il FORUM di TEATRON.org
Non sei collegato [Login ]
Vai alla fine

Versione per la stampa  
Autore: Oggetto: Empatia per il web
carlo
Amministratore
********


Avatar


Risposte: 2024
Registrato il: 10-3-2002
Provenienza: roma
Utente offline

Modalità: Not Set

[*] Inviato il 3-12-2003 at 01:06
Empatia per il web


La via ludico-creativa alla cittadinanza digitale

Le nuove tecnologie e della comunicazione non sono solo una questione tecnologica.
Può sembrare paradossale dirlo proprio mentre in modo sempre più veloce e diffuso la vita quotidiana viene sommersa di proposte di automazione e informatizzazione sempre più avanzate. Eppure non si tratta solo di tecniche, di strumenti da usare con più o meno abilità ed efficacia.
Ci sono mutamenti profondi di carattere antropologico e culturale.
Cambia il nostro rapporto con il mondo e con gli altri, cambia il nostro modo di concepire la vita sociale e civile. E' su questo che è indispensabile riflettere ed interrogarsi.
Il termine cittadinanza digitale vuole indicare nel modo più ampio possibile l'esito di una trasformazione, ancora in corso, e durante la quale le amministrazioni pubbliche, le scuole, le biblioteche i vari altri poli di proposta culturale e teatrale in particolare, sono chiamati ad intervenire come soggetti principali del processo formativo.
Le scuole, non bisogna dimenticarlo, hanno come impegno prioritario quello di formare cittadini: cittadini che oggi sono bambini e ragazzi ma che lavoreranno, voteranno, parteciperanno alla “res” pubblica in un futuro digitale caratterizzato dalle reti telematiche.
E' per loro, per i cittadini del futuro che bisogna da subito impostare una politica culturale in grado di contemplare le nuove tecnologie della comunicazione come linguaggio espressivo a tutti gli effetti.
Le biblioteche pubbliche (perché a loro appartiene il compito che una volta andava sotto il nome di “alfabetizzazione”) e i centri di cultura educativa possono trovare forme per una efficace intervento culturale nell'universo dei nuovi media facilitandone e promuovendone l'accesso nel territorio.
Bisogna spingersi più in là delle pur complesse questioni della alfabetizzazione informatica per interpretare, anticipare, promuovere le opportunità che le reti offrono in relazione a nuove forme di apprendimento e soprattutto alle nuove possibilità di partecipazione.
In questo senso la stretta interazione tra amministrazioni pubbliche, biblioteche, scuole e centri culturali può diventare il volano per un ingresso consapevole nella cittadinanza digitale che acquisterà un senso compiuto passo dopo passo, sulla base di iniziative che rendano comprensibili le possibilità di una rete civica, creando comunità che in Internet diano vita a nuove forme di scambio sociale e culturale.
Creando opportunità perché possa essere possibile crea empatia, condivisione emozionale, all’interno del web.
View User's Profile Visita la pagina dell utente Scorri tutte le risposte per utente

  Vai all'inizio

Powered by XMB 1.9.11
XMB Forum Software © 2001-2010 The XMB Group
[queries: 17] [PHP: 52.6% - SQL: 47.4%]