questo argomento!!

aceeee!!!
smuakkone e buon week a tutti!!


ecco il link dello spettacolo spettacolarmente spettacoloso (?)

http://www.compeint.com/digital_story.html

prima missione! è proprio quella del link di Psicho!

carlo - 7-11-2003 at 18:45

Quota:
Originariamente scritto da Psyco
Corretto tutto!
wowowowowowowo
ehhehehe
me gosta questa muito cosa!!!

allora, il sito somnambules è un mondo "teatralmenteepitturalmentesensazionalemozionalcorporale" che trovo per molti aspetti geniale....

le sensazioni e le emozioni che mi trasmettono son qualcosa di indescrivibile...

Partendo da questo sito, ho provato a cercare qualche testo che mi raccontasse della narrazione del linguaggio multimediale interfacciato con il mondo del teatro e ho scovato uno spettacolo davvero molto interessante...

"Da sola sulla scena, con pochi semplici "strumenti" ed uno schermo retroilluminato che corrobora ed offre spunti con immagini alla narrazione affidata alla capacità di modulare la voce ed a pochi, non invadenti, commenti sonori, Ombretta racconta piccole storie che hanno il sapore buono delle cose di altri tempi e piano piano riesce a ricondurti nella dimensione quasi cosmica del tempo e della Storia."



mi piacerebbe vedere alcuni spezzoni di questo video (se è possibile) oppure di altri similari....visto che questa esperienza ha coniugato le esperienze del digital story-telling con il weblog della manifestazione coordinato da Carlo Infante...

mi piacerebbe un mondo approfondire questo argomento!!

aceeee!!!
smuakkone e buon week a tutti!!


ecco il link dello spettacolo spettacolarmente spettacoloso (?)

http://www.compeint.com/digital_story.html


ottimo link
hai colto in pieno lo spirito del forum e delle sollecitazioni che metto in circolo

a talò punto che hai indivinato la prossima mossa

segnatevi
tutti!
questa data

il 28.11 alle ore 18 ( x poco + di un'ora) si fa la prima missione esterna (già annunciata a Luana della Didattica)
Alla Biblioteca Geisser
c'è il digital story-telling della Zaglio
http://www.montagneincitta.it/prog/2003.html

ne parleremo se non il 12.11 ( il 13 non posso...) dipende dal palinsesto IED

il 20.11




Confusione...

aldoz - 7-11-2003 at 18:47

Al contrario di molti miei compagni che non hanno incontrato nessuna difficoltà a calarsi negli argomenti trattati, io mi ritrovo in una situazione "scomoda"; sto un po' scomodo qua dentro, probabilmente perchè non sono ancora riuscito a mettere a fuoco l'obiettivo che ci prefiggiamo. E forse nemmeno c'è, un obiettivo tangibile: forse siamo qua solo per scambiarci esperienze varie. Credo che sia così; magari il forum mi ha fatto capire il significato del corso?

intelligenza connettiva

carlo - 7-11-2003 at 23:00

Quota:
Originariamente scritto da aldoz
Al contrario di molti miei compagni che non hanno incontrato nessuna difficoltà a calarsi negli argomenti trattati, io mi ritrovo in una situazione "scomoda"; sto un po' scomodo qua dentro, probabilmente perchè non sono ancora riuscito a mettere a fuoco l'obiettivo che ci prefiggiamo. E forse nemmeno c'è, un obiettivo tangibile: forse siamo qua solo per scambiarci esperienze varie. Credo che sia così; magari il forum mi ha fatto capire il significato del corso?


è una palestra di comunicazione
ma serve anche a in dirizzare lo sviluppo didattico del corso
rispetto ai contenuti (parole e immagini) che potrò mettere in campo sulla base del vostro output

dammi le tue indicazioni sui punti che t'interessano

decodificali secondo il tuo spirito: cosa t'interessa: in che direzione vuoi andare

interrogati

e nel frattempo stai attivando un esercizio di intelligenza connettiva frequentando il forum

aldoz - 8-11-2003 at 01:02

Quota:
Originariamente scritto da carlo

dammi le tue indicazioni sui punti che t'interessano

Mi sento molto attratto dall'argomento del Digital Story-telling; gli "studi umanistici" mi hanno sempre imposto di dire che la cultura nasce dallo studio, dalla comprensione delle cose e dal confronto con gli altri:prima di entrare allo IED non ho mai sentito nessuno che parlasse di cultura digitale.
Sempre per lo stesso motivo mi ispira anche il punto precedente, "La rete come nuova scena virtuale: dalla net-art alla web experience"; sono *molto* incuriosito dal concetto di web experience, sono convinto che qualunque produzione sul web dovrebbe essere un' *esperienza* innanzitutto:purtroppo la maggior parte delle volte non è così


propriocezione e dintorni

Victor - 9-11-2003 at 18:16

trovo che la propriocezione sia interessante,ancor di più se legata alla prossemica. ho provato a fare qualche esperimento per provare l'ebrezza di sapere che la mia mano destra sa dov'è il mio naso anche ad occhi chiusi. Però non funzionava quando cercavo le dita dell'altra mano anzichè il naso. Penso che non si limiti a questo il discorso, per fotuna. Comunque nel frattempo mi è balenata un'idea di uomo che prima si riconosce animale, si sociale, ma animale che vorrebbe liberarsi da troppe "regole" e vivere più liberamente la propria posizione nello spazio. E anche il suo comportamento. Pensavo anche all'esempio di Carlo che diceva di quello che non sa stare sull'autobus. Magari non sa stare perchè non vuole saper stare...
Quest'estate a volte provavo a starmene lontano dai gruppi di amici per analizzare le dinamiche di gruppo: troppo complesso! Poi cercavo di pensare a come mi stessero vedendo gli altri in quei momenti...provate anche voi. E' emozionante.scusate per la sconclusionatezza. Continua...

web experience

carlo - 10-11-2003 at 13:13

Quota:
Originariamente scritto da aldoz
Quota:
Originariamente scritto da carlo

dammi le tue indicazioni sui punti che t'interessano

Mi sento molto attratto dall'argomento del Digital Story-telling;

<<<
benissimo

il 28.11 avrai la possibilità d'impattare con una di queste esperienze
<<<

gli "studi umanistici" mi hanno sempre imposto di dire che la cultura nasce dallo studio, dalla comprensione delle cose e dal confronto con gli altri:prima di entrare allo IED non ho mai sentito nessuno che parlasse di cultura digitale.
Sempre per lo stesso motivo mi ispira anche il punto precedente, "La rete come nuova scena virtuale: dalla net-art alla web experience"; sono *molto* incuriosito dal concetto di web experience, sono convinto che qualunque produzione sul web dovrebbe essere un' *esperienza* innanzitutto:purtroppo la maggior parte delle volte non è così



<<<
d'accordo: il nodo è fare esperienza
anche nel web

qui c'è un link riferito al concorso x web experience che ho promosso te fa
http://www.teatron.org/W_E.html

<<<

analizzare le relazioni nei forum

carlo - 10-11-2003 at 13:18

Quota:
Originariamente scritto da Victor
trovo che la propriocezione sia interessante,ancor di più se legata alla prossemica. ho provato a fare qualche esperimento per provare l'ebrezza di sapere che la mia mano destra sa dov'è il mio naso anche ad occhi chiusi.

<<< hai fatto l'esercizio!
bene.

dategli un'occhiata è linkato nell'altra pg del forum
<<<


Però non funzionava quando cercavo le dita dell'altra mano anzichè il naso. Penso che non si limiti a questo il discorso, per fotuna. Comunque nel frattempo mi è balenata un'idea di uomo che prima si riconosce animale, si sociale, ma animale che vorrebbe liberarsi da troppe "regole" e vivere più liberamente la propria posizione nello spazio. E anche il suo comportamento. Pensavo anche all'esempio di Carlo che diceva di quello che non sa stare sull'autobus. Magari non sa stare perchè non vuole saper stare...
Quest'estate a volte provavo a starmene lontano dai gruppi di amici per analizzare le dinamiche di gruppo: troppo complesso! Poi cercavo di pensare a come mi stessero vedendo gli altri in quei momenti...provate anche voi. E' emozionante.scusate per la sconclusionatezza. Continua...


<<< questo m'interessa di +
analizzare le forme di scambio in rete...
a partire dai forum

xchè non analizzi alcune dinamiche emerse nel forum IED dello scorso anno?
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=80

è la didattica, ragazzi

è un lavoro che posso contemplare già x l'esame...
<<<

...mmhh....

Psyco - 11-11-2003 at 09:40




Posso avanzare una piccola richiesta?

ho visto alcuni link come quello dello studio azzuro, della BI AI, del progetto Enigma... e mi piacerebbe davvero tanto poter vedere dal vivo alcune delle persone che hanno collaborato con questi progetti... giusto per sentire quello che hanno da raccontarci...da trasmetterci...

se non possono venire loro.. andiamo noi a trovarli!!!

eheheh..
boh.... ci ho provato...il fatto è che da sola non saprei da dove partire... avrei bisogno di una piccola spinta......


http://www.tpo.it/biai/#

http://www.studioazzurro.com/

ambienti sensibili

carlo - 11-11-2003 at 10:18

Quota:
Originariamente scritto da Psyco


<<<
questa immagine la vedrete il 20:
fa parte della lezione sugli ambienti sensibili di studio azzurro che avevo in programma
(è la verità)
...
ma ho a che fare con degli indivini?
<<<


Posso avanzare una piccola richiesta?

ho visto alcuni link come quello dello studio azzuro, della BI AI, del progetto Enigma... e mi piacerebbe davvero tanto poter vedere dal vivo alcune delle persone che hanno collaborato con questi progetti... giusto per sentire quello che hanno da raccontarci...da trasmetterci...

se non possono venire loro.. andiamo noi a trovarli!!!

eheheh..
boh.... ci ho provato...il fatto è che da sola non saprei da dove partire... avrei bisogno di una piccola spinta......


http://www.tpo.it/biai/#

http://www.studioazzurro.com/


of course
sarebbe bello e giusto invitarli da noi
ma servono risorse che non sono a disposizione
ma ce la caveremo

come forse sai
quei progetti a cui fai riferimento hanno molto a che fare con me

ne vedrete delle belle

altra cosa:
ti va di copiare-incollare questo tuo intervento nel forum nostro di IDK

e poi il 20 ragioniamo sull'esodo...

Psyco - 11-11-2003 at 21:27

fatto... trasferimento eseguito correttamente!!

Daisy - 13-11-2003 at 20:18

ho fatto un pò di ricerca sul digital story-telling...
su come oguno di noi, ha una "storia"....un potenziale artistico e su come sfruttare la tecnologia per sviluppare la creatività...
se non ho frainteso (anke come dice il termine "telling") narrare.... con la scrittura, disegno...tramite cmq il digtale

ho curiosato un pò in giro e ho visto ke con sorte scuole...associazioni....festival..
le mie nozioni son visive...video...immagini...pittura...
e visto ke stiam anche tenendo un seminario sul racconto digitale (che possa piacere o meno il genere scelto) vorrei sapere se ci sono altri esempi italiani...
perkè o ho fatto male la mia ricerca...ma ho trovato solo tanto materiale straniero...

sono comunque performance?

bò...forse ho un pò di confusione....
grassssie

l'inverno sta per arrivare... e noi lo stiamo a guardare...

Psyco - 22-11-2003 at 11:55




Per chi fosse interessato a vivere emozioni dal vivo, si sta organizzando un'uscita .. anzi.. "un'entrata" a teatro per vedere lo spettacolo "INVERNO" di Jon Fosse

E' ancora da decidere la data e l'ora dello spettacolo a cui assistere (e costo del biglietto) ma no problem, tutto è possibile!!

Luogo: Teatro di Dioniso (torino)
Date: dall'11 al 23 novembre


per maggiori info link:

http://teatrodidioniso.2you.it/it/tour.php

qualche info e qualche precisazione

carlo - 22-11-2003 at 23:30

Quota:
Originariamente scritto da Psyco



Per chi fosse interessato a vivere emozioni dal vivo, si sta organizzando un'uscita .. anzi.. "un'entrata" a teatro
(...)


ve ne volevo parlare a lezione
ma me ne sono dimenticato

non è una cosa organizzata
è semplicemente un'opportunità per andare a vedere uno spettacolo teatrale di qualità
anche se non proprio pertinente le particolarità del corso

ho anche attivato un forum
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=195


perchè tra qualche mese ci faremo un lavoro sullo sguardo dello spettatore...

chi vuole andare può chiamare a questo cell. di elisa
3333590623

se vi organizzate in un gruppetto
fate il mio nome
escono dei biglietti gratis

ripeto non è una missione organizzata

è un opzione

buttare uno sguardo a teatro (quello che vale) è una buona palestra...


mmmhh...

Chicca - 23-11-2003 at 17:34

Bene, finalmente sono riuscita ad iscrivermi anch'io!!
Sarei curiosa di sapere a cosa ci riferiamo quando andiamo a parlare di :Corpi, mondi elettronici e mutazione...
Forse ci si riferisce in un qualche modo ai filmati visti a lezione. Quelle proiezioni di corpi che si intrecciavano..?!?
Se posso fare una confidenza, mi sono sembrati abbastanza lugubri,...l'idea di poter passeggiare su dei corpi mi richiama alla memoria le immagini dell'inferno dantesco.
Si vuole solo esaltare la tecnologia con quelle rappresentazioni o cos'altro,...la "genialità" di quelle persone?!!

noi e gli schermi

carlo - 23-11-2003 at 19:38

Quota:
Originariamente scritto da Chicca
Bene, finalmente sono riuscita ad iscrivermi anch'io!!
Sarei curiosa di sapere a cosa ci riferiamo quando andiamo a parlare di :Corpi, mondi elettronici e mutazione...
Forse ci si riferisce in un qualche modo ai filmati visti a lezione. Quelle proiezioni di corpi che si intrecciavano..?!?

<<< quellio sono uno dei tanti esempi
da prendere in considertazione...

e ripeto sono solo indizi

relativizziamoli
<<<

Se posso fare una confidenza, mi sono sembrati abbastanza lugubri,...l'idea di poter passeggiare su dei corpi mi richiama alla memoria le immagini dell'inferno dantesco.

<<<
mica male l'associazione all'inferno di
dante
<<<

Si vuole solo esaltare la tecnologia con quelle rappresentazioni o cos'altro,...la "genialità" di quelle persone?!!


quella genialità
come la virgoletti
è utile x considerare i rapporti possibili tra
noi e gli schermi ( e le diverse interfacce)
un pò come
pittori, architetti, urbanisti, etc
hanno fatto in tutti questi secoli
...

ne parleremo in lezione

ricordamelo

....

valeT - 25-11-2003 at 18:22

finalmente ci sono anch'io!!
sono affascinata dall'interazione uomo-schermo, mi porta ad immaginare l'applicazione dello stesso ad eventi quotidiani...prendiamo ad esempio il cinema! Adesso entro in una sala cinematografica e, al buio, assumo la postura di spettatore passivo. Il film proiettato procede indipendentemente da me. Immagino di trasportare questa semplice esperienza ad un futuro lontano in cui magari potrò interagire con gli attori, cambiare il finale, diventare il regista di un film che diventa mio.....e' troppo lontano questo futuro?

emigrazione

Psyco - 29-11-2003 at 13:10

credo.. che ora possiamo emigrare su idk...hanno attivato la mail automatica di avvertimento....
woowo...
sciauuuuu

ok ok ma si concorda il modo

carlo - 1-12-2003 at 14:38

Quota:
Originariamente scritto da Psyco
credo.. che ora possiamo emigrare su idk...hanno attivato la mail automatica di avvertimento....
woowo...
sciauuuuu


certo
ma organizziamoci voglio farlo con criteriuo
ne parliamo


Parliamo di internet?

Ciube - 2-12-2003 at 20:40

Ciao
Volevo parlare di tutte le cose che abbiamo visto e ascoltato nelle tue lazioni... Quando mi hai chiesto:
"per esempio c'è qualcosa che non hai capito oppure qualche punto su cui ragionarci di piu ecc ecc"
Io ti ho detto che avevo capito tutto dicendo una verità un po bugiarda.
Dico verità bugiarda perkè di quello che dici ne capisco una parte cioè credo che tu voglia questo da noi.
Nella lezione suoni cosi tanti tasti da spiazzarci.
Come dici tu c'e un filo conduttore, una "melodia" che unisce i tutti i tuoi discorsi e tu ci dai degli imput ma se ci vedi un po...distanti e solo perkè dobbiamo avere tempo di digerire le cose che ci stai dicendo.
Ecco dopo questo monologo cosa voglio dire: che ora a mente fredda mi piacerebbe che nella prossima lezione parlassimo di internet della sua storia visto che era stata tirata in ballo la votla scorsa...io non ne so molto e mi piacerebbe avere piu indiscrezioni grazie :)

mind in concert < scenari digitali: tracce<storie e geografie...

carlo - 2-12-2003 at 21:52

Quota:
Originariamente scritto da Ciube
Ciao
Volevo parlare di tutte le cose che abbiamo visto e ascoltato nelle tue lazioni... Quando mi hai chiesto:
"per esempio c'è qualcosa che non hai capito oppure qualche punto su cui ragionarci di piu ecc ecc"
Io ti ho detto che avevo capito tutto dicendo una

verità un po bugiarda.
<<<
bellissimo modo di porla
è così
sono certo: il vero c'era... anche se un po' di bugia anche...
cosa voglio dire?
è che non si capisce mai tutto

basta prendere il filo x un capo...
non serve afferrare tutto il filo

<<<


Dico verità bugiarda perkè di quello che dici ne capisco una parte cioè credo che tu voglia questo da noi.
Nella lezione suoni cosi tanti tasti da spiazzarci.

<<<
pensa che noia se dovessi toccare tutti i tasti uno alla volta verificando che tutto fili...
ragazzi è mind in concert
non solo la mia
la vostra
<<<


Come dici tu c'e un filo conduttore, una "melodia" che unisce i tutti i tuoi discorsi e tu ci dai degli imput ma se ci vedi un po...distanti e solo perkè dobbiamo avere tempo di digerire le cose che ci stai dicendo.
Ecco dopo questo monologo cosa voglio dire: che ora a mente fredda mi piacerebbe che nella prossima lezione parlassimo di internet della sua storia visto che era stata tirata in ballo la votla scorsa...io non ne so molto e mi piacerebbe avere piu indiscrezioni grazie :)


<<<
ok stavo cercando alcuni dei miei articoli ...
in questo hard_disk
uno dei tanti e non troivo quello giusto
era anche il capitolo di un mio libro del 1997
ma ora non lo trovo
e quindi metto in attach un altro testo
che non corrisponde propriamente alla tua domanda ma la rilancia
è un capitolo del mio libro x Bollati Boringhieri
ne parliamo giovedì
<<<

Allegato: 2.1 Scenari digitali.doc (73kB)
Questo file è stato scaricato 391 volte


ombretta

valeT - 3-12-2003 at 16:36

...sto impazzendo...nn capisco più dove devo scrivere...!!
....cmq... riguardo allo spettacolo che abbiamo visto, posso dire di essere rimasta stupita dalla bravura di ombretta...mi ha fatto venire voglia di fare qualcosa...sarebbe bello organizzare un nostro spettacolo "interattivo".....
cià

calma: l'esodo su IDK lo concertiamo insieme, domani

carlo - 3-12-2003 at 17:05

Quota:
Originariamente scritto da valeT
...sto impazzendo...nn capisco più dove devo scrivere...!!

<<<
il forum del corso è questo
è una pratica consolidata da anni con tutti i miei studenti
di tutte le latitudini
<<<

....cmq... riguardo allo spettacolo che abbiamo visto, posso dire di essere rimasta stupita dalla bravura di ombretta...mi ha fatto venire voglia di fare qualcosa...sarebbe bello organizzare un nostro spettacolo "interattivo".....
cià


<<< scrivigli anche.
zoomma
quale sono stati i punti che t'hanno incuriosito di +
che ne pensi dell'interazione corpo/schermo

che ne pensi del folletto?

...

Ancora piu interattività!

Ciube - 3-12-2003 at 21:48

Quota:
Originariamente scritto da carlo
zoomma
quale sono stati i punti che t'hanno incuriosito di +
che ne pensi dell'interazione corpo/schermo

che ne pensi del folletto?

...


Rispondo anche io :p
Come ho detto anche sul IDK, secondo me ci sono molti piu punti in cui il racconto puo essere ancora piu interattivo immagino alcune scene dove lei potrebbe sfiorare il monitor e far parlare personaggi, far muovere oggetti e quant altro.
Lo gnomo a meno che non sia una mascotte di tutti i suoi interventi "cine-teatrali" (parola coniata sul momento :p) è quanto meno inutile e diventa quasi un diversivo al racconto invece molto serio, intenso e concreto.
L'esperienza cmq mi è piaciuta molto perkè il racconto mi ha affascinato nonostante l'argomento non mi interessasse molto, ombretta ha saputo rendere abbastanza vivace tutta la rappresentazione.
Alla prossimaaaaa

Tokyo - 3-12-2003 at 22:36

Skusate il ritardo!!!
Finalmente sono riuscito ad unirvi a voi!!
Purtroppo nn sono un assiduo partecipatore di forum , forse perkè sono più legato alle immagini ke ai contenuti.....ma cmq cerkerò di impegnarmi a partecipare!!
Sikuramete il corso ke sto affrontando è rikko di progetti e nuove idee ke sono sbalorditive ( tipo l'interazione tra personaggi virtuali e reali)... spero cmq che si faccia riferimento anke al mondo dei video-giochi che credo siano ankessi un interazine tra reale e virtuale.
boh spero di nn aver detto tante castronerie!!!
cià cià TOkyo

valeT - 8-12-2003 at 20:21

il folletto nn mi è piaciuto...nn ho capito la sua utilità....si ok, è stato lui a far entrare Ombretta nel tronco....ma perchè proprio un folletto?? e perchè farlo sparire?? concordo con Ciube... avrebbe avuto più senso se fosse stato la mascotte.
L'interazione corpo/schermo mi incuriosiva molto...penso che si sarebbe potuto fare molto di più. A volte le immagini andavano avanti nn sollecitate...come ad esempio la donna che lavava le vesti a mano...boh..io ne avrei fatto a meno. Ho trovato molto più interessante quando Ombretta interveniva con lo schermo attivamente...ad esempio, quando, all'inizio ha preso la pietra che cadeva, insomma, sarebbe stato bello che lei fosse intervenuta anche sugli altri oggetti della scena...prendendoli, spostandoli....!
Come esperienza mi è piaciuta molto

altrove

carlo - 8-12-2003 at 20:41

Quota:
Originariamente scritto da valeT
il folletto nn mi è piaciuto...nn ho capito la sua utilità....si ok, è stato lui a far entrare Ombretta nel tronco....ma perchè proprio un folletto?? e perchè farlo sparire?? concordo con Ciube... avrebbe avuto più senso se fosse stato la mascotte.
L'interazione corpo/schermo mi incuriosiva molto...penso che si sarebbe potuto fare molto di più. A volte le immagini andavano avanti nn sollecitate...come ad esempio la donna che lavava le vesti a mano...boh..io ne avrei fatto a meno. Ho trovato molto più interessante quando Ombretta interveniva con lo schermo attivamente...ad esempio, quando, all'inizio ha preso la pietra che cadeva, insomma, sarebbe stato bello che lei fosse intervenuta anche sugli altri oggetti della scena...prendendoli, spostandoli....!
Come esperienza mi è piaciuta molto


valeT
quest'intervento devi metterlo qua!
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=201


Mortimer - 22-10-2012 at 09:37

rolex sports models watches computerized Caliber AP 3126 3840, 29 replica philip stein crochet tall rolex fake watches . ninety two x seven. sixteen mm, 365 factors in house and Swiss Madeo Motion frequency is 21, 600 vibration for each hour fifty nine jewel with energy reserve of sixty hourso Features incorporate hrs cheap black boots , minutes, little seconds, day, discount uggs chronograph with white gold hand with crimson luminous coatingo H2o resistant around one hundred meterso Crystal is sapphireo Caseback is inscribed using the Tour Car logoo Wrist Strap is hand sewn Hornback"crocodile leather based strap with crimson stitching and also a stainless steel AP folding clasp. Includes a substitution blue rubber strapAudemars Piguet Chronographe Royal Oak Tour Car 2012 does activity Tour de France racing type and spirit, and as