il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
 Pagine:  1  ..  7    9    11  ..  17
Autore: Oggetto: II anno_DAMS-Salento: Ipermedia e Teatro_05
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 5-9-2005 at 17:32


Quota:
Originariamente scritto da Rock
Salve Professore,
volevo gentilmente chiederle quando sarà il prossimo esame
<<<
la data la devo ancora fissare
segui il forum la indicherò qui a giorni!
<<<
e su cosa sarà incentrato.
<<<
i libri in bibliografia
i miei in particolare
e i nodi teorici emersi nel forum

non sarebbe male una riflessione sul Taranta VideoBlog...
<<<

Posso sostenerlo anche senza aver partecipato a Galatina? Purtroppo in quel periodo ho avuto dei problemi. La ringrazio.


certo
solo quella sessione di giugno aveva quella condizione
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 9-9-2005 at 17:10
appelli


La data individuata
Per gli appelli è quella del 27 settembre

Ore 9
Informatica Multimediale (Ipermedia e Teatro)

Ore 11
Epistemologia delle Pratiche Artistiche (Drammaturgia dell'Interattività)

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Rock
Junior Member
**




Risposte: 6
Registrato il: 1-9-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 16-9-2005 at 10:59
Il giorno in cui non si compra


Qualche giorno fa, esattamente mercoledì 14, si è svolto uno sciopero della spesa. La protesta è durata 5 minuti, dalle 11.30 alle 11.35. Tutto cio' mi ha fatto venire in mente il "Giorno in cui non si compra" (Buy Nothing Day) inventato dal collettivo canadese ADBUSTERS. Nel 1992 è stato lanciato il Buy Nothing Day, una giornata di disintossicazione per fermarsi a riflettere: un’occasione preziosa per mettere in discussione il nostro ruolo nel funzionamento del sistema e per scoprire come sia possibile divertirsi e stare bene anche senza comprare nulla. Una giornata dedicata a tutto tranne che alle compere, per rendere concreto il dissenso verso il consumismo e smascherare le bugie di chi usa ogni mezzo per convincerci che l’unica via per uscire dalla crisi è tenere alti i consumi. Leggendo il libro ho scoperto proprio che gli Adbusters sono dei demolitori della pubblicità, distorcendo lo slogan per creare messaggi differenti. Volevo chiedere al prof. se è giusto il mio accostamento degli Adbuster allo sciopero di mercoledì e se in Italia esistono organizzazioni di questo tipo? Sarebbe grande bloccare anche un po' il mercato italiano! Rock!

buy.bmp - 167kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Rock
Junior Member
**




Risposte: 6
Registrato il: 1-9-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 16-9-2005 at 11:03




buynothingday1.jpg - 21kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
cleopatra
Member
***




Risposte: 22
Registrato il: 21-6-2005
Provenienza: Galatina
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 18-9-2005 at 22:48
sara


Un' altra immagine dal film "Sin City"

Bruce Willis e Robert Rodriguez.jpg - 12kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
cleopatra
Member
***




Risposte: 22
Registrato il: 21-6-2005
Provenienza: Galatina
Utente offline

Modalità: Not Set

smile.gif Inviato il 19-9-2005 at 12:34


Questa estate ho visto insieme alle mie amiche gli ultimi film d’animazione come “L’era glaciale”, “Shark tale”, “Alla ricerca di Nemo”, “Gli incredibili”, “Madagascar”. Indubbiamente sono stati fatti passi da gigante nel campo dell’animazione, tanto che si è istituita anche una categoria per questi film da premiare con l’Oscar. Per quanto riguarda uno di questi, che non ho visto, ma di cui ho sentito parlarne benissimo è stato “Shrek 2”. Si comincia come per i film d’animazione tradizionali, disegnando su carta i primi schizzi. Ma prima di arrivare ai personaggi definitivi sul grande schermo la strada è molto lunga.
L’idea del soggetto viene analizzata fino a raggiungere la sceneggiatura definitiva. Poi questa viene trasformata in storyboard. Ma a differenza che nei film con attori in carne ed ossa, il doppiaggio è realizzato prima di girare il film. Le voci danno spessore e personalità ai protagonisti. E i disegnatori dei personaggi s’ispirano al timbro e all’aspetto dei doppiatori. Così Shrek è doppiato da Mike Myers (lo 007 di Austin Powers), Fiona da Cameron Diaz, Ciuchino da Eddy Murphy , il principe azzurro ha l’accento inglese di Rupert Everett invece il Gatto con gli stivali quello spagnolo di Antonio Banderas. Poi i disegnatori illustrano il mondo da creare. I disegni sono passati al reparto modellazione: ogni cosa e personaggio viene trasformato in scultura. Sulla superficie delle sculture viene tracciata una griglia di punti, letta con una penna ottica collegata al computer. I punti reali diventano così punti virtuali che compongono i personaggi come manichini 3D. Essi sono dotati di snodi per il movimento, muscoli, massa e pelle virtuali. Gli animatori iniziano a dar vita ai personaggi; poi vengono rivestiti dal reparto addetto alle texture, la scena viene illuminata, aggiunti elementi che non sono arredi o personaggi, come fiamme, acqua, fumo, neve nebbia. Centinaia di computer, eseguano il rendering, cioè l’immagine finale, traducendo nel fotogramma tutte le informazioni. Alla fine la colonna sonora e gli effetti sonori vengono aggiunti all’immagine e il film è pronto.


creazione shrek 2.jpg - 43kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Devil
Member
***




Risposte: 30
Registrato il: 24-4-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

cool.gif Inviato il 19-9-2005 at 14:36
lezioni


sono cominciate le lezioni?e il calendario dove lo trovo,su quale sito?

ciao.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 19-9-2005 at 15:23
IMPORTANTE


Quota:
Originariamente scritto da cleopatra
Questa estate ho visto insieme alle mie amiche gli ultimi film d’animazione come “L’era glaciale”, “Shark tale”, “Alla ricerca di Nemo”, “Gli incredibili”, “Madagascar”. Indubbiamente sono stati fatti passi da gigante nel campo dell’animazione, tanto che si è istituita anche una categoria per questi film da premiare con l’Oscar. Per quanto riguarda uno di questi, che non ho visto, ma di cui ho sentito parlarne benissimo è stato “Shrek 2”. Si comincia come per i film d’animazione tradizionali, disegnando su carta i primi schizzi. Ma prima di arrivare ai personaggi definitivi sul grande schermo la strada è molto lunga.
L’idea del soggetto viene analizzata fino a raggiungere la sceneggiatura definitiva. Poi questa viene trasformata in storyboard. Ma a differenza che nei film con attori in carne ed ossa, il doppiaggio è realizzato prima di girare il film. Le voci danno spessore e personalità ai protagonisti. E i disegnatori dei personaggi s’ispirano al timbro e all’aspetto dei doppiatori. Così Shrek è doppiato da Mike Myers (lo 007 di Austin Powers), Fiona da Cameron Diaz, Ciuchino da Eddy Murphy , il principe azzurro ha l’accento inglese di Rupert Everett invece il Gatto con gli stivali quello spagnolo di Antonio Banderas. Poi i disegnatori illustrano il mondo da creare. I disegni sono passati al reparto modellazione: ogni cosa e personaggio viene trasformato in scultura. Sulla superficie delle sculture viene tracciata una griglia di punti, letta con una penna ottica collegata al computer. I punti reali diventano così punti virtuali che compongono i personaggi come manichini 3D. Essi sono dotati di snodi per il movimento, muscoli, massa e pelle virtuali. Gli animatori iniziano a dar vita ai personaggi; poi vengono rivestiti dal reparto addetto alle texture, la scena viene illuminata, aggiunti elementi che non sono arredi o personaggi, come fiamme, acqua, fumo, neve nebbia. Centinaia di computer, eseguano il rendering, cioè l’immagine finale, traducendo nel fotogramma tutte le informazioni. Alla fine la colonna sonora e gli effetti sonori vengono aggiunti all’immagine e il film è pronto.


capisco il desiderio di pubblicare
ma
ti prego
questo forum riguarda l'attività didattica
e x quanto mi riguarda
puoi anche parlare di Shrek ma devi trovare la chiave che lo colleghi alle mie teorie
( è possibile)

e poi
IMPORTANTE
l'altro messaggio ha scassato il forum
immagini troppo grandi
toglile e o riducile
o sarò costretto a cancellarle!
grazie
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Rock
Junior Member
**




Risposte: 6
Registrato il: 1-9-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 20-9-2005 at 11:36
Warwalking e Wardriving


Leggendo il libro mi ha colpito molto il fenomeno del WARWALKING e approfondendo l'argomento ho scoperto anche che esiste il fenome del WARDRIVING. I termini, curiosi, di warwalking ("wonder and walking") e di wardriving - l'equivalente in macchina - derivano dal termine underground 'wardialing' (scansione continua di numeri telefonici tramite l'utilizzo di programmi appositi per scoprire sistemi informatici e centralini non protetti al fine di individuare una linea telefonica utile da utilizzare).
La seconda parte dell'acronimo, "walking" e "driving", evidenzia semplicemente il movimento necessario per non farsi intercettare.
Questo fenomeno è al tempo stesso moda, passaparola e guadagno.

Come in ogni moda, ci si sente legittimati a seguire un certo comportamento, senza paura delle possibili conseguenze legali; in quanto passaparola, chi oggi non è in grado di inserirsi in una rete wireless potrebbe essere in grado di riuscirci forse già domani. Il wardriving è inoltre guadagno, poiché si può navigare senza spendere un centesimo.
Così navigare a spese del vicino è il nuovo passatempo.
Camminando sotto casa, fuori dall'ufficio possiamo imbatterci in simboli strani : dei veri graffiti che evidenziano la presenza di un area di free internet. Essi sono chiari segnali lasciati dai warwalkers per avvertire della presenza di rete non protette, da condividere gratuitamente.
Una tribù underground che cerca le reti insicure e le segnala con un linguaggio sconosciuto alle persone comuni.
Ecco qui una foto che ho trovato che testimonia questi segnali. Pero' non ho capito se questo fenomeno è diffuso solo negli USA oppure anche da noi qui in Italia.


inside3_1.jpg - 13kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
cleopatra
Member
***




Risposte: 22
Registrato il: 21-6-2005
Provenienza: Galatina
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 20-9-2005 at 13:54


Il performance capture è una versione assai avanzata del motion capture, adottato per riprodurre con il massimo di verosimiglianza i movimenti del corpo umano; ogni muscolo dell’attore viene registrato fino a fornire una sorta di ideale banca dati completa delle possibilità espressive del suo corpo. Questa nuova tecnologia consente di muoversi a 360° nella scena e di poter scegliere all’interno di una vasta gamma di prospettive e profondità. All’inizio questa tecnica fu utilizzata per il Gollum de il “Signore degli anelli” e per Jar-Jar Binks di “Star Wars”, qualche mese fa per il personaggi creati da Tom Hanks nel film “Polar Express” del regista Robert Zameckis, che aveva già per primo iniziato a sperimentare questa tecnologia con la combinazione di un coniglio a cartoni animati e di esseri viventi in “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” e poi sempre con Tom Hanks in “Forrest Gump”.

Tom Hanks.jpg - 6kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 20-9-2005 at 15:54
teorie di Performing Media


Quota:
Originariamente scritto da cleopatra
Il performance capture è una versione assai avanzata del motion capture, adottato per riprodurre con il massimo di verosimiglianza i movimenti del corpo umano; ogni muscolo dell’attore viene registrato fino a fornire una sorta di ideale banca dati completa delle possibilità espressive del suo corpo. Questa nuova tecnologia consente di muoversi a 360° nella scena e di poter scegliere all’interno di una vasta gamma di prospettive e profondità. All’inizio questa tecnica fu utilizzata per il Gollum de il “Signore degli anelli” e per Jar-Jar Binks di “Star Wars”, qualche mese fa per il personaggi creati da Tom Hanks nel film “Polar Express” del regista Robert Zameckis, che aveva già per primo iniziato a sperimentare questa tecnologia con la combinazione di un coniglio a cartoni animati e di esseri viventi in “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” e poi sempre con Tom Hanks in “Forrest Gump”.


bene
così ci siamo!
questo è il modo x trattare delle cose che ti piacciano entrando in relazione con le mie teorie di Performing Media
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Rock
Junior Member
**




Risposte: 6
Registrato il: 1-9-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

mad.gif Inviato il 21-9-2005 at 11:20
File-Sharing


Il File-Sharing è un esempio di Net-Attivismo, un modo per aggirare la privacy. Programmi di File-sharing, (letteralmente: condivisione di file) sono utilizzati direttamente o indirettamente per trasferire file da un computer ad un altro su Internet. Io sono un po' contrario all'utilizzo di questi programmi (anche se anche io ho scaricato film e mp3), ma penso a quanti gruppi musicali non riescono a vendere più dischi. Non mi riferisco ai grandi della musica perchè loro di soldi ce ne hanno abbastanza.Ma intendo quei piccoli gruppi che vendono già poco. Faccio questa osservazione perchè anche io suono in un gruppo (la batteria) e penso come non sarebbe giusto regalare i brani così. Sono anche sfavorevole ai prezzi troppo alti de CD e sono + favorevole alla vendita dei brani in rete ad un prezzo molto + accessibile. Questa suluzione penso sia una giusta via di mezzo. Comunque penso che niente vale più di un CD originale!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
3kili
Member
***


Avatar


Risposte: 25
Registrato il: 25-2-2005
Provenienza: acquaviva delle fonti
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 22-9-2005 at 13:22


SALVE PROF!!!!
volevo sapere se è possibile "prenotarmi "per l'esame del 27/09 attraverso il forum senza dover andare fino ad arnesano solo per consegnare lo statino?e poi volevo sapere se gli studenti che sn andati a galatina per il genius loci e non hanno potuto sostenere l'esame a giugno, sono comunque considerati per aver partecipato a quell'esaperienza?grazie
a presto
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
silvietta84
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 24-4-2005
Provenienza: Acquaviva delle Fonti
Utente offline

Modalità: Not Set

shocked.gif Inviato il 22-9-2005 at 13:26


Quota:
Originariamente scritto da Rock
Il File-Sharing è un esempio di Net-Attivismo, un modo per aggirare la privacy. Programmi di File-sharing, (letteralmente: condivisione di file) sono utilizzati direttamente o indirettamente per trasferire file da un computer ad un altro su Internet. Io sono un po' contrario all'utilizzo di questi programmi (anche se anche io ho scaricato film e mp3), ma penso a quanti gruppi musicali non riescono a vendere più dischi. Non mi riferisco ai grandi della musica perchè loro di soldi ce ne hanno abbastanza.Ma intendo quei piccoli gruppi che vendono già poco. Faccio questa osservazione perchè anche io suono in un gruppo (la batteria) e penso come non sarebbe giusto regalare i brani così. Sono anche sfavorevole ai prezzi troppo alti de CD e sono + favorevole alla vendita dei brani in rete ad un prezzo molto + accessibile. Questa suluzione penso sia una giusta via di mezzo. Comunque penso che niente vale più di un CD originale!


ciao rock!!!
skusami ma m trovo in disakkordo kn te riguardo a qnto dici sul file sharing!!!
qsto x 2 motivi:
-Il primo sikuramente d karattere ekonomiko!!
Condividendo file in internet si ha la possibilità d skarikare kn soli 40 euro al mese una quantità illimitata d album musikali o dvd...se io volessi acquistare in un mese 10 cd da un negozio d musika spenderei + o - 250 euro (considerato ke oggi il prezzo d un cd varia dai 20 ai 30 euro...)..e un notevole risparmio nn kredi??
Certo kapisko ke x "voi" musicisti qsta è una grande xdita a livello ekonomiko ma pensate a ki, km me, è appassionato d musika,cinema e qnt'altro e nn ha la possibilità d koltivare le sue passioni a kausa dei prezzi esageratamente alti imposti dalle kase diskografike e dalla SIAE!!!
-In sekondo luogo x me la musika è grande fonte d arrikkimento kulturale...kn il file-sharing ho la possibilità d skarikare musika da user d ogni parte del mondo...albums ke sikuramente nn troverei kosì facilmente rekandomi in un negozio d musika nella mia città!!
X qsti motivi sn assolutamente favorevole al fenomeno del file-sharing e sn x il net-attivismo al 100%!!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 22-9-2005 at 13:28
si


Quota:
Originariamente scritto da 3kili
SALVE PROF!!!!
volevo sapere se è possibile "prenotarmi "per l'esame del 27/09 attraverso il forum senza dover andare fino ad arnesano solo per consegnare lo statino?
<<<
ok
visto che mi sono trovato spesso
all'esame studenti
che non avevano presentato lo statino:
fallo il giorno stesso!
<<<

e poi volevo sapere se gli studenti che sn andati a galatina per il genius loci e non hanno potuto sostenere l'esame a giugno, sono comunque considerati per aver partecipato a quell'esaperienza?grazie
a presto


si
lo considero come un valore (non uso la parola "credito" xkè fa confiusione)
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Rock
Junior Member
**




Risposte: 6
Registrato il: 1-9-2005
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-9-2005 at 08:12
file-sharing


Ho Capito Silvia le tue motivazioni, ma se ti piace veramente la musica non pensi come perdono di qualità i file scaricati da internet??? e poi non penso che tu davvero in un mese compri 10 cd. Almeno io compro cd di gruppi che mi piacciono veramente. Non compro musica solo per fare una collezione. So benissimo che l'iva dei cd è altissima (solo in Italia questo ) e infatti ho detto che sarebbe meglio vendere brani a un prezzo minore anche su internet. Ma almeno per quei gruppi che a te piacciono 15 euro si possono anche spendere. Una serata in un pub costa almeno 10 euro e non penso che per un cd non si possa sacrificare una serata in un locale. Poi per le rarità, per le "chicche" musicali, introvabili nei comuni negozi, si puo' fare uno strappo alla regola! Non lo so, forse il mio ragionamento è sbagliato, ma il mio legame con la musica mi fa pensare in questo modo.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
joey
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 21-9-2005
Provenienza: lecce
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-9-2005 at 11:25


Quota:
Originariamente scritto da carlo
La data individuata
Per gli appelli è quella del 27 settembre

Ore 9
Informatica Multimediale (Ipermedia e Teatro)

Ore 11
Epistemologia delle Pratiche Artistiche (Drammaturgia dell'Interattività)

[/quote

salve professore, le avevo mandato una mail per chiederle delle informazioni su cosa dovrei preparare per poter presentarmi all'appello del 27 e lei mi ha risposto rimandandomi al''interno del forum.Devo scegliere uno degli argomenti citati per svilupparlo in modo individuale?uno per ogni suo libro, per sostenere entrambe gli appelli?la ringrazio anticipatamente per una sua eventuale risposta.
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-9-2005 at 11:53
chi fa l'appello del II anno non può fare anche quello del III


Quota:
Originariamente scritto da joey
Quota:
Originariamente scritto da carlo
La data individuata
Per gli appelli è quella del 27 settembre

Ore 9
Informatica Multimediale (Ipermedia e Teatro)

Ore 11
Epistemologia delle Pratiche Artistiche (Drammaturgia dell'Interattività)

[/quote

salve professore, le avevo mandato una mail per chiederle delle informazioni su cosa dovrei preparare per poter presentarmi all'appello del 27 e lei mi ha risposto rimandandomi al''interno del forum.Devo scegliere uno degli argomenti citati per svilupparlo in modo individuale?
<<<
esatto
individua uno dei temi (che io ho condiviso: come vedrai sono in molti a metter dentro tutto ciò che desiderano...
valgono come TEMI quelli a cui ho dato un output
<<<

uno per ogni suo libro, per sostenere entrambe gli appelli?la ringrazio anticipatamente per una sua eventuale risposta.


l'ideale è che tu abbia letto ambedue i miei libri
ma non è fondamentale

se tra gli altri indicati ne hai letto qualcuno ben venga!
acquisterai punti

e infine
importante
chi fa l'appello del II anno non può fare anche quello del III
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
silvietta84
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 24-4-2005
Provenienza: Acquaviva delle Fonti
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 23-9-2005 at 15:00
file - sharing2


Quota:
Originariamente scritto da Rock
Ho Capito Silvia le tue motivazioni, ma se ti piace veramente la musica non pensi come perdono di qualità i file scaricati da internet??? e poi non penso che tu davvero in un mese compri 10 cd. Almeno io compro cd di gruppi che mi piacciono veramente. Non compro musica solo per fare una collezione. So benissimo che l'iva dei cd è altissima (solo in Italia questo ) e infatti ho detto che sarebbe meglio vendere brani a un prezzo minore anche su internet. Ma almeno per quei gruppi che a te piacciono 15 euro si possono anche spendere. Una serata in un pub costa almeno 10 euro e non penso che per un cd non si possa sacrificare una serata in un locale. Poi per le rarità, per le "chicche" musicali, introvabili nei comuni negozi, si puo' fare uno strappo alla regola! Non lo so, forse il mio ragionamento è sbagliato, ma il mio legame con la musica mi fa pensare in questo modo.



rock..tra le kose ke ho skritto ieri ho dimentikato d dire ke la tua proposta d vendere musika in rete a kosti inferiori non sarebbe male...e spero ke un giorno si possa attualizzare..ma nn so se akkadrà mai, visto ke cmq sn stati già fatti tentativi in tal senso ma i prezzi nn sn kalati poi d molto..
inoltre io nn m intendo d musika(anke se m piacerebbe), sn sl una askoltatrice..niente d +, qndi x me una kanzone skarikata in rete nn perde d qualità..penso al massimo ke siano i films qualitativamente + skadenti, ma nn tutti.. e poi nn ho mai komprato 10 cd in un mese...quello era un esempio..certo xò ke se ne avessi la possibilità lo farei!!!
E un'ultima kosa: i cd hanno un kosto variabile...ke va anke dai 5 euro..x cd d vekkia data e può arrivare a 30(e nn sl) euro x le nuove uscite...qndi nn s tratta d risparmiare le 10 euro della serata al pub..
X konkludere il tuo ragionamento nn è affatto errato..nn ho mai detto qsto, abbiamo sl pareri differenti ed io ho espresso il mio..tutto qui..
a presto!!!!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
silvietta84
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 24-4-2005
Provenienza: Acquaviva delle Fonti
Utente offline

Modalità: Not Set

shocked.gif Inviato il 24-9-2005 at 14:25
performing media


ho trovato il libro "Performing media" davvero molto interessante, così, appena finito d leggerlo m sono data da fare x cerkare in internet un pò d informazioni, inerenti soprattutto all'edutainment e al rapporto tra skuola e nuove tecnologie!!
Ho avuto modo d skoprire ke x questo nuovo anno skolastiko sn stati lanciati molti progetti x quanto riguarda l'utilizzo di computer e internet nelle skuole italiane, sia medie ke superiori e mi ha fatto molto piacere skoprire ke questi nuovi progetti sono stati promossi sia al nord ke al sud-italia!!
Nel nostro paese si procede, anke se a pikkoli passi..Ma ho trovato una notizia alquanto skoncertante d un progetto attuato in un rivoluzionario liceo in Arizona e ke riporto qui di seguito:

Arizona: al liceo senza più libri, in aula solo computer
di Alessandro Giuliani
In un istituto in Arizona per il prossimo anno scolastico non ci sarà più spazio per dispense su carta e libri di testo se non in biblioteca: dall’inizio di settembre ad ognuno dei 350 studenti frequentanti verrà consegnato un computer portatile dotato di scheda wireless per navigare in internet e ricevere attraverso la rete interna tutto il materiale didattico necessario. Anche i docenti privati dei testi tradizionali.
Largo al computer, via del tutto i libri di testo. Non è una provocazione, ma la decisione presa dal corpo docente di un liceo statunitense che per il prossimo anno scolastico ha deciso di far sparire dai banchi dispense su carta, libri di testo o riviste didattiche tradizionali: dall’inizio di settembre ad ognuno dei 350 studenti frequentanti la scuola media superiore verrà consegnato un computer portatile dotato di scheda wireless (priva cioè di fili elettrici o telefonici) per navigare in internet e ricevere attraverso la rete interna tutto il materiale didattico necessario.
Il rivoluzionario liceo si trova alle porte di Tucson, in Arizona, e si chiama Empire High Schoole. Gli studenti, attraverso una sorta di rete intranet, riceveranno i compiti da fare e i link a cui collegarsi per studiare e risolvere problemi didattici. In aula quindi non ci sarà più spazio per i libri e la penna con cui prendere appunti: i contenuti didattici verranno affrontati solo tramite tastiere e modem. L’unico modo per consultare i libri sarà quello di recarsi di persona in biblioteca oppure, naturalmente, a casa.
In pochi giorni l’iniziativa sta riscuotendo enorme popolarità. L’idea di abolire il materiale didattico cartaceo, anche se dagli esiti formativi ancora poco prevedibili, dal punto di vista dell’immagine sta avendo risultati che vanno probabilmente al di là delle aspettative: l’High Schoole rappresenta infatti la prima scuola superiore al mondo completamente digitalizzata e questa sorta di record tecnologico sta facendo il giro della terra. Altri istituti avevano infatti sino ad oggi tentato un approccio formativo così innovativo ed incentrato “duramente” sulle nuove tecnologie: nessuno però, come la scuola in Arizona, aveva sinora pensato di sottrarre i libri di testo oltre che agli studenti anche ai docenti impegnati durante tutte le lezioni.
Entusiasta del progetto la preside del liceo, Cindy Lee: “l’affidamento di un pc portatile ad ogni allievo ci permetterà di utilizzare molte più informazioni aggiornate. Si tratta di un modello formativo che prima non era possibile adottare, perchè i libri diventavano obsoleti molto velocemente”.
Resta ora da vedere quali saranno le conseguenze sui risultati puramente formativi. Come reagiranno gli studenti di fronte ad un cambiamento formativo così radicale? Se è vero, come hanno dimostrato recenti ed autorevoli studi proprio di stampo statunitense, che apprendere dal computer affatica la vista tre volte di più che farlo tramite testi tradizionali non c’è il rischio di andare incontro ad una disaffezione alla lettura? E cosa faranno studenti e docenti poco avvezzi con l’ambiente digitale ed internet? Di sicuro a scuola si annunciano tempi sempre più difficili per chi non saprà districarsi con pc ed on line. Difficile però pensare che il libro su carta, con tutti i suoi indiscutibili vantaggi di apprendimento, possa essere messo nel dimenticatoio.

View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
silvietta84
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 24-4-2005
Provenienza: Acquaviva delle Fonti
Utente offline

Modalità: Not Set

shocked.gif Inviato il 24-9-2005 at 15:40
cyber-performance


Un'altro punto su cui ho fokalizzato le mie ricerke è quello riguardante le cyber- performance!!
Ho visitato alcuni siti riguardanti i + noti rappresentanti di questo "movimento", se così si può kiamare, da Marcel Li Antunez Roca ai La Fura dels Baus, ai Magazzini Criminali fino a quello ke mi ha + colpito: Stelarc!!
Allego qui una sua breve descrizione + una pikkola intervista e alkune immagini ke lo rappresentano durante le sue spettacolari performance.

Il corpo interfaccia
intervista con Stelarc
di Fabio Paracchini

Stelarc è probabilmente il più importante body-artist al mondo. Australiano d'origine cipriota, ha utilizzato strumenti medici, protesici, sistemi di realtà virtuale e Internet per esplorare, estendere e amplificare i parametri operativi del corpo; ha filmato all'incirca 2 metri del proprio spazio fisico interno (polmoni, stomaco, colon) con una scultura-sonda, Si è sospeso a sistemi di uncini conficcati nella propria carne per 25 volte tra il 1976 e il 1988. Ha messo in scena delle performance con una terza mano, con un braccio virtuale e con un corpo virtuale. Lavori come Ping Body e Parasite mettono alla prova le nozioni di sistemi nervosi esterni, estesi e virtuali collegando il corpo dell'artista a Internet.
Nel 1995 Stelarc ha ricevuto una borsa di studio triennale dalla Commissione australiana per le arti visive. Nel 1997 è stato nominato professore onorario di arte e robotica alla Carnegie Mellon University. Al momento è consulente alla ricerca per la Nottingham/Trent University.

Stelarc
Nelle performance del passato il corpo si è messo in scena con tecnologie aggiunte (la Terza Mano, attivata con segnali elettromotori), con tecnologie inserite (la "Stomach Sculpture", un meccanismo che si autoillumina, emette suoni, si apre e si chiude, si estende e si contrae all'interno dello stomaco) e collegato alla Rete (il corpo viene posseduto e attivato in remoto da persone che si trovano in altri luoghi). Il corpo è stato espanso, invaso e ora diviene un ospite, un host, non solo di tecnologie ma anche di agenti remoti. Come Internet fornisce modalità estese e interattive di mostrare, collegare e recuperare informazioni e immagini, ora potrebbe consentire modalità inattese per accedere, interfacciare e caricare (uploading) il corpo stesso. Internet, anziché soddisfare antiquati desideri metafisici di disincarnazione, offre strategie potenti, individuali e collettive per proiettare la presenza del corpo ed estrudere la coscienza del corpo. Internet non accelera la scomparsa del corpo e la dissoluzione del sé; piuttosto genera nuovi collegamenti fisici collettivi e una taratura telematica della soggettività. L'autenticità del corpo qui non è dovuta alla coerenza della propria individualità ma piuttosto alla molteplicità degli agenti collaborativi. Ciò che diviene importante non è soltanto l'identità del corpo, ma la sua connettività; non la sua mobilità o la sua collocazione, ma la sua interfaccia…

Come sarà allora il tuo corpo tra dieci anni?

Stelarc
Be'… molto più vecchio, soprattutto
(Stelarc esplode nella sua tipica risata tuonante)

E poi?

Stelarc
Dieci anni sono troppo pochi. Sarà interessante vedere come saranno i nostri corpi tra cento, duecento anni, con gli effetti di innesti tecnologici e protesici temporanei e permanenti e con l'utilizzo di medicinali e trattamenti che allungheranno le nostre vite. Ma forse dovresti chiederlo a uno scrittore di fantascienza. Io non sono tanto interessato a cercare di indovinare quanto muterà il nostro corpo nel futuro, perché come artista ciò che voglio è creare delle interfacce specifiche, mostrare il mio corpo come scultura, come scultura vivente. Il mio lavoro non consiste nel fare predizioni sul corpo del futuro, ma piuttosto nella costruzione di interfacce reali, nel mettere in atto un rapporto che di solito non si ha con la tecnologia, con effetti a volte prevedibili e a volte no, ma certo non faccio alcuna previsione di tipo fantascientifico.

Tu hai comunque seguito molto da vicino la rivoluzione tecnologica (e in particolare quella delle tecnologie elettroniche e multimediali) in questi ultimi decenni, dagli anni Settanta in poi. Vedi al momento una nuova tecnologia, una tecnologia emergente che potrebbe entrare a far parte del tuo lavoro?

Stelarc
Questo è un genere di problema che in realtà non mi interessa particolarmente. Io ho usato sistemi di realtà virtuale, sistemi di medical imaging e di ingegneria robotica per cercare di dare una risposta a una domanda: cosa significa essere un corpo? Cosa significa fare parte di un sistema-cyborg? Non mi interessa pensare a cosa succederà in futuro. Non faccio una ricerca metodica - perlomeno non in senso scientifico. Uso solo quello che mi serve.

Ma nel tuo lavoro t'interessa di più esplorare nuove possibilità per un corpo mutato o mettere in atto meccanismi inediti di percezione del corpo?

Stelarc
Sono due elementi che devono sempre coesistere. Nuove esperienze per il corpo significano immagini che mostrano il corpo in modo nuovo e differente. Credo che l'idea di corpo non sia semplicemente quella di un'unità biologica, ma piuttosto di un corpo con molte estensioni, aggiunte protesiche, estrusioni mediatiche e di rete.






06new2.jpg - 52kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
silvietta84
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 24-4-2005
Provenienza: Acquaviva delle Fonti
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-9-2005 at 15:48
stelarc 2..




01.jpg - 32kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
silvietta84
Member
***




Risposte: 19
Registrato il: 24-4-2005
Provenienza: Acquaviva delle Fonti
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-9-2005 at 15:55
stelarc 3




stelarc.jpg - 49kB
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 24-9-2005 at 22:05
dovresti cercare meglio in internet...


Quota:
Originariamente scritto da silvietta84
Un'altro punto su cui ho fokalizzato le mie ricerke è quello riguardante le cyber- performance!!
Ho visitato alcuni siti riguardanti i + noti rappresentanti di questo "movimento", se così si può kiamare, da Marcel Li Antunez Roca ai La Fura dels Baus, ai Magazzini Criminali fino a quello ke mi ha + colpito: Stelarc!!
...



benissimo
ma dovresti cercare meglio in internet...
e se avessi letto il mio libro x Bollòati Boringhieri
avresti trovato la riedizione di un articolo che scrissi nel 1997...
troivi dei riferimenti nell'altro libro "Performing Media"
e vai qui
http://www.idra.it/cyberia/ScenaImm.htm
sono testi scritti tra il 1995 e 1997

ultima cosa Stelarc l'ho invitato io (con il gruppo di studio AGAVE) per la prima volta, nel 1997 a Milano

dopotutto l'esame lo fai con me
e non con Paracchini
che allora m'intervistò...

trovo comunque interessante
il tuo interessamento x la cyberperformance
(termine che ho coniato in un articolo su Virtual nel 1996)
anche se mi sono distaccato molto da quelle esperienze

altra cosa: sapete che ho fatto arrivare Antunez, con "Afasia", a Lecce 3 anni fa?
Il Palazzo dei Celestini si divise cruentemente...

belle le immagini, brava
anche se quelle delle "fachirate" mandano fuori pista

infine
c'eri a lezione quando ho fatto vedere il cd-rom
"E-Motion"?
ne parlo comunque nel mio ultimo libro
lì ci sono 2 video di stelarc
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
Sarah
Member
***




Risposte: 24
Registrato il: 17-3-2005
Provenienza: Lecce
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 25-9-2005 at 11:04
Sito web università


Salve professore come va? trascorse bene le vacanze? Non so se ricorda la proposta che le avevamo avanzato il giorno dell'esame il 27 giugno 2005...le avevamo presentato un progettino, lo scheletro di un ipotetico sito web da realizzare proprio per la nostra facoltà, ricorda? Crede sia ancora possibile realizzarlo? Infondo se si pensa a quello che abbiamo come punto di riferimento universitario è come se non si avesse nulla: non esistono informazioni, file da scaricare, orari delle lezioni aggiornati, appunti, programmi d'esame...bisogna darsi una mossa perciò se qualcuno vuole collaborare le idee sono ben accette! Buona giornata a tutti e speriamo di rivederci presto.
Ah dimenticavo...posso venire insieme a un mio collega il 27 settembre..dovremmo parlarle di un progretto che stiamo cercando di realizzare?! Aspetto sue notizie qui sul forum
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
 Pagine:  1  ..  7    9    11  ..  17

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 32.6% - SQL: 67.4%]