il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
Autore: Oggetto: l'Arte dello Spettatore in Rete a Verona. un workshop
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 4-3-2003 at 19:27
l'Arte dello Spettatore in Rete a Verona. un workshop


si apre qui il forum x il nostro workshop
sull'arte dello spettatore in rete

abbiamo visto "storia di auggie" di cui trovi delle informazioni e anche foto su
http://www.tpo.it/htm/auggie.htm

può esserti utile per ripercorrere le tracce della tua esperienza di spettatore

quando ci ritroviamo entreremo qui
in questo forum con i nostri sguardi
per tradurli in scrittura
in quella che chiamo
http://www.teatron.org/forum/viewthread.php?tid=96
da questo link si arriva ad un mio testo da scaricare, il tassello di un mio prossimo libro in progress centrato proprio sui questi temi...

... ne parleremo
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
maya
Junior Member
**




Risposte: 4
Registrato il: 5-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 5-3-2003 at 16:10


Ho fatto lo spettatore...ma che ruolo mi è stato chiesto di rivestire?Mi sono state date delle consegne precise: attenzione...muah , io dopo un pò, durante lo spettacolo ...mi sono lasciata completamente andare, simbiosi ...ecco cosa posso dire di avere vissuto...non distinguevo più...non c'erano parti che si assomavano ma un "di Più"...che infondeva un grande senso di benessere!!!
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
bi
Junior Member
**




Risposte: 3
Registrato il: 5-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 5-3-2003 at 22:16
su Auggie


vedo che nessuno ha ancora osato...

volevo solo postare una mia sensazione provata ieri alla rappresntazione...il guardare le azioni dell'attore amplificate dal movie del mouse è stato un po' come essere dentro...
cioè, ogni gesto dell'attore (il girare le pagine dell'album, per es) e' amplificato, possono vedere tutti le foto...non sarebbe stata la stessa cosa se l'attore avesse semplicemtente sfogliato le pagine di un album vero...

cosi' è stato un essere in scena..in certi istanti anche io mi sentivo "dentro" e non un semplice "osservatore"...

a voi che effetto ha fatto girare le pagine delle foto?
a domani, barbara
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 15:33


a proposito di arte dello spettatore in rete
dai un'occhiata a questa esperienza realizzata con i ragazzi delle scuole veneziane alla biennale di venezia nel 1999
http://www.teatron.org/diario
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
luca
Super Moderatore
*******


Avatar


Risposte: 18
Registrato il: 28-3-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 15:39
solo 3 parole


Quota:
Originariamente scritto da maya
Ho fatto lo spettatore...ma che ruolo mi è stato chiesto di rivestire?

<<< ruolo che ruolo?
<<<

Mi sono state date delle consegne precise: attenzione...muah , io dopo un pò, durante lo spettacolo ...mi sono lasciata completamente andare, simbiosi ...ecco cosa posso dire di avere vissuto...non distinguevo più...non c'erano parti che si assomavano ma un "di Più"...che infondeva un grande senso di benessere!!!


<< sarebbe bello descriverlo,no?
quello stato d'animo

vedere e partecipare ad un evento teatrale può essere un'occasione x stare bene...
quali sono le parole che spendereste x definire quel bene?

io ne metto tre

condivisione
empatia
stupore

ne avete qualcun'altra?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 15:54
i filoni del gioco possibile


Quota:
Originariamente scritto da bi
vedo che nessuno ha ancora osato...

<<<
lo sappiamo
è una vecchia storia
fin quando non ci si cade dentro le reti e i computer sono roba astratta,
distante dalle nostre sensibilità...
<<<

volevo solo postare una mia sensazione provata ieri alla rappresntazione...il guardare le azioni dell'attore amplificate dal movie del mouse è stato un po' come essere dentro...

cioè, ogni gesto dell'attore (il girare le pagine dell'album, per es) e' amplificato,

<< semplice e chiara
ad amplificare il gesto dell'attore
non c'è + solo la luce
ma una luce (la videoproiezione) che narra che evoca altro
che sottolinea il senso

una parallela drammaturgia delle immagini
<<<


possono vedere tutti le foto...non sarebbe stata la stessa cosa se l'attore avesse semplicemtente sfogliato le pagine di un album vero...

cosi' è stato un essere in scena..in certi istanti anche io mi sentivo "dentro" e non un semplice "osservatore"...

a voi che effetto ha fatto girare le pagine delle foto?
a domani, barbara


ecco, proviamo a partire anche da questo punto...

in questo forum quando tra qualche decina di minuti prendere in mano le vostre sorti di spettatori in rete
si potranno sviluppare almeno cinque filoni di riflessione:

1. trattare dello spettacolo a partire da alcuni dettagli, proiettando un pò del vostro sguardo soggettivo

2. riflettere sulle potenzialità dell'interazione tra scena e nuove tecnologie della comunicazione, sia sul piano performativo che su quello educativo e culturale in senso + ampio

3. rilanciare quel gioco delle parole da spendere x definire i vostri stati d'animo in genere
quelli che vivete
quando andate a teatro
(vedi l'intervento + su)

4. discutere di un pò di quelle "sentenze" che ho disseminato come mine vaganti nell'incontro di ieri sugli scenari del futuro digitale

5.approfondire alcune delle particolarità della scrittura in rete, quella che definisco "scrittura connettiva" o ancora (in senso + complessivo) "scrittura mutante" vedi qui
http://www.trovarsinrete.org/scrittura.htm

su ciascuno di questi punti
i cinque filoni del gioco possibile
posso inserire link d'approfondimento e tanto altro
si tratta di capire ora a chi gli va di mettersi in gioco, scrivendo

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
gio66
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 6-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 15:56


Quota:
Originariamente scritto da luca

<< sarebbe bello descriverlo,no?
quello stato d'animo

vedere e partecipare ad un evento teatrale può essere un'occasione x stare bene...
quali sono le parole che spendereste x definire quel bene?

io ne metto tre

condivisione
empatia
stupore

ne avete qualcun'altra?


>>>a me viene in mente
>>divertimento
>>stupore
>> attrazione, (nel senso di magnetismo...)
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
holeideescure
Member
***




Risposte: 10
Registrato il: 20-7-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:06
bambino quadrato


finalmente si comincia a vedere in giro qualche spettacolo che non fa solo mostra di nuove tecnologie ma le assimila creando nuovi linguaggi. certo non sarà il primo ma è comunque uno dei pochi. mi è piaciuto lo spettacolo anche se non mi ha convinto in alcuni punti. davide venturini reclama il non uso di immagini video per scampare da facili mezzi per attrarre l'attenzione che comunque si perde con lo scorrere del tempo e dello spettacolo. e allora mi chiedo: non danno forse lo stesso problema i puntatori sugli schermi, le foto montate in una composta panoramica o i fogli che scorrono della macchina da scrivere? forse sono stato un bambino quadrato
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
holeideescure
Member
***




Risposte: 10
Registrato il: 20-7-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:11


<< sarebbe bello descriverlo,no?
quello stato d'animo

vedere e partecipare ad un evento teatrale può essere un'occasione x stare bene...
quali sono le parole che spendereste x definire quel bene?

io ne metto tre

condivisione
empatia
stupore

ne avete qualcun'altra?

>>>a me viene in mente
>>divertimento
>>stupore
>> attrazione, (nel senso di magnetismo...)

e a me vengono in mente
curiosità
emozione e
meraviglia
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
maya
Junior Member
**




Risposte: 4
Registrato il: 5-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:18
Riflessioni e perplessità..in punti!!!


Riflessioni e perplessità...in punti!!



1. entusiasmo e ..."raffreddamento dello stesso": nell' era dell'informazione e della società cognitiva...le potenzialità dei nuovi media, per lo sviluppo di una "cittadinanza digitale"
2. chi sono questi "cittadini" e quanti hanno il privilegio di "acquisirla"!
3. quanto "costa" farne parte in termini di TEMPO e SPESE di adeguamento software e aggiornamento rispetto alle novità
4. Come CONTROLLARE il fenomeno della RIDONDANZA dell'informazione nella rete ...per contenere il senso di DISORIENTAMENTO
5. il paradosso: grandi spiderman nel virtuale\digitale e incapaci di costruire reti nel REALE\SOCIALE
6. fino a che punto possiamo parlare di una tecnologia che si adegua a noi (domanda) quando in realtà siamo noi ad adeguarci alla tecnologia (offerta)
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
bi
Junior Member
**




Risposte: 3
Registrato il: 5-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:19
i dettagli dello spettacolo


Quota:
Originariamente scritto da carlo

1. trattare dello spettacolo a partire da alcuni dettagli, proiettando un pò del vostro sguardo soggettivo

>>> vorrei riproporre la sequenza della costruzione dell'ambiente attraverso le foto dell'inizio della rappresentazione.

divertente il gioco di messa a fuoco della finestra della camera dello scrittore. Sembra semplice, ma penso che a teatro drammaturgicamente si aprano delle possibilità...non è semplicemente un video, è seguire un percorso...che ti porta da qualche parte...è un po' un video gioco insomma...

sono una "smanettona" piacerebbe molto lavorare sull'ipertestualità di un attore...non so in che modo, ma ci vorrei ragionare...

View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
maya
Junior Member
**




Risposte: 4
Registrato il: 5-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:22
Recuperiamo il senso della meraviglia...


...si!!! rispetto alla rappresentazione teatrale...confermo meraviglia per lo stato d'animo che mi si era riproposto in tre parole...STUPORE...un pò come quando da bambini provavamo entusiasmo per ogni genere di scoperte...
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:28
convogliare energia


Quota:
Originariamente scritto da bi
Quota:
Originariamente scritto da carlo

1. trattare dello spettacolo a partire da alcuni dettagli, proiettando un pò del vostro sguardo soggettivo

>>> vorrei riproporre la sequenza della costruzione dell'ambiente attraverso le foto dell'inizio della rappresentazione.

divertente il gioco di messa a fuoco della finestra della camera dello scrittore. Sembra semplice, ma penso che a teatro drammaturgicamente si aprano delle possibilità...non è semplicemente un video, è seguire un percorso...che ti porta da qualche parte...è un po' un video gioco insomma...

sono una "smanettona" piacerebbe molto lavorare sull'ipertestualità di un attore...non so in che modo, ma ci vorrei ragionare...




>>>questo fatto di poter interagire
come spettatori nella drammaturgia agita sulla scena
è una storia senza dubbio affascinante ma rischia di diventare concettuosa

è un pò come i libri-game

ve li ricordate?
c'era la possibilità di trovare
lo sviluppo narrativo saltando alla pagina indicata sul libro
in una sorta di giardino dei sentieri incrociati

quello che penso è che si rischia il groviglio mentale

mentre il teatro ha bisogno
di convogliare energia

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:34
le parole da votare


Quota:
Originariamente scritto da holeideescure
quali sono le parole che spendereste x definire quel bene?

io ne metto tre

condivisione
empatia
stupore

>>>a me viene in mente
>>divertimento
>>stupore
>> attrazione, (nel senso di magnetismo...)

e a me vengono in mente
curiosità
emozione e
meraviglia


e a me

gioco

empatia

catarsi

iniziano ad emergere alcune parole già dette

le potremmo votare...

chi tiene il conto?
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
maya
Junior Member
**




Risposte: 4
Registrato il: 5-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:34


finalmente si comincia a vedere in giro qualche spettacolo che non fa solo mostra di nuove tecnologie ma le assimila creando nuovi linguaggi. certo non sarà il primo ma è comunque uno dei pochi. mi è piaciuto lo spettacolo anche se non mi ha convinto in alcuni punti. davide venturini reclama il non uso di immagini video per scampare da facili mezzi per attrarre l'attenzione che comunque si perde con lo scorrere del tempo e dello spettacolo. e allora mi chiedo: non danno forse lo stesso problema i puntatori sugli schermi, le foto montate in una composta panoramica o i fogli che scorrono della macchina da scrivere? forse sono stato un bambino quadrato ...

...guarda io ho una specie di ossessione per le tassonomie, per gli elenchi puntati...ti dirò...il puntatore mi serviava anche per non perdere ...il filo!!...mi devo sentire un esagono????
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
cri
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 6-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:34
Richiesta di oggi


Mi viene chiesto di scrivere in modo " veloce", non riesco a non associare la parola velocità alla parola superficialità; all'opposto trovo aggettivi quale lento e profondo.

Cri
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
fg
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 6-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:40
intervento di carlo


che cosa intendi per "falso"quando parli di teatro fatto a scuola con i ragazzi? è fuori dal tempo? è anacronistico????o cosa si può fare?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:40
pensiero vicino ad azione


Quota:
Originariamente scritto da cri
Mi viene chiesto di scrivere in modo " veloce", non riesco a non associare la parola velocità alla parola superficialità; all'opposto trovo aggettivi quale lento e profondo.

Cri


lo so
capisco
ma se non sbaglio sei qui x capire quali sono le potenzialità di questi linguaggi che sono tanto prossimi alla nuova generazione
anche xchè pensi che sia un modo x evitare che queste tecnologie producano un "baratro" di senso

allora
siamo qui x fare palestra di scrittura on line (la chiamo connettiva, xchè oltre ad andare in rete si va incontro agli altri della ns comunità...)

chi l'ha detto che velicità significa superficialità

io sostengo di mettere + vicino il pensiero all'azione come teorizza il buddismo zen, ad esempio

e poi entra nel gioco che stiamo propomnendo hai letto la proposta dei 5 filoni?

View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
bi
Junior Member
**




Risposte: 3
Registrato il: 5-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:47
sulle perplessità di maya


Quota:
Originariamente scritto da maya
Riflessioni e perplessità...in punti!!

1. entusiasmo e ..."raffreddamento dello stesso": nell' era dell'informazione e della società cognitiva...le potenzialità dei nuovi media, per lo sviluppo di una "cittadinanza digitale"
2. chi sono questi "cittadini" e quanti hanno il privilegio di "acquisirla"!

>>> tutti hanno il diritto di raggiungere informazioni!!! il problema adesso è di appunto quello di superare il digital device, la sperazione che rischiamo di creare tra i "nuovi ricchi" (quelli che sapranno cercare e reperire inforamzioni) e "i nuovi poveri" (chi non potrà accedere a queste informazioni)

3. quanto "costa" farne parte in termini di TEMPO e SPESE di adeguamento software e aggiornamento rispetto alle novità

>>> la parte "democratica" della rete sta lottando per diffondere nelle istituzioni il software libero, il cosiddetto opensource. Le facolta' di ingegneria e di informatica ci sono arrivate gia' da tempo...non e' possibile obbligare gli studenti ad acquisire softwware di un tipo e poi pensiamo solo ai soldi delle P.A. spesi per le licenze microsoft!! NOOOOOO !!
ti consiglio di farti un giro nello spazio della retecivica di Milano, da anni stanno lavorando per diffondere opens source anche per la formazione

http://www.retecivica.milano.it/

entra nel settore formazione, li' troverai di tutto di +

5. il paradosso: grandi spiderman nel virtuale\digitale e incapaci di costruire reti nel REALE\SOCIALE
>>>> io uso la rete prorpio perche' ho tante relazioni nel reale, e la rete mi permette di mantenerle tutte, ovunque nel mondo, con un costo molto limitato....
Se io e te fossimo a migliaia di chilometri ???
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 16:55
si fa finta per davvero


Quota:
Originariamente scritto da fg
che cosa intendi per "falso"quando parli di teatro fatto a scuola con i ragazzi? è fuori dal tempo? è anacronistico????o cosa si può fare?


hai ragione occorre un chiarimento rispetto a quella "sentenza" (una delle tante che mi sono scappate ieri... che rivendico tutte... anche se magari in qualcuno posso aver saltato dei passaggi...)

<<<
il teatro è falso quando non c'è reale necessità che lo anima
molto professionismo genera teatro falso

e rispetto al teatro scolastico (ne ho viste tante, a decine... ho partecipato a diverse giurie in questi anni) penso che raramente i ragazzi tirano fuori l'energia giusta in quelle rappresentazioni che spesso nascono dal narcisismo di qualche insegnante (non sempre ovviamente)

detto questo ho visto anche cose straordinarie
in cui si fa finta per davvero
in cui il teatro diventa condizione catartica
detonante
x l'energia di ragazzi che scoprono
il valore di ritualità perdute
<<<
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente
cri
Junior Member
**




Risposte: 2
Registrato il: 6-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 17:06


[. riflettere sulle potenzialità dell'interazione tra scena e nuove tecnologie della comunicazione, sia sul piano performativo che su quello educativo e culturale in senso + ampio



Se è vero che la differenza sostanziale fra il teatro e la visione cinematografica si può quantizzare in termini di "energia", espressa dagli attori in relazione all'energia espressa dal pubblico; è in termini di energia, la "mancanza" che ho vissuto in relazione allo spettacolo: decisamente bello, ma asettico nella sua virtuale bellezza.


View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
Colore
Newbie
*




Risposte: 1
Registrato il: 6-3-2003
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 17:06


Imparare a pensare e soprattutto imparare a " sentire"
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
holeideescure
Member
***




Risposte: 10
Registrato il: 20-7-2002
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 17:07


Quota:
Originariamente scritto da maya
...forse sono stato un bambino quadrato ...

...guarda io ho una specie di ossessione per le tassonomie, per gli elenchi puntati...ti dirò...il puntatore mi serviava anche per non perdere ...il filo!!...mi devo sentire un esagono????


anch'io tifo per gli ornitorinchi e, in genere per tutte le eccezioni, questo però non mi vieta di oppormi a teorie che mi sembrano superflue, che lasciano il tempo che trovano ... non entro nel merito delle teorie di venturini. metto in contraddizione le teorie con la pratica.
sbaglio?
View User's Profile Scorri tutte le risposte per utente
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 6-3-2003 at 17:35
digital storytelling


vi ho parlato del digital storytelling

questo link rimanda ad un'esperienza fatta a bolzano qualche mese fa
http://www.emscuola.org/ems4/dst/index.htm
si riferisce ad un laboratorio basato su un weblog
il diario di bordo on line
alla fine narrato sulla base di unha videoproiezione

info sul progetto di bolzano EMSscuola
qui
http://www.emscuola.org/ems4/programma_ems4.htm
ultima cosa un link al progetto Trovarsinrete
e in particolare dove si tratta di via ludico-partecipativa alla cittadinanza digitale
http://www.trovarsinrete.org/homepagecittadinanzad.htm


View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 61.3% - SQL: 38.7%]