il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
 Pagine:  1  2
Autore: Oggetto: Secret Room del Teatro dell'IRAA
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 13-6-2002 at 23:46
Secret Room del Teatro dell'IRAA


Entra qui per lasciare un pò del tuo sguardo, della tua esperienza di spettatore di Secret Room, spettacolo intimo per soli 7 invitati, a cena e al gioco del massacro autobiografico.

Per intervenire fai NEW REPLY.

troverai sia interventi della "prima" italiana che altri + recenti (via + giù!)




Ecco ora la locandina, come info di riferimento.

TEATRO DIONISO
presenta
CUOCOLO / BOSETTI
INTERIOR SITES PROJECT
Season 1
THE SECRET ROOM
(La Stanza Segreta)

by IRAA Theatre

ideazione e regia Renato Cuocolo
con Roberta Bosetti
Traduzione Stefania Bertola

The secret Room è stato presentato la prima volta nel giugno 2000 a Melbourne. Dal giorno della prima, stampa, televisione, e radio hanno cominciato a descrivere The Secret Room come uno degli spettacoli più innovativi e importanti realizzati da una compagnia australiana. Lo spettacolo ha raggiunto le 400 repliche ed è stato visto in Australia e USA dal vivo e in rete da più di 70.000 persone. Nel 2001 ha vinto i due maggiori premi del teatro australiano come Miglior Spettacolo


Da giovedì 13 giugno 2002 (martedì/domenica ore 20.45)
Durante lo spettacolo sarà servita la cena.
La casa è a Vercelli. L’indirizzo è segreto.
Prenotazione obbligatoria Tel. 0161 210532 – 3407720235
Solo 7 spettatori per sera.
Biglietti: € 25

Informazioni:
http://www.iraatheatre.com.au
Teatro di Dioniso 0115172826




In ogni casa c’e’ una stanza segreta. E’ il luogo piu’ intimo ed isolato; il luogo dove tutto cio’ che doveva rimanere segreto e’ rivelato.

Una donna sola, chiusa nella sua casa. E’ possibile visitarla ad orari stabiliti. Le visite seguono i ritmi dei pasti e le regole dell’ospitalità. Il ritmo della vita e quello del teatro si sovrappongono.
In ogni casa c’è una stanza segreta. E’ il luogo più intimo e isolato; il luogo dove tutto ciò che doveva rimanere segreto è rivelato.
The Secret Room è presentato nella casa della protagonista in modo da esporre lo spazio domestico e personale allo sguardo estraneo dello spettatore/ospite. La casa non è una scenografia ma una trappola per la realtà in cui riconoscere i contorni di una geografia – impossibile, illecita – dell’intimità.

Vincitore Green Room Award
Best Innovative Performance
Vincitore Mo Award
Best Production of the year


Di fronte allo spettatore appare un eccitante caleidoscopio di invenzioni teatrali, un teatro in cui al flusso lineare del tempo si e’ sostituito un piu’ misterioso susseguirsi di eventi. Nel teatro della memoria il tempo si e’ ristretto, passato, presente e futuro coesistono.
Jan Kott Forum al Vienna International Festival

In quasi venti anni di critica teatrale non sono mai stata tanto colpita come da questo spettacolo.
Helen Thomson ABC Radio National

Uno spettacolo straordinario
Peter Sellars Adelaide Festival

Bosetti è incredibile. Ti lascia senza fiato
Helen Steward La Mama New York




View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 13-6-2002 at 23:56
la macchina del tempo


scrivo solo poche note ora, sono appena tornato da vercelli, vagando nella notte tra le risaie alla ricerca di un'autostrada che non c'era.
Ho ancora l'umidiccio addosso, è il famoso clima monsonico vercellese di cui la condensa e le zanzare sono proverbiali.
Ho molto da dire e lo dirò frammentato lungo il forum che nell'arco di un mese di repliche avrà occasione di svilupparsi per bene. Spero, anche perchè un lavoro come questo sembra fatto apposta per far riecheggiare nella mente degli spettatori flashback autobiografici.
Come quel salotto che ci accoglie e sembra di passare in una macchina del tempo tant'è l'impressione d'essere scaraventati trent'anni fa. Quando Roberta era bambina e giocava la sua infanzia in quella strana casa borghese della periferia delle periferie.
Sembra un capolavoro di scenografia mimetica ma mi assicurano che è così da sempre.
Primo cortocircuito teatro-vita.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
mirella
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 19-6-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 19-6-2002 at 22:11
una deflagrazione emotiva



Un semplice invito a cena in una casa di provincia e si scopre quante storie ambigue e crudeli si annidino nel rassicurante recinto domestico.
The Secret Room è una deflagrazione emotiva che per un attimo fa a barndelli anche lo spettatore. Attrice di grande talento, Roberta Bosetti con modifiche continue di timbri e di gesti altera i fatti fino a renderli irriconoscibili, ora dissimulando con pudore l'elemento tematico, ora facendone uun corpo ustionante. C'è il macigno della verità in tutto questo o The Secret Room è il frutto di un atto creativo che con un tessuto impalpabile di parole ha raccontato l'inenarrabile? Si è di fronte ad un dramma o uno psicodramma? Non si sa. Resta un risultato sorprendente, pieno di energia, ma anche di forza poetica.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 19-6-2002 at 22:41


Quota:
Originariamente scritto da mirella

Un semplice invito a cena in una casa di provincia e si scopre quante storie ambigue e crudeli si annidino nel rassicurante recinto domestico.

>>> si, recinto
è vero che nella dimensione privata di una casa borghese ci si possa sentire come in una gabbia, chiusa e blindata neio tabù<<<

The Secret Room è una deflagrazione emotiva che per un attimo fa a barndelli anche lo spettatore. Attrice di grande talento, Roberta Bosetti con modifiche continue di timbri e di gesti altera i fatti fino a renderli irriconoscibili, ora dissimulando con pudore l'elemento tematico, ora facendone uun corpo ustionante. C'è il macigno della verità in tutto questo o The Secret Room è il frutto di un atto creativo che con un tessuto impalpabile di parole ha raccontato l'inenarrabile?

>>>ma qual'è la verità?
Roberta ci racconta la verità?
E' un problema che non mi sono posto.
C'è sicuramente una traccia autobiografica,
una pista attraverso cui prende corpo il cortocircuito tra arte e vita,
tra finzione e realtà, in cui il confine tra verità e fiction drammaturgica
passa al nostro interno, nella nostra coscienza di spettatori-testimoni<<<

Si è di fronte ad un dramma o uno psicodramma? Non si sa. Resta un risultato sorprendente, pieno di energia, ma anche di forza poetica.


Si, pieno d'energia. Ecco la verità è qui. Nella presenza piena e consapevole di un'attrice che sa giocare sul crinale della propria autobiografia facendo teatro, di quello intenso.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
diletta
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 22-6-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 22-6-2002 at 17:42
The Secret Room / Realta'?


La serata e' stata carica di emozioni. Anche io mi sono chiesta, alla fine di tutto, se "la storia del nuoto" e' davvero stata vissuta da Roberta.
Certo, perche' e' strano che in una rappresentazione teatrale, che sia su di un palcoscenico o in una casa privata, si possano raccontare attimi cosi' intimi di vita vissuta realmente, senza far male nei ricordi a se stessi e a chi ci ha vissuto accanto.
Io mi sono riconosciuta molto in Roberta, per tutte le sensazioni che provava nell'acqua, il sentirsi un pesce, l'immedesimarsi nei personaggi dei libri che leggeva, la voglia di scappare, di trovare qualcosa in piu'... pero' io devo dire "purtroppo" (tra virgolette e sottolineo le virgolette) io non ho vissuto il suo dramma, che poi e' quello che prima l'ha annientata, ma poi e' dalle sue conseguenze, da quel vedersi le ossa, che Roberta ha trovato la forza di riuscire a scappare da tutto.
Insomma ora lei e' libera e recita, e puo' diventare mille e piu' di mille personaggi che i copioni le faranno interpretare.
Allora, se la storia e' vera, mi chiedo ancora: ma perche' per essere un artista si deve soffrire cosi' tanto?
Questa e' una mia cosiderazione molto personale, perche' io non ho drammi cosi' "tangibili", non ho mai dovuto strappare delle foto, ma io amo recitare da sempre e nessuno ha mai capito questa mia aspirazione (anzi sono stata presa in giro da una professoressa delle medie, davanti a tutta la classe, quando in un tema "Cosa farai da grande" avevo scritto che volevo diventare un'attrice...). Ora e' tardi per "scappare", ma se avessi provato un dolore tanto forte nella mia adolescenza (non che non l'abbia provato, ma non era facile da spiegare o cosi' chiaro da essere capito), forse la voglia di scappare e di mettermi in gioco e di seguire i miei sogni si sarebbe realizzata...
Scusatemi, ma mi sentivo di dire queste cose e di parlare di me.
Roberta e' stata brava anche nel tirarmi fuori queste mie considerazioni.
Grazie
Daniela
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
patrizia
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 4-7-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 4-7-2002 at 11:36
un'ora di viaggio per...



Teatro in casa, per ascoltare una storia molto personale ma anche molto contagiante. Perché ascoltare così da vicino, così vicino che non puoi dribblare lo sguardo dell’attrice, così vicino che non puoi non sentire il sudore dei movimenti, il salato delle lacrime, il rossore delle guance, così vicino agli altri che condividono con te quell’esperienza che non puoi non sentire la loro attenzione, la loro voglia di partecipare ma anche quella di andarsene, ti porta per contagio a pensare a cose tue, a ricordi, a fantasmi rimossi. E allora entri ancora più dentro alle ombre del passato che magari continua ad essere pieno di domande a cui non hai dato risposte, per qualcosa che vuoi dimenticare.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
agiovann
Member
***




Risposte: 10
Registrato il: 11-6-2002
Provenienza: torino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 4-7-2002 at 16:23
la tempesta catartica


C'è aria di tempesta stasera a Vercelli, di quelle con la T maiscula. Cielo carico, un vento stranamente freddo per questa stagione: è come se anche le condizioni metereologiche fossero state approntate per fare da presagio, da prologo alla rapprenazione/esperienza della stanza segreta. O meglio di questa strana casa segreta, dove perfino profumi e odori sembrano portati da una altra dimensione, dalla un altra vita.
Altro che realtà virtuale. Altro che Grande Fratello.
Una tempesta di emozioni intense ed altalenanti, sconquassanti che si irradiano dalla protagonista, brava quasi da far paura, da metter quasi soggezione.
Difficile non identificarsi.
Difficile distinguere la realtà dalla finzione.
Difficile scrivere di un esperienza del genere, c'è poco da fare bisogna viverla e condividerla con i commensali/spettatori, la maggior parte dei quali mai visti prima ma che, alla fine delle serata, sono diventati compagni di un viaggio, vecchi conoscenti.... attori di teatro?
un viaggio magico, quasi purificatore, un rito direi.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
agiovann
Member
***




Risposte: 10
Registrato il: 11-6-2002
Provenienza: torino
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 4-7-2002 at 16:24
la tempesta catartica


C'è aria di tempesta stasera a Vercelli, di quelle con la T maiscula. Cielo carico, un vento stranamente freddo per questa stagione: è come se anche le condizioni metereologiche fossero state approntate per fare da presagio, da prologo alla rapprenazione/esperienza della stanza segreta. O meglio di questa strana casa segreta, dove perfino profumi e odori sembrano portati da una altra dimensione, dalla un altra vita.
Altro che realtà virtuale. Altro che Grande Fratello.
Una tempesta di emozioni intense ed altalenanti, sconquassanti che si irradiano dalla protagonista, brava quasi da far paura, da metter quasi soggezione.
Difficile non identificarsi.
Difficile distinguere la realtà dalla finzione.
Difficile scrivere di un esperienza del genere, c'è poco da fare bisogna viverla e condividerla con i commensali/spettatori, la maggior parte dei quali mai visti prima ma che, alla fine delle serata, sono diventati compagni di un viaggio, vecchi conoscenti.... attori di teatro?
un viaggio magico, quasi purificatore, un rito direi.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
sasha
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 8-7-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 8-7-2002 at 22:59
lo slittamento tra finzione e realtà


Un cancelletto col numero 86 immette in una palazzina grigia in un quartiere
di una qualsiasi periferia: sulla soglia appare la padrona di casa che accoglie
gli ospiti, formale e gentilissima nell'impeccabile tailleur nero, li accompagna in sala e li fà accomodare.
La casa è la Casa,
talmente vera e uguale a mille altre da sembrare finta: il salotto buono, la libreria
con l'enciclopedia comprata per corrispondenza, i fiori finti sul tavolo tondo,la foto
della prima comunione. Troppo vero per non cogliere lo slittamento tra il piano di finzione
ed il piano di realtà; vengono in mente tutte le case che abbiamo abitato nell'infanzia,
nel sogno o anche solo per qualche attimo, dove abbiamo annusato odori di altre vite.
Tutto è così familiare da farci percepire che qualcosa si nasconde sotto l'apparente
normalità: la sensazione di una lingua calda che ti lecca l'anima,come una
morbida minaccia. Viene servita la cena: conversazione brillante, ottimi vini e un cuore
crudo come portata finale. Eppure... c'è qualcosa nell'aria di perturbante,quasi un vento strano che agita il velo delle apparenze.
La padrona invita a visitare la casa: ogni stanza scioglie la
sua storia,in un flash-back di situazioni e rimandi, fino a addentrarsi nella cantina,
nel profondo dell'anima, nel buio dove le distanze si accorciano e le confessioni si
fanno più roventi. Ormai solo un corsetto bianco stringe la vita della donna, comprime i seni tanto che sembra stiano per scoppiare,
come un segreto trattenuto troppo a lungo che voglia uscire a tutti i costi. Il respiro è veloce,il corpo teso come un arco, la voce spezzata dai singulti:
i ricordi trasudano dalle pareti come un mare
interno, frantumano il presente con schegge di dolore, frammenti di poesia, canti accennati.
Poi, quasi risvegliandosi da uno stato di trance, la padrona di casa si ricompone, si cambia d'abito ed invita tutti a risalire al piano
superiore, alla superficie delle apparenze. Saluti educati, ringraziamenti per la serata: la porta si richiude su un dramma privato,
solo per pochi spettatori. Abortire il passato e poi guardarlo con dolcezza.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
holeideescure
Member
***




Risposte: 10
Registrato il: 20-7-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

smile.gif Inviato il 21-7-2002 at 01:41


sono andato di corsa a questo appuntamento, con addosso un carico di curiosità, sapendo già, in parte, cosa mi aspettava. sono tornato sovraccarico di stimoli e di emozioni.
quanto sia vero e quanto sia frutto della fantasia è una delle prime domande che scaturiscono all'uscita da quella casa. inutile cercare una risposta. ciò che è importante per me è che il TEATRO esca dal Teatro, è importante partecipare attivamente ad uno spettacolo, nel suo interno, entrare a contatto con la realtà e non stare sempre a giudicare da una poltrona lontana. è importante essere coinvolti e stimolati.
tutte cose che ho trovato in questa esperienza.
non importa se verità o finzione, qui si parla di VITA, anche della mia. circondato da persone che non ho mai incontrato prima mi ritrovo a parlare di cose personali, riservate, senza inibizioni. in un ambiente intimo e per nulla artificiale è quasi automatico confondere lo sconosciuto con un amico di sempre. è questo lo stato d'animo con cui ho partecipato a queso evento, quello del confidente e sicuramente non quello del voyeur.
e così viene raccontata la storia, come una confidenza.
si passa dalle formale accoglienza con presentazioni ad un clima conviviale fino ad arrivare ad ascoltare una storia segreta, di quelle che ti masticano dentro.
la protagonista si libera degli abiti da giovane piccolo borghese degli anni 60 per rivelare un corpo costretto da un busto strettissimo, asfissiante quanto la famiglia.
c'è in questo spettacolo un intrigante gioco di metafore: il vestito come la condizione del personaggio, il viaggio nella casa come un percorso di disintegrazione e ricostruzione del personaggio stesso. il tutto non cercando di mimetizzare l'esperienza teatrale, dichiarandola anzi in vari momenti, come quello della preghiera o del copione.
il risultato è un'esperienza straordinaria che ancora adesso non smette di farsi pensare. buonanotte
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
holeideescure
Member
***




Risposte: 10
Registrato il: 20-7-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

smile.gif Inviato il 21-7-2002 at 01:41


sono andato di corsa a questo appuntamento, con addosso un carico di curiosità, sapendo già, in parte, cosa mi aspettava. sono tornato sovraccarico di stimoli e di emozioni.
quanto sia vero e quanto sia frutto della fantasia è una delle prime domande che scaturiscono all'uscita da quella casa. inutile cercare una risposta. ciò che è importante per me è che il TEATRO esca dal Teatro, è importante partecipare attivamente ad uno spettacolo, nel suo interno, entrare a contatto con la realtà e non stare sempre a giudicare da una poltrona lontana. è importante essere coinvolti e stimolati.
tutte cose che ho trovato in questa esperienza.
non importa se verità o finzione, qui si parla di VITA, anche della mia. circondato da persone che non ho mai incontrato prima mi ritrovo a parlare di cose personali, riservate, senza inibizioni. in un ambiente intimo e per nulla artificiale è quasi automatico confondere lo sconosciuto con un amico di sempre. è questo lo stato d'animo con cui ho partecipato a queso evento, quello del confidente e sicuramente non quello del voyeur.
e così viene raccontata la storia, come una confidenza.
si passa dalle formale accoglienza con presentazioni ad un clima conviviale fino ad arrivare ad ascoltare una storia segreta, di quelle che ti masticano dentro.
la protagonista si libera degli abiti da giovane piccolo borghese degli anni 60 per rivelare un corpo costretto da un busto strettissimo, asfissiante quanto la famiglia.
c'è in questo spettacolo un intrigante gioco di metafore: il vestito come la condizione del personaggio, il viaggio nella casa come un percorso di disintegrazione e ricostruzione del personaggio stesso. il tutto non cercando di mimetizzare l'esperienza teatrale, dichiarandola anzi in vari momenti, come quello della preghiera o del copione.
il risultato è un'esperienza straordinaria che ancora adesso non smette di farsi pensare. buonanotte
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 15-4-2006 at 09:43
quattro anni dopo


La macchina del tempo

Il teatro è una macchina del tempo: lo estrae, il tempo, dalla percezione ordinaria per rivelarne quell’essenza vitale che ha molto a che fare con la nostra coscienza dinamica. Il teatro è simulazione fisica di uno spazio mentale. Porta fuori ciò che è dentro. Lo rende pubblico, ancor più che nello spazio, nel tempo. Potrebbe accadere senza creare spazio remarcabile, al buio, o in luoghi improbabili, privati, proprio come nel caso di Secret Room. E’ un’arte del tempo, il teatro, come la musica. Ma interviene con tanta più forza sulla nostra vita. E’ qui il punto: il tempo astratto che s’innerva con la vita. E la nostra biografia.
E’ da qui che parte questa considerazione su Secret Room del Teatro dell’Iraa. Perché comporta uno sguardo d’insieme che coinvolge anche me, spettatore sodale, su un percorso condiviso con Renato Cuocolo, già dai primissimi anni Ottanta, con un viaggio teatrale ( e radiofonico, ne trassi infatti un diario per Radio Tre, un audio-blog…) in India (1984) e tante riflessioni sul teatro antropologico.
O come quando a Melbourne (1987) si parlava insieme del “dreaming time” aborigeno e di come Chatwin (non ancora pubblicato in Italia) ne aveva tratto la mirabile lezione de Le vie dei canti.
Era un tempo pubblico quello, vissuto da Renato, come autore e regista, , e da me ,come critico militante, misurava la propria incidenza attraverso la capacità di cogliere lo spirito del tempo ( quello che i tedeschi chiamano lo “zeitgeist”) per rilanciarlo attraverso azioni pubbliche.
Oggi quel tempo s’è fatto sempre più privato, sempre più localizzato nell’ambito di una biografia che non si limita solo a quella di un’attrice, Roberta Bosetti, che gioca al massacro con i suoi fantasmi autobiografici. La vita in gioco non è solo la sua, in quanto performer-personaggio di se stessa, ma anche quella del regista-autore che si morde la coda come un “ouroboros” alchemico.
E’ il teatro che va in loop perché arriva a coincidere con la vita. Viaggiano e vivono da anni insieme in questo modo, quasi senza soluzione di continuità.
Anche se è fuori scena l’autore-regista dispone, è in gioco e si mette in gioco. E questo libro-diario di Secret room lo conferma, scritto in corso d’opera, secondo lo spirito istantaneo del blog che paradossalmente coniuga la dimensione più locale, più privata (la scrittura soggettiva) con quella più globale, più pubblica (internet).
Ed è proprio da internet, da uno dei forum de “la rete degli sguardi”, linkati nel blog http://www.teatron.org, che traggo alcuni frammenti di scrittura soggettiva, intima, in forte empatia con un Secret room alle prime repliche, nella casa “madre” di Vercelli nel luglio 2002.
“Allora, se la storia è vera, mi chiedo ancora: ma perchè per essere un artista si deve soffrire cosi' tanto?” Ansiosamente s’interroga così Daniela che dopo, senza cercare più risposte, sa chiudere il cerchio con la migliore delle conclusioni. “(…)se avessi provato un dolore tanto forte nella mia adolescenza (non che non l'abbia provato, ma non era facile da spiegare o cosi' chiaro da essere capito), forse la voglia di scappare e di mettermi in gioco e di seguire i miei sogni si sarebbe realizzata...Scusatemi, ma mi sentivo di dire queste cose e di parlare di me. Roberta e' stata brava anche nel tirarmi fuori queste mie considerazioni.”
Pat centra uno dei punti cardine di quella paradossale situazione teatrale: “ (…)ascoltare così da vicino, così vicino che non puoi dribblare lo sguardo dell’attrice, così vicino che non puoi non sentire il sudore dei movimenti, il salato delle lacrime, il rossore delle guance, così vicino agli altri che condividono con te quell’esperienza che non puoi non sentire la loro attenzione, la loro voglia di partecipare ma anche quella di andarsene, ti porta per contagio a pensare a cose tue, a ricordi, a fantasmi rimossi. E allora entri ancora più dentro alle ombre del passato che magari continua ad essere pieno di domande a cui non hai dato risposte, per qualcosa che vuoi dimenticare.”
“Altro che realtà virtuale.” dice Augusta “Altro che Grande Fratello.” ribadisce, sottolineando con precisione ed emozione la sua esperienza-limite “Una tempesta di emozioni intense ed altalenanti, sconquassanti che si irradiano dalla protagonista, brava quasi da far paura, da metter quasi soggezione. Difficile non identificarsi. Difficile distinguere la realtà dalla finzione.”
Sasha fotografa la scena e il suo stato d’animo con bella intensità, cruda e poetica al contempo. “Ormai solo un corsetto bianco stringe la vita della donna, comprime i seni tanto che sembra stiano per scoppiare,come un segreto trattenuto troppo a lungo che voglia uscire a tutti i costi. Il respiro è veloce,il corpo teso come un arco, la voce spezzata dai singulti:i ricordi trasudano dalle pareti come un mare interno, frantumano il presente con schegge di dolore, frammenti di poesia, canti accennati.
Poi, quasi risvegliandosi da uno stato di trance, la padrona di casa si ricompone, si cambia d'abito ed invita tutti a risalire al piano superiore, alla superficie delle apparenze. Saluti educati, ringraziamenti per la serata: la porta si richiude su un dramma privato, solo per pochi spettatori. Abortire il passato e poi guardarlo con dolcezza.” Netta, come una lama, l’informazione-emozione che ci rilascia con quel “abortire il passato”. Giorgio fa una confidenza: “circondato da persone che non ho mai incontrato prima mi ritrovo a parlare di cose personali, riservate, senza inibizioni. in un ambiente intimo e per nulla artificiale è quasi automatico confondere lo sconosciuto con un amico di sempre. è questo lo stato d'animo con cui ho partecipato a questo evento, quello del confidente e sicuramente non quello del voyeur. E così viene raccontata la storia, come una confidenza.”
E così via altre ancora, di confidenze. Sguardi riflessi e a volte incrociati, anche perché ,come accade nei forum on line, oltre a pubblicare ci si confronta e ci s’interseca con gli altri interventi. Creando una rete degli sguardi che sottende una particolare sensibilità connettiva in cui si cela il valore strategico del teatro. Da sempre e per sempre (si fa per dire).
Lo dico per dire una cosa che mi preme e così concludere queste note da integrare ai materiali documentari di Secret room. Per dire che se il teatro è macchina del tempo (perché nel suo istante catalizza pensiero pubblico, condiviso tra autori e spettatori) lo è, per opposizione, anche la rete dove il tempo viene inventato ogni volta che si accede alla rete internet interrogandola, ripercorrendone le tracce di diari scritti anni prima e non conclusi. Anche perché questo testo lo sto pubblicando lì, in coda alle confidenze di quegli spettatori che potranno sempre far parte di una comunità aperta a tutti coloro che nei prossimi anni incontreranno ancora il teatro-loop tra arte e vita di Renato e Roberta, in questo loro blog teatrale e pulsionale.

Carlo Infante dal blog http://www.teatron.org

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
CarolynRCombs
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 31-8-2011
Utente offline


[*] Inviato il 31-8-2011 at 03:54


molto interessante. grazie mille


---
My blog - Buckwheat Pillow
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Mortimer
Member
***




Risposte: 245
Registrato il: 22-10-2012
Utente offline


[*] Inviato il 22-10-2012 at 08:58


timepieces on their wrist just before arriving at any summary. In case your clothing are building a style assertion about on your own black ugg boots , the that you just are carrying does exactly the same to the higher extent fake graham . womens boots replica watch You'll be able to be relaxation certain that any time you use all heads will convert in the direction of you. copy watches These individuals never realize that anything you are putting on isn't the actual things button ugg boots , but ought to that trouble them otherwise you. You've got been capable to obtain this observe to get a fraction from the cost that you just may have compensated for your unique. You will be also certain which the Breitling Duplicate Watches get the job done together with the first Breitling does. Just what exactly in
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
jiony
Member
***




Risposte: 11
Registrato il: 28-12-2012
Utente offline


[*] Inviato il 28-12-2012 at 09:00



The following observe is definitely major, good, and actually manufactured. It truly is Chanel wallets width, shade, and conclude actually maxed the Chanel wallets when i 1st opened your field. Actually, sometimes We even now take it out and about in order to Rolex Day Date envy the item. In addition , it seems to be nearly much like your hair extensions uk .
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
dshetsang
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 11-1-2013
Utente offline


[*] Inviato il 11-1-2013 at 05:25


10 Most Resounding Models of Replica Watches Are you looking for most resounding models of replica watches? Replica watches uk ghfgd567gdfgd If yes, then you should immediately get connected with your best online replica watches shop so that you may be successfully able to fulfill your CHI Flat Iron modern contemporary needs and desires in style. When you leaf through replica rolex watches models online you would be astonished by seeing this reality that they appear CHI Straightener in most up-to-date models i.e. Breitling replica watches, Tag Heuer replica watches, Daytona fake watches, Day Date imitation watches, Date Just fake watches, Submariner replica watches, GMT Master 2 replica watches, uk replica watches Cartier replica watches, Zenith fake watches, and Omega fake watches.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Frances
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 23-2-2013
Utente offline


[*] Inviato il 23-2-2013 at 01:16


100% USA owned-and-operated WoW Gold delivery service, wow gold providing simple order,cheap gold for wow secure delivery and expert American customer support. buy wow gold Welcome to WOW Gold Online Store pet dogs
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Frances
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 23-2-2013
Utente offline


[*] Inviato il 23-2-2013 at 01:16


Buy Dragon Nest Gold, Dragon Nest Money, Dragon Nest Powerleveling, dragon nest gold Dragon Nest Account, dragonnest gold Dragon Nest Powerleveling From OgPal.com. buy dragon nest gold And OgPal. do feast We offer you free guide to buy Dragon Nest Gold!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Frances
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 23-2-2013
Utente offline


[*] Inviato il 23-2-2013 at 01:16


Cheapest aion gold, fast delivery and safest aion kinah, Aion Gold all servers in stock hope you buy aion gold, give extra bonus and best service to you. aion kinah Choose our site is your best choice.Buy low price Aion Kinah, cheap aion kinah and absolute low promotion. Fun Story Aion Kina are waiting for you!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Frances
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 23-2-2013
Utente offline


[*] Inviato il 23-2-2013 at 01:17


Rose Online Zuly, Rose Online Zulie, go trip Rose Zuly, Rose Zulie, rose zuly Rose Gold, Rose Online Money is in real stock at Docoin, rose online zuly the top Rose Online Zulie store. rose online gold Safe and hot sale rose zuly online.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Frances
Junior Member
**




Risposte: 5
Registrato il: 23-2-2013
Utente offline


[*] Inviato il 23-2-2013 at 01:17


Buy or Sell Diablo III gold, item, account, diablo gold powerleveling,24/7 online service, Diablo3 Gold offer professional Diablo 3 service for Diablo III players. Buy Diablo 3 Gold Buy Diablo 3 Gold for EU servers with Fast delivery. pet knowlege offers cheap Diablo 3 Gold and Diablo 3 Coins.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Rebecca
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 26-4-2013
Utente offline


[*] Inviato il 26-4-2013 at 15:39


I wonder how you got so good. I love reading through your blog, I wanted to leave a little comment to support you and wish you a good continuation. keep it smart.This is truly a great blog thanks for sharing. Dissertation Proposal Writing ^ University Essays Writing ^ Best Essay Writers^ custom writing services



View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Lewis
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 6-5-2013
Utente offline


[*] Inviato il 6-5-2013 at 17:00


I used to be more than happy to seek out this internet-site.I wanted to thanks in your time for this glorious read!! I positively enjoying each little bit of it and I have you bookmarked to check out new stuff you we blog post.Do My Assignment Uk||Personal Statement Examples||Assignment Writing Services



View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
ethanlord
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 9-5-2013
Utente offline


[*] Inviato il 9-5-2013 at 11:34


This sounds like a good idea to encourage new and young developers to make use  of their talents. 
help with dissertation , dissertation writers , MBA dissertation , dissertation ideas , nursing dissertation , psychology dissertation.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
zfjk748
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 15-5-2013
Utente offline


[*] Inviato il 15-5-2013 at 07:56


All Aboutpandora charms discount In Connecticut you could possibly pandora charms good be trying to get Pandora diamond jewelry in Connecticut, especially the at any time well-liked elegance bracelets. that is mainly a dependable and dependable types of diamond jewelry that originated in Denmark. you're going to get other sorts of Pandora diamond jewelry in add-on to bracelets. you're going to get also necklaces, rings and earrings. The point that generates this kind of diamond pandora charms boutique jewelry so dependable might be the genuine reality that you simply contain the ability to layout and model your individual diamond jewelry item by mixing the distinctive beads and charms together. that's why every solitary single item will develop to be one precise of your kind.

You could possibly good equally acquire this Pandora jewellery boutique by now spot with one another in complete sets or you could possibly choose to spot with one another your individual dependable item of diamond jewelry by getting the beads separately and personalizing your piece. Every Pandora bead has its individual personal personality, so you have obtained the ability to produce a plethora of distinctive permutations by mixing the distinctive items together. there may be mainly a higher ask for for for bijouterie pandora in Connecticut as well as covering the Pandora Charms Sale online. whole world. you're going to obtain a massive number of individuals these times accessible making their individual collections of those dependable items in around twenty nations around the planet worldwide.

There may also be patented pandora AU that are actually incredibly popular. Additionally, there may be an intensive choice of handcrafted charms getting marketed to accompany the bracelets. you could possibly good possess the charms in 14K gold, Pandora beads charms pas cher sterling silver and murano glass. you could possibly good even find out out some charms with beneficial gems in them. The expenses of those points will differ substantially reliant upon the factors utilized inside the producing of them.You are going to possess to begin looking at on good curiosity of one's diamond jewelry just like a method to preserve its luster through time. Pandora diamond jewelry is simply like every solitary other diamond jewelry throughout the sensation that it'll stay captivating inside the special celebration you consider on good pandora bijouterie curiosity of it.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
 Pagine:  1  2

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 60.5% - SQL: 39.5%]