il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
 Pagine:  1  ..  3    5    7  ..  21
Autore: Oggetto: Performing Media all'Università di Udine-Pordenone_2008
Spizzy
Member
***


Avatar


Risposte: 27
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Vazzola (TV)
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 16:08


Quota:
Originariamente scritto da Stefano Cossio
Ricavi dalla pubblicità
Qtrax, la svolta del "peer to peer"
Scaricare musica gratis. Legalmente
Brani con il drm ma senza imitazioni, niente copia su cd


da mezzanotte scaricabile x PC, noi "macofili" dobbiamo aspettare fino al 18 marzo...

Nell'attesa buon scarico ed ascolto x gli altri.

Che non si trovi il modo per far "saltare" i DRM non credo cmq... I "cracker" avranno già raccolto la sfida...

:-D :-D




I dubbi son fatti per render forti le certezze

Maurizio Pizzato
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
Spizzy
Member
***


Avatar


Risposte: 27
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Vazzola (TV)
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 16:14
Smiles


Ditemi, nella mia ignoranza... come si inseriscono gli smiles nel testo?

Ciao...




I dubbi son fatti per render forti le certezze

Maurizio Pizzato
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
Loris Tissino
Member
***


Avatar


Risposte: 34
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Pordenone
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 17:09
Diritto d'autore e condivisione del sapere


Sulla questione del diritto d'autore, ci sono spunti interessanti in questo articolo di Arturo Di Corinto.

In particolare,
Quota:

... ci sono stati autori come i Situazionisti di Guy Debord che hanno dichiarato le proprie opere anti-copyright permettendone a chiunque la copia e la modifica senza alcun permesso. Un caso esemplare per l’Italia è stato il bestseller “Q” di Lutherblisset, distribuito con una licenza di libera copia per usi non commerciali. Se pensate a tutto questo capirete perchè è sempre pù forte un movimento che, rifiutando i continui giri di vite nella legislazione sul copyright, vuole riprendere in mano la libertà di decidere cosa fare delle proprie opere pur senza rinunciare alla loro paternità e alle tutele economiche e morali che il copyright può offrire. Questo movimento si chiama copyleft, il “permesso d’autore” in alternativa al “diritto d’autore”. Non lo rifiuta né lo rimpiazza, ma lo trasforma per consentire nuove elaborazioni dell’opera affinchè il suo nucleo centrale circoli il più ampiamente possibile anche senza ricavarne un profitto.


Rimane il problema di cosa fare delle opere protette da diritto d'autore quando le si deve usare a fini didattici e/o di studio. Ovviamente la legge è dalla parte del titolare di copyright.

Loris
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
marco bortoli
Member
***


Avatar


Risposte: 21
Registrato il: 22-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 17:44
rete di sguardi


Carlo,
sono curioso di sapere qual' è il suo sguardo, le sue suggestioni, sull' esposizione della Triennale.

Gli organizzatori sono riusciti almeno un po' a spiazzarla?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
filippo.baracchi
Member
***


Avatar


Risposte: 80
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Venezia-Mestre
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 21:05
domani sera


bella foto, marco! sembri chris martin dei coldplay!
domani sera ci sono anche io.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Alessandra_C
Member
***


Avatar


Risposte: 10
Registrato il: 22-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 22:03
Spettacolo!


Ci sono anch'io domani ma avrei bisogno di un passaggio in macchina da pn a udine... per il ritorno non importa, mi fermo là
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
AlbertoB
Member
***


Avatar


Risposte: 56
Registrato il: 21-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 22:17


Quota:
Originariamente scritto da carlo

Qui trovi un blog che era stato realizzato qualche anno fa, quando si aprì il cantiere di quello spettacolo
http://www.teatron.org/1989/




leggendo alcuni passaggi pubblicati su questo blog mi sono tornati alla mente due opere video (più che 'cinematografiche') di due autori 'fuori quadro' Chris Marker e Haurun Farocki, che pur rimanendo ad un livello di visione cinematografica, portano la loro riflessione su aspetti più teorici...Sono opere che problematizzano il tema della memoria, e dei sentimenti legati ad essa e ad eventi debordanti di sentimenti (guerra, rivoluzioni), in rapporto, soprattutto in Marker, a memoria e futuro anche attraverso sistemi multimediali e partecipativi (il video game, il cd rom), come possibili supporti e contenitori del passato che può essere ri-visto, ri-considerato, ri-agito e ri-avvolto/svolto.

"Level Five" (1997) di Chris Marker

Trama. Laura, una donna bellissima, tenta di completare un videogioco sulla battaglia di Okinawa lasciato incompiuto dal marito scomparso. Immergendosi nel dolore di questa tragedia immane e manipolata (dei 150 mila civili morti qualcuno sa qualcosa?), la donna mescola la propria sofferenza con quella della popolazione di Okinawa. L’individuale e il collettivo si fondono sotto l’insegna della perdita.

Girato in video con una 3CCD Sony, Level Five è un meraviglioso esempio di cinema dell’intimità. Non cinema intimista – stare attenti! – ma vero e proprio cinema dell’intimità: una donna di struggente bellezza dialoga con una telecamera piazzata di fronte a lei, alla quale consegna riflessioni di doloroso lirismo e feroce tenerezza sulla natura del suo lavoro (portare a termine il gioco di strategia lasciato incompiuto dal marito scomparso) e sulla sostanza drammatica della realtà cui il gioco si riferisce. Col suo sconvolgente numero di morti (100.000 militari e 150.000 civili, un terzo della popolazione dell’isola, questi ultimi protagonisti di un suicidio collettivo di proporzioni apocalittiche), la battaglia di Okinawa diventa la piattaforma tragica per il dolore di Laura: il Level Five del titolo, termine assoluto in cui individuale e collettivo si fondono nella dimensione universale della compassione. In questo senso Level Five sublima la concentrazione del ripiegamento intimistico nella moltiplicazione tanatologica, conferendo alla sofferenza privata di Laura una statura intimamente cosmica. Eppure l’implosione del dolore provocato da questa vertiginosa presa di coscienza non si avvale di bassi espedienti manipolatori o stratagemmi retorici: tutta centrata sullo sforzo di ricomposizione di un pietrificante frammento di Storia, l’elaborazione videoludico-storiografica di Laura (assistita dal lavoro dell’amico Chris, “asso del montaggio”, profondo conoscitore del Giappone e interpretato “vocalmente” dallo stesso Marker) è intessuta di sentimento e intelligenza, pathos e logos, cuore e cervello. Ancora una volta è puro e semplice amore per la conoscenza, come in ogni opera markeriana. Il vero compito di Laura non consisterà dunque nel terminare il gioco offrendo al gamer la possibilità di modificare liberamente il corso della Storia, ma al contrario entrare nelle pieghe della sua annichilente verità e, una volta rimossa la coltre occultante della propaganda mediatica, silenziosamente perdervisi. Dissolvendosi nel Level Five: un altrove di sfuocata invisibilità amorosa. Ma se tutto ciò non vi bastasse – incontentabili! –, Level Five è anche l’occasione per rivedersi uno splendido classico del noir: Laura di Otto Preminger. Che in italiano, vedi caso, si intitola Vertigine. Vi viene forse in mente qualcosa?


da http://www.spietati.it/archivio/recensioni/dvd/2007/cofanetto_marke...

e "Videogramme of a revolution" (1992) di Harun Farocki

In Europe in the fall of 1989, history took place before our very eyes. Farocki and Ujica's "Videograms" shows the Rumanian revolution of December 1989 in Bucharest in a new media-based form of historiography. Demonstrators occupied the television station [in Bucharest] and broadcast continuously for 120 hours, thereby establishing the television studio as a new historical site. Between December 21, 1989 (the day of Ceaucescu's last speech) and December 26, 1989 (the first televised summary of his trial), the cameras recorded events at the most important locations in Bucharest, almost without exception. The determining medium of an era has always marked history, quite unambiguously so in that of modern Europe. It was influenced by theater, from Shakespeare to Schiller, and later on by literature, until Tolstoy. As we know, the 20th century is filmic. But only the videocamera, with its heightened possibilities in terms of recording time and mobility, can bring the process of filming history to completion. Provided, of course, that there is history. (Andrei Ujica) Harun Farocki conceived of and assembled Videograms of a Revolution together with Andrei Ujica. Ujica, who was born in Timisoara in 1951, is a Rumanian writer who has been living in Germany since 1981, where he is a lecturer in literature and media theory. He has good connections to Rumanian friends and colleagues who not only opened up the television archives to the authors but also enabled them to get in contact with cameramen from state film studios and with numerous amateur videographers who had documented the events on the streets of Bucharest, often from the roofs of highrise buildings. "If at the outbreak of the uprising only one camera dared to record," said Farocki, "hundreds were in operation on the following day."

da http://www.farocki-film.de/index.html

(se a qualcuno interessa li si trova anche sul 'mulo'...)






View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 28-1-2008 at 23:14
ci vediamo domani


Quota:
Originariamente scritto da Alessandra_C
Ci sono anch'io domani ma avrei bisogno di un passaggio in macchina da pn a udine... per il ritorno non importa, mi fermo là


arriverò verso le 14. Mi viene a prendere Maurizio.
Dopo la lezione si va insieme a Udine.
E cercherò di capire quanti omaggi ci danno.
Porterò un bel pò di cose da vedere.
E si ragiona sulle azioni x Innovaction.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Andrea_Bruscia
Member
***


Avatar


Risposte: 16
Registrato il: 22-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 09:49


Purtroppo io non ci sarò, ne oggi ne domani, ho avuto un impegno di lavoro che mi si sta prolungando un po' troppo...

A presto.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
MariC
Member
***


Avatar


Risposte: 24
Registrato il: 23-1-2008
Provenienza: from the mountains
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 09:50


salve prof,
ho dato il suo numero a quelli di MOBe spero la contattino!!

a proposito di teatro e di giovani talentuosi
chi ha voglia può dare un'occhiata a
http://www.myspace.com/sirgaus

http://www.sirgaus.tk/




View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
AlbertoB
Member
***


Avatar


Risposte: 56
Registrato il: 21-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 10:08


Quota:
ottimo link
dai un'occhiata qui
http://www.glocalmap.to/
e in questo articolo x Nova/sole24ore
http://www.glocalmap.org/img_press/img_big/img_big17.jpg


Ho ritrovato un interessante articolo pubblicato anni fa su Linus http://www.linus.net/hdoc/articoli/articolo.asp?idarticoli=232&star... , in più una riflessione recente riguardo ad un caso recente di una cittadina della campagna inglese che ha chiesto di essere criptata dalle mappe dei navigatori satellitari, che pone interessanti spunti riguardo a tematiche glocal e di interconnessione....
http://www.linus.net/hdoc/articoli/articolo.asp?idarticoli=314&star...






View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
MariC
Member
***


Avatar


Risposte: 24
Registrato il: 23-1-2008
Provenienza: from the mountains
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 10:41


mi hanno appena risposto quelli di MObe.
mi hanno detto di informarla che uno dei soci insegna a Pordenone.
Può contattarlo:
Luca Di Gaspero cell. 3204366035






View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Loris Tissino
Member
***


Avatar


Risposte: 34
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Pordenone
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 11:20
MObe


Quota:
Originariamente scritto da MariC
mi hanno appena risposto quelli di MObe.
mi hanno detto di informarla che uno dei soci insegna a Pordenone.
Può contattarlo:
Luca Di Gaspero cell. 3204366035


http://www.diegm.uniud.it/digaspero/

Loris
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Loris Tissino
Member
***


Avatar


Risposte: 34
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Pordenone
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 11:38
Bookcrossing e Geocaching


A coloro i quali sono ancora interessati alla lettura dei libri in formato fisico/cartaceo, segnalo Bookcrossing. Si può lasciare un libro già letto in un luogo pubblico, segnalarlo e sperare che qualcun altro lo trovi. Divertente vedere la mappa aggiornata in tempo reale.

Per chi invece vuole divertirsi con una caccia al tesoro c'è il [url=http://www.geocaching-italia.com/"]Geocaching[/url].

Loris
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
AlbertoB
Member
***


Avatar


Risposte: 56
Registrato il: 21-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 11:47


Quota:
Originariamente scritto da Loris Tissino
A coloro i quali sono ancora interessati alla lettura dei libri in formato fisico/cartaceo, segnalo Bookcrossing. Si può lasciare un libro già letto in un luogo pubblico, segnalarlo e sperare che qualcun altro lo trovi. Divertente vedere la mappa aggiornata in tempo reale.

Per chi invece vuole divertirsi con una caccia al tesoro, invece, c'è il [url=http://www.geocaching-italia.com/"]Geocaching[/url].

Loris


sono arrivato a conoscenza recentemente anche di questa nuova community aNobii, una sorta di Lastfm ( [url] http://www.lastfm.it/[/url] ) però riguardante i libri, dove si possono proprio come la musica riproporre la propria libreria sul web, condividerla, e creare micro-community fra le persone ch eleggono/hanno letto gli stessi libri ecc... Si può caricare il libro anche inserendo il codise isbn così da visualizzare l'edizione esatta del libro....
http://www.anobii.com/anobi/anobii_home.php






View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
filippo.baracchi
Member
***


Avatar


Risposte: 80
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Venezia-Mestre
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:30
bookcrossing


a proposito di bookcrossing...
http://www.bookcrossing-italia.com/home
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
CnSimone
Member
***


Avatar


Risposte: 20
Registrato il: 22-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:31


Quota:
Originariamente scritto da MariC
mi hanno appena risposto quelli di MObe.
mi hanno detto di informarla che uno dei soci insegna a Pordenone.
Può contattarlo:
Luca Di Gaspero cell. 3204366035



Riferimenti accademici...

Luca DI GASPERO
l.digaspero@uniud.it
Dipartimento di Ingegneria Elettrica Gestionale e Meccanica Ricercatore Universitario ING-INF/05 -
SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE
INFORMAZIONI 0432 558242
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
Loris Tissino
Member
***


Avatar


Risposte: 34
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Pordenone
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:33
Condivisione libri


Quota:
Originariamente scritto da AlbertoB
sono arrivato a conoscenza recentemente anche di questa nuova community aNobii [...] riguardante i libri, dove si possono proprio come la musica riproporre la propria libreria sul web, condividerla, e creare micro-community fra le persone ch eleggono/hanno letto gli stessi libri ecc... Si può caricare il libro anche inserendo il codise isbn così da visualizzare l'edizione esatta del libro....
http://www.anobii.com/anobi/anobii_home.php


... e da qualche parte su web ci dovrebbe essere la possibilità di offrire in prestito (*) i propri libri alla microcomunità cui si appartiene (es. scuola, luogo di lavoro). Tempo fa avevo trovato un sito dove farlo, ma adesso non ho sottomano l'URL.

Loris

P.S. A meno che la SIAE non voglia farsi pagare i diritti d'autore anche sulle copie dei testi dati in prestito, così come vorrebbe fare per le biblioteche (vedi campagna "Non pago di leggere").
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Martin
Member
***


Avatar


Risposte: 53
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Capodistria
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:40
Nick -> Nome e Cognome


Dato che mi sono offerto di fare la lista dei nomi dei partecipanti a questo corso, vi pregherei di collaborare ;-)

Quindi per piacere, fate dei post con il vostro Nick associato al vostro Nome e Cognome...

e poi magari scrivete la vostra area di interesse, che volete approfondire durante questo corso...

Grazie
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
Elena82
Member
***


Avatar


Risposte: 25
Registrato il: 22-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:43


Quota:
Originariamente scritto da Martin
Dato che mi sono offerto di fare la lista dei nomi dei partecipanti a questo corso, vi pregherei di collaborare ;-)

Quindi per piacere, fate dei post con il vostro Nick associato al vostro Nome e Cognome...

e poi magari scrivete la vostra area di interesse, che volete approfondire durante questo corso...

Grazie



..come collaboratrice do il buon esempio ; )

Elena Padovese

come avevo già segnalato:

MONDI ELETTRONICI
dalla scena immateriale alla realtà virtuale e aumentata
• L’interazione sottile tra corpo, video e suono: Michele Sambin “VTR&J” (1978)
• l’ambiente artificiale del cromakey: Falso Movimento, “Tango Glaciale” (1982)
• l’interazione tra corpi e monitor video: Corsetti-Studio Azzurro, “Prologo” (1985)
• >la realtà artificiale: Myron Krueger, sistema Videoplace, “Critter” (1984)
• >la realtà virtuale immersiva: sistema Provision (1992)
• >hi-tech / hi-touch: “Contact Water”, Siggraph 2001
• .Gli ambienti sensibili: Studio Azzurro, “Coro” (1995)
• >l’azione nello scenario interattivo: Ariella Vidach, sistema Mandala System, “Exp”(1997)
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Giovanni Di Qual
Member
***


Avatar


Risposte: 19
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Tolmezzo (UD)
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:46


A proposito di fisicità e movimento:
Chris Cunningham - Flex
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
Loris Tissino
Member
***


Avatar


Risposte: 34
Registrato il: 22-1-2008
Provenienza: Pordenone
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:48
Good Bye, Lenin!


In argomento con la caduta del muro di Berlino (vedi spettacolo di stasera, 1989, crolli), qualche anno fa è uscito il film Good Bye, Lenin!. Qualcuno l'ha visto?

Loris
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
CnSimone
Member
***


Avatar


Risposte: 20
Registrato il: 22-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:50
Teatro Club di udine


per chi come me non è troppo pratico di Udine ecco un link per capire dov'è il teatro:
http://www.viamichelin.com/viamichelin/int/dyn/controller/ItiWGPerf...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente Questo utente ha un indirizzo MSN
AlbertoB
Member
***


Avatar


Risposte: 56
Registrato il: 21-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:50


Alberto Boem

Fra quelli del cd-rom, sull'interaction design

MONDI ELETTRONICI
dalla scena immateriale alla realtà virtuale e aumentata
• L’interazione sottile tra corpo, video e suono: Michele Sambin “VTR&J” (1978)
• l’ambiente artificiale del cromakey: Falso Movimento, “Tango Glaciale” (1982)
• l’interazione tra corpi e monitor video: Corsetti-Studio Azzurro, “Prologo” (1985)
• >la realtà artificiale: Myron Krueger, sistema Videoplace, “Critter” (1984)
• >la realtà virtuale immersiva: sistema Provision (1992)
• >hi-tech / hi-touch: “Contact Water”, Siggraph 2001
• .Gli ambienti sensibili: Studio Azzurro, “Coro” (1995)
• >l’azione nello scenario interattivo: Ariella Vidach, sistema Mandala System, “Exp”(1997)









View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
marco bortoli
Member
***


Avatar


Risposte: 21
Registrato il: 22-1-2008
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 29-1-2008 at 13:54


Marco Bortoli

l’interazione tra corpi e monitor video

View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
 Pagine:  1  ..  3    5    7  ..  21

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 35.4% - SQL: 64.6%]